Noto anche come
HDL
HDL-C
Colesterolo "buono"
Nome ufficiale
Lipoproteine ad alta densità
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 29.11.2021.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Per valutare il rischio di sviluppare malattie cardiache

Quando Fare il Test?

Screening: come parte degli esami di routine insieme al profilo lipidico; quando non sono presenti fattori di rischio, per gli adulti ogni 4-6 anni; per i ragazzi una volta tra i 9 e gli 11 anni e poi tra i 17 e i 21 anni

Monitoraggio: ad intervalli regolari quando sono presenti dei fattori di rischio, quando i risultati precedenti sono alti e/o per monitorare l’efficacia del trattamento

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue prelevato da una vena del braccio o una goccia di sangue ottenuta pungendo un dito (tipicamente per misurare il profilo lipidico tramite l'utilizzo di dispositivi portatili)

Il Test Richiede una Preparazione?

Solitamente è richiesto il digiuno per 9-12 ore (è permesso solo bere acqua) prima del prelievo, ma alcuni laboratori eseguono il test anche non a digiuno. Per i ragazzi (dai 2 ai 24 anni) senza fattori di rischio è possibile sottoporsi all’esame senza il digiuno. Occorre seguire tutte le istruzioni fornite e comunicare se si è a digiuno o meno

L'Esame

Le lipoproteine ad alta densità (High Density Lipoprotein, HDL) sono una classe di lipoproteine che trasportano il colesterolo nel sangue. L’HDL-C è composto principalmente da proteine e da una ridotta quantità di colesterolo. Il colesterolo è una molecola (uno steroide) essenziale per la vita ed un costituente delle membrane cellulari di tutti gli organi e tessuti. Tuttavia, il colesterolo può depositarsi nelle arterie, aumentando il rischio di malattie cardiache, infarto ed altri problemi di salute. L’HDL-C è considerato protettivo perché preleva il colesterolo in eccesso e lo trasporta al fegato per la rimozione, per questo è definito anche “colesterolo buono”. Questo esame misura la concentrazione di HDL-C nel sangue.

Alte concentrazioni di colesterolo sono associate all'indurimento delle arterie (aterosclerosi) e allo sviluppo delle malattie cardiache. Quando il colesterolo è in eccesso nel sangue e non viene rimosso dalle HDL, può depositarsi sulle pareti dei vasi e formare placche. Queste placche possono portare ad indurimento delle arterie e, eventualmente, ostruire i vasi sanguigni limitando il flusso del sangue.

Alte concentrazioni di HDL-C possono diminuire il rischio di sviluppare le placche, abbassando il rischio di infarto o ictus. Al contrario, alte concentrazioni di LDL-C sono considerate nocive per l'organismo: infatti, il colesterolo LDL è chiamato anche “colesterolo cattivo”, poiché deposita il colesterolo in eccesso sulle pareti dei vasi, contribuendo alla comparsa dell'aterosclerosi.

Gli intervalli di riferimento dipendono da molteplici fattori, quali l’età e il sesso del paziente, la popolazione di riferimento e il metodo utilizzato per l’esecuzione dell’esame. Il risultato numerico di un test può pertanto avere significati diversi in laboratori differenti.

Per queste ragioni, nel presente sito web non vengono riportati gli intervalli di riferimento. Per la valutazione dei risultati dei test, Lab Tests Online raccomanda di riferirsi ai valori di riferimento forniti dal laboratorio nel quale questi sono stati eseguiti. Gli intervalli di riferimento di ciascun test sono riportati sul referto di laboratorio, accanto al nome ed al risultato dello stesso. Per alcuni esempi clicca qui.

Per maggiori informazioni si rimanda agli articoli: Gli Intervalli di Riferimento ed il loro Significato e Comprendere il Referto di Laboratorio.

Se il sottoporsi alle analisi mediche provoca stati d'ansia o di disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli:

Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un altro articolo, Il prelievo ematico: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico.

Accordion Title
Come e Perché
  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    L’esame del colesterolo HDL viene utilizzato come parte del profilo lipidico per determinare la presenza di livelli anomali di lipidi e il relativo rischio individuale di sviluppare una patologia cardiaca. Inoltre, risulta utile per stabilire il trattamento più adeguato in pazienti borderline, a rischio intermedio o ad alto rischio. Le altre componenti del profilo lipidico solitamente includono colesterolo totale, colesterolo LDL (LDL-C e trigliceridi

    I risultati del profilo lipidico sono valutati insieme ad altri fattori di rischio delle patologie cardiache, al fine di sviluppare un piano terapeutico e di follow-up. Il trattamento può coinvolgere cambiamenti nello stile di vita (dieta, esercizio fisico, fumo e consumo di alcol) o l’uso di farmaci che abbassano i livelli lipidici, come le statine

    Inoltre, l'HDL-C può essere utilizzato come parte del profilo lipidico per monitorare l'efficacia dei trattamenti che abbassano i livelli di colesterolo.

  • Quando viene prescritto?

    Il test dell’HDL-C può essere prescritto ai fini diagnostici, per lo screening o il monitoraggio.

    Screening

    Spesso, la misura del colesterolo HDL viene utilizzata come screening iniziale per individuare i pazienti esposti ad un rischio medio-elevato di sviluppare problemi cardiovascolari. Solitamente, L'HDL-C viene prescritto come parte del profilo lipidico durante un'indagine di routine. Tuttavia, può talvolta essere richiesta soltanto la misura del colesterolo totale e del colesterolo HDL.

    Adulti

    Non esiste un generale consenso su quando debba essere iniziato lo screening e sull'intervallo di tempo del monitoraggio. In generale, varie organizzazioni sanitarie raccomandano che gli adulti sani senza fattori di rischio per le patologie cardiache vengano sottoposti all'esame del colesterolo HDL almeno una volta ogni sei anni.

    Se sono presenti altri fattori di rischio o se un test precedente rileva la presenza di colesterolo alto, il test completo del profilo lipidico viene eseguito più frequentemente.

    Fattori di rischio per le patologie cardiache includono:

    • Fumo
    • Essere sovrappeso o obeso
    • Dieta non sana
    • Non svolgere abbastanza esercizio fisico
    • Età (uomini sopra i 45 anni e donne sopra i 55 anni)
    • Ipertensione (pressione sanguigna di 140/90 o più alta o prendere farmaci per la pressione)
    • Storia familiare di malattie cardiovascolari premature (malattia cardiovascolare nei parenti di primo grado maschi sotto i 55 anni o femmine sotto i 65)
    • Patologia cardiovascolare pre-esistente o precedente infarto
    • Diabete mellito o prediabete

    Ragazzi

    L’American Academy of Pediatrics (AAP) raccomanda il test dei lipidi per bambini e adolescenti senza fattori di rischio una volta tra i 9 e gli 11 anni e poi ancora tra i 17 e i 21 anni.

    Lo screening con il profilo lipidico è raccomandato inoltre per i bambini con un aumentato rischio di sviluppare malattie cardiache, come per gli adulti. Alcuni fattori di rischio sono simili a quelli degli adulti ed includono una storia familiare di malattie cardiovascolari o altri problemi di salute come il diabete, l'ipertensione o l'essere sovrappeso.  I bambini ad alto rischio dovrebbero sottoporsi al primo esame a digiuno tra i 2 e gli 8 anni (ma non prima dei 2 anni).

    Di seguito è riportata una tabella che riassume un possibile approccio generale allo screening con il test del colesterolo HDL: 

    GRUPPO DEMOGRAFICO

    FATTORI DI RISCHIO

    FREQUENZA DI SCREENING

    Bambini

    Nessuno

    Una volta tra 9-11 anni; successivamente tra 17-21 anni

    Bambini

    1+

    Ogni 1-3 anni da quando viene identificato il fattore di rischio

    Adolescenti e adulti

    1+

    Almeno ogni 5 anni; spesso annualmente

    Uomini di 20-45 anni

    Donne di 20-55 anni

    Nessuno

    Ogni 4-6 anni

    Uomini di 45-65 anni

    Donne di 55-65 anni

    Nessuno

    Ogni 1-2 anni

    Uomini e donne sopra i 65 anni

    0+

    Annualmente

    Monitoraggio

    Il colesterolo HDL può essere eseguito ad intervalli regolari per valutare il risultato dei cambiamenti dello stile di vita (dieta, esercizio fisico, fumo e consumo di alcol), consigliati poiché contribuiscono ad aumentare i livelli di HDL-C. Inoltre, viene raccomandato di ripetere il test se sono presenti fattori di rischio o se il test rileva la presenza di risultati anomali, come un HDL-C basso o un LDL-C alto.

    Diagnosi

    Più raramente, il test del colesterolo può essere prescritto in presenza di sintomatologia cardiovascolare; in particolare, la misura dell’HDL-C può rivelarsi utile per contribuire a stabilire la diagnosi di sindrome metabolica. La sindrome metabolica consiste in un insieme di fattori di rischio per lo sviluppo di diabete, ictus e cardiopatia coronarica.

    Inoltre, alterazioni nei livelli di colesterolo HDL possono essere conseguenti alla presenza di patologie a livello pancreatico, epatico o tiroideo. Pertanto, la valutazione del colesterolo può risultare un utile ausilio per la diagnosi di tali patologie.

  • Cosa significa il risultato del test?

    In generale, una concentrazione lipidica normale aiuta a mantenere la salute cardiaca e ad abbassare il rischio di infarto o ictus. Il medico valuta i risultati dell' HDL-C e delle altre componenti del profilo insieme ad altri fattori di rischio, quali età, sesso e storia clinica, come supporto nel determinare il rischio complessivo di sviluppare una patologia cardiovascolare, la necessità di un trattamento e la scelta della cura più efficace per abbassare il rischio.

    Il riscontro di alti livelli di colesterolo HDL è associato ad un ridotto rischio cardiovascolare. Tuttavia, talvolta l’assunzione di farmaci, l’abuso di alcol, la presenza di patologie tiroidee o di alcune condizioni ereditarie può aumentare i livelli di HDL-C.

    Il riscontro di bassi livelli di colesterolo HDL è associato ad un rischio aumentato di sviluppare patologie cardiovascolari, incluse malattie cardiache ed ictus. Bassi livelli di HDL-C possono anche essere conseguenti alla presenza di patologie come diabete, infezioni, infiammazione, alcune patologie ereditarie e all’assunzione di farmaci.

    Le diverse organizzazioni sanitarie propongono raccomandazioni diverse per il trattamento in base al rischio di sviluppare patologie cardiovascolari (CVD) (basato sull'età, il peso, la pressione arteriosa, la presenza di diabete, il fumo ed altri fattori).

    L'American College of Cardiology (ACC) e la American Heart Association (AHA) raccomandano di utilizzare un algoritmo che stima il rischio di sviluppare CVD nei 10 anni successivi se si ha un'età compresa tra i 40 e i 75 anni e non si soffre di malattie cardiache. Sono considerati nel calcolo molti fattori, tra cui il colesterolo totale, l'LDL-C, le HDL-C, l’età, il genere, l’etnia, la pressione arteriosa, la presenza di diabete e il fumo. La U.S. Preventive Services Task Force (USPSTF) ha proposto raccomandazioni simili. Per maggiori informazioni a riguardo, consultare l'articolo su Profilo Lipidico.

    Tuttavia, l'uso del calcolo del rischio e delle linee guide ACC/AHA rimane oggetto di disputa. Alcuni medici usano le linee guida più vecchie (2002) del NCEP Adult Treatment Panel III per valutare il livello di HDL-C e il rischio di CVD, come riassunto nella tabella sottostante:

    Per gli adulti:

     

    Concentrazioni ridotte,             rischio maggiore

    Concentrazioni intermedie,                  rischio intermedio

     

    Concentrazioni alte,            rischio minore 

     

    Donne Inferiore a 50 mg/dL (1.3 mmol/L) 50-59 mg/dl (1.3-1.5 mmol/L) Superiore o uguale a 60 mg/dL (1.55 mmol/L)
    Uomini Inferiore a 40 mg/dL (1.0 mmol/L) 40-50 mg/dL (1.0-1.3 mmol/L) Superiore o uguale a 60 mg/dL (1.55 mmol/L)

    Nota: Sebbene un alto livello di HDL-C sia considerato protettivo, uno studio pubblicato nel 2018 dalla European Society of Cardiology ha dimostrato che livelli estremamente elevati di colesterolo HDL possono essere associati ad un aumentato rischio di infarto e morte.

    Bambini e ragazzi

    Accettabile Superiore o uguale a 45 mg/dL (1.17 mmol/L)
    Borderline 40-45 mg/dL (1.04 -1.17 mmol/L)
    Concentrazioni ridotte, rischio maggiore Inferiore a 40 mg/dL (1.04 mmol/L)
  • C’è altro da sapere?

    L’esame del colesterolo HDL non dovrebbe essere misurato in pazienti malati: il suo valore si abbassa temporaneamente durante la fase acuta delle patologie, subito dopo un infarto o durante un evento stressante (intervento chirurgico o incidente). Occorre aspettare almeno sei settimane dopo qualsiasi malattia prima di sottoporsi all'esame. 

    I livelli di HDL-C possono variare durante la gravidanza. É opportuno sottoporsi all'esame dell' HDL-C almeno sei settimane dopo il parto.

Modalità del Test
Prima del test

Nel caso in cui venga misurato soltanto il colesterolo HDL non è richiesto di sottoporsi al digiuno prima dell'esecuzione del test. Tuttavia, solitamente l’HDL-C viene misurato insieme all’LDL-C, che risulta influenzato dal consumo recente di alimenti. Pertanto, può essere richiesto il digiuno per 9-12 ore (è permesso solo bere acqua) prima di sottoporsi al prelievo di sangue. È necessario attenersi a tutte le istruzioni fornite e comunicare se si è a digiuno. 

Durante il test

Il test del colesterolo viene eseguito su un campione di sangue prelevato da una vena del braccio. Durante il prelievo ematico, viene posizionato il laccio emostatico nella parte superiore del braccio, per favorire il reperimento della vena. Per prevenire eventuali infezioni, viene eseguita la disinfezione della zona del prelievo e successivamente inserito l'ago. Il prelievo può richiedere qualche minuto e causare un lieve fastidio legato alla puntura.

I test a domicilio prevedono invece il prelievo di sangue capillare tramite puntura del dito.

Dopo il test

Al termine della raccolta del campione, viene applicata una garza sterile sul sito della puntura ed esercitata una leggera pressione per prevenire eventuali emorragie e consentire una rapida guarigione. Questo tipo di prelievo è eseguito routinariamente e non comporta alcun rischio; può essere consigliato di evitare di effettuare sport o attività fisica intensa per alcune ore dopo il prelievo.

Nel caso del test a domicilio solitamente non è richiesta alcuna restrizione circa le attività che possono essere svolte dopo l'auto-raccolta del campione.

Accordion Title
Domande Frequenti
  • In cosa consiste il rapporto del colesterolo riportato sul referto?

    Alcuni laboratori riportano un rapporto colesterolo /HDL (rapporto del colesterolo), calcolato come il rapporto tra colesterolo totale e HDL-C. Ad esempio, se il colesterolo totale è 200 mg/dL e il colesterolo HDL 50 mg/dL, il rapporto sarà indicato come 4 (o 4:1). Un rapporto auspicabile è inferiore a 5 (5:1), un rapporto ottimale è pari a 3.5 (3.5:1). L'American Heart Association raccomanda di esprimere il valore del colesterolo nel sangue e del HDL-C in numeri assoluti, poiché risultano più utili, rispetto al rapporto, nello stabilire il trattamento più adeguato. 

     

  • Quali sono le terapie raccomandate per le HDL-C basse?

    Le HDL-C basse non sono un bersaglio terapeutico. Anche se alcuni farmaci che abbassano le LDL-C possono aumentare le HDL-C, non sono normalmente prescritti per correggere la concentrazione di HDL-C. Alcuni cambiamenti nello stile di vita contribuiscono ad aumentare la concentrazione di HDL-C: smettere di fumare, poiché il fumo può diminuire i livelli di HDL-C, e fare esercizio fisico.

  • È un problema se le HDL-C sono elevate?

    Per la maggior parte delle persone, le HDL-C sono considerate protettive nei confronti del rischio di sviluppare una patologia coronarica (CVD). Tuttavia, studi recenti hanno dimostrato che alcuni pazienti con HDL-C elevate sono esposti ad un rischio maggiore di sviluppare una patologia coronarica rispetto a coloro che hanno una concentrazione di HDL-C normale. Uno studio in particolare ha evidenziato come i pazienti affetti da malattie cardiovascolari (CVD) con alti livelli di HDL-C abbiano anomalie a carico di geni che codificano per enzimi importanti nel turnover lipidico (transferasi degli esteri del colesterolo e lipasi epatica). Un altro studio ha dimostrato una correlazione tra la presenza di particelle HDL-C molto grandi e il rischio aumentato di sviluppare CVD. Sono in corso ulteriori ricerche per stabilire quali patologie contribuiscano ad un rischio aumentato di sviluppare CVD in presenza di HDL-C elevate.

  • É possibile misurare il livello del HDL-C presso il domicilio?

    Sono disponibili test a domicilio per la misura dell’HDL-C, del LDL-C e del colesterolo totale.

  • I risultati del test sono affidabili?

    L’esame del colesterolo HDL viene considerato un test affidabile per stimare il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari. Tuttavia, diversi fattori possono influenzare l’accuratezza del test:

    • Variabilità individuale; possono essere rilevate piccole variazioni nei livelli di HDL-C in relazione a fattori individuali, quali lo stress o la postura assunta durante il test, così come tra laboratori diversi
    • Patologie acute; la presenza di infezioni o malattie che producono un processo infiammatorio influisce sulla concentrazione ematica del colesterolo, compromettendo la precisione del test
    • Emopatie; alcune patologie che colpiscono le cellule del sangue causano l’aumento in circolo di una proteina nota come proteina M. Nei soggetti affetti da tali patologie, il test del colesterolo HDL-C potrebbe rilevare concentrazioni di colesterolo HDL inferiori rispetto a quelle effettivamente presenti nel sangue.

    I test del colesterolo eseguiti presso il domicilio sono caratterizzati da un'accuratezza inferiore, in quanto soggetti a maggiori variazioni rispetto ai test di laboratorio.

  • È necessario sottoporsi a monitoraggio?

    È raccomandato che gli adulti senza fattori di rischio per le patologie cardiache e con livelli di colesterolo HDL nella norma nei test precedenti vengano sottoposti ad un esame di follow-up almeno una volta ogni cinque anni.

    Se sono presenti fattori di rischio o se un test precedente rileva la presenza di colesterolo HDL basso, viene raccomandato di ripetere il test. In base alla condizione del paziente, possono essere prescritti altri esami.

    In caso di riscontro di valori anomali dei test eseguiti presso il domicilio, è raccomandata l'esecuzione di test di monitoraggio presso un laboratorio d'analisi. 

  • Quanto tempo è necessario per ottenere i risultati del test?

    Il risultato del test viene reso disponibile in tempi che dipendono dal laboratorio che esegue il test. Solitamente, i risultati vengono forniti entro pochi giorni, spesso in giornata. 

    Per i test a domicilio, i dispositivi medici per l'analisi del colesterolo forniscono i risultati entro pochi minuti.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

A.D.A.M. Medical Encyclopedia. Metabolic syndrome. Updated May 13, 2020. Accessed July 15, 2021. https://medlineplus.gov/ency/article/007290.htm

American Board of Internal Medicine. ABIM laboratory test reference ranges. Updated July 2021. Accessed July 16, 2021. https://www.abim.org/Media/bfijryql/laboratory-reference-ranges.pdf

American Heart Association. How to get your cholesterol tested. Updated November 9, 2020. Accessed July 13, 2021. https://www.heart.org/en/health-topics/cholesterol/how-to-get-your-cholesterol-tested

Arnett DK, Blumenthal RS, Albert MA, et al. 2019 ACC/AHA Guideline on the Primary Prevention of Cardiovascular Disease: A Report of the American College of Cardiology/American Heart Association Task Force on Clinical Practice Guidelines [published correction appears in Circulation. 2019 Sep 10;140(11):e649-e650] [published correction appears in Circulation. 2020 Jan 28;141(4):e60] [published correction appears in Circulation. 2020 Apr 21;141(16):e774]. Circulation. 2019;140(11):e596-e646. doi:10.1161/CIR.0000000000000678

ARUP Consult. Atherosclerotic cardiovascular disease risk markers. Updated April 2021. Accessed July 13, 2021. https://arupconsult.com/content/cardiovascular-disease-traditional-risk-markers

Centers for Disease Control and Prevention. Cholesterol reference method laboratory network (CRMLN). Updated July 6, 2017. Accessed July 13, 2021. https://www.cdc.gov/labstandards/crmln.html

Centers for Disease Control and Prevention. LDL and HDL cholesterol: “Bad” and “good” cholesterol. Updated January 31, 2020. Accessed July 12, 2021. https://www.cdc.gov/cholesterol/ldl_hdl.htm

Centers for Disease Control and Prevention. Getting your cholesterol checked. Updated September 8, 2020. Accessed July 13, 2021. https://www.cdc.gov/cholesterol/cholesterol_screening.htm

Chrostek L, Supronowicz L, Panasiuk A, Cylwik B, Gruszewska E, Flisiak R. The effect of the severity of liver cirrhosis on the level of lipids and lipoproteins. Clin Exp Med. 2014;14(4):417-421. doi:10.1007/s10238-013-0262-5

Davidson MH. Dyslipidemia. Merck Manuals Professional Edition. Updated December 2019. Accessed July 13, 2021. https://www.merckmanuals.com/professional/endocrine-and-metabolic-disorders/lipid-disorders/dyslipidemia

de Ferranti SD, Newburger JW. Dyslipidemia in children: Definition, screening, and diagnosis. In: Fulton DR, ed. UpToDate. Updated March 3, 2020. Accessed July 16, 2021. https://www.uptodate.com/contents/dyslipidemia-in-children-definition-screening-and-diagnosis

Grundy SM, Stone NJ, Bailey AL, et al. 2018 AHA/ACC/AACVPR/AAPA/ABC/ACPM/ADA/AGS/APhA/ASPC/NLA/PCNA Guideline on the Management of Blood Cholesterol: Executive Summary: A Report of the American College of Cardiology/American Heart Association Task Force on Clinical Practice Guidelines [published correction appears in J Am Coll Cardiol. 2019 Jun 25;73(24):3234-3237]. J Am Coll Cardiol. 2019;73(24):3168-3209. doi:10.1016/j.jacc.2018.11.002

Kafonek SD, Donovan L, Lovejoy KL, Bachorik PS. Biological variation of lipids and lipoproteins in fingerstick blood. Clin Chem. 1996;42(12):2002-2007.

Khan J, Nordback I, Sand J. Serum lipid levels are associated with the severity of acute pancreatitis. Digestion. 2013;87(4):223-228. doi:10.1159/000348438

MedlinePlus: National Library of Medicine. HDL: The “good” cholesterol. Updated April 18, 2019. Accessed July 13, 2021. https://medlineplus.gov/hdlthegoodcholesterol.html

MedlinePlus: National Library of Medicine. Cholesterol levels: What you need to know. Updated October 2, 2020. Accessed July 13, 2021. https://medlineplus.gov/cholesterollevelswhatyouneedtoknow.html

MedlinePlus: National Library of Medicine. Metabolic syndrome. Updated June 24, 2021. Accessed July 15, 2021. https://medlineplus.gov/metabolicsyndrome.html

National Heart, Lung, and Blood Institute. Blood cholesterol. Date unknown. Accessed July 14, 2021. https://www.nhlbi.nih.gov/health-topics/blood-cholesterol

Panz VR, Raal FJ, Paiker J, Immelman R, Miles H. Performance of the CardioChek PA and Cholestech LDX point-of-care analysers compared to clinical diagnostic laboratory methods for the measurement of lipids. Cardiovasc J S Afr. 2005;16(2):112-117.

Rajkumar SV. Laboratory methods for analyzing monoclonal proteins. In: Kyle RA, ed. UpToDate. Updated June 12, 2020. Accessed July 12, 2021. https://www.uptodate.com/contents/laboratory-methods-for-analyzing-monoclonal-proteins

Rizos CV, Elisaf MS, Liberopoulos EN. Effects of thyroid dysfunction on lipid profile. Open Cardiovasc Med J. 2011;5:76-84. doi:10.2174/1874192401105010076

Rosenson RS. Patient education: High cholesterol and lipids (beyond the basics). In: Freeman MW, ed. UpToDate. Updated September 9, 2019. Accessed July 12, 2021. https://www.uptodate.com/contents/high-cholesterol-and-lipids-beyond-the-basics

Rosenson RS, Durrington P. HDL cholesterol: Clinical aspects of abnormal values. In: Freeman MW, ed. UpToDate. Updated October 18, 2019. Accessed July 12, 2021. https://www.uptodate.com/contents/hdl-cholesterol-clinical-aspects-of-abnormal-values

Rosenson RS. Measurement of blood lipids and lipoproteins. In: Freeman MW, ed. UpToDate. January 16, 2020. Accessed March 25, 2021. https://www.uptodate.com/contents/measurement-of-blood-lipids-and-lipoproteins

Rosenson RS. Lipoprotein classification, metabolism, and role in atherosclerosis. In: Freeman MW, ed. UpToDate. Updated August 3, 2020. Accessed July 12, 2021. https://www.uptodate.com/contents/lipoprotein-classification-metabolism-and-role-in-atherosclerosis

Ross DS. Lipid abnormalities in thyroid disease. In: Cooper DS, ed. UpToDate. Updated November 18, 2019. Accessed July 16, 2021. https://www.uptodate.com/contents/lipid-abnormalities-in-thyroid-disease

US Food and Drug Administration. Cholesterol. Updated February 4, 2018. Accessed July 13, 2021. https://www.fda.gov/medical-devices/home-use-tests/cholesterol

US Preventive Services Task Force. Lipid disorders in children and adolescents: Screening. Published August 9, 2016. Accessed July 16, 2021. https://www.uspreventiveservicestaskforce.org/uspstf/recommendation/lipid-disorders-in-children-screening

Vijan S. Screening for lipid disorders in adults. In: Freeman MW, Elmore JG, eds. UpToDate. Updated June 29, 2021. Accessed July 12, 2021. https://www.uptodate.com/contents/screening-for-lipid-disorders-in-adults

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Grundy, Scott M., Stone NJ, Bailey AL, et al. (2018 November 10) 2018 AHA/ACC/AACVPR/AAPA/ABC/ACPM/ADA/AGS/APhA/ASPC/NLA/PCNA Guideline on the Management of Blood Cholesterol: A Report of the American College of Cardiology/American Heart Association Task Force on Clinical Practice Guidelines. Circulation. Available online at https://www.ahajournals.org/doi/10.1161/CIR.0000000000000625. Accessed November 2019.

Nordestgaard, Børge G., Langsted, Anne, Mora, Samia, et al. (2016 July 1). Fasting Is Not Routinely Required for Determination of a Lipid Profile: Clinical and Laboratory Implications Including Flagging at Desirable Concentration Cut-points—a Joint Consensus Statement from the European Atherosclerosis Society and European Federation of Clinical Chemistry and Laboratory Medicine. European Heart Journal. Available online at https://doi.org/10.1093/eurheartj/ehw152. Accessed November 2019.

(7 September 2018 Updated) How and When to Have Your Cholesterol Checked. Centers for Disease Control and Prevention. Available online at https://www.cdc.gov/features/cholesterol-screenings/index.html. Accessed November 2019.

Yang, Eric H (2018 November 30, Updated) Lipid Management Guidelines. Medscape. Available online at https://emedicine.medscape.com/article/2500032-overview. Accessed November 2019.

Allard-Ratick, M, Khambhati, J., Topel, M, et al. (2018 August). Elevated HDL-C Is Associated With Adverse Cardiovascular Outcomes. European Society of Cardiology. Available online at https://esc365.escardio.org/Congress/ESC-Congress-2018/HDL-cholesterol-A-moving-target/174943-elevated-hdl-c-is-associated-with-adverse-cardiovascular-outcomes#abstract. Accessed November 2019.

(2019 July 12) Cholesterol Test. Mayo Clinic. Available online at https://www.mayoclinic.org/tests-procedures/cholesterol-test/about/pac-20384601. Accessed November 2019.

Komaroff, Anthony L. (2019 June 19, Updated) Should You Increase HDL, and How? Harvard Medical School. Available online at https://www.health.harvard.edu/heart-health/should-you-increase-hdl-and-how. Accessed November 2019.

Approved

Revisore: Dr.ssa Martina Zaninotto; UOC Medicina di Laboratorio, Azienda Ospedaliera-Università degli Studi di Padova