Noto anche come
Esame del piombo nel sangue
Livello del piombo nel sangue
Pb
Nome ufficiale
Piombemia
Ultima Revisione:
Ultima Modifica:
22.05.2018.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Per indagare le conseguenze di un’esposizione al piombo.

Quando Fare il Test?

Come indicato nei programmi di screening o secondo le disposizioni del medico, a 1 o a 2 anni d’età; i bambini considerati a rischio possono necessitare di test addizionali dai 18 mesi ai 6 anni d’età; ogni volta che il lavoro o l’hobby di una persona espogono lui/lei e chi gli/le è vicino al piombo; quando si manifestano sintomi che possano essere ricondotti  all’intossicazione da piombo.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue viene prelevato da una vena del braccio. A volte un piccolo quantitativo di sangue viene prelevato dal dito con un dispositivo che determina seduta stante la concentrazione del piombo (per i bambini dal tallone).

Il Test Richiede una Preparazione?

No, nessuna.

L’Esame

Questo esame misura la concentrazione di piombo nel sangue al momento del prelievo. Il piombo è un metallo morbido presente nell’ambiente. Quando viene inalato o ingerito può provocare danni, agli organi e al sistema nervoso. Anche a basse concentrazioni può causare danni irreversibili senza provocare sintomi fisici. Nei bambini può provocare un ritardo cognitivo permanente, disordini comportamentali e ritardo nello sviluppo. L’esposizione al piombo può provocare  debolezza, anemia, nausea, perdita di peso, affaticamento, mal di testa, mal di stomaco e disfunzioni renali, riproduttive e del sistema nervoso. Il piombo può passare dal circolo materno a quello fetale e provocare aborto o nascita prematura.

In passato il piombo era usato nelle vernici, nella benzina, nei condotti dell’acqua e in altri prodotti per la casa come il cibo in scatola.  Anche se l’uso di questo metallo è stato drasticamente ridotto, esso è ancora presente in alcuni prodotti e processi industriali. Nelle abitazioni costruite prima del 1978 è possibile che le vernici contengano piombo e che la polvere ne sia ancora contaminata, specialmente se sono state costruite prima del 1950. Anche il terreno attorno a queste case potrebbe essere contaminato.

E’ probabile che i bambini di età inferiore ai 6 anni siano più esposti al piombo per l’abitudine di mettersi le mani in bocca e la facilità di assorbimento che li caratterizza. Il piombo entra nel loro organismo per ingestione di polvere o pezzetti di vernice, inalazione di polvere, mettendo in bocca o masticando oggetti che contengono piombo o da esso contaminati e/o per ingestione di acqua e cibo contaminati. L’esposizione degli adulti è più spesso legata al lavoro o agli hobby. Può capitare che quando un genitore lavora a contatto con il piombo, possa veicolarlo dentro le mura domestiche ad esempio portando a casa i vestiti da lavoro, ed esporre i bambini al metallo.

Accordion Title
Come e Perché
  • Come viene raccolto il campione per il test?

    Il campione di sangue viene prelevato da una vena del braccio. A volte un piccolo quantitativo di sangue viene prelevato dal dito (per i bambini dal tallone) con un dispositivo che determina seduta stante la concentrazione del piombo. Se il test sul dito risulta positivo, allora viene effettuato un prelievo dal braccio per eseguire il test di conferma.

  • Esiste una preparazione al test che possa assicurare la buona qualità del campione?

    No, non è necessaria alcuna preparazione.

  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    L’esame del piombo viene utilizzato per valutare la concentrazione di tale metallo nel sangue nel momento in cui il campione viene prelevato. L’esame viene utilizzato come screening per l’esposizione a concentrazioni di piombo pericolose. Può anche essere prescritto per verificare se la terapia è stata efficace e la concentrazione di piombo nel sangue è scesa.

    La concentrazione di piombo è monitorata a livello locale seguendo gli standard nazionali.

    Le concentrazioni di piombo sono monitorate a livello locale seguendo le linee guida nazionali. Negli Stati Uniti le Associazioni Centers for Disease Control and Prevention (CDC), la American Academy of Pediatrics (AAP) e altre organizzazioni hanno scritto le linee guida per lo screening per l’esposizione da piombo nei bambini. Le raccomandazioni sull’esame e la definizione di quale sia una concentrazione anomala di piombo nel sangue è cambiata significativamente negli ultimi 45 anni. Nel 1991 la CDC ha concluso che i precedenti livelli non fossero abbastanza bassi e nel 1997 i valori di riferimento per i bambini sono scesi da 25 microgrammi per decilitro (mcg/dL) a 10 mcg/dL. Nel 2012 il comitato Advisory Commitee on Childhood Lead Poisoning Prevention (ACCLPP), parte della CDC, ha raccomandato di abbassare la concentrazione di piombo nel sangue sotto i 5 mcg/dL. Nel Maggio del 2012 la CDC ha accettato questa raccomandazione.

    La concentrazione di piombo nel sangue viene monitorata nei lavoratori nel cui ambiente è presente il piombo. E’ utilizzato per valutare l’esposizione cronica e l’esposizione acuta recente al piombo. Talvolta può essere richiesto insieme all’esame delle zincoprotoporfirine (ZPP). ZPP è aumentato se il piombo ha già iniziato ad influenzare la produzione di globuli rossi. Non è un test abbastanza sensibile da essere usato come test di screening per i bambini, ma può essere utile per valutare il grado di esposizione dell’adulto nelle ultime settimane prima del test.

  • Quando viene prescritto?
    Per lo screening nei bambini

    La CDC raccomanda che ogni Stato sviluppi un piano per determinare nei bambini l’eventuale esposizione al piombo. L’AAP raccomanda che, come minimo, lo screening venga offerto a tutti i bambini di un anno di età e che venga ripetuto a due anni di età.

    Le persone dovrebbero fare riferimento alle line guida della regione in cui vivono, specifiche per la soglia di rischio in cui vivono.

    E’ inoltre raccomandato che il test venga eseguito anche sui figli di immigrati e rifugiati che lavorano con il piombo e su altri bambini nati all’estero di qualunque età.

    Come gestione dei bambini con alte concentrazioni di piombo nel sangue

    Poiché il dispositivo per la misura del piombo dal dito può essere contaminato durante la raccolta del campione, se il risultato è elevato, l’esame può essere ripetuto su sangue venoso per conferma, generalmente entro un periodo che va da una settimana ad un mese dopo il primo esame. Altri esami di controllo vengono usati per valutare la persistenza di una concentrazione di piombo elevata nel sangue e sono raccomandati ogni volta che la concentrazione di piombo nel sangue del bambino è più alta di 10 mcg/dL (negli ultimi anni più alta di 5 mcg/dL). Ai bambini con concentrazioni nel sangue stabili sui 15-19 mcg/dL (che rimangono elevate per tre mesi e oltre) e a quelli con un test iniziale più alto di 20 mcg/dL dovrebbe essere perlustrata la casa per determinare la sorgente dell’esposizione al piombo.

    Come screening nell’adulto

    L’esame del piombo su sangue può essere prescritto come screening sul luogo di lavoro, dove è possibile la contaminazione col piombo. Anche i membri della famiglia dovrebbero essere esaminati poiché il piombo può essere portato a casa con i vestiti da lavoro. Gli adulti che lavorano nelle industrie in cui si sa che c’è il rischio di esposizione al piombo, come le fonderie, le industrie che si occupano di placcature, le officine meccaniche, dovrebbero essere testati per l’esposizione al piombo. Gli adulti che hanno degli hobby che hanno a che fare con il piombo, come la pittura, la ceramica e la benzina dovrebbero essere testati. Per visualizzare la lista degli hobby che possono provocare esposizione al piombo elevate, visitare la sezione avvelenamento da piombo.

    L’associazione Occupational Safety and Health Administration (OSHA) ha sviluppato delle regole per il monitoraggio dell’esposizione da piombo sul luogo di lavoro. OSHA raccomanda che il programma di monitoraggio parta dai risultati del monitoraggio iniziale dell’aria. Se un lavoratore ha una concentrazione iniziale di piombo nel sangue superiore ai 40 mcg/dL, ad esempio, il test dovrebbe essere ripetuto ogni due mesi fino a che due risultati consecutivi non mostrano una concentrazione inferiore ai 40 mcg/dL. Livelli più alti richiedono un monitoraggio più serrato.

    Per la diagnosi

    La piombemia in bambini e adulti dovrebbe essere misurata quando la persona mostra sintomi che suggeriscano una potenziale intossicazione da piombo. Questi sintomi sono aspecifici e possono includere affaticamento, cambiamento di umore, nausea, prolungati problemi allo stomaco, mal di testa, tremori, perdita di peso, neuropatie periferiche, anemia, difficoltà riproduttive, encefalopatie, perdita di memoria, apoplessia e coma. Molti bambini non hanno sintomi fisici dopo l’esposizione, ma potenzialmente essa può provocare danni permanenti. L’esame per l’esposizione al piombo dovrebbe essere eseguito in bambini che presentano ritardo della crescita, anemia, problemi del sonno, perdita dell’udito o della parola, o deficit di linguaggio e di attenzione.

  • Cosa significa il risultato del test?

    La concentrazione di piombo è di solito misurata nel sangue. D’altra parte però la concentrazione di piombo nel sangue non riflette necessariamente l’ammontare del metallo nell’organismo. Questo perché il piombo assorbito da polmoni e intestino, attraverso il circolo sanguigno giunge agli organi, poi viene gradualmente rimosso da sangue ed organi e viene immagazzinato in tessuti come ossa e denti. Il pericolo rappresentato da una certaconcentrazione di piombo dipende dall’età e dallo stato di salute della persona, dalla concentrazione di piombo e dal periodo di tempo a cui sono stati esposti al piombo ad alte concentrazioni.

    L’esposizione al piombo non è salutare per nessuno, ma i bambini sono più vulnerabili ai suoi effetti. Un buon risultatoè stato quello di portare i valori di riferimento della concentrazione di piombo sotto ai 10 mcg/dL dal 2010. Ogni risultato superiore a questa soglia attiva un programma di gestione e monitoraggio. Studi recenti suggeriscono che non esistano concentrazioni di piombo sicure per i bambini e che anche sotto i 10 mcg/dL, alcuni bambini possono avere un ritardo cognitivo. Per questo negli USA il comitato Advisory Commitee on Childhood Lead Poisoning Prevention, membro della CDC, ha raccomandato nel 2012  di abbassare la soglia da 10 a 5 mcg/dL nel sangue dei bambini e la CDC ha annunciato l’accettazione di questa raccomandazione nel Maggio 2012.

    Per gli adulti non in gravidanza, una concentrazione ematica inferiore ai 25 mcg/dL è generalmente considerata accettabile. Se un lavoratore ha un livello superiore ai 40 mcg/dL deve essere  rimosso dalla fonte di esposizione fino a che il piombo nel suo sangue scende sotto i 40 mcg/dL. Devono essere rimossi anche quegli individui che sono sintomatici ad ogni concentrazione sotto i 70 mcg/dL. Poiché il piombo passa dal circolo sanguigno al feto, le donne incinte devono limitare l’esposizione al piombo e mantenere concentrazioni nel sangue inferiori ai 10 mcg/dL e vicini allo zero il più possibile per proteggere lo sviluppo del feto.

    Molti esperti sono concordi sul fatto che un bambino che presenti concentrazioni più elevate di 45 mcg/dL dovrebbe essere trattato con Succimer in ospedale a meno che non sia encefalopatico. Ogni concentrazione superiore i 70 mcg/dL sia nel bambino che nell’adulto, dovrebbe essere considerata un’emergenza medica.

    Ad ogni bambino che ha una concentrazione elevata di piombo nel sangue dovrebbe essere esplorata la casa e l’ambiente in cui vive. Le altre persone con cui vive dovrebbero essere testate anch’esse. Senza l’eliminazione o la riduzione della sorgente dell’esposizione, il pericolo rimane e la concentrazione elevata nel sangue potrebbe ritornare.

  • C’è altro da sapere?

    L’avvelenamento da piombo è più pericoloso per i bambini, poiché il cervello e altri organi si stanno ancora sviluppando. Gli adulti recuperano meglio dopo l’ingestione di piombo rispetto ai bambini. I bambini che sono a rischio dovrebbero essere testati il prima possibile.

    Il piombo interferisce con l’assorbimento di ferro. I bambini con aumentate concentrazioni di piombo nel sangue dovrebbero essere testati per carenza di ferro.

    Tutte le persone eliminano il piombo in modo differente. Per questo, gli esami di laboratorio sono solo una parte del percorso clinico nei casi di avvelenamento da piombo. E’ necessario un monitoraggio attento con visita da parte del clinico.

    I medici dovrebbero avere la consapevolezza che alcune pratiche e rimedi popolari, come ingerire la terra possono aumentare il rischio di esposizione al piombo. Alcuni preparati da ricette popolari delle popolazioni provenienti dal sud-est asiatico sono possibili fonti di piombo. Altre potenziali fonti includono cibo importato, caramelle, cosmetici, bigiotteria, chiavi d’ottone e giocattoli od oggetti contenenti piombo o dipinti con esso.

Accordion Title
Domande Frequenti
  • Quali altri prodotti contengono piombo, a parte le vernici e le ceramiche?

    Alcuni prodotti contenenti piombo sono: batterie delle macchine, saldatrici, alcuni tubi, cartucce, rifiniture, vernici industriali, alcuni oggetti in PVC, vinili e plastiche, oggetti d’ottone incluse chiavi, bigiotteria e scudi protettivi per i raggi X.

  • Come si espongono le persone? E’toccando questi oggetti che si aumenta il livello di piombo nel sangue?

    Solo toccando gli oggetti non ci si avvelena. La maggior parte del piombo è presente come composto inorganico e non viene assorbito dalla pelle. Respirando o inalando polvere carica di piombo ci si può avvelenare però. Le situazioni in cui si può avere un’ intossicazione da piombo possono essere:

    • Toccare la superficie ricoperte con polvere ricca di piombo e trasferire la polvere alla bocca con dita, cibo o giocattoli
    • Un bambino che tocca i balconi nelle case costruite prima del 1978 con la bocca o con le dita e poi deglutisce la polvere carica di piombo o pezzi di vernice
    • Inalare polvere durante una ristrutturazione di una casa costruita prima del 1978, specialmente usando un levigatore o un altro attrezzo che genera polvere contaminata da piombo
    • Ingestione di piombo facendo giardinaggio in un suolo contaminato attorno ad una vecchia abitazione o ad un vecchio garage o in un terreno contaminato da gas ricco di piombo nelle vecchie superstrade, o in un complesso industriale abbandonato
    • Bere acqua da tubature contaminate
    • Ingoiare proiettili di piombo (munizioni per armi), del filo o giocattoli contenenti piombo
    • Durante un incendio casalingo inalare fumo da legno dipinto con vernici al piombo che brucia o da una batteria
  • Quali professioni sono a rischio di esposizione al piombo?

    Alcune professioni che mettono a rischio le persone e i loro famigliari di esposizione al piombo sono:

    • Lavorare in una fonderia
    • Costruire
    • Saldare
    • Ristrutturare ponti
    • Rimodellare e rifinire vecchie case
    • Lavorare in fonderia
    • Riciclare rottami di metallo
    • Colorare il vetro
    • Usare colori per le ceramiche che contengono piombo
    • Dipingere il metallo
    • Riparare automobili
    • Lavorare come elettricista
    • Collegare cavi
  • Esiste un modo per proteggersi dall’esposizione da piombo?

    Sì, se si vive in una casa costruita prima del 1978:

    • Dal momento che la casa potrebbe essere contaminata, far controllare da un professionista la casa e il terreno che la circonda
    • Passare lo straccio di frequente su pavimenti e superfici per moderare la quantità di polvere
    • Rimuovere la polvere da tappeti e tappezzeria- usare un filtro HEPA se possibile
    • Verificare mensilmente che non vi siano scheggiature, superfici senza rivestimento, o altre superfici danneggiate soprattutto nelle zone di finestre e portici; riparare le eventuali scheggiature, superfici senza rivestimento, o altre superfici danneggiate quindi ripulire accuratamente la zona per rimuovere la polvere ricca di piombo
    • Imparare come rinnovare e riparare lavorando in modo sicuro in modo da non creare più polvere carica di piombo e ulteriore contaminazione
       

    Per i bambini

    • Lavare loro le mani e i giocattoli frequentemente, in modo da ridurre la contaminazione con polvere carica di piombo
    • Proibire l’utilizzo di preparati che contengono piombo
    • Allontanarli (così come le donne in gravidanza) dale zone contaminate da piombo e dalle zone di ristrutturazione
    • Non lasciare che i bambini si infilino oggetti in bocca che non sono utilizzabili come giocattoli, incluse le chiavi, i gioielli o la spazzatura
    • Far testare i bambini ad 1 e a 2 anni d’età- contattare l’ASL di riferimento per saperne di più sulle raccomandazioni di screening dell’area in cui si vive
  • C’è un modo per proteggere sè stessi e la propria famiglia dall’esposizione da piombo se si lavora in un’area pericolosa?

    Sì, se si lavora in un ambiente potenzialmente pericoloso per l’esposizione alle polveri o al fumo con piombo:

    • Lavarsi le mani prima di mangiare, bere o fumare
    • Mangiare, bere e fumare in zone che sono libere dalla polvere e dai fumi di piombo
    • Indossare un respiratore con filtro HEPA (classe N-100), radersi la barba per ricavarne i benefici migliori.
    • Tenere i propri abiti non da lavoro in un posto pulito; cambiare vestiti e scarpe prima di lavorare con il piombo
    • Fare immediatamente una doccia dopo aver lavorato col piombo, prima di andare a casa
    • Lavare i vestitti da lavoro sul posto di lavoro o separatamente da quelli degli altri membri della famiglia
  • Come si può scoprire se il posto di lavoro è pericoloso?

    Per maggiori informazioni sull’intossicazione da piombo e la sicurezza sul lavoro, visitare il sito del National Center for Environmental Health: http://www.cdc.gov/nceh.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

National Center for Environmental Health. Screening Young Children for Lead Poisoning, 1997. Available online at http://www.cdc.gov/nceh/lead/guide/guide97.htm.

California Department of Health Services, Occupational Health Branch. "How to Prevent Lead Poisoning on Your Job", 2000. Pp 9,10,23.

Hipkins KL, Materna BL, Kosnett MJ, Rogge JW, Cone JE. Medical surveillance of the lead exposed worker. AAOHN Journal 46(7):330-339.

Todd AC, et al. "Unraveling the chronic toxicity of lead: An essential priority for environmental health". Environmental Health Perspectives, 104(Supp 1):141-146; March 1996.

A Manual of Laboratory & Diagnostic Tests (sixth edition), Frances Fischbach, editor. Philadelphia: Lippincott Williams& Wilkins, 2000; Pp 398-400; 1179-1180.

General Industry Federal OSHA Lead Standard, 29 CFR 1910.1025

Residential Lead Hazard Standards - TSCA Section 403 Environmental Protection Agency, Office of Pollution Prevention and Toxics. Available online at http://www.epa.gov/lead/leadhaz.htm.

Blood Lead Levels in Young Children — United States and Selected States, 1996-1999 Centers for Disease Control and Prevention, MMWRDecember 22, 2000 / 49(50);1133-7.

Management Guidelines for Blood Lead Levels in Children and Adults. California Department of Health Services. Available online at http://www.dhs.cahwnet.gov/ohb/OLPPP/mgmtgdln.htm.

Michael E. Ottlinger, PhD. Senior Toxicologist, Centers for Disease Control and Prevention, Cincinnati, OH.

Mitchell G. Scott, PhD. Division of Laboratory Medicine, Washington University School of Medicine, St. Louis, MO.

Raymond K. Meister, MD, MPH. Occupational health physician.

Thomas P. Moyer, PhD. Professor of Laboratory Medicine, Division of Clinical Biochemistry & Immunology, Department of Laboratory Medicine & Pathology, Mayo Clinic, Rochester, MN.

(2005 October 1). Lead Exposure in Children: Prevention, Detection, and Management. American Academy of Pediatrics, PEDIATRICS Vol. 116 No. 4 October 2005, Pp. 1036-1046.

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby’s Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO.

(2005 June 23, Reviewed) Lead Health Effects. U.S. Department of Labor, Occupational Safety & Health Administration [On-line information]. Available online at http://www.osha.gov/SLTC/lead/recognition.html.

(2005 July, Updated). Lead Poisoning in Children. Familydoctor.org [On-line information]. Available online at http://familydoctor.org/617.xml.

(2005 September, Revised). Management Guidelines for Blood Lead Levels in Children and Adults. California Department of Health Services [On-line information]. PDF available for download at http://www.dhs.ca.gov/ohb/OLPPP/mgmtgdln.pdf.

Hipkins, K. et. al. (2004 November/December). Family Lead Poisoning Associated with Occupational Exposure. Clin Pediatr 2004;43:845-849. PDF available for download at http://www.dhs.ca.gov/ohb/OLPPP/family_lead_poisoning.pdf.

(2005 May 25, Reviewed). CDC Childhood Lead Poisoning Prevention Program, CDC Recommendations for Lead Poisoning Prevention in Newly Arrived Refugee Children. CDC National Center for Environmental Health [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/nceh/lead/Refugee%20recs.htm.

(2005 September). ToxFAQs™ for Lead. Agency for Toxic Substances and Disease Registry (ATSDR) [On-line information]. Available online at http://www.atsdr.cdc.gov/tfacts13.html.

(2005 September). Public Health Statement, from Toxicological Profile for Lead, Draft for Public Comment. Agency for Toxic Substances and Disease Registry (ATSDR) [[On-line information]. Available online at http://www.atsdr.cdc.gov/toxprofiles/tp13.html.

(2006 January 13, Reviewed). General Lead Information, Questions and Answers. CDC, National Center for Environmental Health [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/nceh/lead/faq/about.htm.

(2002 March). Managing Elevated Blood Lead Levels Among Young Children: Recommendations from the Advisory Committee on Childhood Lead Poisoning Prevention. CDC [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/nceh/lead/CaseManagement/caseManage_main.htm.

(2003 September 12). Surveillance for Elevated Blood Lead Levels Among Children --- United States, 1997—2001 CDC MMWR [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhtml/ss5210a1.htm.

(2004 July 9). Adult Blood Lead Epidemiology and Surveillance --- United States, 2002. CDC MMWR [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhtml/mm5326a2.htm.

SN Tsekrekos, I Buka. Paediatr Child Health Vol 10, No 4. April 2005.

Dr. Irena Buka MB, ChB, FRCPC. Pediatric Environmental Health Clinic. Edmonton, Alta. Canada.

Harold E. Hoffman, MD, FRCPC, FACOEM. Occupational & Environmental Medicine. Edmonton, Alberta, Canada.

Kathy Leinenkugel, CLS. Lead Program Coordinator, Douglas County Health Department. Omaha, NE.

Thomas P. Moyer, Ph.D. Professor of Laboratory Medicine, Mayo College of Medicine. Vice Chair for Diagnostic Development, Department of Laboratory Medicine & Pathology. Co-Director for Medical Affairs, Mayo Collaborative Services, Inc. Mayo Clinic, Rochester, MN.

Clarke, W. and Dufour, D. R., Editors (© 2006). Contemporary Practice in Clinical Chemistry: AACC Press, Washington, DC. Pp 474.

Wu, A. (© 2006). Tietz Clinical Guide to Laboratory Tests, 4th Edition: Saunders Elsevier, St. Louis, MO. Pp 658-659.

(Updated 2008 May 30). Lead. U.S. Dept of Labor OSHA [On-line information]. Available online at http://www.osha.gov/SLTC/lead/index.html. Accessed June 2009.

(Updated 2009 February 01). Lead. ATSDR [On-line information]. Available online at http://www.atsdr.cdc.gov/substances/toxsubstance.asp?toxid=22. Accessed June 2009.

(Updated 2007 October 05) ToxFAQs™ for Lead. ATSDR [On-line information]. Available online at http://www.atsdr.cdc.gov/tfacts13.html. Accessed June 2009.

(2009 May 19). Lead in Paint, Dust, and Soil. U.S. Environmental Protection Agency [On-line information]. Available online at http://www.epa.gov/opptintr/lead/index.html. Accessed June 2009.

Alexander, D. (Updated 2007 May 25). Lead levels – blood [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003360.htm. Accessed June 2009.

(2007 November 2). Interpreting and Managing Blood Lead Levels <10 µg/dL in Children and Reducing Childhood Exposures to Lead. CDC MMWR 56(RR08);1-14;16 [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhtml/rr5608a1.htm. Accessed June 2009.

(Revised 2007 August 20). Case Studies in Environmental Medicine (CSEM), Lead Toxicity, What Tests Can Assist with Diagnosis of Lead Toxicity? ATSDR [On-line information]. Available online at http://www.atsdr.cdc.gov/csem/lead/pbtests_diagnosis2.html. Accessed June 2009.

(Updated 2008 September) Lead Poisoning. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/ToxinsTraceMetals/LeadPoisoning.html. Accessed June 2009.

APHA. CDC Accepts Advisory Committee Recommendation to Replace "Level of Concern" for Lead Poisoning with New Reference Value. Washington, D.C. May 16, 2012. Available online at http://www.apha.org/about/news/pressreleases/2012/cdc+advisory+new+reference+value.htm. Accessed May 2012.

Centers for Disease Control and Prevention. CDC Response to Advisory Committee on Childhood Lead Poisoning Prevention Recommendations in "Low Level Lead Exposure Harms Children: A Renewed Call of Primary Prevention." PDF available for download at http://www.cdc.gov/nceh/lead/ACCLPP/CDC_Response_Lead_Exposure_Recs.pdf. Accessed May 2012.

KidsHealth.org. Blood Test: Lead. Available online at http://kidshealth.org/parent/system/medical/test_lead.html#. Accessed February 2012. 

(January 4, 2012) Report of the Advisory Committee on Childhood Lead Poisoning Prevention of the Centers for Disease Control and Prevention, Low Level Lead Exposure Harms Children: A Renewed Call for Primary Prevention. PDF available for download at http://www.cdc.gov/nceh/lead/ACCLPP/Final_Document_011212.pdf. Accessed February 2012. 

HealthyChildren.org. Lead Poisoning. Available online through http://www.healthychildren.org. Accessed February 2012.

American Academy of Pediatrics. Lead Exposure in Children: Prevention, Detection, and Management. Pediatrics Vol. 116 No. 4 October 1, 2005, Pp 1036 -1046. Available online at http://aappolicy.aappublications.org/cgi/content/full/pediatrics;116/4/1036#SEC7. Accessed February 2012.

Donald L. Simmons, Ph.D. Laboratory Manager. State Hygienic Laboratory - Ankeny Ankeny, IA.

OSHA Blood Lead Regulations. Available online at http://www.ehow.com/about_5538910_osha-blood-lead-regulations.html. Accessed April 2012. 

Wengrovitz, Anne M. and Brown, Mary Jean. Recommendations for Blood Lead Screening of Medicaid-Eligible Children Aged 1--5 Years: an Updated Approach to Targeting a Group at High Risk. MMWR. August 7, 2009. 58(RR09);1-11. Available online at http://www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhtml/rr5809a1.htm. Accessed June 2012.