LTONews

Cerca tra le News

Cerca tra i termini del glossario

L'FDA approva i primi test su biopsia liquida per rilevare la presenza di mutazioni in geni diversi simultaneamente

Image
Ultima Revisione: Ultima Modifica: 05.03.2021.

La Food and Drug Administration (FDA), l'ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, ha recentemente autorizzato l'utilizzo di nuovi test per l'analisi del DNA tumorale rilasciato dalle cellule tumorali nel sangue circolante del paziente. Questi test utilizzano tecnologie avanzate per fornire indicazioni aggiuntive sul profilo genetico dei tumori, al fine di individuare un piano terapeutico personalizzato per ogni paziente sulla base delle mutazioni identificate.

Negli ultimi anni sono stati progettati farmaci anti-tumorali diretti contro specifiche alterazioni geniche (mutazioni) del tumore, noti come terapie mirate. Il risultato dei test in grado di rilevare la presenza di specifiche mutazioni nel tumore, contro le quali sono dirette le terapie mirate, è predittivo della potenziale risposta o resistenza del paziente a determinate terapie.

Nella maggior parte dei casi, questi esami genetici sono eseguiti su tessuto tumorale prelevato tramite biopsia tradizionale, una procedura che consiste nella rimozione di una piccola porzione di tessuto tumorale mediante chirurgia o, in alcuni casi, agobiopsia. Le nuove tecniche richiedono invece un semplice campione di sangue e per questo sono spesso definite biopsie liquide. La biopsia liquida può essere eseguita insieme o come metodo alternativo alla biopsia tissutale, la quale risulta maggiormente invasiva per il paziente. In generale, la biopsia liquida richiede un prelievo di sangue e rileva la presenza del DNA libero circolante o delle cellule tumorali intere nel sangue. Può essere eseguita in situazioni di impossibilità di effettuare una biopsia tissutale, ad esempio nel caso in cui risulti difficoltoso raggiungere il tumore. La biopsia dei tessuti è il “gold standard” (l'esame diagnostico più accurato) per la diagnosi di tumore; tuttavia, la biopsia liquida è più tollerabile ed indicata per il campionamento frequente eseguito nel corso del monitoraggio dell'andamento del tumore e dell'efficacia del trattamento.

Fino ad oggi, i test su biopsia liquida approvati dalla FDA erano in grado di identificare solo alcune mutazioni specifiche presenti in un singolo gene. I due test recentemente approvati utilizzano invece una tecnologia nota come NGS (next-generation sequencing), la quale è in grado di analizzare simultaneamente diversi geni. Combinando queste due tecnologie innovative - la biopsia liquida e l'NGS - i nuovi test sono in grado di fornire con maggiore facilità informazioni aggiuntive circa il corredo genetico dei tumori, e di determinare la terapia mirata più efficace per il loro trattamento.

Nell'agosto del 2020 l'FDA ha approvato l'utilizzo di entrambi i test per pazienti con tumore allo stadio avanzato che potrebbero beneficiare di terapie personalizzate. I test sono stati prodotti da due diverse aziende ed approvati separatamente. Il primo test rileva la presenza di mutazioni in 55 geni del tumore. Questo test è stato specificamente approvato per la diagnosi “companion” (che abbina la diagnosi molecolare ai farmaci immunoterapici) di pazienti affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC), al fine di rilevare la presenza di mutazioni sensibilizzanti nel gene che codifica per l’EGFR (recettore dell'Epidermal growth factor) nel tessuto tumorale, le quali renderebbero il tumore sensibile alla terapia mirata con il farmaco osimertinib. Inoltre, il test fornisce indicazioni sulla presenza di mutazioni a carico di altri geni, quali KRAS e BRAF; queste informazioni possono influire sulle decisioni circa il piano terapeutico più adeguato. 

Il secondo test rileva la presenza di mutazioni in 324 geni. È stato approvato per la diagnosi companion nel contesto di farmaci utilizzati per il trattamento del tumore alla prostata in stadio avanzato (metastatico) con mutazioni nei geni BRCA1 e BRCA2 e NSCLC con mutazioni a carico del gene EGFR. Tra l'ottobre e il novembre 2020, l'FDA ha esteso l'approvazione del secondo test per includere farmaci mirati aggiuntivi ed ulteriori mutazioni relative al tumore della mammella e dell'ovaio in stadio avanzato, NSCLC e tumore alla prostata metastatico. Oltre a fornire indicazioni circa la probabilità del paziente di beneficiare del trattamento con terapie mirate, il secondo test è predittivo di una maggiore probabilità di risposta all'immunoterapia (farmaci in grado di aumentare le capacità del sistema immunitario di riconoscere e combattere il tumore).

Il vantaggio dell'utilizzo della biopsia liquida, oltre alla maggior facilità di prelievo del campione, consiste nella rapidità con cui è possibile ottenere i risultati rispetto ad una biopsia tradizionale. Inoltre, la biopsia liquida può essere utilizzata per monitorare l'efficacia del trattamento. Infatti, risulta più indicata per il campionamento frequente eseguito nel corso del monitoraggio della presenza del DNA tumorale nel sangue. Poiché i risultati sono disponibili più velocemente rispetto alle biopsie tissutali, la biopsia liquida costituisce un esame più semplice e rapido per determinare la necessità di cambiare approccio terapeutico nel caso in cui la terapia iniziale risulti inefficace.

Nonostante i due test rappresentino un importante progresso nella cura del cancro, la biopsia liquida è una procedura relativamente nuova e la sua applicazione comporta numerose considerazioni. Alcune di queste riguardano la possibilità di ottenere risultati falsamente positivi e l'utilizzo dei risultati negativi e delle indicazioni circa il profilo mutazione nei geni per i quali non sono disponibili terapie mirate. Inoltre, questi test potrebbero incorrere in risultati falsamente negativi, ovvero non rilevare mutazioni che sono presenti nel tumore a causa di un rilascio insufficiente di DNA nel sangue da parte delle cellule tumorali. Per questo motivo, l'FDA raccomanda di eseguire una biopsia dei tessuti se la biopsia liquida risulta negativa (non rileva mutazioni sensibilizzanti).

Anche se l'FDA ha approvato i sopracitati test per l'utilizzo in pazienti con tumore allo stadio avanzato, i ricercatori e le aziende stanno sviluppando ulteriori test NGS su biopsia liquida per l'impiego in una più ampia gamma di tumori. Questi test potrebbero essere utilizzati per individuare la presenza di cellule tumorali rimanenti dopo la fine del trattamento e l'eventuale insorgenza di recidive. In futuro, potrebbero essere progettati altri test per rilevare la presenza di tumori in fase precoce e per l'utilizzo come strumenti di screening. Attualmente, tre aziende stanno sviluppando test per tali applicazioni. Anche se la biopsia liquida continua ad essere disponibile in commercio, sono necessari ulteriori studi per comprenderne i limiti ed i benefici. 

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Deborah Levenson. A New Era for Liquid Biopsy. Clinical Laboratory News. Available online at https://www.aacc.org/cln/articles/2020/november/a-new-era-for-liquid-biopsy. Published November 1, 2020. Accessed January 5, 2021.

Press release. FDA Approves First Liquid Biopsy Next-Generation Sequencing Companion Diagnostic Test. Food and Drug Administration. Available online at https://www.fda.gov/news-events/press-announcements/fda-approves-first-liquid-biopsy-next-generation-sequencing-companion-diagnostic-test. Updated August 11, 2020. Accessed January 5, 2021.

Press Release. FDA approves liquid biopsy NGS companion diagnostic test for multiple cancers and biomarkers. Available online at https://www.fda.gov/drugs/fda-approves-liquid-biopsy-ngs-companion-diagnostic-test-multiple-cancers-and-biomarkers. Updated November 9, 2020. Accessed January 5, 2021.

Taylor Soper. Bill Gates and Jeff Bezos-backed cancer detection company Grail, led by ex-Juno CEO, files for IPO. Geek Wire. Available online at https://www.geekwire.com/2020/bill-gates-jeff-bezos-backed-cancer-detection-company-grail-led-ex-juno-ceo-files-ipo/#:~:text=Cancer%20detection%20startup%20Grail%20today,A%20round%20four%20years%20ago. Published September 9, 2020. Accessed January 5, 2021.

Joel Berg. String of FDA approvals gives momentum to liquid biopsies. MedCity News. Available online at https://medcitynews.com/2020/11/string-of-fda-approvals-gives-momentum-to-liquid-biopsies/. Published November 4, 2020. Accessed January 5, 2021.

Associated Press. Experimental blood test detected many types of cancer in early stages, company says. USA Today. Available online at https://www.usatoday.com/story/news/2019/05/31/blood-tests-detect-cancer-grail-inc-liquid-biopsy/1297048001/ . Published May 31, 2019. Accessed January 5, 2021.

Conor Hale. Grail's cancer blood test tracks down over 50 types of early-stage disease in study. Fierce Biotech. Available online at https://www.fiercebiotech.com/medtech/grail-s-cancer-blood-test-tracks-down-over-50-types-early-stage-disease-study. Published March 31, 2020. Accessed January 5, 2021.

(September 15, 2020) FDA Approves Liquid Biopsy Next-Generation Sequencing Companion Diagnostic Test. Available online at https://www.fda.gov/drugs/drug-approvals-and-databases/fda-approves-liquid-biopsy-next-generation-sequencing-companion-diagnostic-test. Accessed January 5, 2021.

(November 10, 2020) FDA Approves Liquid Biopsy NGS Companion Diagnostic Test for Multiple Cancers and Biomarkers. ESMO. Available online at https://www.esmo.org/oncology-news/fda-approves-liquid-biopsy-ngs-companion-diagnostic-test-for-multiple-cancers-and-biomarkers. Accessed January 5, 2021.

(September 1, 2020) FDA Approves Two Liquid Biopsy Tests, Fight CRC. Available online at https://fightcolorectalcancer.org/blog/liquid-biopsy-tests/ . Accessed January 5, 2021.

Related Articles

sibioc white

Seguici su:

Farmacia online
© 2024 Labtestsonline. SIBIOC – MEDICINA DI LABORATORIO - Via Libero Temolo 4, 20126 Milano - C.F. 97012130585 - P.I. 06484860967 | Privacy Policy | Cookie Policy | WEB