LTOTests

Mutazioni JAK2

Noto anche come: Mutazioni del gene JAK2, Mutazione V617F del gene JAK2, Mutazione dell’esone 12 del gene JAK2
Nome ufficiale: V617F JAK2; Mutazioni dell’esone 12 di JAK2; Mutazioni non-V617F
Ultima Revisione: 30.04.2017
Ultima Modifica: 01.12.2017

Articolo approvato dal Comitato editoriale di labtestsonline.org ed in corso di revisione da parte del Comitato editoriale italiano

In Sintesi

Perché?

Come sostegno alla diagnosi dei disordini del midollo osseo noti con il nome di Malattie Mieloproliferative (MPN) caratterizzate dalla produzione eccessiva di uno o più tipi di cellule del sangue.

Quando?

Nel caso in cui il clinico sospetti la presenza di una malattia mieloproliferativa, inclusa la Policitemia Vera (PV), la Trombocitemia essenziale (ET) o la Mielofibrosi primaria (PMF).

Il campione

Un campione di sangue venoso prelevato dal braccio e, talvolta, un campione di midollo osseo prelevato tramite Aspirato Midollare o Biopsia Osteo-Midollare.

La preparazione

No, nessuna.

L'Esame

Questo esame valuta la presenza di mutazioni nel gene JAK2, associate con lo sviluppo di malattie del midollo osseo caratterizzate da un’eccessiva proliferazione cellulare. Il gene JAK2 (Janus Kinase 2) infatti, è in gene codificante per la proteina JAK2, coinvolta nella promozione della crescita e divisione cellulare e particolarmente importante per il controllo della produzione delle cellule del sangue nel midollo osseo.

I disordini del midollo osseo causati dalle mutazioni del gene JAK2 vengono chiamati disordini mieloproliferativi o malattie mieloproliferative o neoplasie mieloproliferative (MPN). Le MPN possono essere caratterizzate dall’eccessiva produzione di leucociti, globuli rossi o piastrine:

  • Policitemia Vera (PV) – eccessiva produzione di globuli rossi
  • Trombocitemia Essenziale – eccessiva produzione di piastrine, o meglio di cellule producenti le piastrine (megacariociti)
  • Mielofibrosi primaria (PMF) – nota anche con il nome di mielofibrosi cronica idiopatica o metaplasia mieloide, è caratterizzata dall’eccessiva produzione di megacariociti e di tessuto fibroso all’interno del midollo osseo

Il test di primo livello eseguito sul gene JAK2 riguarda la ricerca della mutazione V617F, una mutazione acquisita dovuta alla sostituzione di un singolo nucleotide del DNA (mutazione puntiforme) responsabile della sostituzione nella proteina dell’aminoacido valina (abbreviato con V) con l’aminoacido fenilalanina (abbreviato con F) in posizione 617. Questa sostituzione aminoacidica comporta la produzione di una proteina costantemente attiva, e quindi priva dei meccanismi di controllo, con la conseguente incontrollata proliferazione delle cellule del midollo osseo.

Esistono tuttavia almeno 50 altre mutazioni associate con le MPN, perlopiù posizionate in corrispondenza dell’esone 12. Per l’identificazione di queste mutazioni e di altre mutazioni “non- V617F”, esistono dei test specifici.

Come e Perchè

Quali informazioni è possibile ottenere?

Questo test può essere utilizzato come sostegno alla diagnosi delle malattie midollari caratterizzate dall’eccessiva proliferazione delle cellule ematiche, insieme ad altri test, come quello per la ricerca delle mutazioni del gene CALR e MPL. Queste malattie sono note con il nome di neoplasie o malattie mieloproliferative (MPN).

 Il test per la ricerca delle mutazioni del gene JAK2 viene di solito richiesto in seguito al riscontro di risultati anomali al test dell’emocromo, con aumento di emoglobina, ematocrito, globuli rossi e/o piastrine, che il clinico sospetta possa essere associato alla presenza di una MPN, coma la Policitemia Vera (PV), la Trombocitemia Essenziale (ET), o la Mielofibrosi Primaria (PMF).

 La mutazione del gene JAK2 più comunemente associata a MPN è JAK2 V617F, che prende il nome da una mutazione in posizione 617 nel gene JAK2. Pertanto, il test richiesto per primo è sempre quello relativo alla ricerca di questa mutazione. Se il test JAK2 V617F fornisce un risultato negativo, allora possono essere richiesti anche i test per la rilevazione delle altre possibili mutazioni, come quelle dell’esone 12 del gene JAK2.

Domande Frequenti

Questo esame può essere eseguito ambulatorialmente?

No, la ricerca delle mutazioni del gene JAK2 deve essere eseguita in un laboratorio di biologia molecolare.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Nagalla, S. and Besa, E. (2016 December 2 Updated). Polycythemia Vera Workup. Medscape Drugs and Diseases. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/205114- workup#c5. Accessed on 1/22/17.

Lal, A. (2016 November 10 Updated). Essential Thrombocytosis Workup. Medscape Drugs and Diseases. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/206697-workup#showall. Accessed on 1/22/17.

(© 1995–2017). JAK2 V617F Mutation Detection, Blood. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test- catalog/Clinical+and+Interpretive/88715. Accessed on 1/22/17.

(© 1995–2017). JAK2 Exon 12 and Other Non-V617F Mutation Detection, Blood. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test- catalog/Clinical+and+Interpretive/89189. Accessed on 1/22/17.

(2014 September Reviewed). Jak2 gene. Genetics Home Reference. Available online at https://ghr.nlm.nih.gov/gene/JAK2. Accessed on 1/22/17.

Kelley, T. and Salama, M. (2016 October Updated). Myeloproliferative Neoplasms – MPN. ARUP Consult. Available online at https://arupconsult.com/content/myeloproliferative-neoplasms.

Accessed on 1/22/17.

Arber DA, Orazi A, Hasserjian R, et al. The 2016 revision to the World Health Organization classification of myeloid neoplasms and acute leukemia. Blood. 2016;127:2391-2405. Available online at http://www.bloodjournal.org/content/127/20/2391?sso-checked=true. Accessed February 2017.

Hofmann I. Myeloproliferative neoplasms in children. J Hematopathol. 2015;8:143-157.

Vainchenker W, Kralovics R. Genetic basis and molecular pathophysiology of classical myeloproliferative neoplasms. Blood. 2017;129:667-679.

Rumi E, Cazzola M. Diagnosis, risk stratification, and response evaluation in classical myeloproliferative neoplasms. Blood. 2017;129:680-692.

DeLario MR, Sheehan AM, Ataya R, et al. Clinical, histopathologic, and genetic features of pediatric primary myelofibrosis—an entity different from adults. Am J Hematol. 2012;87:461-464.

An W, Wan Y, Guo Y, et al. CALR mutation screening in pediatric primary myelofibrosis. Pediatr Blood Cancer. 2014;61:2256-2262.

Related Articles

sibioc white

Seguici su:

Farmacia online
© 2024 Labtestsonline. SIBIOC – MEDICINA DI LABORATORIO - Via Libero Temolo 4, 20126 Milano - C.F. 97012130585 - P.I. 06484860967 | Privacy Policy | Cookie Policy | WEB