Noto anche come
Fibronectina fetale
Nome ufficiale
Fibronectina fetale
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 06.12.2017.
In Sintesi
Perché fare il test?

Per valutare il rischio di una donna in gravidanza di partorire anticipatamente.

Quando fare il test?

Nel caso in cui una donna in gravidanza alla 22esima-35esima settimana di gravidanza abbia i sintomi di un parto prematuro; talvolta nelle donne a rischio di partorire anticipatamente, come in coloro che abbiano avuto un precedente parto prematuro o che abbiano la cervice uterina accorciata.

Che tipo di campione viene richiesto?

Un campione di secrezione cervicale o vaginale.

 

Il test richiede una preparazione?

No, ma per ridurre il rischio di risultati falsamente positivi, può essere richiesto di astenersi dai rapporti sessuali nelle 24h precedenti la raccolta del campione. La raccolta deve essere effettuata prima di sottoporsi a visite ginecologiche.

L'Esame

La fibronectina fetale (fFN) é una glicoproteina la cui misura può essere usata come per la valutazione del rischio a breve termine di parto prematuro. La fFN viene prodotta in una sede posta tra il sacco amniotico (che avvolge il bambino) e la parete dell’utero materno (la decidua), chiamata giunzione uteroplacentale (o coriodeciduale). La fibronectina fetale é in genere confinata in questa sede e si pensa che aiuti a mantenerne l’integrità. La fFN é normalmente riscontrabile nella secrezione cervicovaginale durante i primi mesi di gravidanza, e, in una gravidanza normale, non é più rilevabile per le successive 24 settimane. Tuttavia ricompare ed è nuovamente rilevabile alla 36esima settimana circa.

Una gravidanza normale dura circa 40 settimane, con il possibile ingresso in travaglio tra la 37esima e la 42esima settimana. La fFN viene rilasciata dall’organismo in preparazione al parto, pertanto non é insolito trovarla nelle secrezioni cervico-vaginali dopo la 36esima settimana. I livelli elevati di fFN nelle secrezioni vaginali nelle prime settimane di gravidanza riflettono invece la normale crescita e formazione dei tessuti in sede uteroplacentare, con livelli in diminuzione al completamento di questa fase. La fFN non dovrebbe essere rilevabile tra la 22esima e la 35esima settimana di gravidanza. Infatti livelli elevati di fFN in questo periodo riflettono un disturbo alla giunzione uteroplacentare e sono pertanto collegati ad un incrementato rischio di parto pretermine.

Accordion Title
Come e Perché
  • Come viene raccolto il campione per il test?

    Il campione di secrezioni cervicovaginali viene prelevato tramite l’utilizzo di un tampone posto nella parte posteriore della vagina o nella zona immediatamente esterna all’apertura della cervice.

  • Esiste una preparazione al  test che possa assicurare la buona qualità del campione?

    Qualsiasi evento meccanico possa disturbare la cervice o l’utero ha il rischio di aumentare il livelli di fFN. Perciò le secrezioni cervicovaginali dovrebbero essere raccolte prima di qualsiasi visita ginecologica. Dovrebbe essere evitato l’utilizzo di lubrificanti, lozioni, saponi o lavaggi vaginali. Il liquido spermatico può contenere una quantità sufficiente di fFN da comportare un risultato falsamente positivo pertanto dovrebbero essere evitati i rapporti sessuali nelle 24 ore antecedenti l’esecuzione della raccolta.

     

  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    La fibronectina fetale (fFN) viene misurata nelle donne in gravidanza che, pur essendo alla 22esima-35esima settimana, presentano i sintomi di un parto pretermine. Questo test è un ausilio nella valutazione del rischio di un parto pretermine.

    Molte donne in gravidanza avvertono dei sintomi che possono suggerire un parto pretermine. Tali sintomi possono comprendere contrazioni uterine, cambiamenti delle secrezioni vaginali, dolore alla schiena, senso di pressione in zona pelvica, crampi e dilatazione cervicale. Tuttavia, non tutte le donne con questi sintomi vanno effettivamente incontro ad un parto prematuro e per la maggior parte partoriscono a termine.

    Sfortunatamente, nonostante molti bambini nati prematuramente non abbiano problemi, questo evento può comportare la comparsa di gravi complicanze. Spesso i bambini nati prima della 37esima settimana hanno difficoltà a respirare ed a nutrirsi. Possono infatti avere i polmoni ed altri organi ancora immaturi e che non funzionano normalmente; il carico di lavoro loro richiesto può causare problemi di salute persistenti. Più prematuro è un neonato, maggiori sono i rischi che sviluppi delle complicanze.

    Nel caso in cui il clinico lo ritenga necessario, potrà valutare se sottoporre la donna a rischio di parto prematuro a cure mirate a ritardare il parto. Questi trattamenti potrebbero però avere effetti collaterali indesiderati  e pertanto la conoscenza del rischio effettivo di parto pretermine può indirizzare la decisione del clinico. Il test fFN é uno strumento relativamente non invasivo che può essere di sostegno al clinico nella distinzione delle donne effettivamente a rischio di parto pretermine e quelle a basso rischio.

    Il test della fibronectina fetale (fFN) dovrebbe essere eseguito solo nelle donne che:

    • Hanno il sacco amniotico integro
    • Hanno la cervice che dilatata più di 3 centimetri
    • Hanno solo un lieve sanguinamento vaginale
    • Non sono state sottoposte a cerchiaggio cervicale (procedura eseguita per rafforzare il collo dell’utero che consiste nella chiusura del collo dell’utero con una sutura per prevenire il parto pretermine)

    Il test fFN test non é raccomandato per lo screening di pazienti asintomatiche a basso rischio di parto pretermine.

  • Quando viene prescritto?

    Il test fFN viene richiesto quando una donna in gravidanza tra la 22esima e la 35esima settimana presenti i sintomi di parto pretermine. Questi sintomi possono includere la presenza di contrazioni uterine, cambiamenti nelle secrezioni vaginali, mal di schiena, crampi addominali, senso di pressione in zona pelvica e/o crampi.

    Il test fFN può essere ripetuto dopo due settimane dal primo test, qualora il risultato sia stato negativo ma i sintomi persistano nei successivi 7-14 giorni. Il test può essere ripetuto più volte dal momento che il risultato di ciascun test ha una validità di 7-14 giorni.

    Il test fFN non deve essere utilizzato in donne con rottura della placenta (distacco prematuro della placenta), con la rottura prematura del sacco amniotico, placenta previa (placenta posta nella parte inferiore dell’utero) o sanguinamento vaginale da lieve a moderato.

  • Che cosa significa il risultato del test?

    Un risultato positivo per la presenza di fFN non ha un alto valore predittivo per il parto pretermine. Tuttavia, un risultato negativo è altamente predittivo per l’assenza di un parto pretermine nelle due settimane successive l’esecuzione del test.

    In altre parole, nel caso in cui il test fFN venga eseguito su donne con i sintomi di parto pretermine e con le caratteristiche idonee all’esecuzione del test, un risultato negativo indica che le probabilità per quella donna di partorire nelle due settimane successive è inferiore all’1%. Il clinico può comunque avvalersi di ulteriori test e della propria esperienza per valutare ciascuna singola situazione.
    Poiché i trattamenti necessari a contrastare un eventuale parto pretermine non sono privi di rischi, un risultato fFN negativo può essere un utile strumento per ridurre le terapie farmacologiche e le ospedalizzazioni non necessarie.

    Un risultato positivo per il test fFN è invece meno specifico. È effettivamente associato con un aumentato rischio di parto pretermine e con le complicanze neonatali correlate, ma non fornisce informazioni sicure riguardo l’effettivo parto pretermine. Un risultato positivo pertanto si accompagna ad un monitoraggio più attento e costante della donna.

  • C’è altro da sapere?

    Se il rischio di parto pretermine è alto, possono essere adottate ulteriori strategie volte a ritardare quanto più possibile la nascita e favorire il completo sviluppo del bambino. Le contrazioni uterine possono essere inibite tramite una terapia tocolitica (utilizzo di farmaci che riducono la contrattilità uterina). Il progesterone può ridurre l’incidenza di nascita pretermine in donne con storia positiva in precedenti gravidanze mentre  l’uso di corticosteroidi può aiutare il completamento della maturazione polmonare del bambino. Inoltre, la donna dovrebbe essere tenuta a riposo e, se necessario, ricoverata in centri specializzati nel trattamento di neonati prematuri.

Accordion Title
Domande Frequenti
  • Quali sono i fattori di rischio di parto pretermine?

    Esistono numerosi fattori di rischio, ma i più importanti sembrano essere:

    • Donne con precedenti parti pretermine
    • Gravidanze gemellari o plurigemellari
    • Cervice uterina corta
       

    Altri fattori di rischio includono:

    • Cure prenatali tardive o assenti
    • Presenza di patologie croniche, come il diabete o ipertensione
    • Problemi all’utero, cervice o placenta
    • Aver contratto alcuni tipi di infezioni durante la gravidanza
    • Il soprappeso o sottopeso prima della gravidanza o l’aver acquisito troppo o troppo poco peso durante la gravidanza
    • Fumo di sigaretta, assunzione di alcol o uso di droghe
    • Aver avuto aborti multipli
       

    Anche l’età materna (meno di 18 anni o più di 40 anni) sembra avere un ruolo nel rischio di parto pretermine; le donne afro-americane hanno un rischio maggiore rispetto alle caucasiche o alle ispaniche.

  • Perché il test non viene effettuato dopo la 35esima settimana?

    Perché la fFN tende naturalmente ad aumentare in prossimità del parto e perché i bambini nati dopo la 35esima settimana tendono a non avere problemi; pertanto il test nelle ultime settimane di gravidanza non viene raccomandato.

  • Il parto pretermine può essere prevenuto?

    In genere no, ma l’utilizzo di terapia tocolitica che inibisce le contrazioni uterine, può ritardare il parto. Allo stesso tempo, la somministrazione di corticosteroidi può aiutare il feto nella maturazione polmonare in modo da prevenire l’insufficienza respiratoria neonatale; la donna può essere trasferita in un centro specializzato.

  • Quali altri test esistono per la valutazione del rischio di parto pretermine?

    Altri test includono la misura della lunghezza della cervice uterina tramite ecografia transvaginale e i test per la vaginosi batterica.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Rigby, F. and de Souza, K. (Updated 2012 November 12). Fetal Fibronectin Tests. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/2035269-overview through http://emedicine.medscape.com. Accessed August 2013.

Artal, R. (Revised 2013 March). Risk Factors for Complications During Pregnancy. Merck Manual for Healthcare Professionals [On-line information]. Available online through http://www.merckmanuals.com. Accessed August 2013.

Grenache, D. (Updated 2012 November). Fetal Lung Maturity - Neonatal Respiratory Distress Syndrome. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/FLM.html?client_ID=LTD throughhttp://www.arupconsult.com. Accessed August 2013.

(Reviewed 2012 October). Fetal fibronectin. March of Dimes [On-line information]. Available online at http://www.marchofdimes.com/pregnancy/fetal-fibronectin.aspx through http://www.marchofdimes.com. Accessed August 2013.

Mayo Clinic staff (2012 February 23) High-risk pregnancy: Know what to expect. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories [On-line information]. Available online at http://www.mayoclinic.com/health/high-risk-pregnancy/MY01923/METHOD=print throughhttp://www.mayoclinic.com. Accessed August 2013.

(Reviewed 2013 June) Preterm labor. March of Dimes [On-line information]. Available online at http://www.marchofdimes.com/pregnancy/preterm-labor-and-birth.aspx through http://www.marchofdimes.com. Accessed August 2013.

Pagana, K. D. & Pagana, T. J. (© 2011). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 10th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 452-453.

Clarke, W., Editor (© 2011). Contemporary Practice in Clinical Chemistry 2nd Edition: AACC Press, Washington, DC. Pp 488-489.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO.

Palkhivala, A.(2002 October 23). AAFP: Foetal Fibronectin Testing May Reduce Need for Transfer to Tertiary Care Centers. Doctor's Guide Global Edition [On-line information]. Available online at http://www.pslgroup.com/dg/221052.htm throughhttp://www.pslgroup.com.

A Diagnostic Test for Accessing the Risk of Preterm Delivery. fFN Professional Home Page, Adeza [On-line information from company]. PDF available for download at http://www.ffntest.com.

Fetal Fibronectin (fFN): A Test for Preterm Delivery. March of Dimes, Professionals and Researchers, Quick Reference and Fact Sheets [On-line information]. Available online at http://www.marchofdimes.com/professionals/681_1149.asp throughhttp://www.marchofdimes.com.

(2000 Spring). Cervical-Vaginal Fetal Fibronectin (fFN) Testing to Predict Preterm Labor & Delivery. University of Washington Dept of Laboratory Medicine Perspectives [Online community newsletter]. PDF available for download at http://depts.washington.edu/labweb/test/pers/perspr00.pdf through http://depts.washington.edu.

High Risk Pregnancy, Preterm Labor. University of Utah Health Sciences Center [On-line information]. Available online at http://www.uuhsc.utah.edu/healthinfo/pediatric/hrpregnant/ptl.htm through http://www.uuhsc.utah.edu.

(2002 April 25, Updated). Fetal Fibronectin for the Prediction of Preterm Labor. Institute for Clinical Systems Improvement, Knowledge Resources Technology Assessment Report [On-line information]. Available online at http://www.icsi.org/knowledge/detail.asp?catID=107&itemID=281 through http://www.icsi.org.

Goldenberg, R. (2002 November). High-Risk Pregnancy Series: An Expert's View, The Management of Preterm labor [On-line information]. Available online through http://www.acog.org/.

(2002 July). FFN, A Test to Aid in the Assessment of Preterm Delivery Risk. Adeza Biomedical Fetal Fibronectin Enzyme Immunoassay and Rapid fFN for the Tli System [On-line information]. PDF available for download at http://www.ffntest.com.

Mark, P. et. Al. (2000 January). ICSI Medical Brief, Fetal Fibronectin for the Prediction of Preterm Labor. ICSI Technology Assessment Report, TA #47 [On-line report]. Available online at http://www.icsi.org/knowledge/detail.asp?catID=107&itemID=281 through http://www.icsi.org.

Von Der Pool, B. (1998 May 15). Preterm Labor: Diagnosis and Treatment. AAFP American Family Physician [On-line Journal]. Available online at http://www.aafp.org/afp/980515ap/vonderp.html through http://www.aafp.org.

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (© 2007). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 8th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 445-446.

Wyatt, S. and Rhoads, S. (2006 September 19). A Primer on Antenatal Testing for Neonatal Nurses: Part 1. Tests Used to Predict Preterm Labor. Medscape from Adv Neonatal Care. 2006;6(4):175-180 [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/543521 through http://www.medscape.com. Accessed on 2/28/07.

(© 2007). Fetal Fibronectin (fFN): A Test for Preterm Delivery. March of Dimes [On-line information]. Available online at http://www.marchofdimes.com/professionals/681_1149.asp through http://www.marchofdimes.com. Accessed on 2/27/07.

(© 2007). What is Preterm Labor. The American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG) [On-line information]. Available online at http://www.acog.org/publications/patient_education/bp087.cfm through http://www.acog.org. Accessed on 3/4/07.

FullTerm, The Fetal Fibronectin Test. ADEZA [On-line information]. Available online at http://www.ffntest.com/html/HCP_US_FullTerm.htm through http://www.ffntest.com. Accessed on 3/3/07.

March of Dimes. Fetal Fibronectin (fFN), A Test for Premature Delivery. Available online at http://www.marchofdimes.com/professionals/14332_1149.asp through http://www.marchofdimes.com. Accessed November 2009.

March of Dimes. About Prematurity, Complications in the Newborn. Available online at http://www.marchofdimes.com/prematurity/index_about_6306.asp through http://www.marchofdimes.com. Accessed November 2009.

AmericanCollegeof Obstetricians and Gynecologists (ACOG). Management of Preterm Labor. ACOG Practice Bulletin, number 43, May 2003 (reaffirmed 2008).

HologicTM. Facts About Fetal Fibronectin Testing.

HologicTM. Frequently Asked Questions: Preterm Birth and Fetal Fibronectic Testing.

Mayo Clinic. Fetal Fibronectic Test. How you prepare. Available online at http://www.mayoclinic.com/health/fetal-fibronectin/MY00128/DSECTION=how-you-prepare through http://www.mayoclinic.com. Accessed November 2009.

Mayo Clinic. Preterm labor: Take prevention seriously. Available online at http://www.mayoclinic.com/health/preterm-labor/PR00118 through http://www.mayoclinic.com. Accessed November 2009.

Clinical Laboratory News. Fetal Fibronectin October 2008: Volume 34, Number 10. Available online at http://www.aacc.org/publications/cln/2008/october/Pages/series_1008.aspx through http://www.aacc.org.