Noto anche come
Li
Nome ufficiale
Litio
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 19.08.2021.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Subito dopo l’inizio della terapia con litio, per determinare quale sia il dosaggio corretto; per verificare il mantenimento dei livelli del farmaco all’interno dell’intervallo terapeutico; per rilevarne i livelli tossici.

Quando Fare il Test?

All’inizio di una terapia a base di litio per determinarne il dosaggio terapeutico; ad intervalli regolari per monitorare i livelli di litio; al bisogno, per determinare la presenza di concentrazioni basse o tossiche.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue venoso prelevato dal braccio.

Il Test Richiede una Preparazione?

No, nessuna in particolare. Tuttavia, è necessario prestare attenzione alla tempistica del prelievo e fornire indicazioni riguardo il momento in cui è stata assunta l’ultima dose del farmaco. Solitamente, il prelievo viene eseguito come concentrazione di 'valle' (prima della somministrazione successiva).

L’Esame

Il litio è un farmaco antipsicotico largamente utilizzato nel trattamento della malattia bipolare. Il test misura la concentrazione di litio nel sangue.

Il disturbo bipolare è una condizione mentale che può verificarsi sia in età adulta che pediatrica, caratterizzata da cicli di depressione e mania. Questi cicli possono essere di breve durata (pochi giorni o settimane) o lunghi (mesi o anni).

  • Durante un episodio depressivo, il paziente può sentirsi triste, disperato, incapace e privo di interesse per le attività quotidiane. I soggetti possono sentirsi affaticati e avere difficoltà a dormire, possono perdere o guadagnare peso, avere difficoltà a concentrarsi e pensieri suicidi
  • Durante un episodio maniacale i pazienti possono essere euforici, irritabili e pieni di energia, usare scarso giudizio ed assumere comportamenti rischiosi. Talvolta, possono manifestarsi episodi misti, caratterizzati dalla presenza di aspetti comportamentali tipici sia dello stato maniacale che depressivo

Il litio viene prescritto come stabilizzatore dell’umore dei pazienti affetti da disturbo bipolare. Viene normalmente impiegato nel trattamento dei pazienti refrattari ad altri tipi di terapie. Talvolta, viene prescritto per prevenire disturbi quali schizofrenia (caratterizzata da sintomi come allucinazioni e deliri) o cefalea a grappolo.

Il litio è un farmaco a lento rilascio, che pertanto può richiedere da settimane a mesi per agire sull’umore del paziente. É necessario variare il dosaggio fino al raggiungimento della concentrazione terapeutica nel sangue. La quantità di farmaco che deve essere assunta per raggiungere un livello stabile nel sangue (steady state) ha caratteristiche strettamente individuali che possono dipendere da molti fattori, quali età del paziente, stato di salute generale ed assunzione di altri farmaci. I livelli di litio devono essere attentamente monitorati a causa della stretta finestra terapeutica di questo farmaco. Livelli troppo bassi del farmaco nel sangue possono comportare la ricomparsa dei sintomi, mentre livelli troppo alti possono risultare tossici.

Gli intervalli di riferimento dipendono da molteplici fattori, quali l’età e il sesso del paziente, la popolazione di riferimento e il metodo utilizzato per l’esecuzione dell’esame. Il risultato numerico di un test può pertanto avere significati diversi in laboratori differenti.

Per queste ragioni, nel presente sito web non vengono riportati gli intervalli di riferimento. Per la valutazione dei risultati dei test, Lab Tests Online raccomanda di riferirsi ai valori di riferimento forniti dal laboratorio nel quale questi sono stati eseguiti. Gli intervalli di riferimento di ciascun test sono riportati sul referto di laboratorio, accanto al nome ed al risultato dello stesso. Per alcuni esempi clicca qui.

Per maggiori informazioni si rimanda agli articoli: Gli Intervalli di Riferimento ed il loro Significato e Comprendere il Referto di Laboratorio.

Se il sottoporsi alle analisi mediche provoca stati d'ansia o di disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli:

Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un altro articolo, Il prelievo ematico: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico.

Accordion Title
Come e Perché
  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    Il test del litio consente di misurare e monitorare il livello del farmaco nel circolo ematico, al fine di determinare se la concentrazione è all’interno dell’intervallo terapeutico (adeguata per il trattamento del disturbo bipolare). Il test del litio viene richiesto all’inizio della terapia farmacologica ad intervalli di pochi giorni per determinare quale sia il dosaggio corretto e, eventualmente, regolare la dose sulla base del livello misurato. Dopo aver definito quale sia il corretto dosaggio di farmaco per un determinato paziente, questo dovrà sottoporsi ad un monitoraggio eseguito ad intervalli di tempo regolari per verificare il mantenimento dei livelli del farmaco all’interno della finestra terapeutica. Nel caso in cui il paziente inizi l'assunzione di altri farmaci, il clinico può richiedere la misura del litio nel sangue in modo da valutare eventuali interazioni farmacologiche. La misura del litio nel sangue può essere richiesta anche nel caso in cui il clinico sospetti la comparsa di effetti tossici del farmaco.

  • Quando viene prescritto?

    Il test del litio viene richiesto all’inizio della terapia farmacologica. Dopo aver definito quale sia il corretto dosaggio di farmaco per un determinato paziente, questo dovrà sottoporsi ad un monitoraggio eseguito ad intervalli di tempo regolari per verificare il mantenimento dei livelli del farmaco all’interno della finestra terapeutica

    Il test può essere richiesto nel caso in cui le condizioni del paziente suggeriscano la presenza di livelli ematici del farmaco troppo bassi, con conseguente inefficacia del trattamento. Inoltre, il test può essere utilizzato per stabilire se il paziente segue correttamente la terapia (assume il litio regolarmente). Nel caso in cui il paziente presenti sintomi di tossicità dovuta a concentrazioni troppo elevate di litio nel sangue, il clinico può richiedere l’esecuzione del test. I sintomi di tossicità includono:

    • Sintomi di una reazione allergica al litio, quali orticaria, difficoltà respiratorie, gonfiore a livello di volto, labbra, lingua o gola
    • Sonnolenza, perdita di energie
    • Vertigini
    • Debolezza muscolare
    • Mancanza di coordinazione
    • Nausea, vomito e/o diarrea
    • Stato confusionale
    • Tremori irregolari 
    • Irrequietezza
    • Apatia
    • Minzione frequente
    • Polidipsia
    • Febbre

    Livelli estremamente elevati di litio possono essere associati a torpore, convulsioni, insufficienza renale e morte.

    Solitamente, i livelli di litio nel sangue vengono valutati dopo 12-18 ore dall’assunzione dell’ultima dose. Poiché le tempistiche associate alla somministrazione sono variabili ed alcune formulazioni del farmaco sono a lento rilascio, le indicazioni riguardanti i tempi di esecuzione del test possono variare.

  • Cosa significa il risultato del test?

    L’intervallo terapeutico per il litio è stato stabilito essere di 0.6-1.2 mmol/L. All’interno di questo intervallo, molte persone rispondono al farmaco senza mostrare sintomi di tossicità.

    Tuttavia, la risposta al farmaco e lo sviluppo di eventuali effetti collaterali hanno caratteristiche strettamente individuali. Alcuni pazienti con disordine bipolare non presentano gli effetti terapeutici desiderati se trattati con concentrazioni corrispondenti al limite inferiore dell’intervallo, o possono presentare effetti collaterali se trattati a livelli vicini al limite superiore dell’intervallo terapeutico. I pazienti dovrebbero perciò collaborare con il proprio medico per trovare il dosaggio e la posologia migliore.

    In generale, il dosaggio e la posologia corretta possono essere definiti quando i valori della concentrazione ematica del litio sono all’interno dell’intervallo terapeutico ed il clinico e il paziente ritengono che il disordine bipolare venga trattato in maniera soddisfacente, in assenza degli effetti collaterali associati.

    Nel caso in cui i livelli di litio siano al di sotto dell’intervallo terapeutico, è molto probabile che il paziente non stia effettuando un trattamento adeguato. In ogni caso, i pazienti non dovrebbero diminuire o sospendere il trattamento senza prima consultarsi con il proprio medico. Tale comportamento, infatti, potrebbe aggravare i sintomi bipolari. La definizione del corretto dosaggio e degli eventuali adattamenti devono pertanto essere valutati caso per caso.

  • C’è altro da sapere?

    Le concentrazioni del litio nel sangue possono essere influenzate da una grande varietà di farmaci (sia prescritti che da banco) e dall’assunzione di integratori.
    I livelli di litio nel sangue ed i relativi effetti collaterali possono aumentare in seguito a perdita di sali e acqua, come può verificarsi in pazienti che si sottopongono ad una dieta priva di sale, in seguito ad eccessiva sudorazione o in presenza di disturbi associati a vomito e diarrea.
    Per mantenere costanti i livelli di litio nel sangue, il National Institutes of Health raccomanda l’assunzione di almeno 8-10 bicchieri d’acqua al giorno, di sali e caffeina nelle stesse quantità di quelle assunte all’inizio della terapia, e di evitare l’assunzione di alcolici.

Accordion Title
Domande Frequenti
  • Per quanto tempo deve essere assunto il litio?

    La terapia con il litio deve essere assunta per tutta la vita del paziente. Il disordine bipolare infatti può essere mantenuto sotto controllo, ma non curato.

  • Chi prescrive il test del litio?

    Può essere richiesto dal medico curante o da uno specialista di salute mentale.

  • Il test del litio può essere effettuato nella propria abitazione?

    No, il test richiede apparecchiature specializzate e deve essere eseguito presso un laboratorio.

  • A quali altri test dovrebbe sottoporsi il paziente dopo aver iniziato la terapia con il litio?

    Per verificare la presenza di eventuali effetti collaterali, il paziente può essere sottoposto a vari esami del sangue e dell'urina. A causa degli effetti collaterali esercitati dal litio su organi quali rene, tiroide e ghiandole paratiroidi, è necessario un attento monitoraggio del paziente ad intervalli regolari per assicurare la corretta funzionalità d'organo:

    • Il litio viene escreto principalmente dai reni. L’utilizzo a lungo termine di questo farmaco può portare ad una diminuzione della funzionalità renale. I pazienti con malattia renale possono presentare livelli aumentati di litio nel sangue a causa della ridotta eliminazione renale. È pertanto necessario monitorare la funzionalità renale per tutto il periodo del trattamento, tramite esami quali la misura della creatinina e dell’azotemia
    • I pazienti che assumono il litio possono sviluppare ipotiroidismo (diminuita funzionalità tiroidea). Pertanto, devono controllare regolarmente la funzionalità tiroidea tramite la misura del TSH. Altri test raccomandati includono la misura degli ormoni tiroidei T3 e T4
Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

2020 Review performed by Hannah Mbatia, PhD, ASCP, NRCC.

(Apr 2, 2020). Lithium. Drugs.com. Available online at https://www.drugs.com/lithium.html. Accessed on 09/25/2020.

Michael Gitlin (©2016). Lithium side effects and toxicity: prevalence and management strategies. Int J Bipolar Discord. 2016; 4: 27. Available online at https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5164879/. Accessed October 2020.

(Oct 1, 2020). Lithium (Oral Route). Mayo Clinic. Available online at https://www.mayoclinic.org/drugs-supplements/lithium-oral-route/side-effects/drg-20064603?p=1 . Accessed on 10/02/2020.

(©2020). National Alliance on Mental Illness. Schizoaffective Disorder. Available online at https://www.nami.org/About-Mental-Illness/Mental-Health-Conditions/Schizoaffective-Disorder. Accessed November 2020.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition]. Pp 1121.

Spearing, M. Updated (2006 February 17,Updated). Bipolar Disorder. NIMH [On-line information]. Available online at http://www.nimh.nih.gov/publicat/bipolar.cfm#bp6.

Goldberg, J. and Citrome, L. (2005 February). Latest therapies for bipolar disorder, Looking beyond lithium. Postgraduate Medicine online v 117 (2) [On-line journal]. Available online at http://www.postgradmed.com/issues/2005/02_05/goldberg.htm.

Geddes, J. et. al. (2004 February). Long-Term Lithium Therapy for Bipolar Disorder: Systematic Review and Meta-Analysis of Randomized Controlled Trials. Am J Psychiatry 161:217-222 [On-line journal]. Available online at http://ajp.psychiatryonline.org/cgi/content/full/161/2/217.

Newport, D. J. et. al. (2005 November). Lithium Placental Passage and Obstetrical Outcome: Implications for Clinical Management During Late Pregnancy. American Journal of Psychiatry 162:2162-2170 [on-line abstract]. Available online at http://ajp.psychiatryonline.org/cgi/content/abstract/162/11/2162.

Schapiro, N. (2005). Bipolar Disorders in Children and Adolescents. Medscape from J Pediatr Health Care. 2005; 19 (3): 131-141 [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/504584_1.

Menon, L. (2005 August, Updated). Lithium. National Alliance for the Mentally Ill [On-line information]. Available online through http://www.nami.org.

Walling, A. (2005 January 1). Evidence-Based Guidelines for Bipolar Disorder Therapy. American Family Physician [On-line journal]. Available online at http://www.aafp.org/afp/20050101/tips/19.html.

Tietz Textbook of Clinical Chemistry and Molecular Diagnostics. Burtis CA, Ashwood ER and Bruns DE, eds. 4th ed. St. Louis, Missouri: Elsevier Saunders; 2006, Pp 1271-1272.

Harrison's Principles of Internal Medicine. 16th ed. Kasper D, Braunwald E, Fauci A, Hauser S, Longo D, Jameson JL, eds. McGraw-Hill, 2005 Pg 2557.

(Updated March 24, 2009) Lee D, Gupta M. Toxicity, Lithium from Medscape. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/815523-overview. Accessed September 2009.

(January 15, 2009) MedlinePlus Medical Encyclopedia. Bipolar Disorder. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000926.htm. Accessed September 2009.

(January 4, 2009) Mayo Clinic. Bipolar Disorder. Available online at http://www.mayoclinic.com/health/bipolar-disorder/DS00356. Accessed September 2009.

National Alliance on Mental Illness. Medications, Lithium. Available online through http://www.nami.org. Accessed September 2009.

(Jan 14, 2009) Lloyd A. Netdoctor: Lithium. Available online at http://www.netdoctor.co.uk/diseases/depression/lithium_000290.htm. Accessed September 2009.

C. Wijeratne and B. Draper. Reformulation of current recommendations for target serum lithium concentration according to clinical indication, age and physical comorbidity. Aust N Z J Psychiatry. 2011 Dec; 45(12):1026-32. Available online at http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21961481. Accessed July 17, 2013.

Serum lithium measurement. MUSC Health: Medical University of South Carolina. Available online at http://www.muschealth.com/lab/content.aspx?id=150195. Accessed July 17, 2013.

Lithium. Egton Medical Information Systems Limited. Available online at http://www.patient.co.uk/doctor/lithium. Last reviewed 02/05/2013. Accessed July 17, 2013.

Label and Approval History. Food and Drug Administration. PDF available for download at http://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2004/16860slr074,18152slr020_eskalith_lbl.pdf. Issued 2004. Accessed July 17, 2013.

Tietz Textbook of Clinical Chemistry and Molecular Diagnostics. Burtis CA, Ashwood ER and Bruns DE, eds. 4th ed. St. Louis, Missouri: Elsevier Saunders; 2006 Pp 608-609.

2017 review performed by Kenneth Ihenetu, PhD, DABCC, FACB, Lab. Director, UNITEC Labs Inc.

Pauwels, S., Vermeersch, P., Desmet, K., Vanstapel, F. (2014). Practice-Oriented Quality Specification for Therapeutic Drug Monitoring. Clin. Chem. 60 (3):559-560.

Rej, S., Segal, M., Low, N., Musci, I., Holcroft, C., Schulman, K., Looper, K. (2014). The McGill Geriatric Lithium-Induced Diabetes Insipidus Clinical Study (McGLIDICS). Can. J. Psychiatry. 59 (6):327-334.

National Institute of Mental Health (2015). Bipolar Disorder. Available online at https://www.nimh.nih.gov./health/publications/bipolar/index.shtml. Accessed on 3/20/2017.

Tietz Textbook of Clinical Chemistry and Molecular Diagnostics. Burtis CA, Ashwood ER, Bruns DE, eds. St Louis: Elsevier Saunders.

Approved

Revisori: Prof. Antonio D'Avolio - Dipartimento di Scienze Mediche, Università di Torino; Laboratorio di Farmacologia e Farmacogenetica, Torino / Simona Pichini - Analytical Pharmacotoxicology Unit Head, National Centre on Addiction and Doping; Istituto Superiore di Sanità