Noto anche come
Anticorpi Anti-cardiolipina
Anticorpi aCL
Nome ufficiale
Anticorpi anti-cardiolipina, IgG, IgM, IgA
Ultima Revisione:
Ultima Modifica:
15.01.2018.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Come sostegno agli approfondimenti relativi ad eventi di coagulazione inappropriata o a ripetuti aborti spontanei, come parte della valutazione della sindrome da antifosfolipidi e talvolta di altre patologie autoimmuni.

Quando Fare il Test?

In seguito ad uno o più episodi trombotici venosi o arteriosi inspiegabili, ad aborti spontanei multipli, in particolare se nel secondo e terzo trimestre di gravidanza o in presenza di sintomi indicativi per la presenza di patologie autoimmuni.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue venoso prelevato dal braccio.

Il Test Richiede una Preparazione?

No, nessuna.

L'Esame

Gli anticorpi anti-cardiolipina sono autoanticorpi prodotti dal sistema immunitario, in grado di attaccare la cardiolipina, una molecola espressa sulla superficie di numerose cellule e piastrine, del suo stesso organismo. Questi autoanticorpi possono influenzare le capacità dell’organismo di regolare la coagulazione sanguigna con modalità attualmente non del tutto chiarite. Questo test rileva la presenza degli anticorpi anti-cardiolipina nel circolo ematico.
La cardiolipina, così come altri fosfolipidi, è un fattore importante nella regolazione del processo emostatico. La presenza di autoanticorpi anti-cardiolipina aumenta il rischio di sviluppare una frequente e inappropriata formazione di coaguli (trombi) sia al livello venoso che arterioso, determinando patologie come la Trombosi Venosa Profonda, che interessa gli atri inferiori, o l’embolia polmonare. Spesso la presenza di questi anticorpi è associata anche a trombocitopenia (basso numero di piastrine), aborti spontanei multipli (in particolare nel secondo e terzo trimestre di gravidanza), parto prematuro e pre-eclampsia.
Gli anticorpi anti-cardiolipina sono i più comuni anticorpi anti-fosfolipidi riscontrati e fanno parte di un gruppo di autoanticorpi correlati a patologie autoimmuni caratterizzate dall’ipercoagulazione, come il lupus. Spesso vengono rilevati insieme ad altri anticorpi anti-fosfolipidi, come il lupus anticoagulant (LAC) e l’anti-beta 2 glicoproteiona 1. talvolta possono comparire in maniera transitoria in persone affette da infezioni acute, HIV/AIDS, alcuni tipi di cancro e nelle persone anziane o sotto terapia con particolari farmaci come la fenitoina, la penicillina e la procainamide.
La sindrome da antifosfolipidi (APS) è una patologia caratterizzata da episodi trombotici frequenti, aborti spontanei multipli, presenza di anticorpi anti-cardiolipina e/o altri anticorpi anti-fosfolipidi. Si distingue APS primaria e secondaria. L’APS primaria non è necessariamente associata con la presenza di un disordine autoimmune, mentre la secondaria si.

Accordion Title
Come e Perché
  • Come viene raccolto il campione per il test?

    Tramite un prelievo di sangue venoso dal braccio.

  • Esiste una preparazione al test che possa assicurare la buona qualità del campione?

    No, non è necessaria alcuna preparazione.

  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    Il test per la rilevazione degli anticorpi anti-cardiolipina viene usato perlopiù per l’identificazione delle cause di:

    • Episodi trombotici ripetuti e inspiegabili
    • Aborti spontanei multipli
    • Rilevazione di un’alterazione dell’aPTT (prolungato); in questo caso questo test viene di solito richiesto insieme al test del lupus anticoagulant (ad esempio il test con veleno di vipera di Russel diluito, dRWT)
       

    La rilevazione degli anticorpi anti-cardiolipina necessita della ripetizione del test dopo 12 settimane, per verificarne il carattere temporaneo o persistente. Le persone affette da una patologia autoimmune risultate negative al test per gli anticorpi anti-cardiolipina, devono ripetere ad intervalli di tempo regolari il test, visto l’alto rischio di sviluppare questi anticorpi in questa categoria di pazienti.
    Esistono tre classi di anticorpi anti-cardiolipina: IgG, IgA e/o IgM. I due più comuni, e pertanto di solito più ricercati, sono IgG e IgM. Tuttavia, la presenza di un risultato negativo per questi test in presenza di sospetto clinico, può indurre l’esecuzione del test per la ricerca delle IgA.
    Insieme al test degli anticorpi anti-cardiolipina possono essere richiesti ulteriori test, come quelli del lupus anticoagulant e degli anticorpi anti-beta 2 glicoproteina 1.

  • Quando viene prescritto?

    ll test per gli anticorpi anti-cardiolipina viene richiesto quando un paziente presenta sintomi suggestivi di disordini da ipercoagulazione, come la presenza di episodi trombotici ricorrenti. I segni e sintomi possono variare in base alla sede del trombo.

    La presenza di coaguli nelle vene profonde degli arti inferiori (trombosi venosa profonda) determina:

    • Dolore e ipersensibilità, in genere ad una sola gamba
    • Gonfiore dell’arto inferiore, edema
    • Pallore della gamba
       

    La presenza di coaguli nei polmoni (embolia polmonare) determina:

    • Improvvisa mancanza di fiato (dispnea) e difficoltà respiratorie
    • Tosse, emottisi (presenza di sangue nell’espettorato)
    • Dolore toracico correlato ai polmoni
    • Tachicardia
       

    Il test può essere richiesto anche in seguito ad aborti ricorrenti e/o, insieme al test del lupus anticoagulant, come controllo della rilevazione di un aPTT prolungato. La rilevazione di un anticorpo anti-cardiolipina IgG, IgM o IgA, di solito determina la necessità della ripetizione del test diverse settimane dopo, per verificare se l’anticorpo è persistente o temporaneo.
    Il test per la ricerca degli anticorpi anti-cardiolipina può essere richiesto anche nel caso in cui un paziente presenti segni e sintomi suggestivi di un disordine autoimmune e/o sia risultato positivo al test ANA, in maniera tale da fornire al clinico ulteriori informazioni utili per la formulazione di una diagnosi. Nel caso di un risultato negativo in pazienti affetti da patologie autoimmuni,  il test deve essere ripetuto. Spesso infatti questi anticorpi vengono sviluppati in pazienti affetti da queste patologie.

  • Cosa significa il risultato del test?

    Un risultato negativo indica l’assenza, in quel momento, della classe anticorpale ricercata (IgG, IgM e/o IgA). Dal momento che gli anticorpi anti-cardiolipina sono i più comuni fra gli anticorpi anti-fosfolipide, non è raro trovarli innalzati temporaneamente in seguito ad un’infezione o all’assunzione di farmaci o semplicemente in persone anziane. La bassa o moderata concentrazione di anticorpi trovata in queste situazioni è spesso priva di significato clinico, ma il risultato del test va sempre interpretato unitamente ai sintomi che il paziente presenta ed altre informazioni cliniche.
    La moderata o alta concentrazione di una o più classi anticorpali, persistente anche 12 settimane dopo il primo test, può essere associata con un rischio aumentato di incorrere in episodi trombotici o aborti spontanei.

  • C’è altro da sapere?

    Occasionalmente, il test degli anticorpi anti-cardiolipina viene richiesto per determinare la causa di un test VDRL/RPR positivo per la sifilide. Infatti i reagenti chimici utilizzati per il test della sifilide contengono fosfolipidi che possono causare un risultato falso positivo in pazienti con anticorpi anti-cardiolipina.

Accordion Title
Domande frequenti
Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Berg, T. (Updated 2015 April 15). Antiphospholipid syndrome and pregnancy. Medscape. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/261691-overview. Accessed 12/27/2016.

(Reviewed 2016 March 21). Antiphospholipid syndrome. Lupus Foundation of America. Available online at http://www.lupus.org/answers/entry/antiphospholipid-syndrome. Accessed 12/27/2016.

Movva, S. (Updated 2016 July 1). Antiphospholipid syndrome workup. Medscape. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/333221-workup. Accessed 12/27/2016.

Moake, J. (Revised 2016 September) Antiphospholipid antibody syndrome. Merck Manual Professional Version. Available online at http://www.merckmanuals.com/professional/hematology-and-oncology/thrombotic-disorders/antiphospholipid-antibody-syndrome-aps. Accessed 12/27/2016.

(Updated 2016 December). Antiphospholipid syndrome – APS. ARUP. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/APS.html?client_ID=LTD. Accessed 12/27/2016.

(© 2016) Antiphospholipid antibodies. The Johns Hopkins Lupus Center. Available online at https://www.hopkinslupus.org/lupus-tests/antiphospholipid-antibodies/. Accessed 12/27/2016.

(© 1995-2016). Phospholipid (cardiolipin) antibodies, IgM, serum. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Clinical+and+Interpretive/81900. Accessed 12/27/2016.

(May 17, 2012) National Heart, Lung and Blood Institute. How Is Antiphospholipid Antibody Syndrome Diagnosed? Available online at https://www.nhlbi.nih.gov/health/health-topics/topics/aps/diagnosis. Accessed January 2017.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pages 69-70.

(2001 June 26). Antiphospholipid Antibody Syndrome. Hematology Resource Page, Patient Resources University of Illinois - Urbana/Champaign, Carle Cancer Center. Available online at http://www-admin.med.uiuc.edu/hematology/PtAPS.htm.

(© 2004). Antiphospholipid Testing. ARUP's Guide to Clinical Laboratory Testing. Available online at http://www.arup-lab.com/guides/clt/tests/clt_al67.jsp#3965115.

Petri, M. (2001). Antiphospholipid Antibodies: Anticardiolipin Antibodies and the Lupus Anticoagulant in Systemic Lupus Erythematosus. The Lupus Foundation of America. Available online at http://www.lupus.org/education/brochures/antiphos02.html.

(© 2004). Cardiolipin Antibodies, IgG and IgM. ARUP's Guide to Clinical Laboratory Testing. Available online at http://www.arup-lab.com/guides/clt/tests/clt_a133.jsp#1059158.

The Thrombophilias and Pregnancy. March of Dimes, Professionals and Researchers, Quick References and Fact Sheets. Available online at http://www.marchofdimes.com/professionals/681_9264.asp.

(2003 September, Modified) Anticardiolipin antibodies (IgG, IgM, IgA). Clinical Coagulation Laboratory Coagulation Test Descriptions. Available online at http://pathology.mc.duke.edu/coag/TestDes.htm.

Carsons, S. et. al. (2004 August 18, Updated). Antiphospholipid Syndrome. EMedicine. Available online at http://www.emedicine.com/med/topic2923.htm.

Arnout J.IS TH Scientic Standardisation Subcommittee Lupus Anticoagulants/Phospholipid dependent antibodies. International Society of Thrombosis and Haemostasis. Boston. July 2002.

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (© 2007). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 8th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 70-71.

Wu, A. (2006). Tietz Clinical Guide to Laboratory Tests, Fourth Edition. Saunders Elsevier, St. Louis, Missouri. Pp 134-135.

(2006 October 15, Revised). Antiphospholipid Antibody Syndrome. APS Foundation of America. Available online at http://www.apsfa.org/aps.htm. Accessed on 4/20/08.

(2008 February 5, Reviewed). Learning About Antiphospholipid Syndrome (APS). National Human Genome Research Institute. Available online at http://www.genome.gov/17516396. Accessed on 4/20/08.

(© 1995-2012). Test ID: MCLIP81900. Phospholipid (Cardiolipin) Antibodies, IgM, Serum. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories [On-line information]. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Overview/81900. Accessed May 2012.

Rodgers, III, G. et. al. (Updated 2012 January). Antiphospholipid Syndrome – APS. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/APS.html?client_ID=LTD. Accessed May 2012.

(© 2012). Antiphospholipid Antibodies. Lupus Foundation of America [On-line information]. Available online at http://www.lupus.org/webmodules/webarticlesnet/templates/new_learnaffects.aspx?articleid=2302&zoneid=526. Accessed May 2012.

Moake, J. (Revised 2009 June) Thrombotic Disorders. Merck Manual for Healthcare Professionals [On-line information]. Available online through http://www.merckmanuals.com. Accessed May 2012.

Berg, T. (Updated 2012 July 9). Antiphospholipid Antibody Syndrome and Pregnancy. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/261691-overview. Accessed July 2012.

Pagana, K. D. & Pagana, T. J. (© 2011). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 10th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 71-72.

Henry's Clinical Diagnosis and Management by Laboratory Methods. 21st ed. McPherson R, Pincus M, eds. Philadelphia, PA: Saunders Elsevier: 2007, Pg 774.