Noto anche come
VLDL
Lipoproteine a densità molto bassa
Nome ufficiale
VLDL-C
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 01.08.2018.
In Sintesi
​​​​​​​Perché Fare il Test?

Come parte dei test per la stima del rischio cardiovascolare.

Quando Fare il Test?

Come parte del profilo lipidico durante un controllo o, più frequentemente, per la stima del rischio cardiovascolare.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue venoso prelevato dal braccio o tramite la puntura di un dito.

Il Test Richiede una Preparazione?

Attualmente viene raccomandato di effettuare il test a digiuno, assumendo solo acqua nelle 9-12 ore precedenti il prelievo. Inoltre, l'alcol non dovrebbe essere assunto nelle 24 ore precedenti. Il clinico potrebbe richiedere di eseguire il test non a digiuno. E' importante seguire tutte le istruzioni fornite dal personale sanitario.

L'Esame

Le lipoproteine a densità molto bassa (Very Low-Density Lipoprotein; VLDL, VLDL-C) sono una delle quattro lipoproteine principali, oltre alle HDL (High-Density Lipoprotein), le LDL (Low-Density Lipoprotein) e i chilomicroni. Ciascuna particella è composta di un insieme di colesterolo, trigliceridi e proteine che variano in tipo e quantità in ciascuna specie. Le LDL contengono la quantità maggiore di colesterolo, le HDL di proteine. Le VLDL e i chilomicroni invece sono maggiormente ricche in trigliceridi.

Le VLDL vengono rilasciate in circolo dal fegato; quindi rilasciano progressivamente i trigliceridi nell'organismo convertendosi in LDL. Secondo le linee guida ATPIII del National Heart, Lung and Blood Institute's National Cholesterol Education Program, le VLDL avrebbero un ruolo importante nell'aterogenesi, nella quale le placche formatesi nella parte interna della parete dei vasi, restringono il lume dei vasi ostacolando il normale flusso sanguigno e aumentando il rischio di attacco cardiaco e ictus.

Attualmente, la misura diretta del colesterolo VLDL (VLDL-C) richiede test particolari. Tuttavia, poiché le VLDL contengono la maggior parte dei trigliceridi circolanti (se a digiuno) e il contenuto di trigliceridi in esse è pressoché costante, è possibile effettuare una stima della quantità di VLDL-C sulla base del valore dei trigliceridi misurati. Per la stima del VLDL-C, è necessario dividere il valore dei trigliceridi misurato per 5, nel caso in cui siano espressi in mg/dL, o 2.2, nel caso siano espressi in mmol/L. Nella maggior parte dei casi, la formula consente di effettuare una stima accurata del reale valore del VLDL-C.

La formula diventa tuttavia meno accurata nel caso in cui il livello dei trigliceridi sia alto, come nel caso in cui, per esempio, la persona non abbia effettuato il prelievo a digiuno. Il calcolo non può essere utilizzato per valori di trigliceridi maggiori a 400 mg/dL (4.5 mmol/L) per la presenza di altre lipoproteine. In queste situazioni, il VLDL-C deve essere misurato in maniera diretta.

Accordion Title
Come e Perché
  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    Il colesterolo VLDL (VLDL-C) può essere richiesto nell'ambito del profilo lipidico, un gruppo di test volti a determinare il rischio cardiovascolare.

    L'aumento dei livelli di VLDL-C riflette l'aumento della presenza di particelle, chiamate lipoproteine a densità molto bassa (VLDL), fattori intermedi della conversione a LDL. L'aumento delle VLDL determina l'accumulo di queste particelle ed il rallentamento della loro conversione a LDL con sviluppo di aterosclerosi e malattie cardiache.

  • Quando viene prescritto?

    Il VLDL-C di solito non viene richiesto in maniera isolata, ma nell'ambito di un pannello di test che spesso compongono il profilo lipidico. Questo viene richiesto nel caso in cui il clinico sospetti malattie cardiovascolari o voglia avere una stima del rischio cardiovascolare.

    Negli individui adulti, è raccomandato approfondire questi aspetti ogni 4-6 anni, allo scopo di valutare il rischio di malattie cardiovascolari. I bambini dovrebbero invece essere sottoposti a questi test una volta, tra i 9 e gli 11 anni, e quindi ad un'età di 17-21 anni.

    Le persone a rischio per questo tipo di malattie, dovrebbero invece sottoporsi a questi test con maggiore frequenza. I fattori di rischio includono la storia familiare positiva per la presenza di malattie cardiache e cardiovascolari, diabete, ipertensione o l'obesità.

  • Cosa significa il risultato del test?

    Livelli elevati di colesterolo VLDL (VLDL-C), maggiori di 30 mg/dL o 0.77 mmol/L, insieme a livelli elevati di colesterolo LDL, sono considerati fattori di rischio per malattie cardiache e ictus. La presenza di valori elevati di VLDL-C e di LDL-C potrebbero richiedere un intervento terapeutico.

    Livelli bassi di VLDL-C, di solito, non sono fonte di preoccupazione.

  • C'è altro da sapere?

    La concentrazione di colesterolo VLDL (VLDL-C), così come quella delle sottofrazioni delle lipoproteine, può essere misurata direttamente tramite tecniche come l'ultracentrifugazione o l'elettroforesi delle lipoproteine. Tuttavia si tratta di tecniche complesse e costose che, pertanto, non vengono utilizzate routinariamente. Questi test vengono di solito eseguiti da laboratori specializzati. Nella routine, i valori del VLDL-C sono calcolati (trigliceridi/5).

Accordion Title
Domande Frequenti
  • E' possibile diminuire i livelli di VLDL-C?

    I livelli di colesterolo VLDL (VLDL-C) possono essere diminuiti, diminuendo i livelli di trigliceridi. A questo scopo, dovrebbe essere adottato uno stile di vita sano, evitare il peso corporeo eccessivo e praticare attività fisica con regolarità. Dovrebbero anche essere limitati gli alimenti ricchi in zucchero e l'alcol, visti i loro effetti importanti sui trigliceridi. In alcuni casi potrebbero essere raccomandati farmaci in grado di diminuire i livelli di colesterolo. E' importante rivolgersi al proprio medico curante per valutare la strategia terapeutica più adatta.

Fonti
Fonti utilizzate nella revisione corrente

Chen, M. (2017 August 2 Updated). VLDL test. MedlinePlus Medical Encyclopedia. Available online at https://medlineplus.gov/ency/article/003494.htm. Accessed May 2018.

Lopez-Jimenez, F. (2015 May 14). What is VLDL cholesterol? Can it be harmful? Mayo Clinic. Available online at https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/high-blood-cholesterol/expert-answers/vldl-cholesterol/faq-20058275. Accessed on May 2018.

Sweeney, M. (2017 March 29 Updated). Hypertriglyceridemia. Medscape Drugs & Diseases. Available online at https://emedicine.medscape.com/article/126568-overview. Accessed on May 2018.

Driver, S. et al. (2016). Fasting or Nonfasting Lipid Measurements It Depends on the Question. J Am Coll Cardiol. 2016;67(10):1227-1234. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/860269. Accessed May 2018.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

MedlinePlus Medical Encyclopedia: VLDL Test. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003494.htm. Accessed May 2010.

National Heart, Lung and Blood Institute. National Cholesterol Education Program Guidelines, Cholesterol, ATP III. Pp 31-34. PDF available for download at http://www.nhlbi.nih.gov/guidelines/cholesterol/atp3full.pdf. Accessed May 2010.

OhioHealthOnline. VLDL cholesterol: What is it? Available online at http://www.ohiohealth.com/bodymayo.cfm?xyzpdqabc=0&id=6&action=detail&ref=2755. Accessed May 2010.

MayoClinic.com. VLDL cholesterol: Is it harmful? Available online at http://www.mayoclinic.com/health/vldl-cholesterol/AN01335. Accessed September 2013.

MedlinePlus Medical Encyclopedia. VLDL test. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003494.htm. Accessed September 2013.