Noto anche come
Colesterolo
Nome ufficiale
Colesterolo totale
Ultima Revisione:
Ultima Modifica:
22.06.2018.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Per valutare il rischio di sviluppare complicazioni cardiache.

Quando Fare il Test?

Agli adulti dovrebbe essere misurato ogni cinque anni, o più frequentemente se sono in trattamento per il colesterolo alto o hanno uno o più fattori di rischio per le malattie cardiovascolari. Bambini e ragazzi dovrebbero essere testati una volta tra i 9 e gli 11 anni e poi ancora tra i 17 e i 21 anni

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue prelevato da una vena del braccio, o una goccia di sangue ottenuta pungendo un dito.

Il Test Richiede una Preparazione?

Se si fa il test nell’ambito del profilo lipidico, è necessario digiunare per 9- 12 ore prima di raccogliere il sangue; è permesso solo bere l’acqua. Seguire tutte le istruzioni fornite.

L'Esame

Il colesterolo è una molecola (uno steroide) essenziale per la vita. E’ un costituente delle membrane cellulari di tutti gli organi e tessuti. E’ usato nella formazione degli ormoni essenziali per lo sviluppo, la crescita e la riproduzione e degli acidi biliari necessari per assorbire nutrienti dal cibo. Una piccola quantità di colesterolo circola nel sangue complessato a particelle chiamate lipoproteine. Ogni particella contiene una combinazione di proteine, colesterolo, trigliceridi e fosfolipidi. Le lipoproteine sono classificate a seconda della densità in lipoproteine ad alta densità (HDL), lipoproteine a bassa densità (LDL) e lipoproteine a bassissima densità (VLDL). Le particelle HDL-C, anche chiamate “colesterolo buono”, rimuovono l’eccesso di colesterolo dai depositi mentre le particelle LDL-C, o “colesterolo cattivo”, depositano il colesterolo a livello di tessuti e organi. Il test per il colesterolo misura il colesterolo totale (buono e cattivo) trasportato nel sangue dalle lipoproteine.
Monitorare il colesterolo e mantenerlo a un livello normale è importante per la salute. L’organismo produce il colesterolo necessario per lavorare adeguatamente, ma la fonte è anche la dieta. Se la persona ha ereditato una predisposizione ad avere il colesterolo alto e mangia troppi cibi ad elevato contenuto di colesterolo, grassi saturi e grassi insaturi trans, allora la concentrazione di colesterolo nel sangue può aumentare e avere un impatto negativo sulla salute. Il colesterolo extra nel sangue si può depositare in placche sulle pareti dei vasi sanguigni. Le placche possono restringere o anche bloccare il lume vasale, portando ad un indurimento delle arterie (aterosclerosi) e ad un aumentato rischio di avere problemi di salute, inclusi l’infarto e l’ictus.

Accordion Title
Come e Perché
  • Come viene raccolto il campione per il test?

    Un campione di sangue prelevato da una vena del braccio. Talvolta le HDL vengono misurate su una goccia di sangue ottenuta pungendo la pelle di un dito, di solito quando ci si avvale di un dispositivo portatile (POCT).

  • Esiste una preparazione al test che possa assicurare la buona qualità del campione?

    Se si fa il test nell’ambito del profilo lipidico, è necessario digiunare per 9 - 12 ore prima di raccogliere il sangue; è permesso solo bere l’acqua. Seguire tutte le istruzioni fornite.

  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    Il colesterolo è diverso dalla maggior parte dei test poiché non è utilizzato per diagnosticare o monitorare patologie ma per stimare il rischio di sviluppare una patologia, nello specifico una patologia cardiaca. Poiché il colesterolo alto è associato all’indurimento delle arterie (aterosclerosi), a malattie cardiache, ad un aumentato rischio di morte per infarto, questo esame è considerato parte delle cure preventive.

  • Quando viene prescritto?

    Il test del colesterolo è raccomandato come screening in tutti gli adulti ogni cinque anni. E’ frequentemente eseguito insieme agli esami di routine. Di solito viene prescritto insieme ad altri esami tra cui le lipoproteine del colesterolo ad alta densità (HDL), le lipoproteine a bassa densità (LDL) e i trigliceridi. Di solito questo pannello di esami viene chiamato profilo lipidico.
    Il colesterolo è testato con un ritmo più serrato (spesso più volte all’anno) nelle persone a cui è stata prescritta una dieta e/o dei farmaci per abbassare il colesterolo. L’esame è usato per capire se queste misure sono sufficienti ad abbassare il colesterolo a livelli desiderati e a ridurre quindi il rischio cardiovascolare.

    Il test del colesterolo può essere prescritto più frequentemente a chi presenta uno o più fattori di rischio di sviluppare una malattia cardiovascolare. I fattori di rischio principali sono:

    • Fumo
    • Età (uomini dai 45 anni  in su e donne dai 55 anni)
    • Ipertensione (pressione sanguigna di 140/90 o più alta o persone che prendono farmaci per la pressione)
    • Storia familiare di malattie cardiovascolari premature (malattia cardiovascolare nei parenti di primo grado- maschi sotto i 55 anni e donne sotto i 65)
    • Patologia cardiovascolare pre- esistente o precedente infarto
    • Diabete mellito
       

    Lo screening per il colesterolo alto come parte del profilo lipidico è raccomandato per i bambini e i ragazzi, che dovrebbero essere testati una volta tra i 9 e gli 11 anni e più tardi tra i 17 e 21 anni. I ragazzi che hanno un rischio aumentato di sviluppare una malattia cardiaca necessitano, come gli adulti, di esami aggiuntivi. Alcuni fattori di rischio sono simili a quelli degli adulti e includono:

    • Storia familiare, una storia di colesterolo alto o patologia cardiaca nei parenti di primo grado, in modo particolare se prima dei 65 anni nelle donne o dei 55 negli uomini. Se la storia familiare è sconosciuta, è raccomandato il test del colesterolo, specialmente se sono presenti altri fattori di rischio.
    • Sovrappeso e obesità, quando l’indice di massa corporea (BMI) è uguale o superiore all’85° percentile, è raccomandato il test del colesterolo. Il BMI dovrebbe essere calcolato almeno una volta all’anno dal pediatra. Per gli obesi (coloro il cui BMI è attorno al 95° percentile), il test del colesterolo è raccomandato ogni due anni
    • Il consumo di un’eccessiva quantità di colesterolo, grassi saturi e acidi grassi trans
    • Diabete mellito
    • Pressione sanguigna alta (ipertensione)
    • Fumo
       

    I bambini ad alto rischio dovrebbero testare il colesterolo tra i 2 e i 10 anni, in accordo con l’ American Academy of Pediatrics. I bambini con meno di due anni sono troppo piccoli per essere testati. Se i risultati iniziali non sono preoccupanti, il test a digiuno dovrebbe essere ripetuto di nuovo dopo 3- 5 anni.

  • Cosa significa il risultato del test?
    Adulti

    Per gli adulti, in ambito di esami di routine per capire quale sia il rischio, i risultati del test sono raggruppati in tre categorie di rischio:

    • Desiderabile: il colesterolo sotto i 200 mg/dL (5.18 mmol/L) è considerato desiderabile e riflette un basso rischio di malattia cardiovascolare
    • Borderline- alto: il colesterolo tra i 200 e i 239 mg/dL (5.18- 6.18 mmol/L) è considerato indice di rischio moderato. Il medico può decidere di prescrivere un profilo lipidico per vedere se il colesterolo alto è dovuto ad un aumento del colesterolo cattivo (alte LDL) o del colesterolo buono (HDL alte). In relazione ai risultati del profilo lipidico (e di altri fattori di rischio), deve essere presa una decisione circa il trattamento, che include anche i cambiamenti nello stile di vita se necessario.
    • Rischio alto: il colesterolo più alto o uguale a 240 mg/dL (6.22 mmol/L) è considerato ad alto rischio. Il medico può prescrivere il profilo lipidico (così come altri test) per capire la causa del colesterolo alto. Una volta capita la causa, verrà prescritto un trattamento appropriato.
       
    Bambini e adolescenti

    Per bambini e adolescenti il colesterolo sotto i 170 mg/dL (4.40 mmol/L)

    • Il colesterolo sotto i 170 mg/dL (4.40 mmol/L) è accettabile
    • Un risultato di 170-199 mg/dL (4.40-5.16 mmol/L) è borderline
    • Il colesterolo totale maggiore o uguale a 200 mg/dL (5.17 mmol/L) è considerato alto
       
    Giovani adulti
    • Il colesterolo sotto i 190 mg/dL (4.92 mmol/L) è accettabile
    • Un risultato di 190- 224 mg/dL (4.92-5.80 mmol/L) è borderline
    • Il colesterolo totale più alto o uguale a 225 mg/dL (5.82 mmol/L) è considerato alto
       

    In un contesto terapeutico, il test viene usato per vedere quanto è diminuito il colesterolo in risposta al trattamento. L’obiettivo deve essere definito dal medico. Il valore target è di solito basato sulle LDL.

  • C’è altro da sapere?

    Il colesterolo dovrebbe essere misurato quando il paziente non è malato, infatti è temporaneamente basso durante la fase acuta delle patologie, subito dopo un infarto o durante lo stress (intervento chirurgico o incidente). Aspettare circa sei settimane dopo ogni malattia prima di fare l’esame.  
    Vi sono pareri discordanti circa l’inopportunità di avere il colesterolo troppo basso. Il colesterolo basso (meno di 100 mg/dL o meno di 2.59 mmol/L) è osservabile in particolari condizioni quali malnutrizionemalattie epatiche o tumori. D’altra parte però non esistono evidenze che il colesterolo basso causi uno di questi problemi.
    Il colesterolo è alto di solito in gravidanza. Le donne dovrebbero aspettare circa sei settimane dopo il parto prima di misurare il colesterolo.
    Alcuni farmaci, tra cui ricordiamo gli setroidi anabolizzanti, i beta bloccanti, l’epinefrina, i contraccettivi orali e la vitamina D,  aumentano il colesterolo.

Accordion Title
Domande Frequenti
  • Che cosa causa il colesterolo alto?

    Il colesterolo alto può essere il risultato di una malattia ereditaria o il risultato di una dieta ricca di grassi saturi. Per alcune persone, è la combinazione della dieta ricca in colesterolo, grassi saturi, acidi grassi trans e tendenze ereditarie a scatenare un aumento del colesterolo ematico.

  • Quali sono i trattamenti raccomandati se il colesterolo è troppo alto?

    Il trattamento preferibile è adottare uno stile di vita che aiuti ad abbassare il colesterolo, che includa l’esercizio e una dieta povera di colesterolo, grassi saturi e acidi grassi trans. Una dieta povera di grassi abbassa il colesterolo circa dell’8%. Se la dieta e l’esercizio da soli non abbassano sufficientemente il colesterolo, sono spesso prescritti dei farmaci che abbassano le LDL in modo specifico. Talvolta vengono usati due farmaci differenti insieme per trattare i pazienti con il colesterolo molto alto. Il farmaco che viene scelto è differente da persona a persona  anche se il più usato per abbassare i lipidi nel sangue, sono le statine. Possono essere prescritti altri farmaci tra cui i sequestratori di acidi biliari, la niacina e i fibrati. Il medico valuta la situazione individuale prima di prescrivere un farmaco che abbassi il colesterolo ematico.

  • Qual è il rischio di avere un infarto col colesterolo alto?

    Il colesterolo alto aumenta il rischio di avere un infarto. Più è alto il colesterolo maggiore è il rischio. Anche altri fattori di rischio possono incidere: il fumo, il diabete, l’età e l’ipertensione. Per maggiori informazioni sui fattori di rischio, leggere l’articolo dell’American Heart Association Understand Your Risk for High Cholesterol.

  • Il colesterolo può aumentare senza cambiare la dieta o la frequenza dell’esercizio fisico?

    Il colesterolo fluttua nel tempo. La concentrazione misurata di colesterolo cambia circa del 10%da un mese all’altro. Talvolta può aumentare, altre volte diminuire. Questi cambiamenti sono chiamati variabilità biologica e rappresentano la variabilità normale inerente al metabolismo umano.

  • Perché se il colesterolo risulta alto, il medico può decidere di far ripetere il test dopo due mesi, prima di iniziare il trattamento?

    Il colesterolo fluttua nel tempo. Una singola misura può non riflettere la concentrazione abitualmente presente. Per questa ragione, è consigliabile ripetere il test dopo alcune settimane o mesi prima di iniziare il trattamento. Le decisioni terapeutiche si basano sul valore medio.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO.

National Heart, Lung, and Blood Institute of the National Institutes of Health, United States Department of Health and Human Services. Third report of the National Cholesterol Education Program (NCEP) Expert Panel on detection, evaluation, and treatment of high blood pressure in adults (Adult Treatment Panel III). Bethesda, Md. 2001 May. Available online at http://www.nhlbi.nih.gov/guidelines/cholesterol/atp3_rpt.htm

American Heart Association. How to Get Your Cholesterol Tested. (Updated April 4, 2008) Available online at http://americanheart.org/presenter.jhtml?identifier=541. Accessed July 2008.

Third Report of the National Cholesterol Education Program (NCEP) Expert Panel on Detection, Evaluation, and Treatment of High Blood Cholesterol in Adults (Adult Treatment Panel III). May 2001. PDF available for download at http://www.nhlbi.nih.gov/guidelines/cholesterol/atp3full.pdf. Accessed July 2008.

American Academy of Family Physicians. Cholesterol: What Your Level Means. (Updated October 2007). Available online at http://familydoctor.org/online/famdocen/home/common/heartdisease/risk/029.html. Accessed July 2008.

Daniels, SR, Greer FR, and the Committee on Nutrition. Lipid screening and cardiovascular health in childhood (clinical report). Jul 2008. Pediatrics 122:198-208.

American Academy of Pediatrics. AAP issues new guidelines on cholesterol screening (press release). 7 Jul 2008. Available online at http://www.aap.org/new/july08lipidscreening.htm. Accessed August 2008.

American Academy of Pediatrics Lipid Screening and Cardiovascular Health in Childhood. Pediatrics Vol. 122 No. 1 July 2008, pp. 198-208. Available online at http://aappolicy.aappublications.org/cgi/content/full/pediatrics;122/1/198. Accessed September 2008.

Third Report of the National Cholesterol Education Program (NCEP) Expert Panel on Detection, Evaluation, and Treatment of High Blood Cholesterol in Adults (Adult Treatment Panel III). Sep 2002. PDF available for download at http://www.nhlbi.nih.gov/guidelines/cholesterol/atp3full.pdf. Accessed July 21, 2013.

(©2012) American Heart Association. Cholesterol Levels. Available online at http://www.heart.org/HEARTORG/Conditions/Cholesterol/Cholesterol_UCM_001089_SubHomePage.jsp. Accessed July 21, 2013.

(November 2012) American Association of Family Physicians. High Cholesterol. Available online at http://familydoctor.org/familydoctor/en/diseases-conditions/high-cholesterol.html. Accessed July 19, 2013.

Kavey R-EW, et al. Expert panel on integrated guidelines for cardiovascular health and risk reduction in children and adolescents: Summary report. Pediatrics 2011; 128: DOI:10.1542/peds.2009-2107C. PDF available for download at http://pediatrics.aappublications.org/site/misc/2009-2107.pdf. Accessed July 19, 2013.

KidsHealth.org. Cholesterol and Your Child. Available online at http://kidshealth.org/parent/medical/heart/cholesterol.html#. Accessed July 20, 2013.

Kathiresan, S. 2006. Increased Small Low-Density Lipoprotein Particle Number, A Prominent Feature of the Metabolic Syndrome in the Framingham Heart Study. Circulation. PDF available for download at http://circ.ahajournals.org/content/113/1/20.full.pdf. Accessed July 20, 2013.

Blake G, et al. September 23, 2002. Low-Density Lipoprotein Particle Concentration and Size as Determined by Nuclear Magnetic Resonance Spectroscopy as Predictors of Cardiovascular Disease in Women. Circulation. Available online at http://circ.ahajournals.org/content/106/15/1930.full. Accessed July 20, 2013.

Blakenstein R, et al. July 2011. Predictors of Coronary Heart Disease Events Among Asymptomatic Persons With Low Low-Density Lipoprotein Cholesterol. Journal of the American College of Cardiology Volume 58, Issue 4, Pp 364–374.

Krauss R. 2010 Aug;21. Lipoprotein subfractions and cardiovascular disease risk. Curr Opin Lipidol (4):305-11. Abstract available online at http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20531184. Accessed July 2013.

Prado K, et al. 2011 Sep-Oct. Low-density lipoprotein particle number predicts coronary artery calcification in asymptomatic adults at intermediate risk of cardiovascular disease. J Clin Lipidol (5):408-13. Abstract available online at http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21981843. Accessed July 2013.

Lavie C, et.al. May 2012. To B or Not to B: Is Non–High-Density Lipoprotein Cholesterol an Adequate Surrogate for Apolipoprotein B? Mayo Clin Proc. 2010 May; 85(5): 446–450. Available online at http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2861974/. Accessed July 2013.