Noto anche come
Ormone luteinizzante
Luteotropina
Ormone stimolante le cellule interstiziali
Nome ufficiale
Ormone luteinizzante, su siero e urina
Ultima Revisione:
Ultima Modifica:
18.04.2018.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Per valutare eventuali problemi di fertilità, la funzionalità degli organi riproduttivi (ovaie e testicoli), o dell’ipofisi.
Nei bambini serve nello studio di una maturazione sessuale ritardata o precoce (pubertà).

Quando Fare il Test?

Nelle donne, quando hanno difficoltà a procreare o quando hanno mestruazioni irregolari o assenti.
Negli uomini, quando la compagna non riesce a rimanere incinta o quando hanno una bassa conta spermatica, una massa muscolare impoverita o scarso desiderio sessuale.
Quando il medico pensa che il paziente abbia dei sintomi relativi a patologie dell’ipofisi o dell’ipotalamo.
Quando il pediatra sospetta che un bambino abbia uno sviluppo sessuale ritardato o precoce.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue prelevato da una vena del braccio. Talvolta un campione di urina random o un campione di urine raccolte nelle 24 ore.

Il Test Richiede una Preparazione?

No, ma il risultato nella donna deve essere correlato al momento del ciclo ovarico.

L’Esame

L’ormone luteinizzante (LH) è associato alla riproduzione e allo stimolo del rilascio degli ovuli dalle ovaie (ovulazione) nelle donne e alla produzione di testosterone negli uomini. Questo esame misura la concentrazione di LH nel sangue e nell’urina.

L’LH è prodotto dall’ipofisi, un organo delle dimensioni di un acino localizzato alla base del cervello. Il controllo della produzione di LH è un sistema complesso che coinvolge l’ipotalamo nel cervello, l’ipofisi e gli ormoni prodotti da ovaie e testicoli.
Nelle donne in premenopausa, molti ormoni aumentano e diminuiscono seguendo una sequenza specifica durante il ciclo ovarico (o mestruale). Durante il ciclo, l’LH stimola l’ovulazione e la produzione di altri ormoni, estradiolo e progesterone.

Il ciclo ovarico si divide in fase follicolare e fase luteinica; ogni fase dura circa 14 giorni (la fase follicolare può essere molto variabile, più lunga o più corta). Verso le fine della fase follicolare, ci sono i picchi di ormone follicolo stimolante (FSH) e di LH (concentrazione massima dei due ormoni). Questi picchi danno luogo all’ovulazione, causando la rottura del follicolo ovarico nell’ovaio e rilasciando appunto l’ovulo.

Durante la fase luteinica, il sito dove è avvenuta la rottura del follicolo diventa un “corpo luteo”. La secrezione di LH stimola il corpo luteo a iniziare a produrre progesterone. Le concentrazioni di FSH e di LH diminuiscono, mentre aumentano quelle di progesterone e di estradiolo. Questi ormoni diminuiscono uno per volta dopo qualche giorno se l’ovulo non viene fecondato. Le mestruazioni iniziano e il ciclo ricomincia.
All’aumentare dell’età della donna, con l’avvicinarsi della menopausa, la funzionalità ovarica decresce per poi cessare. Come ciò avviene, le concentrazioni di FSH ed LH aumentano.

Negli uomini l’LH stimola le cellule del Leydig dei testicoli a produrre testosterone. Le concentrazioni di LH sono relativamente costanti negli uomini, dopo la pubertà. Alte concentrazioni di testosterone danno luogo ad un meccanismo a retroazione (feedback) negativo verso l’ipofisi e l’ipotalamo, che produce un decremento della secrezione di LH.

Nei bambini, le concentrazioni di LH aumentano poco dopo la nascita e poi diminuiscono a concentrazioni molto basse in sei mesi nei bambini e in 1-2 anni nelle bambine. A 6-8 anni le concentrazioni aumentano di nuovo prima dell’inizio della pubertà e dello sviluppo dei caratteri sessuali secondari.

Accordion Title
Come e Perché
  • Come viene raccolto il campione per il test?

    Tramite un prelievo di sangue venoso dal braccio. Talvolta l’esame viene eseguito su un campione di urina random ma, a causa del ritmo circadiano dell’LH (la secrezione è ciclica e varia durante il giorno), può essere richiesto al paziente di raccogliere l’urina delle 24 ore. Misurando l’LH prodotto durante tutto il giorno, le variazioni giornaliere sono minimizzate.

  • Esiste una preparazione al test che possa assicurare la buona qualità del campione?

    No, ma nella donna il prelievo deve essere fatto in un preciso momento del ciclo ovarico, o comunque il momento deve essere annotato.

  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    L’ormone luteinizzante (LH) trova diversi utilizzi in quanto è associato alla riproduzione e allo stimolo del rilascio degli ovuli dall’ovaio (ovulazione) nelle donne e della produzione di testosterone negli uomini.Sia negli uomini che nelle donne, il test può essere utilizzato insieme ad altri quali FSHtestosteroneestradiolo e progesterone come supporto nel:

    • Pannello di esami sull’infertilità
    • Diagnosi di  patologie dell’ipofisi che possono influire sulla produzione di LH
    • Diagnosi di patologie associate alla disfunzione di ovaie e testicoli
       

    Nelle donne, l’LH è di ulteriore aiuto:

    • Per capire le cause di irregolarità mestruali
    • Per valutare le concentrazioni di LH durante il ciclo ovarico; possono essere fatti test multipli sulle urine per determinare il picco di LH che indica che l’ovulazione avverrà nei seguenti 1 o 2 giorni; questo esame può aiutare a determinare quando la donna è probabilmente più fertile.
       

    Nei bambini, FSH ed LH sono usati come supporto nel diagnosticare pubertà precoce o ritardata. L’irregolarità nel periodo di inizio della pubertà può indicare problemi più seri che coinvolgono ipotalamoipofisi, ovaie e testicoli o altri organi e sistemi. Le misure di LH ed FSH possono discriminare tra sintomi benigni e patologie effettive. Quando si stabilisce che i sintomi sono dovuti ad una patologia, devono essere fatti ulteriori accertamenti per capire quale sia la causa sottostante. Nelle persone che hanno un’attività ovarica o testicolare scarsa, talvolta viene misurato l’LH in risposta alla somministrazione di Gonadotropin Releasing Hormone (GnRH) per distinguere tra patologie che coinvolgono l’ipotalamo o l’ipofisi. Il GnRH è l’ormone, prodotto dall’ipotalamo, che stimola l’ipofisi a rilasciare LH ed FSH. Per questo esame, deve essere determinata la concentrazione ematica di base, dopodichè al paziente viene iniettato il GnRH. In un momento specifico successivo viene fatto un ulteriore prelievo per misurare la concentrazione di LH. Questo esame può differenziare tra patologie dell’ipofisi (secondarie), quando l’LH non risponde al GnRH, e dell’ipotalamo (terziarie), quando l’LH risponde al GnRH. Spesso è anche d’aiuto nella valutazione della pubertà precoce o ritardata.

  • Quando viene prescritto?

    Negli adulti l’LH (e l’FSH) può essere richiesto quando:

    • Una donna ha difficoltà a procreare o ha mestruazioni assenti o irregolari
    • Si sospetta che la donna sia entrata in menopausa e le mestruazioni cessano o diventano irregolari
    • La partner non riesce a rimanere incinta, quando l’uomo ha basse concentrazioni di testosterone ematico, o quando ha una massa muscolare scarsa o, ad esempio, ha un decremento del desiderio sessuale.
    • Il medico sospetta che ci sia una patologia dell’ipofisi; le patologie ipofisarie possono colpire la produzione di diversi ormoni così che, insieme all’infertilità, possono essere presenti segni e sintomi che possono includere affaticamento, stanchezza, inspiegata perdita di peso e diminuzione dell’appetito
       

    Nei bambini, LH ed FSH possono essere prescritti quando ragazzi/e non sembrano sviluppati in modo adeguato alla loro età (precoci o tardivi). I segni della pubertà sono:

    • Aumento del seno nelle ragazze
    • Crescita dei peli pubici
    • Crescita dei testicoli e del pene nei ragazzi
    • Inizio delle mestruazioni nelle ragazze
  • Cosa significa il risultato del test?
    Donne

    Le concentrazioni di LH e di FSH possono aiutare a distinguere tra l’insufficienza ovarica primaria (insufficienza delle ovaie  per cause intrinseche ad esse) dall’insufficienza ovarica secondaria (insufficienza dovuta a ad altri disordini, dell’ipofisi o dell’ipotalamo).
    Alte concentrazioni di LH e di FSH sono associate a insufficienza ovarica primaria; la cause di questo disordine sono elencate sotto.

    Difetti di sviluppo:

    • Mancato sviluppo ovarico (agenesi ovarica)
    • Anomalia cromosomica, es. sindrome di Turner
    • Difetto nella produzione di steroidi da parte delle ovaie, come nella carenza di 17- alfa idrossilasi
       

    Disfunzione ovarica prematura dovuta a:

    Disfunzione cronica dell’ovulazione (anovulazione), dovuta a:

    Nelle donne che cercano di avere figli, vengono fatti numerosi test dell’LH per determinare il picco che precede l’ovulazione. Il picco di LH indica che l’ovulazione è avvenuta.
    Durante la menopausa, le ovaie cessano di funzionare, e le concentrazioni di LH aumentano.
    Basse concentrazioni di LH e di FSH sono osservabili nella disfunzione ovarica secondaria e indicano un problema con l’ipofisi o l’ipotalamo. Vedere la sezione Patologie dell’ipofisi per maggiori informazioni.

    Uomini

    Alte concentrazioni di LH possono indicare insufficienza testicolare primaria, che può essere il risultato di irregolarità nella crescita o di danni dei testicoli, come indicato sotto.

    Difetti nello sviluppo:

    • Deficit nello sviluppo gonadico (agenesi gonadica)
    • Anomalie cromosomiche, es. sindrome di Klinefelter
       

    Insufficienza testicolare:

    • Infezioni virali (parotite)
    • Traumi
    • Esposizione a radiazioni
    • Chemioterapia
    • Malattie autoimmuni
    • Tumori della linea germinale
       

    Basse concentrazioni sono associate a patologie ipofisarie o ipotalamiche. Vedere la sezione Malattie ipofisarie per maggiori informazioni.

    Uomini e donne

    L’LH risponde al GnRH come supporto nel differenziare le disfunzioni secondarie (insufficienza ipofisaria) e le patologie terziarie (problemi che coinvolgono l’ipotalamo). Una volta determinata la concentrazione ematica di base, al paziente viene iniettato il GnRH. In un momento specifico successivo viene fatto un ulteriore prelievo per misurare la concentrazione di LH. L’LH indica se l’ipofisi ha risposto al GnRH e se la patologia coinvolge l’ipotalamo. Una diminuita concentrazione di LH mostra che l’ipofisi non ha risposto al GnRH e suggerisce una patologia dell’ipofisi.

    Bambini

    Concentrazioni alte di LH e di FSH insieme allo sviluppo di caratteri sessuali secondari durante l’infanzia indicano pubertà precoce. Questo fenomeno è più frequente nelle ragazze che nei ragazzi. Lo sviluppo prematuro è di solito dovuto a problemi al sistema nervoso centrale e può dipendere anche da alcune i cause sottostanti. Alcuni esempi sono:

    • Tumori del sistema nervoso centrale
    • Traumi, danni cerebrali
    • Infiammazioni del sistema nervoso centrale (es. meningitiencefaliti)
    • Interventi chirurgici al cervello
       

    Normali concentrazioni pre-adolescenziali di LH ed FSH in bambini che mostrano cambiamenti tipici della pubertà possono indicare una patologia chiamata “pseudopubertà precoce”. Segni e sintomi sono dovuti ad un aumento di estrogeni o testosterone, che possono, a loro volta, essere causati da:

    • Tumori secernenti ormoni
    • Tumori surrenali
    • Cisti ovariche o tumori ovarici
    • Tumori ai testicoli
       

    Concentrazioni normali di LH ed FSH insieme ad alcuni segni di pubertà possono essere associate a forme benigne di pubertà precoce senza patologie sottostanti, ad altre cause o a normali variazioni della pubertà.
    Nella pubertà ritardata, LH ed FSH possono essere normali o bassi rispetto alla norma. Alcune cause di pubertà ritardata possono essere:

    • Disfunzioni di ovaie e testicoli
    • Carenze ormonali
    • Sindrome di Turner
    • Sindrome di Klinefelter
    • Infezioni croniche
    • Tumori
    • Disordini alimentari (anoressia nervosa)
  • C’è altro da sapere?

    Alcuni farmaci, come anticonvulsivanti, clomifene e neloxone possono determinare un aumento di LH, mentre altri, come diossina, contraccettivi orali e terapie ormonali possono causarne un decremento.

Accordion Title
Domande Frequenti
Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Barker, N, et, al. (Updated 2012 March 23). Luteinizing Hormone Deficiency. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/255046-overview through http://emedicine.medscape.com. Accessed April 2014.

Dowshen, S. (2011 March). Blood Test: Luteinizing Hormone (LH). KidsHealth from Nemours [On-line information]. Available online at http://kidshealth.org/parent/system/medical/blood_test_lh.html through http://kidshealth.org. Accessed April 2014.

Kaplowitz, P. (Updated 2013 February 11). Precocious Puberty. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/924002-overview through http://emedicine.medscape.com. Accessed April 2014.

Meikle, A. and Straseski, J. (Updated 2013 November). Infertility. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/Infertility.html?client_ID=LTD#tabs=0 through http://www.arupconsult.com. Accessed April 2014.

Bielak, K. and Popat, V. (Updated 2012 June 5). Amenorrhea. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/252928-overview through http://emedicine.medscape.com. Accessed April 2014.

(© 1995–2014). LH. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories [On-line information]. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Overview/8663 through http://www.mayomedicallaboratories.com. Accessed April 2014.

Vorvick, L. (2013 September 30). LH blood test. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003708.htm through http://www.nlm.nih.gov. Accessed April 2014.

Pagana, K. D. & Pagana, T. J. (© 2011). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 10th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 649-651.

Clarke, W., Editor (© 2011). Contemporary Practice in Clinical Chemistry 2nd Edition: AACC Press, Washington, DC. Pp 471-479.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Corbett, JV. Laboratory Tests & Diagnostic Procedures with Nursing Diagnoses, 4th ed. Stamford, Conn.: Appleton & Lang, 1996. pp. 429-431, 726.

Clinical Guide to Laboratory Tests. 3rd ed. Tietz N, ed. Philadelphia: W.B. Saunders & Co; 1995: 248-249, 210-211.

The InterNational Council on Infertility Information Dissemination. PCOS in Pediatrics: When and How Does it Start? Originally written and presented by Silva Arslanian, MD, Children's Hospital of Pittsburgh, Pittsburgh, PA; summarized in online version by Christine M. Schroeder, PhD. Available online at http://www.inciid.org/pcos/PCOS-pediatrics.html through http://www.inciid.org.

Gonadotropins: Luteinizing and Follicle Stimulating Hormones. Available online at http://arbl.cvmbs.colostate.edu/hbooks/pathphys/endocrine/hypopit/lhfsh.html through http://arbl.cvmbs.colostate.edu.

Blondell RD, Foster MB, Kamlesh CD. Disorders of Puberty. American Family Physician, July 1999 (online publication). Available online at http://www.aafp.org/afp/990700ap/209.html through http://www.aafp.org.

Hormone Society. Fact Sheet on Female Infertility. Available online at http://www.endo-society.org/pubrelations/patientInfo/infertility.htm through http://www.endo-society.org.

The Hormone Foundation. Fact sheet on Polycystic Ovary Syndrome (PCOS). Available online at http://www.hormone.org/pcos_factsheet.html through http://www.hormone.org.

Laurence M. Demers, PhD. Distinguished Professor of Pathology and Medicine, The Pennsylvania State University College of Medicine, The M. S. Hershey Medical Center, Hershey, PA.

A Manual of Laboratory & Diagnostic Tests. 6th ed. Fischbach F, ed. Philadelphia: Lippincott Williams & Wilkins; 2000.

Pagana K, Pagana T. Mosby's Manual of Diagnostic and Laboratory Tests. St. Louis: Mosby; 1998.

Davis B, Mass D, Bishop M. Principles of Cinical Laboratory Utilization and Consultation. Saunders; 1999.

Thompason, Sharon. LH response to GnRH. (Updated Aug 2005) MedlinePlus (online information). Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/print/ency/article/003709.htm.

Neely EK, Wilson DM, Lee PA, Stene M, Hintz RL (July 1995). Spontaneous serum gonadotropin concentrations in the evaluation of precocious puberty. J Pediatric 127(1):47-52 from PubMed. Available online at http://www.ncbi.nlm.nih.gov/entrez/query.fcgi?cmd=Retrieve&db=PubMed&dopt=Abstract&list_uids=7608810 through http://www.ncbi.nlm.nih.gov.

Nirupama Kakarla, M.D.; Karen D. Bradshaw, M.D. (Posted 03/05/2004.) Disorders of Pubertal Development: Precocious Puberty. From Seminars in Reproductive Medicine 21(4):339-351 from Medscape. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/468259 through http://www.medscape.com.

Brito VN, Batista MC, Borges MF, Latronico AC, Kohek MB, Thirone AC, Jorge BH, Arnhold IJ, Mendonca BB. (1999 Oct) Diagnostic value of fluorometric assays in the evaluation of precocious puberty. J Clin Endocrinol Metab. 84(10):3539-44.

Sheehan, M (Dec 2003). Polycystic Ovarian Syndrome: Diagnosis and Management. Clinical Medicine and Research, 2(1): 13-27. Available online at http://www.pubmedcentral.gov/articlerender.fcgi?artid+1069067 through http://www.pubmedcentral.gov.

Pagana, K. D. & Pagana, T. J. (© 2007). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 8th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 629-631.

Wu, A. (© 2006). Tietz Clinical Guide to Laboratory Tests, 4th Edition: Saunders Elsevier, St. Louis, MO. Pp 694-697.

Vorvick, L. (Updated 2009 July 29). LH. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003708.htm. Accessed February 2010.

Giannios, N. et. al. (Updated 2008 February 12). Luteinizing Hormone Deficiency. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/255046-overview through http://emedicine.medscape.com. Accessed February 2010.

Meikle, A. W. et. al. (Updated 2009 November). Amenorrhea. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/Amenorrhea.html# through http://www.arupconsult.com. Accessed February 2010.

Brzyski, R. and Jensen, J. (Revised 2007 March) Female Reproductive Endocrinology, Introduction. Merck Manual for Healthcare Professionals [On-line information]. Available online at http://www.merck.com/mmpe/sec18/ch243/ch243a.html?qt=FSH&alt=sh through http://www.merck.com. Accessed February 2010.

Clarke, W. and Dufour, D. R., Editors (© 2006). Contemporary Practice in Clinical Chemistry: AACC Press, Washington, DC. Pp 360-361.