Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 24.08.2021.

In Sintesi

I test anticorpali per COVID-19 sono in grado di stabilire se una persona sia stata infettata dal virus SARS-CoV-2, il nuovo ceppo di coronavirus che causa la malattia da coronavirus 2019 (COVID-19). Il test anticorpale viene eseguito a partire da un campione di sangue e pertanto viene anche definito esame sierologico. Questo test può essere prescritto in pazienti con complicanze persistenti o a sviluppo tardivo. Inoltre, i test sierologici possono essere utilizzati nelle valutazioni epidemiologiche, per determinare la percentuale della popolazione che ha contratto l'infezione da COVID-19.

Accordion Title
L'Esame
  • Perché Fare il Test?

    L'obiettivo del test anticorpale è di stabilire se il paziente sia stato infettato da SARS-CoV-2, mentre non può essere utilizzato per rilevare la presenza di infezione in corso. Il test viene comunemente prescritto per:

    • Analizzare soggetti con sintomi persistenti di COVID-19; nel caso in cui il paziente manifesti sintomi riconducibili a COVID-19 per diverse settimane, è possibile che i test antigenici o molecolari non siano più in grado di rilevare la presenza di infezione in corso. In tal caso, è possibile eseguire il test anticorpale come supporto alla diagnostica di laboratorio per i pazienti che si sono sottoposti al test RT-PCR in fasi avanzate della malattia e che sono risultati negativi
    • Analizzare soggetti che manifestano complicanze tardive di COVID-19; in alcuni casi, le complicanze associate a COVID-19 possono svilupparsi alcune settimane dopo l'infezione. Se si sospetta la manifestazione di sintomi tardivi, è possibile eseguire il test anticorpale per rilevare un'infezione pregressa
    • Valutazione epidemiologica; gli esami sierologici possono fornire informazioni utili per approfondire la conoscenza del virus, ad esempio definendo la percentuale della popolazione che ha contratto l'infezione da COVID-19 o determinando l'associazione tra infezione pregressa e rischio di contrarre nuovamente l'infezione.

    Il Centers for Disease Control and Prevention (CDC), ente di riferimento in ambito infettivologico con sede ad Atlanta negli Stati Uniti, raccomanda di non utilizzare il test sierologico per dimostrare l'immunità verso il virus o la risposta alla vaccinazioneInoltre, le linee guida sottolineano l'inappropriatezza di utilizzare i risultati dei test anticorpali per prendere decisioni circa l'ammissione delle persone nelle scuole o nei centri di aggregazione, o il rientro sul posto di lavoro.

  • Cosa misura il test?

    Il test anticorpale determinare la presenza di anticorpi contro il virus SARS-CoV-2. Gli anticorpi sono proteine prodotte dal sistema immunitario in risposta a vari patogeni, inclusi i virus.

    L'organismo produce anticorpi specifici contro SARS-CoV-2. I test possono ricercare diverse classi di anticorpi, incluse le immunoglobuline G (IgG), le immunoglobuline M (IgM) e le immunoglobuline A (IgA). Questi anticorpi vengono prodotti in stadi differenti dell'infezione.

    La maggior parte dei test anticorpali determina la concentrazione ematica delle IgG o il numero totale di anticorpi. Solitamente, gli anticorpi IgG vengono prodotti diverse settimane dopo l'infezione, ma in alcuni soggetti queste tempistiche possono risultare prolungate, richiedendo anche diversi mesi. Pertanto, sono generalmente considerati un indicatore efficace di infezione pregressa. 

  • Quando Fare il Test?

    I test sierologici possono essere utilizzati in pazienti sintomatici che ritengono di essere stati esposti al virus diverse settimane o mesi prima. Solitamente, questi pazienti risulteranno negativi ai test molecolari e antigenici, che rilevano la presenza di infezione attiva da SARS-CoV-2. 

    In alcuni casi, i test sierologici possono essere utilizzati per la selezione dei pazienti convalescenti per la donazione di plasma, arruolabili nell’ambito dello studio nazionale “TSUNAMI” per valutare l’efficacia e la sicurezza della terapia con il plasma ottenuto da pazienti convalescenti da COVID-19. 

    I test anticorpali non possono essere utilizzati per dimostrare l'immunità ad un'eventuale reinfezione o l'efficacia della vaccinazione. Attualmente non è noto se gli anticorpi anti-SARS-CoV-2 siano efficaci nel prevenire una re-infezione, conferendo una sostanziale immunità all'organismo, né la durata della loro persistenza.

    L'interpretazione dei risultati del test anticorpale deve tenere conto delle tempistiche con le quali il sistema immunitario produce gli anticorpi. Infatti, se il soggetto si sottopone al test in una fase iniziale della malattia, durante la quale l'organismo non ha ancora prodotto quantità sufficienti di anticorpi, è probabile che questi non siano rilevati e che il risultato sia negativo. Inoltre, anche se nella maggior parte dei soggetti gli anticorpi sono stati rilevati per circa otto mesi dopo l'infezione, in alcuni soggetti queste tempistiche possono risultare ridotte.  

  • É possibile eseguire il test a domicilio?

    Attualmente, non esistono test approvati dall'FDA (Food and Drug Administration) per COVID-19 da eseguire a domicilio. Il suggerimento per i cittadini è sempre quello di rivolgersi in ogni caso alle Istituzioni, evitando accuratamente di intraprendere azioni individuali che possono comportare gravi danni non solo al soggetto singolo, ma all’intera comunità.

Modalità del test
Come sottoporsi al test

Il test sierologico richiede un campione di sangue prelevato da una vena del braccio oppure mediante una puntura del dito. Il campione può essere prelevato in ospedale, ambulatorialmente o presso postazioni point of care (POC).

Prima del test

Non è richiesta una particolare preparazione prima dell'esecuzione del test; tuttavia, è necessario comunicare al medico l'eventuale manifestazione recente di sintomi riconducibili a COVID-19 o se si è ricevuto il vaccino contro COVID-19.

Durante il test

Durante il prelievo ematico viene posizionato il laccio emostatico nella parte superiore del braccio, per favorire il reperimento della vena. Per prevenire eventuali infezioni, viene eseguita la disinfezione della zona del prelievo e successivamente inserito l'ago. Il prelievo può richiedere qualche minuto e causare un lieve fastidio legato alla puntura.

Il prelievo di sangue capillare prevede invece la puntura del dito tramite apposita lancetta per raccogliere una goccia di sangue.

Dopo il test

Al termine della raccolta del campione, viene applicata una garza sterile sul sito della puntura ed esercitata una leggera pressione per prevenire eventuali emorragie e consentire una rapida guarigione. Non è richiesta alcuna restrizione circa le attività che possono essere svolte dopo il prelievo.

Accordion Title
Risultati del test
  • Quanto tempo è necessario per ricevere i risultati del test?

    Nel caso in cui il test venga eseguito in postazioni POCT che non richiedono l'invio al laboratorio per l'analisi, i risultati vengono forniti rapidamente, entro 30 minuti. 

    Alternativamente, il risultato del test viene reso disponibile in tempi che dipendono dal laboratorio che esegue il test. Solitamente, i risultati vengono forniti entro pochi giorni. 

  • Cosa significa il risultato del test?

    Un risultato positivo indica il riscontro di anticorpi diretti contro SARS-CoV-2 nel sangue del paziente, e che il soggetto è stato infettato dal virus. Tuttavia, possono essere riportati risultati falsamente positivi (risultati positivi anche in assenza di infezione pregressa a SARS-CoV-2) nel caso in cui il paziente presenti anticorpi diretti contro altri ceppi di coronavirus.

    Analogamente, un risultato negativo non assicura che il paziente non sia mai venuto a contatto con il virus. Infatti, si ritiene che gli anticorpi diminuiscano nel tempo e che i soggetti asintomatici o con sintomi lievi possono sviluppare una quantità inferiore di anticorpi. Inoltre, una ridotta percentuale di individui infetti non sviluppa anticorpi in seguito all'infezione, anche se produce altre cellule del sistema immunitario in risposta all'infezione. Pertanto, il riscontro di un risultato negativo al test anticorpale non può essere utilizzato per escludere l'immunità al virus.

    A causa del rischio di incorrere in risultati falsi positivi o falsi negativi, l'interpretazione dei risultati del test deve avvenire contestualmente alla valutazione dei sintomi del paziente e della probabilità di esposizione al virus.

  • I risultati del test sono accurati?

    Esistono diverse tipologie di test anticorpali, caratterizzati da un livello di accuratezza differente. Solitamente, i test sierologici sono considerati accurati, ma esistono alcuni fattori in grado di influire sull'accuratezza e l'interpretazione del test. Alcuni esempi includono: 

    • Cross-reattività: SARS-CoV-2 è uno dei sette ceppi di coronavirus ad oggi noti in grado di infettare gli esseri umani. Alcune caratteristiche dei coronavirus sono comuni; pertanto, è possibile che il test identifichi erroneamente gli anticorpi diretti contro uno di questi coronavirus come anticorpi anti-SARS-CoV-2
    • Tempistica del test: il sistema immunitario richiede diverse settimane per la produzione degli anticorpi; pertanto, se il soggetto si sottopone al test in una fase iniziale della malattia è probabile che gli anticorpi non siano rilevati e che il risultato sia negativo. Inoltre, gli anticorpi tendono a diminuire nel tempo, pertanto un test effettuato in una fase avanzata della malattia potrebbero non rilevare la presenza di un'infezione pregressa
    • Stato vaccinale: sottoporsi al vaccino per COVID-19 induce l'organismo a produrre anticorpi diretti contro una specifica porzione del virus SARS-CoV-2, nota come proteina "Spike". Pertanto, i test sierologici che ricercano gli anticorpi specifici contro tale proteina in un soggetto vaccinato forniranno un risultato positivo, anche in assenza di infezione pregressa. La ricerca di anticorpi diretti verso altre proteine di SARS-CoV-2 può invece indicare la presenza di un'infezione pregressa, discriminando con l'immunità fornita dalla vaccinazione
    • Metodiche e tecnologie utilizzate: sono disponibili diverse metodiche per la rilevazione degli anticorpi e la scelta della tecnica di laboratorio utilizzata può influenzare l'accuratezza dei risultati. 
  • É necessario sottoporsi a follow-up?

    Nel caso in cui il test sierologico sia stato prescritto in pazienti con sintomi persistenti o ad insorgenza tardiva, può essere necessario sottoporsi ad altri test per monitorare l'andamento dei sintomi e lo stato di salute del paziente.

Esami Correlati

Sono disponibili diverse tipologie di test per COVID-19. La tabella sottostante riporta le analogie e le differenze tra i diversi test:

TEST COVID-19 SCOPO DEL TEST CAMPIONE RICHIESTO
Test anticorpale  Rilevare l'infezione pregressa Sangue 
PCR e test molecolari Rilevare l'infezione in corso Tampone nasale, della gola o campione di saliva
Test antigenico Rilevare l'infezione in corso Tampone nasale
Qual è la differenza tra test anticorpale e test molecolare?

L'obiettivo del test molecolare è di rilevare la presenza di un'infezione in corso, mentre il test anticorpale è in grado di stabilire se una persona sia stata infettata dal virus. Inoltre, il test anticorpale viene eseguito su un campione di sangue, mentre il test molecolare richiede un campione ottenuto dal tratto respiratorio.

Qual è la differenza tra test anticorpale e test antigenico?

L'obiettivo del test anticorpale è di stabilire se una persona sia stata infettata dal virus, mentre il test antigenico rileva la presenza di un'infezione in corso.

Il test antigenico rileva la presenza di proteine virali facenti parte della struttura del virus; differentemente, il test anticorpale rileva gli anticorpi prodotti dal sistema immunitario dell'organismo in risposta al virus SARS-CoV-2. Gli antigeni virali sono rilevabili immediatamente dopo l'infezione, quando il virus è presente in un alto numero di copie, e pertanto il loro riscontro è indicativo di un'infezione in corso. 

Inoltre, il test anticorpale richiede un campione di sangue, mentre il test antigenico viene eseguito su campioni respiratori.

Fonti

A.D.A.M. Medical Encyclopedia. COVID-19 antibody test. Updated February 7, 2021. Accessed April 22, 2021. https://medlineplus.gov/ency/article/007773.htm

A.D.A.M. Medical Encyclopedia. COVID-19 virus test. Updated February 7, 2021. Accessed April 22, 2021. https://medlineplus.gov/ency/article/007769.htm

Caliendo AM, Hanson KE. COVID-19: Diagnosis. In: Hirsch MS, ed. UpToDate. Updated April 16, 2021. Accessed April 22, 2021. https://www.uptodate.com/contents/covid-19-diagnosis

Centers for Disease Control and Prevention. COVID-19 testing overview. Updated March 17, 2021. Accessed April 22, 2021. https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/symptoms-testing/testing.html

Centers for Disease Control and Prevention. Interim guidelines for COVID-19 antibody testing. Updated March 17, 2021. Accessed April 22, 2021. https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/lab/resources/antibody-tests-guidelines.html

Centers for Disease Control and Prevention. Nucleic acid amplification tests (NAATs). Updated April 16, 2021. Accessed April 22, 2021. https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/lab/naats.html

Centers for Disease Control and Prevention. Self-testing. Updated April 15, 2021. Accessed April 22, 2021. https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/testing/self-testing.html

Centers for Disease Control and Prevention. Test for current infection (viral test). Updated March 18, 2021. Accessed April 22, 2021. https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/testing/diagnostic-testing.html

Centers for Disease Control and Prevention. Test for past infection. Updated February 2, 2021. Accessed April 22, 2021. https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/testing/serology-overview.html

Centers for Disease Control and Prevention. Using antibody tests for COVID-19. Updated November 3, 2020. Accessed April 22, 2021. https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/lab/resources/antibody-tests.html

Kim AY, Gandhi RT. COVID-19: Management in hospitalized adults. In: Hirsch MS, ed. UpToDate. Updated March 24, 2021. Accessed April 22, 2021. https://www.uptodate.com/contents/covid-19-management-in-hospitalized-adults

McIntosh K. COVID-19: Epidemiology, virology, and prevention. In: Hirsch MS, ed. UpToDate. Updated March 31, 2021. Accessed April 22, 2021. https://www.uptodate.com/contents/covid-19-epidemiology-virology-and-prevention

UpToDate. COVID-19: Questions and answers. Updated April 19, 2021. Accessed April 22, 2021. https://www.uptodate.com/contents/covid-19-questions-and-answers

UpToDate. Patient education: COVID-19 overview (the basics). Date unknown. Accessed April 22, 2021. https://www.uptodate.com/contents/covid-19-overview-the-basics

US Food and Drug Administration. Antibody (serology) testing for COVID-19: Information for patients and consumers. Updated July 29, 2020. Accessed April 22, 2021. https://www.fda.gov/medical-devices/coronavirus-covid-19-and-medical-devices/antibody-serology-testing-covid-19-information-patients-and-consumers

US Food and Drug Administration. Coronavirus (COVID-19) update: FDA issues emergency use authorization for the symbiotica COVID-19 self-collected antibody test system. Updated April 6, 2021. Accessed April 22, 2021. https://www.fda.gov/news-events/press-announcements/coronavirus-covid-19-update-fda-issues-emergency-use-authorization-symbiotica-covid-19-self

US Food and Drug Administration. Coronavirus disease 2019 testing basics. Updated April 7, 2021. Accessed April 22, 2021. https://www.fda.gov/consumers/consumer-updates/coronavirus-disease-2019-testing-basics