Noto anche come
Ligando di morte cellulare programmata-1 (PD-L1)
Inibitore del check-point immunitario
Nome ufficiale
Immunoistochimica del PD-L1 (ligando di morte cellulare programmata-1)
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 23.03.2020.
in Sintesi
Perché Fare il Test?

Come supporto nel definire la terapia per un carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) o per altri tipi di tumore

Quando Fare il Test?

In seguito alla diagnosi di carcinoma polmonare non a piccole cellule o di altri tumori; in pazienti in terapia che mostrano progressione tumorale

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di tessuto tumorale prelevato tramite biopsia o rimozione chirurgica

​​​​​​​Il Test Richiede una Preparazione?

Nella maggior parte dei casi la preparazione richiesta è minima, ma può dipendere dal metodo utilizzato per prelevare il campione. In tal caso, l’operatore sanitario provvederà a fornire le opportune istruzioni prima della raccolta dei campioni

L’Esame

Questo esame misura il livello di espressione di PD-L1 (Programmed Death-Ligand 1, ligando di morte cellulare programmata-1) sulla superficie delle cellule tumorali, al fine di definire la terapia adeguata per certi tipi di tumore. Il PD-L1 è una proteina presente sulla superficie di alcune cellule dell’organismo. Questa proteina può essere esposta sulla superficie di alcune, ma non di tutte, cellule tumorali, dalle quali viene sfruttata per sfuggire al sistema immunitario (il sistema di difesa del nostro organismo).

Il sistema immunitario utilizza nei confronti delle cellule tumorali gli stessi meccanismi di difesa impiegati per eliminare le infezioni: vengono stimolati alcuni tipi di cellule T (linfociti T), che riconoscono e attaccano direttamente le cellule tumorali, così  come altre cellule anomale o infettive. Tuttavia, il nostro organismo possiede dei “check-point immunitari” che impediscono alle cellule T di distruggere erroneamente le cellule normali. Un esempio di questi check-point sono la  proteina PD-1 (Programmed Death 1, recettore di morte programmata 1) e il suo ligando, PD-L1: la proteina PD-L1 esposta sulla superficie delle cellule normali riconosce e blocca l’interazione tra PD-1 e linfociti T, inibendone l’attivazione e sopprimendo la risposta immunitaria.

Tuttavia, anche alcune cellule tumorali sovraesprimono sulla loro superficie il PD-L1, sfruttandone il meccanismo protettivo dall’azione dei linfociti T. In questo modo, le cellule tumorali hanno maggiori probabilità di inattivare le cellule T, eludere il sistema immunitario e sopravvivere.

Allo scopo di “ripristinare” l’attività antitumorale, sono stati sviluppati nuovi farmaci (immunoterapie) in grado di interrompere l'interazione tra PD-L1 e PD-1: essi consistono in anticorpi che attaccando PD-L1 o PD-1 (e pertanto bloccandone l’interazione) inibiscono l’inattivazione dei linfociti T da parte delle cellule tumorali. L’effetto è quello di potenziare i meccanismi di difesa dell’organismo, aumentando le capacità del sistema immunitario di riconoscere e combattere il tumore.

I farmaci anticorpali che inibiscono il check-point PD-1/PD-L1 sono in grado di bloccare o rallentare la crescita di tumori quali melanoma, tumore polmonare non a piccole cellule, tumore ai reni, alla vescica, al testa-collo e linfoma di Hodgkin. Inoltre, l’immunoterapia è tuttora in fase di studio per il trattamento di altri tipi di cancro.

Gli intervalli di riferimento dipendono da molteplici fattori, quali l’età e il sesso del paziente, la popolazione di riferimento e il metodo utilizzato per l’esecuzione dell’esame. Il risultato numerico di un test può pertanto avere significati diversi in laboratori differenti.

Per queste ragioni, nel presente sito web non vengono riportati gli intervalli di riferimento. Per la valutazione dei risultati dei test, Lab Tests Online raccomanda di riferirsi ai valori di riferimento forniti dal laboratorio nel quale questi sono stati eseguiti. Gli intervalli di riferimento di ciascun test sono riportati sul referto di laboratorio, accanto al nome ed al risultato dello stesso. Per alcuni esempi clicca qui.

Per maggiori informazioni si rimanda agli articoli: Gli Intervalli di Riferimento ed il loro Significato e Comprendere il Referto di Laboratorio.

Se il sottoporsi alle analisi mediche provoca stati d'ansia o di disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli:

Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un altro articolo, Il prelievo ematico: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico.

Accordion Title
Come e Perché
  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    Questo esame viene utilizzato per rilevare la presenza di PD-L1 nel tessuto tumorale, al fine di definire la terapia per il carcinoma polmonare non a piccole cellule e per altri tipi di tumore. Infatti, accertare la presenza del PD-L1 su queste cellule contribuisce a determinare se l'utilizzo di immunoterapici (inibitori di PD-1 o di PD-L1), come l'atezolizumab, il nivolumab e il pembrolizumab, può essere utile per il trattamento del tumore.

    Il livello di espressione di  PD-L1 può essere misurato tramite test immunoistochimici (IHC), i quali determinano se la quantità di PD-L1 espressa dal tessuto tumorale è sufficiente per definire il paziente un buon candidato alla terapia con inibitori. (Per maggiori dettagli sull'IHC, consultare la sezione "Tecniche speciali" dell'articolo sull’Anatomia Patologica).

    Varianti del test PD-L1

    Esistono diverse varianti del test PD-L1, che non sono interscambiabili. Il tipo di test e l’interpretazione dei risultati variano in relazione al tipo di tumore e allo specifico farmaco immunoterapico. Il PD-L1 può essere richiesto o solo raccomandato prima di iniziare il trattamento farmacologico, in  relazione al tipo di tumore e al tipo di farmaco.

    I test e i trattamenti sono in continua evoluzione: attualmente, il test PD-L1 può essere utilizzato come supporto nel definire la terapia per i seguenti tumori:

    • Carcinoma polmonare non a piccole cellule
    • Tumore alla vescica e tumori uroteliali correlati
    • Adenocarcinoma della giunzione gastro-esofagea, o carcinoma esofageo a cellule squamose
    • Carcinoma a cellule squamose della testa e del collo
    • Tumore al collo dell'utero
    • Tumore al seno
    • Melanoma
  • Quando viene prescritto?

    Quando il medico vuole stabilire se un paziente con diagnosi di tumore è un buon candidato per ricevere il trattamento con inibitori di PD-L1 o PD-1.

    Il test può essere richiesto prima del trattamento.

    • Diagnosi “companion” (che abbina la diagnosi molecolare ai farmaci immunoterapici): per alcune combinazioni di tipologia di tumore e immunoterapia, è necessario eseguire il test prima di iniziare la terapia.
    • Diagnosi complementare: per alcune combinazioni, il test è raccomandato ma non richiesto.

    Talvolta, il test PD-L1 viene richiesto quando il tumore ricompare a seguito di chemioterapia o di un altro trattamento farmacologico. Inoltre, può essere prescritto quando si sta considerando l’impiego di farmaci anti-PD-L1, in pazienti con tumore alla stadio avanzato ed opzioni di trattamento limitate.

  • Cosa significa il risultato del test?

    I risultati del test PD-L1 sul tessuto tumorale possono essere riportati come dati qualitativi (espresso o non espresso) o quantitativi (sotto forma di uno specifico punteggio). Il referto può anche includere un'interpretazione sul significato clinico dei dati.

    I soggetti risultati positivi all’espressione della proteina PD-L1 sul tessuto tumorale sono considerati buoni candidati per ricevere il farmaco immunoterapico. Tuttavia, non tutti i pazienti con sovraespressione di PD-L1 risulteranno responsivi all'immunoterapia, e la responsività può variare nel corso del tempo.

    I soggetti con espressione di PD-L1 scarsa o insufficiente hanno minor probabilità di beneficiare dell’immunoterapia; in tal caso, possono essere presi in considerazione trattamenti diversi.

    Un risultato negativo indica che il PD-L1 è presente in quantità insufficiente nel campione testato. Talvolta l’espressione di PD-L1 può risultare marcatamente eterogenea in porzioni differenti del tumore e, pertanto, un singolo campione bioptico può non essere rappresentativo dell’intero tumore. Può anche essere presente una variabilità spazio-temporale: ad esempio, l’espressione di PD-L1 può variare tra il tumore primario e la recidiva.

  • C’è altro da sapere?

    Il test PD-L1 è richiesto o raccomandato solo per alcuni tipi di tumore e solo in pazienti per i quali si sta considerando l’impiego di farmaci anti-PD-L1. Questo test non viene utilizzato per lo screening o la diagnosi tumorale.

Accordion Title
Domande Frequenti
  • Quanto tempo è necessario per eseguire il test?

    Questo esame non viene eseguito in tutti i laboratori. Dipende dal laboratorio che esegue il test e dalla necessità o meno di spedire il campione.

  • È possibile eseguire il test su un campione di sangue invece su una biopsia tissutale?

    Per la diagnosi tumorale e per eseguire il test PD-L1 è attualmente necessaria una biopsia tissutale.

  • È davvero necessario eseguire il test PD-L1 prima di iniziare la terapia?

    I test sono richiesti per quelle combinazioni di tipologia tumorale e farmaci immunoterapici che necessitano di una “diagnosi companion”. Per le combinazioni che necessitano di una “diagnosi complementare” il test è raccomandato ma non richiesto. L’impiego dei farmaci immunoterapici sta rapidamente progredendo, in concomitanza alla disponibilità di quantità maggiori di dati.

  • Quali sono i possibili effetti collaterali dell’immunoterapia?

    Dal momento che la proteina PD-L1 può essere presente anche sulla superficie delle cellule normali dell’organismo, l'utilizzo delle immunoterapie (che potenziano la risposta immunitaria) può essere correlato alla distruzione delle cellule sane da parte del sistema immunitarie. Altri effetti collaterali comunemente riscontrati includono senso di spossatezza, perdita di appetito, nausea, tosse, eritemi cutanei e prurito. Occorre discutere con il curante in merito ai rischi e ai benefici associati ad ogni trattamento.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

(2019 May 31, Updated). Non-Small Cell Lung Cancer Treatment (PDQ ®) – Patient Version. National Cancer Institute. Available online at https://www.cancer.gov/types/lung/patient/non-small-cell-lung-treatment-pdq#_164. Accessed on 9/14/19.

Dacic, S. (2018). Time is up for PD-L1 Testing Standardization in Lung Cancer. Medscape from Ann Oncol. 2018;29(4):791-792. Available online at https://www.medscape.com/viewarticle/897006. Accessed on 9/14/19.

Tan, W. and Huq, S. (2019 August 23, Updated). Non-Small Cell Lung Cancer (NSCLC). Medscape Oncology. Available online at https://emedicine.medscape.com/article/279960-overview. Accessed on 9/14/19.

(2019 April 15, Updated). PDL1 (Immunotherapy) Tests. MedlinePlus Medical Encyclopedia. Available online at https://medlineplus.gov/lab-tests/pdl1-immunotherapy-tests/. Accessed on 9/14/19.

LoCicero, R. et. al. (2018 January 16, Updated). Lung cancer - non-small cell. MedlinePlus Medical Encyclopedia. Available online at https://medlineplus.gov/ency/article/007194.htm Accessed on 9/14/19.

Deftereos, G. (2019 July, Updated). PD-L1 Testing. ARUP Consult. Available online at https://arupconsult.com/content/pd-l1-testing. Accessed on 9/14/19.

Harrison, P. (2019 September 12). Unprecedented Survival in Lung Cancer With Immunotherapy. Medscape Conference News WCLC 2019. Available online at https://www.medscape.com/viewarticle/918298. Accessed on 9/14/19.

Hernandez, A. et. al. (2019). Assessment of Programmed Death–ligand 1 (PD-L1) Immunohistochemical Expression on Cytology Specimens in Non–Small Cell Lung Carcinoma. Medscape from Am J Clin Pathol. 2019;151(4):403-415. Available online at https://www.medscape.com/viewarticle/909910. Accessed on 9/14/19.

Boggs, W. (2019 July 8). High Prevalence of PD-L1 Expression in Non-Small-Cell Lung Cancer. Medscape News Reuters Health Information. Available online at https://www.medscape.com/viewarticle/915266. Accessed on 9/14/19.

(2018 October 1, Updated). About Non-Small Cell Lung Cancer. American Cancer Society. Available online at https://www.cancer.org/content/dam/CRC/PDF/Public/8703.00.pdf. Accessed on 9/14/19.

(2019 April 18, Updated). Treating Non-Small Cell Lung Cancer. American Cancer Society. Available online at https://www.cancer.org/content/dam/CRC/PDF/Public/8706.00.pdf. Accessed on 9/14/19.

Jin, J. et. al. (2019 April 16). Identification of Genetic Mutations in Cancer: Challenge and Opportunity in the New Era of Targeted Therapy. Front Oncol. 2019; 9: 263. Available online at https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6477148/. Accessed on 9/14/19.

(2019 May). PD-L1 by Immunohistochemistry: Options for Companion and Complementary Diagnostic Assays. Mayo Clinic Laboratories. Available online at https://www.mayocliniclabs.com/it-mmfiles/PD-L1_Immunohistochemistry_Options.pdf. Accessed on 9/14/19.

(2018 October 1, Updated). Immune checkpoint inhibitors to treat cancer. American Cancer Society. Available online at https://www.cancer.org/treatment/treatments-and-side-effects/treatment-types/immunotherapy/immune-checkpoint-inhibitors.html. Accessed on 9/14/19.

Pons-Tostivint, E. et. al. (2019). Comparative Analysis of Durable Responses on Immune Checkpoint Inhibitors Versus Other Systemic Therapies. Medscape from JCO Precis Oncol. 2019;2019(3). Available online at https://www.medscape.com/viewarticle/910044. Accessed on 9/14/19.

Douglas, D. (2019 May 3). Adverse Events Common With PD-1 and PD-L1 Inhibitors. Medscape News Reuter Health Information. Available online at https://www.medscape.com/viewarticle/912454. Accessed on 9/14/19.

Mulcahy, N. (2019 April 11). More Biomarkers Needed in Cancer Immunotherapy. Medscape Conference News NCCN 2019. Available online at https://www.medscape.com/viewarticle/911719. Accessed on 9/14/19.

Liu, J. et. al. (2018 December). Efficacy and safety of PD1/PDL1 blockades versus docetaxel in patients with pretreated advanced non-small-cell lung cancer: a meta-analysis. Onco Targets Ther. 2018 Dec 3;11:8623-8632. Available online at https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30584321. Accessed on 9/14/19.

Havel, J. et. al. (2019 March). The evolving landscape of biomarkers for checkpoint inhibitor immunotherapy. Nat Rev Cancer. 2019 Mar;19(3):133-150. Available online at https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30755690. Accessed on 9/14/19.

(© 1995–2019). Programmed Death-Ligand 1 (PD-L1) (SP263), Semi-Quantitative Immunohistochemistry, Manual. Mayo Clinic Laboratories. Available online at https://www.mayocliniclabs.com/test-catalog/Clinical+and+Interpretive/603755. Accessed on 9/14/19.

(© 1995–2019). Programmed Death-Ligand 1 (PD-L1) (SP142), Semi-Quantitative Immunohistochemistry, Manual. Mayo Clinic Laboratories. Available online at https://www.mayocliniclabs.com/test-catalog/Overview/603769. Accessed on 9/14/19.

(© 1995–2019). Programmed Death-Ligand 1 (PD-L1) (22C3), Semi-Quantitative Immunohistochemistry, Manual. Mayo Clinic Laboratories. Available online at https://www.mayocliniclabs.com/test-catalog/Overview/603762. Accessed on 9/14/19.

(© 2019). Immune Checkpoint Inhibitors. MD Anderson Cancer Center. Available online at https://www.cancer.org/treatment/treatments-and-side-effects/treatment-types/immunotherapy/immune-checkpoint-inhibitors.html. Accessed on 9/14/19.