Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 12.12.2021.

Cos'è l'apnea notturna?

L'apnea notturna è una condizione clinica che comporta un arresto della respirazione durante il sonno. Questa temporanea interruzione dell’attività respiratoria può deteriorare la qualità del sonno, ridurre la quantità di ossigeno nel sangue e contribuire alla comparsa di ulteriori problematiche di salute.

Esistono diverse tipologie di apnee notturne, che possono essere classificate in base alla causa dell'interruzione della respirazione. Le due tipologie principali includono:

  • Apnea ostruttiva del sonno (Obstructive Sleep Apnea, OSA); dovuta ad una parziale ostruzione delle vie aeree superiori che impedisce il corretto passaggio dell’aria 
  • Apnea centrale del sonno (Central Sleep Apnea, CSA); comporta l'interruzione degli stimoli dal sistema nervoso alla muscolatura respiratoria 

L'apnea ostruttiva si verifica molto più frequentemente dell'apnea centrale e, secondo i dati pubblicati dal Ministero della Salute, colpisce fino al 49,7% del sesso maschile ed il 23,4% di quello femminile. L'OSA si verifica in circa l'1-6% dei bambini.

Alcuni fattori individuali, quali età avanzata, obesità e caratteristiche anatomiche che causano il restringimento delle vie aeree superiori, possono aumentare il rischio di sviluppare l'apnea ostruttiva del sonno. Anche il fumo, il consumo di determinate tipologie di droghe e farmaci ed una storia familiare di OSA possono aumentare il rischio individuale.

L'apnea ostruttiva del sonno causa numerosi episodi apneici durante la notte, con conseguente mancanza di sonno ristoratore ed eccessiva sonnolenza diurna. Inoltre, l'OSA è stata associata a malattie cardiovascolari come l'ipertensione e l'ictus, oltre ad ansia e depressione.

Il Ruolo dei Test per l'Apnea Notturna

I test per l'apnea notturna possono essere prescritti per stabilire la diagnosi dei disturbi respiratori legati al sonno, come l'apnea ostruttiva (OSA) e l'apnea centrale (CSA) del sonno. Poiché l'apnea ostruttiva si verifica più comunemente ed è caratterizzata da sequele più gravi rispetto all'apnea centrale, la maggior parte dei test per le apnee notturne riguardano l'OSA.

La diagnosi di apnee notturne viene stabilita tramite l'utilizzo della polisonnografia, un esame strumentale che misura la respirazione durante il sonno del paziente. Questo esame rileva eventuali interruzioni della respirazione e ne valuta frequenza e gravità. Alcuni test per l'apnea notturna possono contribuire a determinare la presenza di ulteriori patologie apneiche che possono interferire con la continuità del sonno.

Inoltre, il test può essere utilizzato per stabilire l'approccio terapeutico più adeguato per il paziente. Solitamente, il trattamento dell'OSA prevede l'utilizzo del CPAP (Continous Positive Air Pressure), un dispositivo di ventilazione meccanica applicato a livello nasale che fornisce un flusso costante di aria, per evitare il collasso delle vie aeree. La polisonnografia viene anche utilizzata per calibrare la pressione del dispositivo CPAP, con un processo noto come titolazione CPAP.

I test per l'apnea notturna possono anche essere utilizzati per rilevare l'andamento dei disturbi del sonno nel tempo. Ripetere il test ad intervalli regolari consente di determinare l'efficacia della terapia CPAP e di verificare l'effetto dell'aumento o della perdita di peso sulla respirazione notturna.

Chi dovrebbe sottoporsi al test?

Il test per l'apnea notturna viene eseguito come supporto per stabilire la diagnosi dei disturbi respiratori del sonno in soggetti che presentano sintomi correlati. I principali sintomi dell'OSA includono:

  • Eccessiva sonnolenza diurna
  • Russamento frequente e rumoroso
  • Sensazione di soffocamento durante il sonno

Solitamente, l'esecuzione del test viene raccomandata in soggetti che presentano ulteriori fattori di rischio per l'OSA, quali obesità e ipertensione. Inoltre, il test viene utilizzato come parte del processo diagnostico per numerosi altri disturbi che possono causare un'eccessiva sonnolenza diurna. La tipologia di test utilizzata dipende dall'età del paziente, dalla presenza di eventuali comorbidità e dal rischio di sviluppare forme gravi di OSA.

Tipologie di Test per l’Apnea Notturna

Esistono numerose tipologie di test per stabilire la diagnosi, il trattamento ed il monitoraggio delle apnee notturne, in particolare per quanto riguarda l'apnea ostruttiva del sonno. Il test d'elezione è rappresentato dalla polisonnografia, ma sono disponibili ulteriori test per la valutazione del paziente.

Esame fisico ed autovalutazione 

Durante la valutazione iniziale, il clinico esegue un esame fisico del paziente e raccoglie informazioni circa la sua storia clinica. Durante l'esame fisico viene valutata la presenza di caratteristiche anatomiche che determinano il restringimento delle vie aeree superiori, come un ingrossamento della lingua o un'ostruzione nasale. Potrebbe essere richiesto al paziente di annotare l'andamento del sonno per una o due settimane.

Inoltre, è possibile rivolgersi al partner o ad altri membri della famiglia per ottenere informazioni circa il verificarsi di sintomi correlati all'apnea notturna, di cui il paziente potrebbe essere inconsapevole, inclusi il russamento frequente, ansimi e soffocamenti durante il sonno.

Inoltre, esaminando l'anamnesi del paziente, è possibile identificare i fattori di rischio per lo sviluppo dell'apnea notturna e determinare la probabilità del paziente di essere affetto da OSA.

Questionari per l'apnea notturna

Sono disponibili questionari specifici per valutare il rischio di sviluppare OSA. Tali questionari possono essere utilizzati come parte della valutazione clinica e per stabilire la necessità del paziente di sottoporsi ad un esame strumentale. Tuttavia, da soli, risultano insufficienti per stabilire la diagnosi di apnee notturne.  

Esame strumentale del sonno

Il test d'elezione per stabilire la diagnosi di apnee notturne è la polisonnografia. Questo esame prevede l'applicazione di elettrodi e sensori che rilevano eventuali movimenti oculari e muscolari, l'attività respiratoria, i livelli di ossigeno, la frequenza cardiaca e la posizione del corpo durante il sonno. Nella maggior parte dei casi, la polisonnografia include anche una registrazione audio e video. Le misurazioni effettuate vengono successivamente esaminate da uno specialista del sonno.

L’esame può essere eseguito presso il proprio domicilio o in strutture specializzate. L'esame al domicilio viene generalmente riservato agli adulti che hanno maggior probabilità di essere affetti da OSA moderata o grave e che non presentano altre condizioni cliniche. É invece sconsigliata a bambini, pazienti con comorbidità e soggetti con aumentata probabilità di essere affetti da apnea notturna lieve. In casi selezionati e più gravi, è opportuno eseguire polisonnografie più complesse, in ospedale o nei centri del sonno, che necessitano di strumentazioni maggiormente specifiche. 

Test per le patologie correlate 

L'apnea ostruttiva del sonno è associata a numerose altre patologie. Pertanto, nell'ambito del follow-up delle apnee notturne, il clinico può richiedere la valutazione del rischio cardiovascolare, della funzionalità tiroidea e della produzione di ormoni, oltre ad ulteriori esami sulla base della manifestazione di segni e sintomi riconducibili alle patologie associate all'OSA.

Informazioni sul Test

La polisonnografia viene considerata il metodo più accurato per stabilire la diagnosi di apnee notturne, poiché fornisce evidenze circa l'interruzione dell'attività respiratoria durante il sonno.

L'esame produce numerose misurazioni relative al sonno e all'attività respiratoria. Generalmente, la polisonnografia registra il sonno totale, il tempo trascorso nelle diverse fasi del sonno, il numero totale di risvegli, il passaggio d'aria attraverso il naso e la bocca, i disturbi respiratori, il russamento, i livelli di ossigenazione, la posizione e i movimenti durante il sonno. 

Una delle misurazioni più importanti del test per l'apnea notturna è l'Indice di Apnea e Ipopnea (AHI), che rappresenta il numero di interruzioni della respirazione che si verificano per ogni ora di sonno. L'AHI può essere impiegato per stabilire la diagnosi di apnee notturne e per determinarne la gravità, secondo quanto segue:

  • Normale: AHI inferiore a 5
  • Apnea notturna di grado lieve: AHI compreso tra 5 e 14
  • Apnea notturna moderata: AHI compreso tra 15 e 30
  • Apnea notturna grave: AHI superiore a 31

Inoltre, talvolta viene calcolato l'Indice dei Disturbi Respiratori (RDI), che riporta, oltre alle apnee e ipopnee, il numero degli eventi respiratori di minor gravità per ora di sonno. Infine, la polisonnografia può registrare gli eventi di ipoventilazione, che consiste in una respirazione insufficiente causata dall'apnea notturna.

La diagnosi di OSA può essere stabilita nelle seguenti circostanze: 

  • AHI superiore a 5 in presenza di segnisintomi di OSA
  • AHI superiore a 15 in presenza o assenza di segni e sintomi di OSA

In alcuni casi, possono essere necessari ulteriori test per confermare il risultato della polisonnografia o per stabilire il piano terapeutico adeguato in pazienti che hanno ricevuto diagnosi di OSA.

Fonti
Fonti utilizzate nella revisione corrente

A.D.A.M. Medical Encyclopedia. Pediatric sleep apnea. Updated July 3, 2019. Accessed August 10, 2021. https://medlineplus.gov/ency/article/007660.htm

A.D.A.M. Medical Encyclopedia. Central sleep apnea. Updated July 15, 2019. Accessed August 12, 2021. https://medlineplus.gov/ency/article/003997.htm

A.D.A.M. Medical Encyclopedia. Obstructive sleep apnea – adults. Updated January 29, 2020. Accessed August 10, 2021. https://medlineplus.gov/ency/article/000811.htm

A.D.A.M. Medical Encyclopedia. Polysomnography. Updated January 29, 2020. Accessed August 10, 2021. https://medlineplus.gov/ency/article/003932.htm

Brown LK, Lee W. Titration of positive airway pressure therapy for adults with obstructive sleep apnea. In: Collop N, ed. UpToDate. Updated June 28, 2021. Accessed August 10, 2021. https://www.uptodate.com/contents/titration-of-positive-airway-pressure-therapy-for-adults-with-obstructive-sleep-apnea

Chahine E. At-home sleep tests and studies. Updated May 6, 2021. Accessed August 10, 2021. https://www.sleepfoundation.org/at-home-sleep-tests

Collop N. Home sleep apnea testing for obstructive sleep apnea in adults. In: Harding SM, ed. UpToDate. Updated July 21, 2021. Accessed August 10, 2021. https://www.uptodate.com/contents/home-sleep-apnea-testing-for-obstructive-sleep-apnea-in-adults

Donovan LM, Kapur VK. Prevalence and characteristics of central compared to obstructive sleep apnea: Analyses from the sleep heart health study cohort. Sleep. 2016;39(7):1353-1359. Published 2016 Jul 1. doi:10.5665/sleep.5962

Fry A. Sleep studies. Updated June 23, 2021. Accessed August 9, 2021. https://www.sleepfoundation.org/sleep-studies

Kapur VK, Auckley DH, Chowdhuri S, et al. Clinical practice guideline for diagnostic testing for adult obstructive sleep apnea: An American Academy of Sleep Medicine clinical practice guideline. J Clin Sleep Med. 2017;13(3):479-504. Published 2017 Mar 15. doi:10.5664/jcsm.6506

Kline LR. Clinical presentation and diagnosis of obstructive sleep apnea in adults. In: Collop N, ed. UpToDate. Updated June 3, 2021. Accessed August 10, 2021. https://www.uptodate.com/contents/clinical-presentation-and-diagnosis-of-obstructive-sleep-apnea-in-adults

Kramer NR, Millman RP. Overview of polysomnography in adults. In: Harding SM, ed. UpToDate. Updated December 14, 2020. Accessed August 10, 2021. https://www.uptodate.com/contents/overview-of-polysomnography-in-adults

Paruthi S. Evaluation of suspected obstructive sleep apnea in children. In: Chervin RD, ed. UpToDate. Updated February 18, 2021. Accessed August 10, 2021. https://www.uptodate.com/contents/evaluation-of-suspected-obstructive-sleep-apnea-in-children

Rosen IM, Kirsch DB, Carden KA, et al. Clinical use of a home sleep apnea test: An updated American Academy of Sleep Medicine position statement. J Clin Sleep Med. 2018;14(12):2075-2077. Published 2018 Dec 15. doi:10.5664/jcsm.7540

Schwab RJ. Approach to the patient with a sleep or wakefulness disorder. Merck Manual Professional Version. Updated June 2020. Accessed August 10, 2021. https://www.merckmanuals.com/professional/neurologic-disorders/sleep-and-wakefulness-disorders/approach-to-the-patient-with-a-sleep-or-wakefulness-disorder

Schulman D. Polysomnography in the evaluation of sleep-disordered breathing in adults. In: Harding SM, ed. UpToDate. Updated March 19, 2020. Accessed August 10, 2021. https://www.uptodate.com/contents/polysomnography-in-the-evaluation-of-sleep-disordered-breathing-in-adults

Strohl KP. Obstructive sleep apnea. Merck Manual Professional Version. Updated September 2020. Accessed August 10, 2021. https://www.merckmanuals.com/professional/pulmonary-disorders/sleep-apnea/obstructive-sleep-apnea

Suni E. Central sleep apnea. Updated July 9, 2021. Accessed August 12, 2021. https://www.sleepfoundation.org/sleep-apnea/central-sleep-apnea

Tan HL, Kheirandish-Gozal L, Gozal D. Pediatric home sleep apnea testing: Slowly getting there!. Chest.2015;148(6):1382-1395. doi:10.1378/chest.15-1365

UpToDate. Patient education: what is a sleep study (the basics). No date given. Accessed August 10, 2021.  https://www.uptodate.com/contents/what-is-a-sleep-study-the-basics

US Preventive Services Task Force, Bibbins-Domingo K, Grossman DC, et al. Screening for obstructive sleep apnea in adults: US Preventive Services Task Force Recommendation Statement. JAMA. 2017;317(4):407-414. doi:10.1001/jama.2016.20325