Noto anche come
Proteine nelle urine delle 24 ore
Proteine totali nelle urine
Proteine urinarie in rapporto alla creatinina
UPCR
Nome ufficiale
Proteine Urinarie
Ultima Revisione:
Ultima Modifica:
15.01.2018.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Per rivelare un’eccessiva eliminazione di proteine nelle urine, come supporto nel valutare e monitorare la funzionalità renale e capire se è presente danno renale.

Quando Fare il Test?

Come parte degli esami di routine, come follow- up di un precedente test positivo delle proteine urinarie, o quando il paziente ha patologie renali.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di urina estemporaneo o un campione di urina raccolto nelle 24 ore; occasionalmente due campioni di urina, uno raccolto durante l’intera giornata, l’altro durante la notte.

Il Test Richiede una Preparazione?

No.

L’Esame

Il test delle proteine urinarie determina e/o misura le proteine escrete nell’urina. Le proteine normalmente non si trovano nell’urina, a parte in alcuni momenti a causa di infezioni o stress. Se la loro presenza è persistente è possibile che ci sia danno renale.

Ci sono differenti tipi di test delle proteine urinarie, ovvero:

  • Misura semi- quantitativa mediante strisce commerciali, eseguibile come parte dell’esame urinario, di solito su un campione random di urine
  • La quantità di proteine nel campione di urina delle 24 ore può essere misurato e riportato come quantità di proteine escrete nelle 24 ore
  • La quantità di proteine in un campione di urina random può essere misurata insieme alla creatinina urinaria e riportata come rapporto delle proteine urinarie, rispetto alla creatinina (UPCR)

La creatinina è un prodotto del metabolismo muscolare, ed è normalmente escreta nell’urina a ritmo costante. Quando vengono eseguiti sia la creatinina urinaria che il test delle proteine su di un campione estemporaneo, il risultato del rapporto proteine/ creatinina si avvicina  come accuratezza al test delle proteine sulle urine delle 24 ore, che possono essere scomode da raccogliere per gli adulti e difficoltoso per bambini e neonati; per questo motivo il valore delle 24 ore è talvolta sostituito dal rapporto proteine/ creatinina sul campione di urina random.

I reni sono due organi posizionati nella schiena sotto la gabbia toracicacon il compito di filtrare il sangue rimuovendo i prodotti di scarto e portandoli all’esterno dell’organismo nell’urina. Quando i reni funzionano normalmente, trattengono o riassorbono le proteine filtrate per rimetterle in circolo. D’altra parte se i reni sono danneggiati, essi divengono meno capaci di filtrare, e piccole quantità di proteine iniziano a comparire nell’urina.

Spesso, le piccole molecole di albumina sono le prime ad essere determinabili. L’albumina, una proteina prodotta dal fegato, costituisce circa il 60% delle proteine del sangue. Il resto è un misto di globuline, incluse le immunoglobuline. Al progredire del danno renale, la quantità di albumina nell’urina aumenta, e anche le globuline iniziano ad essere perse.  

La proteinuria è un fenomeno frequentemente osservabile nelle patologie croniche, come diabete e ipertensione, con un aumento delle proteine urinarie, che riflette l’aumento del danno renale. Con un danno renale precoce, le persone affette sono asintomatiche. Al progredire del danno, o se la perdita di proteine è grave, la persona può sviluppare sintomi, come edema, respiro corto, nausea e affaticamento. Un’eccessiva produzione di proteine, riscontrabile ad esempio nel mieloma multiplo, può portare a proteinuria.

La presenza di albumina nell’urina (albuminuria) è un buon indicatore di patologie renali in persone affette da diabete e da ipertensione. Quindi, in alcune situazioni il medico può testare in modo specifico la presenza di albumina nell’ urina, invece delle proteine totali urinarie (vedere microalbumina).

Accordion Title
Come e Perché
  • Come viene raccolto il campione per il test?

    Un campione di urine estemporaneo è raccolto in un apposito contenitore pulito. Per una raccolta delle urine nelle 24 ore, tutte le urine sono raccolte in un arco di tempo di 24 ore. E’ importante che il campione sia refrigerato durante questo periodo di tempo. Non importa che vi siano dei conservanti nel campione.

  • Esiste una preparazione al test che possa assicurare la buona qualità del campione?

    No.

  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    Il test delle proteine urinarie si usa per determinare le proteine nell’urina, come supporto nel valutare e monitorare la funzionalità renale, e per determinare e diagnosticare precocemente i danni e le patologie renali. Il test di screening sulla popolazione generale per la presenza di proteine nell’urina è semiquantitativo ed utilizza un apposito stick commerciale, all’interno dell’esame di routine dell’urina. Se viene trovata una piccola quantità di proteine, allora il test viene ripetuto con lo stick in un secondo momento per vedere se esse sono ancora presenti o se il livello è sceso sotto una soglia indeterminabile.

    Se la concentrazione di proteine presente nel primo campione è alta e/o se permane le proteine sono presenti anche nel secondo campione, allora viene eseguito un test di follow-up su un campione di urina raccolta nelle 24 ore. Dal momento che lo stick commerciale misura principalmente l’albumina, il medico, se ha il sospetto che siano presenti anche altre proteine, può richiedere il test delle proteine sulla raccolta delle 24 ore.

    Il test delle proteine urinarie rivela al medico se sono presenti delle proteine nell’urina, ma non è indicativo rispetto ai tipi di proteine presenti o alla causa della proteinuria. Quando il medico vuole capire quale sia la ragione, può altresì prescrivere un’elettroforesi delle proteine di siero e urina per determinare quali proteine vengono secrete e in quali quantità. Questo avviene soprattutto quando c’è il sospetto di un’anomala produzione di proteine, come nel mieloma multiplo. Il medico può richiedere un pannello metabolico totale per valutare l’albumina e la concentrazione delle proteine totali nel sangue e come supporto nel valutare la funzionalità renale ed epatica. Se sono sospettati malattie o danni renali, il medico può inoltre prescrivere esami ad immagini per valutare l’aspetto degli organi.

    Il rapporto proteine/creatinina può essere prescritto su un campione di urina estemporaneo se un bambino mostra proteine significative e persistenti nell’e urina all’esame con lo stick. I bambini, e talvolta gli adulti, possono talvolta mostrare proteinuria passeggera senza apparenti segni di disfunzione renale e possono avere un’alta escrezione di proteine nell’e urina durante il giorno o la notte. Il medico può monitorare l’urina ad intervalli regolari per vedere la proteinuria cambiare nel tempo.  

    Anche il rapporto proteine/creatinina sulle urine delle 24 ore o su un campione di urine random può essere utilizzato per monitorare le persone affette da patologia o da danno renale. Le proteine con lo stick e/o il rapporto proteine/creatinina possono essere utilizzati come screening a intervalli regolari per le persone che sono in terapia con farmaci che possono danneggiare i reni.

  • Quando viene prescritto?

    Le proteine con lo stick urinario sono misurate frequentemente come esame di screening, ogni volta che viene eseguito un esame urinario. Questo esame viene fatto come parte di un generale check- up routinario, tra gli esami in gravidanza, quando si sospetta un’infezione delle vie urinarie, all’ammissione in ospedale, ogni volta che il medico voglia valutare la funzionalità renale. Inoltre può essere eseguito quando il test con lo stick da risultato positivo, per vedere se l’escrezione di proteine persiste.
    Il test delle proteine sull’urina raccolta nelle 24 ore può essere prescritto come test di follow-up quando lo stick mostra che c’è una gran quantità di proteine presenti nell’e urina o quando queste sono persistenti.

    Poiché lo stick misura principalmente l’albumina, il medico può richiedere il test delle proteine sul campione di urine raccolte nelle 24 ore anche quando lo stick rivela una piccola quantità di proteine, se sospetta la presenza di altre proteine, oltre all’albumina.

    Quando il medico fa diagnosi della causa di proteinuria, può richiedere anche l’elettroforesi delle proteine urinarie per determinare esattamente quali proteine sono escrete e in quali quantità. Può inoltre essere prescritta l’elettroforesi delle proteine sieriche per vedere le proteine nel sangue, specialmente quando si sospetta un’anomala produzione. Altri test su sangue, come l’urea e la creatinina, possono essere prescritti per valutare la funzionalità renale e possono essere misurate l’albumina e/o le proteine totali per valutare le proteine nel sangue.

    Il rapporto proteine/creatinina può essere prescritto su un campione di urina random quando il bambino mostra una quantità significativa e/o persistente di proteine allo stick. Può inoltre essere prescritto quando il paziente mostra segni di patologia o danno renale e il medico voglia monitorare la funzionalità nel tempo.

    Le proteine con lo stick urinario e/o il rapporto proteine/ creatinina su un campione di urine random possono essere usati per valutare se c’è coinvolgimento renale a causa di alcune terapie che possono appunto danneggiare il rene.

  • Cosa significa il risultato del test?

    Le proteine nell’urina sono un campanello d’allarme. Esse possono indicare danno o patologia renale o possono essere dovute ad un temporaneo innalzamento dovuto a infezione, farmaci, esercizio intenso o stress emozionale o fisico. In alcune persone, la proteinuria può essere presente durante il giorno e assente di notte quando l’individuo è sdraiato (proteinuria ortostatica). Nelle donne in gravidanza, alte concentrazioni di proteine nelle urine possono essere associate a pre-eclampsia. Quando il danno renale è presente, la concentrazione delle proteine è generalmente associata alla gravità del danno, e la concentrazione aumentata di proteine nel tempo indica un peggioramento del danno e un decremento della funzionalità renale. La proteinuria è associata a diverse condizioni e patologie, tra cui:

    • Amiloidosi
    • Tumore alla vescica 
    • Scompenso cardiaco congestizio
    • Diabete
    • Farmaci potenzialmente tossici per i reni
    • Glomerulonefrite
    • Sindrome di Goodpasture
    • Avvelenamento da metalli pesanti 
    • Ipertensione
    • Infezione renale 
    • Mieloma multiplo
    • Rene policistico
    • Lupus eritematoso sistemico
    • Infezione delle vie urinarie
  • C’è altro da sapere?

    I metodi differenti per la determinazione delle proteine nell’urina variano nella performance. Ad esempio uno stick può essere positivo, a causa di una sorgente contaminante di proteine, come sangue, liquido seminale, o secrezioni vaginali nell’ urina. Dal momento che lo stick misura principalmente l’albumina, può essere negativo se ci sono altre proteine nell’urina. Un campione di urine raccolto nelle 24 ore fornisce la quantità di proteine escrete nelle 24 ore. Sarà accurata solo se sono raccolte tutte le urine. Il rapporto proteine/ creatinina fornisce un’istantanea di quante proteine ci siano nell’urina nel momento della raccolta del campione. Se essa è elevata, allora le proteine sono presenti; se l’esame è negativo, è probabile che la persona non stia producendo una quantità di proteine misurabile in quel momento.

Accordion Title
Domande Frequenti
  • E’ possibile misurare le proteine urinarie a casa?

    Potenzialmente sì. Esistono degli stick disponibili che permettono alle persone di monitorare le proteine nell’urina. Ciò non è necessario di solito, a meno che il medico non voglia monitorare una patologia renale.

  • Il danno renale può risolversi?

    In generale no. L’obiettivo è determinare il danno o la patologia renale precocemente per minimizzare il danno e prolungare la funzionalità renale nel tempo. Se la proteinuria è dovuta a infezione renale o alle vie urinarie, i reni tornano di solito a funzionare normalmente al risolversi dell’infezione. Se è dovuta a un farmaco, nella maggior parte dei casi la funzionalità renale sarà ripristinata alla sospensione del farmaco.

  • E’ necessario mangiare più carne per sopperire alle proteine perse?

    Questo deve essere discusso col medico curante. Se il paziente ha una carenza di proteine grave, che deve essere risolta, ingerendo ulteriori proteine, il rene viene sovraccaricato di un ulteriore sforzo.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO.

(2004 March 17, Updated) A.D.A.M. editorial, Agha, I., previously reviewed. Protein-urine. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003580.htm.

Brose, M, Updated (2003 May 8). Protein electrophoresis – urine. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003589.htm.

Carroll, M. and Temte, J. (2000 September 15). Proteinuria in Adults: A Diagnostic Approach. American Family Physician [On-line journal]. Available online at http://www.aafp.org/afp/20000915/1333.html.

Loghman-Adham, M. (1998 October 1). Evaluating Proteinuria in Children. American Family Physician [On-line journal]. Available online at http://www.aafp.org/afp/981001ap/loghman.html.

(2003 June) Proteinuria. Kidney and Urologic Diseases Information Clearinghouse, NIH Publication No. 03-4732 [On-line information]. Available online at http://kidney.niddk.nih.gov/kudiseases/pubs/proteinuria/.

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (© 2007). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference. 8th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 971-978.

Clarke, W. and Dufour, D. R., Editors (2006). Contemporary Practice in Clinical Chemistry. AACC Press. Washington, DC. Pp 312-317.

Wu, A. (2006). Tietz Clinical Guide to Laboratory Tests. Fourth Edition. Saunders Elsevier. St. Louis, Missouri. Pp 916-919.

Mushnick, R. (2007 October 22, Updated). Protein – urine. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003580.htm. Accessed on 9/30/08.

Mushnick, R. (2007 October 22, Updated). 24-hour urine protein. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003622.htm. Accessed on 9/30/08.

Aggarwal, N. et. al. (2008 April 22). A Prospective Comparison of Random Urine Protein-Creatinine Ratio vs 24-hour Urine Protein in Women With Preeclampsia. Medscape J Med. 2008;10(4):98 [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/571729. Accessed on 9/30/08.

(2005 November). Proteinuria: Approach to the Genitourinary Patient. Merck Manual for Healthcare Professionals [On-line information]. Available online at http://www.merck.com/mmpe/sec17/ch226/ch226j.html?qt=urine%20protein&alt=sh. Accessed on 9/30/08.

Lerma, E. and McLaughlin, K. (2007 February 5, Updated). Proteinuria. EMedicine [On-line information]. Available online at http://www.emedicine.com/med/TOPIC94.HTM. Accessed on 9/30/08.

Dugdale, D. (Updated 2011 August 20). Protein – urine. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003580.htm. Accessed October 2012.

Dugdale, D. (Updated 2011 August 21). 24-hour urine protein. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003622.htm. Accessed October 2012.

Pagana, K. D. & Pagana, T. J. (© 2011). Mosby’s Diagnostic and Laboratory Test Reference 10th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 1003-1004.

Clarke, W., Editor (© 2011). Contemporary Practice in Clinical Chemistry 2nd Edition: AACC Press, Washington, DC. Pp 366-368.

(© 1995-2012). Protein, Total, Urine. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories [On-line information]. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Overview/8261. Accessed October 2012.

Barclay, L. (2011 August 4). Urine Dipstick Protein Test Detects Silent Kidney Disease. Medscape Medical News [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/747567. Accessed October 2012.