Noto anche come
Peptide Natriuretico di tipo B
Frammento amminoterminale del pro peptide di tipo B
BNP/NT-proBNP
Nome ufficiale
Peptide Natriuretico di tipo B; Frammento amminoterminale del pro peptide natriuretico di tipo B
Ultima Revisione:
Ultima Modifica:
15.01.2018.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Per rilevare, diagnosticare e valutare la gravità dello scompenso cardiaco.
 

 

 

 

Quando Fare il Test?

In presenza di sintomi di scompenso cardiaco, come respiro affannato e stato di affaticamento, o se si è in trattamento per scompenso cardiaco.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue prelevato da una vena del braccio.

Il Test Richiede una Preparazione?

No, nessuna.

L’Esame

Il test misura la concentrazione di BNP e/o NT-pro-BNP nel sangue, per rilevare a valutare la presenza di scompenso cardiaco.  Il peptide natriuretico di tipo B (BNP) e il frammento amminoterminale del pro peptide natriuretico di tipo B (NT-proBNP) sono normalmente prodotti nel cuore e rilasciati in caso di sollecitazioni cardiache.Originariamente il BNP venne chiamato peptide natriuretico cerebrale (Brain Natriuretic Peptide). Il tessuto cerebrale infatti è stato il primo tessuto nel quale questo peptide è stato rilevato. Il BNP viene chiamato così anche per distinguerlo da un’altra proteina simile (chiamata ANP) prodotta negli atri cardiaci. In realtà il BNP è prodotto principalmente dal ventricolo cardiaco sinistro, che pompa il sangue in tutto l’organismo e per questo è responsabile delle variazioni del volume e della pressione sanguigna. Nel cuore sono prodotte continuamente piccole quantità di pro-BNP. Il pro-BNP viene scisso in due parti da un enzima chiamato corina, rilasciando così nel sangue l’ormone attivo BNP e un frammento inattivo, l’NT-proBNP.

Quando il ventricolo sinistro è dilatato, per l’eccessivo carico di lavoro, la concentrazione ematica di BNP e NT-proBNP può aumentare notevolmente. Questi peptidi sono quindi indicatori di un aumentato carico di lavoro cardiaco e di problemi nel soddisfare le richieste di sangue da parte dell’organismo. L’aumento di BNP e NT-proBNP nel sangue riflette quindi la diminuita capacità del cuore di far fronte a queste richieste.

Questo si può verificare nello scompenso cardiaco, ma anche in altre situazioni patologiche che coinvolgono il cuore ed il sistema circolatorio.

Accordion Title
Come e Perché
  • Come viene raccolto il campione per il test?

    Tramite un prelievo di sangue venoso dal braccio.

     

  • Esiste una preparazione al test che possa assicurare la buona qualità del campione?

    No, non è necessaria alcuna preparazione.

  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    Il BNP e l’NT-proBNP possono essere utilizzati sia per la diagnosi di scompenso cardiaco che per determinarne la gravità. Può essere usato, insieme ad altri biomarcatori cardiaci, per rilevare stress e danneggiamento cardiaco e/o, insieme ad altri test necessari per la valutazione della funzionalità polmonare, per la valutazione di altre possibili cause di respiro affannoso. In associazione a questo test possono anche essere effettuate una radiografia toracica e un test ad ultrasuoni, chiamato ecocardiografia.

     

    Il BNP e l’NT-proBNP sono normalmente prodotti nel cuore e rilasciati in caso di sollecitazioni cardiache.

     

    Lo scompenso cardiaco può essere associato o essere confuso con altre patologie. La misura del BNP e dell’NT-proBNP può essere di sostegno al clinico alla diagnosi differenziale tra lo scompenso cardiaco e altre condizioni patologiche, come una malattia dei polmoni. La diagnosi deve essere accurata così da cominciare prontamente la terapia mirata per ogni specifica condizione patologica.

     

    Nonostante il BNP e l’NT-proBNP vengano normalmente usati per la diagnosi di scompenso cardiaco, possono trovare impiego anche come indicatore prognostico nelle sindromi coronariche acute (SCA), nelle quali un loro incremento indica una maggiore probabilità di ricaduta. Pertanto il clinico può richiederne la misura anche in caso di SCA.

  • Quando viene prescritto?

    La misura del BNP o dell’NT-proBNP può essere richiesto dal clinico nel caso in cui il soggetto presenti segni e sintomi indicativi di scompenso cardiaco. Questi includono:

    • Respiro affannoso e difficile
    • Affaticamento
    • Gonfiore alle caviglie, ai piedi, alle gambe e all’addome
       

    Il test può essere richiesto dal pronto soccorso nel caso in cui si presenti qualcuno con segni e sintomi riconducibili a scompenso cardiaco e sia necessaria una diagnosi tempestiva. Talvolta può anche essere richiesto dopo un certo periodo di tempo per valutare gli effetti terapeutici sullo scompenso cardiaco.

  • Cosa significa il risultato del test?

    Risultati di BNP e NT-proBNP superiori ai valori di riferimento suggeriscono la presenza di scompenso cardiaco ed i loro livelli nel sangue sono correlati alla gravità della patologia. Valori molto alti di BNP o NT-proBNP possono essere associati ad una prognosi peggiore.

     

    Nel caso in cui i risultati della misura di BNP e NT-proBNP rientrino all’interno dei valori di riferimento, allora è probabile che i segni e sintomi del paziente non derivino da uno scompenso cardiaco.

  • C’è altro da sapere?

    In molti pazienti sottoposti ad una terapia specifica per lo scompenso cardiaco, come i trattamenti con ACE inibitori, beta bloccanti e diuretici, i livelli di BNP/NT-proBNP possono diminuire.

    I livelli di BNP e NT-proBNP tendono ad aumentare fisiologicamente con l’età.

    Il loro livello risulta aumentato anche in persone con patologie renali.

    Nonostante in caso di disfunzione del ventricolo cardiaco sinistro sia il BNP che l’NT-proBNP aumentino e possano quindi essere utilizzati per monitorare la terapia, essi non sono interscambiabili ed i loro risultati non possono essere confrontati.

Accordion Title
Domande Frequenti
  • Lo scompenso cardiaco è una patologia comune?

    Il ministero della salute pubblica definisce lo scompenso cardiaco, di cui in Italia soffrono circa 600.000 persone, come un problema di salute pubblica di enorme rilievo. Secondo i dati pubblicati sulle linee guida dell’European Society of Cardiology, la prevalenza di scompenso cardiaco in Europa  è di circa l’1-2% e raggiunge più del 10% in soggetti di età superiore ai 70 anni. L’incidenza è maggiore negli uomini.

  • Come viene trattato lo scompenso cardiaco?

    Per informazioni riguardanti il trattamento e la prevenzione si rimanda alle sezioni Terapia e Prevenzione sul sito del Ministero della salute (http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?id=43&area=Malattie_cardiovascolari ) e alla sezione prevenzione e stili di vita sul sito del Progetto Cuore (http://www.cuore.iss.it/ )

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Reviewer May 2015: Thomas Kampfrath, PhD, DABCC.

Lüers C, Schmidt A, Wachter R, Fritzsche F, Sutcliffe A, Kleta S, Zapf A, Hagenah G, Binder L, Maisch B, Pieske B. Serial NT-proBNP measurements for risk stratification of patients with decompensated heart failure. Herz. 2010 Oct;35(7):488-95.

William Clarke. Contemporary Practice in Clinical Chemistry, 2nd Edition Paperback – February 4, 2011. ISBN-13: 978-1594251023.

Michael L. Bishop, Edward P. Fody, Larry E. Schoeff. Clinical Chemistry: Principles, Techniques, and Correlations, 2013. 7th edition.

Kaplan & Pesce. Clinical Chemistry, 5th Edition. Theory, Analysis, Correlation. 2009.

(March 27, 2014) National Heart, Lung, Blood Institute. Who is at Risk of Heart Failure? Available online at http://www.nhlbi.nih.gov/health/health-topics/topics/hf/atrisk through http://www.nhlbi.nih.gov. Accessed May 2015.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Interview with Alan H.B. Wu, PhD. Director, Clinical Chemistry, Hartford Hospital, Hartford, CT.

"First Blood Test for Congestive Heart Failure Wins FDA Clearance." Clinical Laboratory Strategies, December 2000, Vol. 5, No. 12, Pg.1.

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO.

Tang, W. (2004 February 27). NACB: Recommendations for the use of Cardiac Biomarkers in Heart Failure. NACB: Recommendations for the use of Cardiac Biomarkers in Heart Failure – Chapter 2 [Draft Guidelines]. Available online at http://www.nacb.org/lmpg/biomark/card_biomarkers_chp2.doc through http://www.nacb.org.

Bay, M. et. al. (2003). NT-proBNP: a new diagnostic screening tool to differentiate between patients with normal and reduced left ventricular systolic function. Heart ONLINE Heart 2003;89:150-154 [On-line journal]. Available online at http://heart.bmjjournals.com/cgi/content/full/89/2/150 through http://heart.bmjjournals.com.

Diagnostic Products Corporation Acquires Nonexclusive Rights to a Key Cardiac Marker, NT-proBNP, from Roche Diagnostics—Agreement widens access to unique marker for heart failure and allows for better/earlier/improved therapy. (2004 February 11) DPC [On-line press release]. Available online at http://www.dpcweb.com/newsreleases/2004/february/ntprobnp.htm through http://www.dpcweb.com.

Roche Receives FDA Clearance for Elecsys proBNP Assay – First Automated Blood Test to Aid in the Diagnosis of Congestive Heart Failure (2002). Roche Diagnostics [On-line press release]. Available online at http://www.roche-diagnostics.com/press_lounge/press_releases/archive/2002_11_20.html through http://www.roche-diagnostics.com.

Tietz Textbook of Clinical Chemistry and Molecular Diagnostics. Burtis CA, Ashwood ER, Bruns DE, eds. St. Louis: Elsevier Saunders; 2006 Pp. 1630-1631.

Clarke, W. and Dufour, D. R., Editors (2006). Contemporary Practice in Clinical Chemistry. AACC Press, Washington, DC; Pg. 264.

deFilippi C. Natriuretic Peptides for Diagnosing Heart Failure and Beyond: What We Know in 2007. (May 24, 2007) Medscape Today. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/557030 through http://www.medscape.com. Accessed September 2008.

Maher KO et al. B-type natriuretic peptide in the emergency diagnosis of critical heart disease in children. Pediatrics 2008 Jun; 121:e1484. Available online at http://pediatrics.aappublications.org/cgi/content/full/121/6/e1484?linkType=FULL&journalCode=pediatrics&resid=121/6/e1484 through http://pediatrics.aappublications.org. Accessed September 2008.

(Updated 2010 January 1). What is Heart Failure? National Heart Lung and Blood Institute [On-line information]. Available online at http://www.nhlbi.nih.gov/health/health-topics/topics/hf/ through http://www.nhlbi.nih.gov. Accessed November 2011.

Lehman, C. et. al. (Revised 2011 March). Heart Failure. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/HeartFailure.html?client_ID=LTD through http://www.arupconsult.com. Accessed November 2011.

(© 1995-2011). Test ID: BNP83873 B-Type Natriuretic Peptide (BNP), Plasma. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories [On-line information]. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Overview/83873 throughhttp://www.mayomedicallaboratories.com. Accessed November 2011.

(© 1995-2011). Test ID: PBNP84291 NT-Pro B-Type Natriuretic Peptide (BNP), Serum. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories [On-line information]. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Overview/84291 through http://www.mayomedicallaboratories.com. Accessed November 2011.

Malcolm, J. and Arnold, O. (Revised 2010 January) Heart Failure (HF) (Congestive Heart Failure). Merck Manual for Healthcare Professionals. [On-line information]. Available online at http://www.merckmanuals.com/professional/cardiovascular_disorders/heart_failure/heart_failure_hf.html?qt=BNP&alt=sh through http://www.merckmanuals.com. Accessed November 2011.

Pagana, K. D. & Pagana, T. J. (© 2011). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 10th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 690-692.