Noto anche come
Rapamicina
Rapamune
Nome ufficiale
Sirolimus
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 25.06.2019.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Il test viene effettuato per determinare i livelli di sirolimus nel sangue al fine di stabilire il dosaggio terapeutico, mantenere il corretto dosaggio e/o rilevare i livelli tossici.

Quando Fare il Test?

All’inizio della terapia con sirolimus e ogni qualvolta la dose del farmaco venga cambiata; ad intervalli di tempo regolari per monitorare i livelli del farmaco e qualora si sospetti una carenza o un eccesso del farmaco.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue venoso prelevato dal braccio.

Il Test Richiede una Preparazione?

No; il campione di solito viene prelevato 12 ore dopo l’ultima dose del farmaco e immediatamente prima della successiva o diversamente se prescritto dal medico specialista.

L’Esame

Il sirolimus, noto anche come rapamicina, è un farmaco immunosoppressore utilizzato in pazienti sottoposti a trapianto di reni. Viene somministrato in combinazione ad altri farmaci al fine di prevenire il rigetto del rene trapiantato. Questo esame misura la quantità di sirolimus nel sangue.

In condizioni normali, un organo trapiantato viene riconosciuto come estraneo dal sistema immunitario del ricevente e viene attaccato (rigetto). Il sirolimus limita questa risposta immunitaria e previene il rigetto inibendo l’attivazione e la produzione dei globuli bianchi chiamati linfociti T. Inoltre inibisce la produzione di anticorpi.

Il sirolimus viene normalmente assunto per via orale e, dopo l’ingestione, viene assorbito nel tratto gastrointestinale. La concentrazione di farmaco nel sangue raggiunge un picco dopo circa un paio d’ore dall’assunzione e quindi decresce in maniera graduale. Viene metabolizzato dal fegato ed eliminato tramite le feci (per più del 90%) e le urine (meno del 2%).

L’autorizzazione alla messa in commercio in Europa del sirolimus è arrivata da parte dell’EMA (European Medicine Agency) nel 2001, per l’utilizzo in pazienti trapiantati di età superiore ai 18 anni. Sembra essere meno tossico per il rene rispetto ad altri approcci terapeutici e viene utilizzato insieme ad altri farmaci immunosoppressori come la ciclosporina e il tacrolimus. Sono in corso numerosi studi per la valutazione dell’utilizzo del farmaco anche in pazienti più giovani (l’FDA l’ha approvato per i pazienti di età superiore ai 13 anni) o anche per il trattamento in seguito al trapianto di altri organi (come fegato o polmoni), ma ancora non sono presenti risultati soddisfacenti. Come gli altri farmaci immunosoppressori, il sirolimus può avere degli effetti collaterali e il suo utilizzo è associato ad un maggiore rischio di contrarre infezioni e di sviluppare un linfoma o un cancro della pelle.

I livelli di sirolimus pertanto devono essere attentamente monitorati vista la stretta finestra terapeutica del farmaco. Se la concentrazione del farmaco è troppo bassa, esiste un rischio maggiore di rigetto dell’organo trapiantato; nel caso in cui sia troppo alta invece, possono svilupparsi i sintomi correlati con la tossicità dello stesso come la diminuzione del numero di piastrine e di globuli bianchi e l'innalzamento dei trigliceridi. Il livello di sirolimus viene di solito misurato in condizioni basali, effettuando il prelievo alla concentrazione minima raggiunta subito prima dell’assunzione di una nuova dose di farmaco.

Di solito il sirolimus viene somministrato in associazione alla ciclosporina e ai corticosteroidi. Il dosaggio del farmaco deve essere personalizzato sul paziente e il monitoraggio deve essere effettuato sia per il sirolimus che per la ciclosporina. Spesso i pazienti cominciano una terapia ad alte dosi (dose di partenza) che poi viene diminuita. Le persone considerate a basso rischio di sviluppare effetti avversi, possono diminuire progressivamente e quindi interrompere la ciclosporina dopo 2-4 mesi, aumentando contestualmente la dose di sirolimus.

Gli intervalli di riferimento dipendono da molteplici fattori, quali l’età e il sesso del paziente, la popolazione di riferimento e il metodo utilizzato per l’esecuzione dell’esame. Il risultato numerico di un test può pertanto avere significati diversi in laboratori differenti.

Per queste ragioni, nel presente sito web non vengono riportati gli intervalli di riferimento. Per la valutazione dei risultati dei test, Lab Tests Online raccomanda di riferirsi ai valori di riferimento forniti dal laboratorio nel quale questi sono stati eseguiti. Gli intervalli di riferimento di ciascun test sono riportati sul referto di laboratorio, accanto al nome ed al risultato dello stesso. Per alcuni esempi clicca qui.

Per maggiori informazioni si rimanda agli articoli: Gli Intervalli di Riferimento ed il loro Significato e Comprendere il Referto di Laboratorio.

Se il sottoporsi alle analisi mediche provoca stati d'ansia o di disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli:

Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un altro articolo, Il prelievo ematico: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico.

Accordion Title
Come e Perché
  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    Il test del sirolimus viene utilizzato per il monitoraggio dei livelli di farmaco nel sangue di pazienti in terapia immunosoppressiva per prevenire il rigetto in seguito a trapianto di rene. Il test viene utilizzato per verificare che la concentrazione di farmaco nel sangue rimanga all’interno della finestra terapeutica e sia inferiore rispetto alla concentrazione tossica. Il trattamento con sirolimus richiede un attento monitoraggio poiché la finestra di concentrazione all’interno della quale il farmaco è efficace senza essere tossico è molto stretta.

    Nel caso in cui vengano assunti contemporaneamente sirolimus e ciclosporina (o tacrolimus) allora è necessario monitorare i livelli di tutti i farmaci.

  • Quando viene prescritto?

    Il test del sirolimus viene richiesto frequentemente all’inizio della terapia, quando il farmaco deve raggiungere la concentrazione all'equilibrio (steady state). Questo farmaco ha un’emivita (il tempo necessario al farmaco per essere eliminato dall’organismo) lunga, perciò la sua concentrazione richiede un po’ di tempo per raggiungere lo stato di equilibrio nel sangue. Non appena il dosaggio del farmaco viene ottimizzato per il paziente ed è ben tollerato, la frequenza del monitoraggio può diminuire.

    Il test dovrebbe essere effettuato ogni qualvolta vi sia una variazione nel dosaggio del farmaco o in altri farmaci presi in associazione, o nel caso in cui siano presenti sintomi indicativi di effetti collaterali, tossicità o rigetto.

    In alcuni pazienti, anche nel caso in cui il sirolimus venga assunto in maniera adeguata, possono svilupparsi degli effetti collaterali come la presenza di infezioni e di lentezza nella guarigione. Altri effetti collaterali includono:

    • Costipazione
    • Diarrea
    • Febbre
    • Mal di testa
    • Ipertensione
    • Aumento dei livelli di grassi nel sangue
    • Insonnia
    • Nausea
    • Fotosensibilità
    • Aumento di peso
       

    Nel caso in cui uno o più di questi sintomi persistano o diventino gravi, è necessario informare il proprio medico curante.

    Inoltre potrebbero manifestarsi altri segni e sintomi che richiedono un intervento medico immediato, come:

    • Tosse e fiato corto
    • Dolore toracico
    • Aumento della frequenza cardiaca
    • Pallore
    • Sanguinamento insolito o ecchimosi
    • Pelle squamosa, rossa, gonfia, screpolata
    • Orticaria, eruzioni cutanee, prurito
    • Difficoltà nella deglutizione
    • Gonfiore del viso, della gola, della lingua, delle labbra, degli occhi, delle mani, dei piedi, delle caviglie e delle gambe
    • Raucedine
       

    Il monitoraggio pertanto è necessario per tutto il periodo durante il quale il paziente assume sirolimus.

  • Cosa significa il risultato del test?

    Livelli elevati del farmaco, superiori a quelli stabiliti per l’intervallo terapeutico, potrebbero determinare lo sviluppo dei sintomi associati alla tossicità dello stesso. Livelli troppo bassi invece potrebbero determinare il rigetto dell’organo trapiantato. In rapporto ai risultati ottenuti, il clinico può definire il dosaggio appropriato per ciascun paziente.

    Nel caso in cui il paziente assuma contestualmente altri immunosoppressori o altri farmaci, allora è necessario che ne discuta con il proprio medico curante e con lo specialista in modo da essere sicuro dell’assenza di eventuali interazioni trai farmaci assunti.

  • C’è altro da sapere?

    I livelli di sirolimus nel sangue potrebbero essere influenzati da farmaci o alimenti in grado di influenzarne il metabolismo. Pertanto il medico curante deve essere informato riguardo a qualsiasi altro farmaco o integratore assunto contestualmente a sirolimus. Alcuni esempi di farmaci che possono aumentare la concentrazione ematica del sirolimus sono: farmaci antimicotici, claritromicina, eritromicina, isoniazide, inibitori delle proteasi, e chinidina.

    I farmaci che invece possono diminuire la concentrazione di sirolimus sono: carbamazepinafenobarbital, fenitoina, rifampicina e nafcillina. L’assunzione di succo di pompelmo e dell’erba di San Giovanni (iperico) e altri preparati erboristici, devono essere evitati in corso di assunzione di sirolimus.

    I pazienti in terapia con sirolimus non devono variare il dosaggio o la posologia del farmaco senza consultare il proprio medico. Il sirolimus deve essere assunto in corrispondenza dei pasti. Le donne in terapia con sirolimus devono evitare gravidanze fino alla fine della terapia. Le donne che stanno valutando una gravidanza devono parlare con il proprio medico curante dei rischi associati.

    Il sirolimus non deve essere utilizzato con alcuni farmaci che indeboliscono il sistema immunitario ed aumentano il rischio di infezione. Questi includono voriconazolo, natalizumab e rituximab. Infine, i pazienti in terapia con sirolimus devono consultare il proprio medico curante prima di effettuare dei vaccini.

Accordion Title
Domande Frequenti
Fonti
Fonti utilizzate nella revisione corrente

2019 review performed by Jing Cao, PhD, DABCC, FAACC.

KL Napoli, PJ Taylor. From beach to bedside: history of the development of sirolimus. Ther Drug Monit. 23:559-586 2001.

(April 2017) RAPAMUNE (sirolimus) Label – FDA: Reference ID: 4087386. Available online at https://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2017/021083s059,021110s076lbl.pdf. Accessed January 2017.

(Revised 02/15/2016) MedlinePlus Drug Information. Sirolimus. Available online at https://medlineplus.gov/druginfo/meds/a602026.html. Accessed January 2017.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Clarke, W. and Dufour, D. R., Editors (2006). Contemporary Practice in Clinical Chemistry, AACC Press, Washington, DC. Pg 462.

Wu, A. (2006). Tietz Clinical Guide to Laboratory Tests, Fourth Edition. Saunders Elsevier, St. Louis, Missouri. Pp 1482-1485.

Buck, M. (2006 March 13). Immunosuppression with Sirolimus after Solid Organ Transplantation in Children [24 paragraphs]. Medscape from Pediatr Pharm 2006;12(2) [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/524753_1. Accessed 11/2/07.

Aradhye, S et. al. (2006 December, Revised). Medicines for Keeping Your New Kidney Healthy. American Society of Transplantation [On-line information]. PDF available for download. Accessed 11/4/07.

American Society of Health-System Pharmacists, Inc. (2004 January, Revised). Sirolimus. AHFS [On-line information]. Available online at http://www.ashp.org/mngrphs/ahfs/a300009.htm. Accessed 11/2/07.

(2003 January 01, Revised). Sirolimus. MedlinePlus Drug Information [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/druginfo/medmaster/a602026.html. Accessed 11/1/07.

(2007 September 13). Drug-Coated Stents Go Head to Head. MedlinePlus Health Day [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/news/fullstory_54789.html. Accessed 11/1/07.

(2007 March). Pancreatic Islet Transplantation. National Diabetes Information Clearinghouse [On-line information]. Available online at http://diabetes.niddk.nih.gov/dm/pubs/pancreaticislet/. Accessed 11/1/07.

Lexi-Comp (2007 June, Revised). Sirolimus. Merck Manual Professional [On-line information]. Available online at http://www.merck.com/mmpe/lexicomp/sirolimus.html. Accessed 11/2/07.

(© 2007). Sirolimus. ARUP's Laboratory Test Directory [On-line information].  Available online at http://www.aruplab.com/guides/ug/tests/0098467.jsp. Accessed 11/1/07.

(© 2007). Sirolimus (Rapamune ®), Blood. Labcorp Test Directory [On-line information]. Available online at http://www.labcorp.com/datasets/labcorp/html/chapter/. Accessed 11/1/07.

(© 2007). Sirolimus (Rapamycin). Quest Diagnostics Test Menu [On-line information]. Available online through http://cas2.questdiagnostics.com. Accessed 11/2/07.

(© 2007). Sirolimus MonitR. Specialty Laboratories Test Menu [On-line information]. Available online at http://www.specialtylabs.com/tests/details.asp?id=4940. Accessed 11/2/07.

(October 10, 2003) Transplant Living: Sirolimus. Available online through http://www.transplantliving.org. Accessed July 2011.

(July 14, 2009) U.S. Food and Drug Administration. Information for Healthcare Professionals: Immunosuppressant Drugs: Required Labeling Changes. Available online through http://www.fda.gov/. Accessed July 2011.

Food and Drug Administration. Prescribing Information (Approval 1999). PDF available for download at http://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2008/021083s033,021110s043lbl.pdf. Accessed July 2011.

(©2011) Cleveland Clinic. Transplant programs: Sirolimus. Available online at http://my.clevelandclinic.org/transplant/services/kidney/sirolimus.aspx. Accessed July 2011.

(©2011) eMedicine Health. Drugs and Medications, Rapamune. Available online at http://www.emedicinehealth.com/drug-sirolimus/article_em.htm. Accessed July 2011.

Clarke, W. and Dufour, D. R., Editors (2006). Contemporary Practice in Clinical Chemistry, AACC Press, Washington, DC. Pg 462.

Tietz Textbook of Clinical Chemistry and Molecular Diagnostics. 4th ed., Burtis CA and Ashwood ER, eds. Philadelphia: W. B. Saunders Company; 2005. Pp 1278-1280.

(2010 February 10, Revised). MedlinePlus Drug Information. Sirolimus [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/druginfo/medmaster/a602026.html. Accessed July 2011.

(2007 March) National Diabetes Information Clearinghouse. Pancreatic Islet Transplantation [On-line information]. Available online at http://diabetes.niddk.nih.gov/dm/pubs/pancreaticislet/. Accessed July 2011.

Van de Beek, D et al. No Major Neurologic Complications With Sirolimus Use in Heart Transplant Recipients. Mayo Clinic Proceedings April 2009 vol. 84 no. 4 330-332. Available online at http://www.mayoclinicproceedings.com/content/84/4/330.full. Accessed July 2011.

Sirolimus. MedlinePlus. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/druginfo/meds/a602026.html. Last reviewed February 11, 2012. Accessed December 10, 2014.

Rapamune. Rx List. Available online at http://www.rxlist.com/rapamune-drug.htm. Last reviewed January 14, 2013. Accessed December 10, 2014.

Sirolimus (Oral Route). Mayo Clinic. Available online at http://www.mayoclinic.org/drugs-supplements/sirolimus-oral-route/description/drg-20068199. Last updated September 1, 2014. Accessed December 10, 2014.

Henry's Clinical Diagnosis and Management by Laboratory Methods. 22nd ed. McPherson R, Pincus M, eds. Philadelphia, PA: Saunders Elsevier: 2011, Pp 354-355.