Noto anche come
Grassi fecali quantitativi o qualitativi
Lipidi fecali
Grassi fecali delle 72 ore
Colorazione Oil Red O
Nome ufficiale
Grassi fecali qualitativi o quantitativi
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 03.01.2018.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Per determinare e misurare un eccesso di grassi nelle feci; come supporto nel diagnosticare patologie che causano malassorbimento.

Quando Fare il Test?

A seguito di sintomi di malassorbimento, come diarrea persistente o feci grasse

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di feci random, talvolta feci raccolte nell’arco di 72 ore.

 

Il Test Richiede una Preparazione?

Per la raccolta di feci nelle 72 ore, seguire le istruzioni del medico; le indicazioni possono prevedere il consumo di 50-150 grammi di grasso al giorno per due o tre giorni prima e durante il periodo di raccolta delle feci.

L'Esame

Questo esame misura la quantità di grassi nel campione di feci. L’eccesso di grassi (chiamato steatorrea) può essere un’indicazione che l’apparato digerente della persona non funziona in modo adeguato e/o che la persona ha una patologia che colpisce la digestione e l’assorbimento dei nutrienti (malassorbimento).

L’organismo digerisce il cibo in tre fasi: dapprima vengono scissi le proteine, i grassi e i carboidrati nello stomaco da acidi ed enzimi e nel piccolo intestino vengono scomposti ulteriormente da enzimi prodotti dal pancreas e dalla bile dal fegato. Poi sono assorbiti, principalmente nell’intestino tenue. Alla fine i nutrienti sono trasportati nell’organismo e usati o immagazzinati.  

Se non sono disponibili abbastanza enzimi pancreatici o bile, allora i grassi e altri nutrienti non vengono digeriti adeguatamente. Se una patologia impedisce all’intestino di assorbire i nutrienti, essi vengono persi con l’escrezione fecale. In entrambi i casi (ingestione o assorbimento inadeguati) la persona affetta può avere sintomi associati al malassorbimento e, nei casi gravi, sintomi di malnutrizione e carenza vitaminica. Se la patologia impedisce la digestione e/o l’assorbimento dei grassi con la dieta, l’eccesso di grassi è presente nelle feci e la persona può soffrire di diarrea prolungata con dolori di stomaco, crampi, gonfiore addominale, formazione eccessiva di gas nell’addome e perdita di peso.

Il grasso nelle feci può essere determinato con un test fecale qualitativo, con il quale generalmente si determina la presenza o l’assenza di grasso eccessivo. Questo è il test più semplice per la determinazione del grasso fecale ed è eseguito strisciando su un vetrino una sospensione con le feci trattate o non trattate, aggiungendo un colorante per i grassi e osservando al microscopio il numero di globuli di grasso presenti.

La misura quantitativa di grassi fecali, anche se più precisa, non viene eseguita di frequente. Richiede una raccolta delle feci prolungata nel tempo, di solito 72 ore, e l’osservazione di una dieta che aiuti a calcolare l’introduzione di grasso durante tutto il periodo. I risultati sono riportati come quantità di grasso escreto per 24 ore. Una variazione del test è chiamata steatocrito, che consente una rapida ma meno accurata misura della quantità di grasso nelle feci.

Accordion Title
Come e Perché
  • Che tipo di campione viene richiesto?

    Per la raccolta delle 72 ore, è necessario riporre tutte le feci prodotte in 72 ore in contenitori forniti. Le feci possono essere raccolte in vari modi, in barattoli di plastica, senza contaminazioni di urina, acqua del gabinetto, o carta igienica. Per il campione random, la raccolta è effettuata in una singola volta nello stesso modo.

     

  • Esiste una preparazione al test che possa assicurare la buona qualità del campione?

    Per la raccolta di feci nelle 72 ore, seguire le istruzioni del medico; le indicazioni possono prevedere il consumo di 50-150 grammi di grasso al giorno per due o tre giorni prima e durante il periodo di raccolta delle feci. E’ probabile che venga richiesto al paziente di evitare certi tipi di oli e sostituirli con grasso durante il periodo, perché potrebbero invalidare il risultato del test.

  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    I grassi fecali vengono richiesti di solito come follow- up di altri esami su feci e su sangue per capire la causa di diarrea cronica, feci liquide, grasse, e che odorano di marcio (steatorrea).

    I test sulle feci sono:

    • Sangue occulto (FOBT)- per determinare la presenza di sangue nelle feci
    • Uova e parassiti- per determinare la presenza di uova e parassiti nelle feci
    • Globuli bianchi- per determinare la presenza di globuli bianchi nelle feci
    • Elastasi fecale- è un enzima del metabolismo proteico prodotto e secreto dal pancreas; è resistente alla degradazione di altri enzimi e perciò può essere misurato nelle feci. La concentrazione dell’enzima è ridotta in seguito a insufficienza pancreatica
    • Grassi fecali, qualitativo- di solito è eseguito strisciando su un vetrino una sospensione con le feci trattate o non trattate, aggiungendo un colorante per i grassi e osservando al microscopio se sono presenti globuli di grasso.


    I test su sangue prescritti per ulteriori indagini in caso di sintomi di malassorbimento sono:

    Come parte dell’indagine possono essere fatti i test per la fibrosi cistica:

    Se il test qualitativo fecale è negativo, allora possono essere richiesti i grassi quantitativi sulle feci delle 72 ore. Questa è una miglior valutazione dei grassi digeriti e del loro assorbimento. Ciò avviene per due ragioni:

    • Per fare il test quantitativo al paziente viene richiesto di ingerire una quantità abbastanza alta di grassi al giorno prima e durante la raccolta del campione così che la capacità di assorbimento è “alterata”
    • Poichè il grasso non viene rilasciato nelle feci a ritmo costante la combinazione delle feci raccolte nelle 72 ore può fornire un quadro più dettagliato dell’assorbimento e dell’eliminazione medi, rispetto al singolo campione.
  • Quando viene prescritto?

    Il test dei grassi fecali è prescritto principalmente quando la persona mostra segni e sintomi di malassorbimento come:

    • Feci grasse, liquide e maleodoranti (steatorrea)
    • Diarrea persistente
    • Dolore addominale, crampi, gonfiore ed eccessiva formazione di gas
    • Perdita di peso
    • Mancato accrescimento (nei bambini)
       

    Questi sintomi possono essere accompagnati o meno da altri indicatori come affaticamento, anemia e/o carenza nutrizionali specifiche di ferro o vitamina B12.
    Il test qualitativo dei grassi fecali può essere prescritto come test di screening. Se positivo per eccesso di grassi fecali, allora il test quantitativo non è necessario di solito.
    Se il test qualitativo è negativo e il medico sospetta un eccesso di grassi fecali, allora può essere prescritto il test sulla raccolta delle 72 ore.

  • Che cosa significa il risultato del test?


    Un test fecale qualitativo positivo o un test quantitativo aumentato sulle feci raccolte nelle 72 ore indicano che il grasso non è assorbito normalmente e che la persona ha problemi digestivi o di malassorbimento.

    Il malassorbimento è osservato in varie patologie e condizioni. Alcune cause di malassorbimento sono:

    Di solito sono richiesti altri esami insieme a questo per determinare patologie sottostanti che causano malassorbimento dei grassi.

    Un test qualitativo negativo dei grassi fecali non necessariamente esclude malassorbimento e per questo è possibile fare un test quantitativo di follow- up.

    Nel test dei grassi sulle feci delle 72 ore, una bassa concentrazione indica che la persona digerisce e assorbe i grassi in modo normale suggerendo che i sintomi siano dovuti ad altre cause.

  • C'è qualcos'altro da sapere?

    Lassativi, clisteri, oli minerali, integratori bloccanti dei grassi, fibre di psyllium e sostituti dei grassi possono influenzare il risultato del test.

    I bambini non possono ingerire tanto grasso quanto gli adulti. La loro preparazione deve quindi essere aggiustata e il risultato dei grassi sulle feci raccolte nelle 72 ore devono essere riportati come percentuali. Il risultato è un “coefficiente” che compara la quantità di grasso ingerito alla quantità escreta per valutare la quantità di grasso assorbita.

    Anche se di solito le feci vengono raccolte nelle 72 ore, il medico può richiedere anche le feci delle 24 o 48 ore.

Accordion Title
Domande Frequenti
Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Lehrer, J. (2014 August 19 Updated). Fecal fat. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003588.htm. Accessed on 10/08/15.

(2015 July 14 Updated). Short Bowel Syndrome. National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases [On-line information]. Available online at http://www.niddk.nih.gov/health-information/health-topics/digestive-diseases/short-bowel-syndrome/Pages/facts.aspx. Accessed on 10/08/15.

Goebel, S. (2014 December 16 Updated). Malabsorption. Medscape Drugs & Diseases [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/180785-overview. Accessed on 10/08/15.

Stefano Guandalini, S. et. al. (2015 July 17 Updated). Pediatric Malabsorption. Medscape Drugs & Diseases [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/931041-overview. Accessed on 10/08/15.

Delgado, J. and Grenache, D. (2015 September Updated). Malabsorption. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/Malabsorption.html?client_ID=LTD. Accessed on 10/08/15.

Ruiz, A. (2014 May Revised). Overview of Malabsorption. Merck Manual Professional Version [On-line information]. Available online at http://www.merckmanuals.com/professional/SearchResults?query=malabsorption. Accessed on 10/08/15.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Dugdale, D. (Updated 2010 August 14) Fecal Fat. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003588.htm. Accessed June 2011.

(© 1995-2011). Unit Code 8310: Fat, Feces. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories [On-line information]. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Overview/8310. Accessed June 2011.

Dugdale, D. (Updated 2010 July 7). Malabsorption. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000299.htm. Accessed June 2011.

Delgado, J. and Grenache, D. (Updated 2010 November). Malabsorption. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/Malabsorption.html?client_ID=LTD. Accessed June 2011.

Ruiz, A. (Revised 2008 January). Malabsorption. Merck Manual for Healthcare Professionals [On-line information]. Available online at http://www.merckmanuals.com/professional/sec02/ch017/ch017a.html?qt=malabsorption&alt=sh. Accessed June 2011.

Pagana, K. D. & Pagana, T. J. (© 2011). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 10th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 441-442.

Clarke, W. and Dufour, D. R., Editors (© 2006). Contemporary Practice in Clinical Chemistry: AACC Press, Washington, DC. Pp 304-305.

Wu, A. (© 2006). Tietz Clinical Guide to Laboratory Tests, 4th Edition: Saunders Elsevier, St. Louis, MO. Pp 384-387.

Henry's Clinical Diagnosis and Management by Laboratory Methods. 21st ed. McPherson R, Pincus M, eds. Philadelphia, PA: Saunders Elsevier: 2007, Pp 291-292.

Tietz Textbook of Clinical Chemistry and Molecular Diagnostics. Burtis CA, Ashwood ER, Bruns DE, eds. St. Louis: Elsevier Saunders; 2006, Pp 1878-1881.