LTOTests

Fibronectina Fetale (fFN)

Noto anche come: Fibronectina fetale
Nome ufficiale: Fibronectina fetale
Ultima Revisione: 11.10.2018
Ultima Modifica: 12.10.2018

Revisore: Ferruccio Ceriotti

Articolo approvato dal Comitato editoriale di labtestsonline.org ed in corso di revisione da parte del Comitato editoriale italiano

In Sintesi

Perché?

Per valutare il rischio di una donna in gravidanza di partorire anticipatamente.

Quando?

Nel caso in cui una donna in gravidanza alla 22esima-35esima settimana di gravidanza mostri sintomi di parto pretermine; talvolta nelle donne a rischio di partorire anticipatamente, come in coloro che abbiano avuto un precedente parto pretermine o che abbiano la cervice uterina accorciata.

Il campione

Un campione di secrezione cervicale o vaginale raccolto nella parte posteriore della vagina o nella porzione apicale della cervice.

La preparazione

Qualsiasi evento meccanico in grado di agire fisicamente sulla cervice o sull'utero può aumentare i livelli di fFN. Perciò la raccolta del campione deve essere effettuata prima di un esame pelvico o di un'ecografia transvaginale. Il liquido seminale può contenere abbastanza fFN da produrre un risultato falsamente positivo. Pertanto può essere richiesto di astenersi dai rapporti sessuali nelle 24h precedenti la raccolta del campione. Il giorno prima del test non devono essere utilizzati lubrificanti, ovuli o lavande vaginali.

L'Esame

La fibronectina fetale (fFN) è una glicoproteina la cui misura può essere usata per la valutazione del rischio a breve termine di parto prematuro. La fFN viene prodotta in una sede posta tra il sacco amniotico (che avvolge il bambino) e la parete dell’utero materno (la decidua), chiamata giunzione uteroplacentale (o coriodeciduale). La fibronectina fetale è in genere confinata in questa sede e si pensa che aiuti a mantenerne l’integrità.

Secondo l'American College of Obstetrician and Gynecologists, una gravidanza normale ha una durata di circa 40 settimane (da 37 a 42 settimane). Viene definito parto pretermine, un parto che avviene tra la 20esima e la 37esima settimana di gravidanza.

La fFN è normalmente riscontrabile nella secrezione cervicovaginale durante i primi mesi di gravidanza, ossia entro la 22esima settimana. In una gravidanza normale, non è più rilevabile dopo la fase iniziale. La fFN viene però rilasciata dall’organismo in preparazione al parto, pertanto non è insolito trovarla nelle secrezioni cervico-vaginali dopo la 36esima settimana.

Livelli elevati di fFN nelle secrezioni vaginali nelle prime settimane di gravidanza riflettono la normale crescita e formazione dei tessuti in sede uteroplacentare, con livelli in diminuzione al completamento di questa fase. La fFN non dovrebbe essere rilevabile tra la 22esima e la 35esima settimana di gravidanza. Livelli elevati di fFN in questo periodo riflettono un disturbo alla giunzione uteroplacentare e sono pertanto collegati ad un incrementato rischio di parto pretermine.

Molte donne manifestano i sintomi di un parto pretermine come contrazioni uterine, alterazioni delle perdite vaginali, dolore alla schiena, dolore addominale, pressione alla pelvi, crampi e dilatazione della cervice. Tuttavia, la presenza di questi sintomi non correla necessariamente con un parto pretermine.

Sfortunatamente, un parto pretermine è potenzialmente rischioso per il bambino. I bambini prematuri potrebbero avere problemi respiratori o difficoltà nel nutrirsi. I polmoni e gli altri organi, ancora immaturi, potrebbero non funzionare in maniera adeguata e comportare l'insorgenza di problemi di salute. Più i bambini sono prematuri, maggiore è il rischio di complicanze.

Nel caso in cui il clinico lo ritenga necessario, potrà valutare se sottoporre la donna a rischio di parto pretermine a cure mirate a ritardare il parto. Questi trattamenti potrebbero però avere effetti collaterali indesiderati; la conoscenza del rischio effettivo di parto pretermine può indirizzare la decisione del clinico. Il test fFN è uno strumento relativamente non invasivo che può essere di sostegno al clinico nella distinzione delle donne effettivamente a rischio di parto pretermine e quelle a basso rischio.

Come e Perchè

Quali informazioni è possibile ottenere?

La fibronectina fetale (fFN) viene misurata nelle donne in gravidanza che, pur essendo alla 22esima-35esima settimana, presentano i sintomi di un parto pretermine. Questo test è un ausilio nella valutazione del rischio prossimo di un parto pretermine.

  • Il test della fibronectina fetale (fFN) dovrebbe essere eseguito solo nelle donne che:
  • Hanno il sacco amniotico integro
  • Hanno la cervice dilatata di più di 3 centimetri Hanno solo un lieve sanguinamento vaginale
  • Non sono state sottoposte a cerchiaggio cervicale (procedura eseguita per rafforzare il collo dell’utero che consiste nella chiusura del collo dell’utero con una sutura per prevenire il parto pretermine)

Il test fFN test non è raccomandato per lo screening di donne asintomatiche a basso rischio di parto pretermine.

Domande Frequenti

Quali sono i fattori di rischio di parto pretermine?

Esistono numerosi fattori di rischio, ma i più importanti sembrano essere: Donne con precedenti parti pretermine

Gravidanze gemellari o plurigemellari Cervice uterina corta

Altri fattori di rischio includono:

  • Cure prenatali tardive o assenti
  • Presenza di patologie croniche, come diabete o ipertensione
  • Problemi all’utero, cervice o placenta
  • Aver contratto alcuni tipi di infezione durante la gravidanza
  • Il soprappeso o sottopeso prima della gravidanza o l’aver acquisito troppo o troppo poco peso durante la gravidanza
  • Fumo di sigaretta, assunzione di alcol o uso di droghe
  • Aver avuto aborti multipli

Anche l’età materna (meno di 18 anni o più di 40 anni) sembra avere un ruolo nel rischio di parto pretermine; le donne afro-americane hanno un rischio maggiore rispetto alle caucasiche o alle ispaniche.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Ross, M. (2017 September 7, Updated). Preterm Labor. Medscape Obstetrics & Gynecology. Available online at https://emedicine.medscape.com/article/260998-overview. Accessed on 2/11/18.

(2016 November). Preterm (Premature) Labor and Birth. American College of Obstetricians and Gynecologists. Available online at https://www.acog.org/Patients/FAQs/Preterm-Premature- Labor-and-Birth. Accessed on 2/11/18.

Ruma, M. et. al. (2017 December). Current perspectives on the use of fetal fibronectin testing in preterm labor diagnosis and management. Am J Manag Care. 2017 Dec;23(19 Suppl):S356- S362. Available online at https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29297658. Accessed on 2/11/18.

(© 1998-2018). Fetal fibronectin test. Mayo Clinic. Available online at https://www.mayoclinic.org/tests-procedures/fetal-fibronectin/about/pac-20384676. Accessed on 2/11/18.

Burd, I. (2016 May 16, Updated). Preterm labor. MedlinePlus Medical Encyclopedia. Available online at https://medlineplus.gov/ency/patientinstructions/000486.htm. Accessed on 2/11/18.

Blackwell, S. et. al. (2017 October 3). Utilization of fetal fibronectin testing and pregnancy outcomes among women with symptoms of preterm labor. Clinicoecon Outcomes Res. 2017 Oct 3;9:585-594. Available online at https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29042802. Accessed on 2/11/18.

Related Articles

sibioc white

Seguici su:

Farmacia online
© 2024 Labtestsonline. SIBIOC – MEDICINA DI LABORATORIO - Via Libero Temolo 4, 20126 Milano - C.F. 97012130585 - P.I. 06484860967 | Privacy Policy | Cookie Policy | WEB