Noto anche come
Test di resistenza a farmaci anti-retrovirali
Test di resistenza ART
Nome ufficiale
Test di Resistenza Genotipica del Virus dell’immunodeficienza umana
Ultima Revisione:
Ultima Modifica:
24.05.2018.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

In seguito alla diagnosi di infezione da HIV, per verificare che il ceppo responsabile dell’infezione non sia resistente o in pazienti in terapia antiretrovirale (ART) per rilevare lo sviluppo di una resistenza.

Quando Fare il Test?

Alla prima diagnosi di HIV e/o immediatamente prima dell’inizio della terapia anti-retrovirale o se i livelli di carica virale di HIV sono in aumento nonostante la terapia anti-retrovirale.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue venoso prelevato da un braccio.

Il Test Richiede una Preparazione?

No, nessuna.

L'Esame

Il test di Resistenza Genotipica dell’HIV consente di rilevare se il ceppo responsabile dell’infezione nel paziente in esame sia resistente o abbia sviluppato una resistenza ai farmaci antiretrovirali. Il test analizza il materiale genetico del ceppo HIV responsabile dell’infezione al fine di rilevare la presenza di eventuali mutazioni responsabili della resistenza. Il paziente può contrarre un’infezione primaria con un ceppo resistente ma può anche sviluppare la resistenza in seguito alla terapia antiretrovirale.

In generale, il termine “resistenza” descrive una condizione nella quale un microorganismo è capace di crescere e/o moltiplicarsi in presenza di uno o più farmaci antimicrobici. Questa capacità si sviluppa in seguito all’utilizzo di farmaci antimicrobici per il trattamento di una certa infezione, e la conseguente comparsa di un mutazione o un cambiamento nel patrimonio genetico del microorganismo responsabile dell’infezione. La presenza di queste mutazioni determina la crescita, all’interno dello stesso soggetto, di alcuni microrganismi portatori della mutazione e quindi resistenti ai farmaci al fianco di altri privi della mutazione e quindi sensibili ai farmaci. I microrganismi sensibili vengono progressivamente eliminati dai farmaci mentre quelliresistenti crescono e si moltiplicano prendendo il sopravvento. La “pressione selettiva” esercitata dai farmaci antimicrobici determina quindi la selezione” dei ceppi resistenti che quindi renderanno la terapia inefficace.

Il virus dell’HIV muta frequentemente, anche in assenza di terapia, ma non tutte le mutazioni sono in grado di conferire al virus una farmaco resistenza. Il test di resistenza genotipica dell’HIV consente di verificare se il ceppo responsabile dell’infezione in un paziente, abbia originariamente o abbia acquisito una delle mutazioni note per conferire la resistenza.

Per evitare lo sviluppo della resistenza ai farmaci anti-retrovirali, viene generalmente raccomandato di sottoporre il paziente ad un trattamento che preveda l’utilizzo di una combinazione di farmaci, appartenenti a due differenti classi di ART. Questa strategia terapeutica è nota come terapia retrovirale altamente attiva o HAART.

Gli intervalli di Riferimento dipendono da molteplici fattori, quali l’età e il sesso del paziente, la popolazione di riferimento e il metodo utilizzato per l’esecuzione dell’esame. Il risultato numerico di un test può pertanto avere significati diversi in laboratori differenti.

Per queste ragioni, nel presente sito web non vengono riportati gli intervalli di riferimento. Per la valutazione dei risultati dei test, Lab Tests On Line raccomanda di riferirsi ai valori di riferimento forniti dal laboratorio nel quale questi sono stati eseguiti e riportati sul referto di laboratorio.

Per maggiori informazioni si rimanda all’articolo: Gli Intervalli di Riferimento ed il loro Significato.

Se il sottoporsi alle analisi mediche provoca stati d'ansia o di disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli:

Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un altro articolo, Il prelievo ematico: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico.

Accordion Title
Come e Perché
  • Come viene raccolto il campione per il test?

    Tramite un prelievo di sangue venoso dal braccio.

  • Esiste una preparazione al test che possa assicurare la buona qualità del campione?

    Non è necessaria una preparazione al test.

  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    Il test di resistenza genotipica dell’HIV consente di pianificare la strategia terapeutica che verosimilmente potrà avere maggior successo in un determinato paziente. Il test analizza il materiale genetico virale alla ricerca delle mutazioni in grado di conferire al farmaco resistenza al virus dell’HIV, siano esse presenti nell’infezione primaria o conseguenza della terapia anti-retrovirale.

    Lo scopo della terapia anti-retrovirale e quello di sopprimere la crescita del virus e quindi di diminuire la carica virale al fine di diminuire il rischio di progressione della malattia.

    Il test eseguito alla diagnosi consente di verificare se il ceppo responsabile dell’infezione sia portatore della mutazione in grado di conferire resistenza ad una certa tipologia di farmaci e quindi fornisce indicazioni circa le strategie terapeutiche da adottare.

    Il test può essere eseguito anche in caso di fallimento terapeutico, ossia nel caso in cui un paziente in trattamento manifesti un aumento o comunque una mancata diminuzione della carica virale. In questo caso, la rilevazione della farmaco resistenza determina la necessità di variare la strategia terapeutica.

    Il test consente di rilevare la resistenza a diverse classi di farmaci, come:

    • Inibitori delle proteasi
    • Inibitori della trascrittasi inversa
    • Inibitore dell’integrasi
       

    Per evitare lo sviluppo di una farmaco resistenza, i pazienti vengono generalmente trattati con una combinazione di farmaci appartenenti a diverse classi. Questa strategia è nota come terapia anti-retrovirale altamente attiva o HAART.

  • Quando viene prescritto?

    Il test di resistenza genotipica dell’HIV può essere richiesto alla prima diagnosi e prima dell’inizio di una terapia anti-retrovirale.

    Il test può essere richiesto anche nel caso in cui la carica virale (una misura di quanto HIV è presente nell’organismo) aumenti o non diminuisca nonostante la terapia (fallimento terapeutico). Generalmente un trattamento è considerato fallito se la carica virale aumenta più di tre volte in analisi consecutive. Nel caso in cui venga riscontrata una resistenza al farmaco, può essere scelto un nuovo trattamento.

  • Cosa significa il risultato del test?

    In generale, la rilevazione di specifiche mutazioni nel ceppo HIV analizzato, indica la probabile resistenza del virus a specifici farmaci. Tuttavia, i risultati del test di resistenza genotipica devono essere interpretati con cautela.  Non tutte le mutazioni conferiscono farmaco resistenza.

    Il risultato del test riporta le informazioni circa la mutazione eventualmente rilevata. Queste mutazioni vengono chiamate con una serie di numeri e lettere (ad esempio K103N) identificativi del tipo di mutazione e della sua posizione.

    Il referto di laboratorio può anche riportare l’elenco dei farmaci ai quali il virus analizzato risulta essere resistente e/o sensibile. Queste informazioni consentono al clinico di pianificare il corretto regime terapeutico.

  • C’è altro da sapere?

    Il test di resistenza genotipica non è raccomandato se la carica virale è al di sotto di 500 copie/mL, in quanto la quantità di materiale genetico virale (HIV RNA) potrebbe essere insufficiente per rendere il test affidabile. I livelli ottimali di carica virale per la buona riuscita del test devono essere maggiori di 1000 copie/mL anche se il test può essere eseguito anche per livelli compresi tra 500 e 1000 copie/mL.

    Il test di resistenza genotipica dell’HIV è un test di tipo qualitativo e rileva le mutazioni associate a farmacoresistenza. Non consente però di ottenere il livello di resistenza al farmaco. Il test di resistenza fenotipica è un miglior indicatore del livello di resistenza al farmaco da parte dell’HIV (vedi Domande Frequenti).

    Il test di resistenza genotipica non può individuare mutazioni sconosciute che però possono essere presenti in ceppi rari di HIV. Il test può non individuare un ceppo resistente di HIV se esso è presente in meno del 10-20% del totale presente nel sangue.

    Il test non è raccomandato dopo la sospensione della terapia perché la percentuale di ceppo farmaco-resistente può diminuire considerevolmente in assenza del farmaco. L’assenza della“pressione selettiva”esercitata dal farmaco può comportare la diminuzione della quantità di ceppo resistente al di sotto dei limiti di rilevabilità. Per questo motivo, anche nel caso in cui il test venga eseguito in seguito a fallimento terapeutico, questo dovrebbe essere eseguito in corso di terapia o comunque entro un periodo non superiore alle quattro settimane dalla sospensione della terapia.

Accordion Title
Domande Frequenti
  • Quanto tempo è necessario per avere i risultati del test?

    Dipende dal laboratorio in cui viene eseguito; il campione può essere spedito ad un laboratorio di riferimento. I risultati possono essere disponibili entro una o due settimane.

  • Cos’è il test di resistenza fenotipica dell’HIV?

    Il test di resistenza fenotipica dell’HIV usa un metodo differente ma, come il test di resistenza genotipica, rivela se il ceppo di HIV che ha causato l’infezione è resistente a farmaci anti-retrovirali specifici.In laboratorio un campione di virus viene cresciuto in coltura  miscelato con diverse concentrazioni di uno o più farmaci. Se il virus è in grado di replicarsi in presenza del farmaco anti-retrovirale, rispetto ad un ceppo noto di virus (virus di riferimento), significa che si tratta di un ceppo resistente al farmaco. Questo tipo di test generalmente richiede più tempo del test di resistenza genotipica.

Fonti
Fonti utilizzate nella revisione corrente

Bennett, N. (2014 December 17, Updated). Laboratory Assays in HIV Infection. Medscape Drugs & Diseases. [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/1995114-overview#showall. Accessed March 2016.

DHHS Panel on Antiretroviral Guidelines for Adults and Adolescents. (2015 April 8, Updated). Guidelines for the Use of Antiretroviral Agents in HIV-1-Infected Adults and Adolescents, Laboratory Testing, Drug-Resistance Testing. AIDSinfo. [On-line information]. Available online at https://aidsinfo.nih.gov/guidelines/html/1/adult-and-adolescent-arv-guidelines/6/drug-resistance-testing. Accessed March 2016.

Reimer, L. and Slev, P. (2015 May, Updated). Human Immunodeficiency Virus – HIV. ARUP Consult. [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/HIV.html?client_ID=LTD. Accessed March 2016.

Rathbun, R. et. al. (2015 July 20, Updated). Antiretroviral Therapy for HIV Infection. Medscape Drugs & Diseases. [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/1533218-overview#showall. Accessed March 2016.

(2014 February 4, Reviewed). HIV Resistance Testing, Fact Sheet 126. AIDS InfoNet. [On-line information]. Available online at http://aidsinfonet.org/fact_sheets/view/126?lang=eng. Accessed March 2016.

(© 1995–2016). HIV-1 Genotypic Protease and Reverse Transcriptase Inhibitor Drug Resistance, Plasma. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories [On-line information]. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Clinical+and+Interpretive/37216. Accessed March 2016.

Cennimo, D. (2015 Sep 1, Updated). Antiretroviral Therapy in Adolescents and Young Adults. Medscape Drugs & Diseases. [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/2041764-overview. Accessed March 2016.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO.

Janice K. Pinson MT, MBA. Molecular Business Strategies, Birmingham, MI.

(Revised May 17, 2008) AIDS InfoNet. HIV resistance testing. Available online at http://www.aidsinfonet.org/fact_sheets/view/126. Accessed February 2009.

Clarke, W. and Dufour, D. R., Editors (2006). Contemporary Practice in Clinical Chemistry, AACC Press, Washington, DC. P. 490.

(Oct. 30, 2008) SpaceklL. Johns Hopkins HIV guide, Resistance Testing: Genotype. Available online at http://www.hopkins-hivguide.org/management/laboratory_testing/resistance_testing__genotype.html. Accessed February 2009.

(Updated February 19, 2009) National Institute for Allergy and Infectious Diseases. Treatment of HIV Infections. Available online at http://www3.niaid.nih.gov/NR/exeres/A01539FA-7571-48C4-8A76-C526D5F7EFE9.htm. Accessed February 2009.

(Updated November 3, 2008) AIDSinfo. Guidelines for the Use of Antiretroviral Agents in HIV-1-Infected Adults and Adolescents. Pp. 9-12. PDF available for download at http://aidsinfo.nih.gov/contentfiles/AdultandAdolescentGL.pdf. Accessed February 2009.

(Update December 2008) International AIDS Society-USA. Update of the Drug Resistance Mutations in HIV-1: December 2008. Available online at http://www.iasusa.org/resistance_mutations/. Accessed February 2009.

(2011 January). Resistance Testing. U.S. Department of Health and Human Services Health Resources and Services Administration HIV/AIDS Bureau, Guide for HIV/AIDS Clinical Care [On-line information]. Available online at http://hab.hrsa.gov/deliverhivaidscare/clinicalguide11/cg-210_resistance_testing.html. Accessed February 2012.

(Reviewed 2011 December 19). HIV Resistance Testing. AIDS InfoNet [On-line information]. Available online at http://aidsinfonet.org/fact_sheets/view/126?lang=eng. Accessed February 2012.

Bennett, N.J. and Gilroy, S. (Updated 2011 November 9) HIV Disease. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/211316-overview. Accessed February 2012.

Bennett, N. (Updated 2011 July 14). Laboratory Assays in HIV Infection. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/1995114-overview#showall. Accessed February 2012.

Hillyard, D. and Reimer, L. (Updated 2012 February). Human Immunodeficiency Virus 1, Antiretroviral Drug Resistance Testing - HIV Drug Resistance. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/HIVDrugResistance.html. Accessed February 2012.

(© 1995–2012). Test ID: GHIVR HIV-1 Genotypic Drug Resistance Mutation Analysis, with Reflex to Phenotypic Drug Resistance Prediction, Plasma. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories [On-line information]. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Overview/88782. Accessed February 2012.

Pagana, K. D. &Pagana, T. J. (© 2011).Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 10th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 542-543.

Clarke, W., Editor (© 2011). Contemporary Practice in Clinical Chemistry 2nd Edition: AACC Press, Washington, DC. Pp 609-612.