Noto anche come
Conta delle cellule tumorali circolanti (CTC)
DNA tumorale circolante (ctDNA)
Nome ufficiale
Biopsia Liquida
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 14.02.2020.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

In particolari situazioni questo test può fornire informazioni aggiuntive utili a determinare la prognosi o a definire il corretto trattamento di alcuni tumori, come il cancro ai polmoni, al seno, al colon o alla prostata.

Quando Fare il Test?

Il clinico valuterà se è opportuno eseguire questo test o se considerare altre opzioni.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue venoso.

​​​​​​​Il Test Richiede una Preparazione?

Generalmente no. Tuttavia, il clinico provvederà ad informare il paziente di quali farmaci è eventualmente necessario sospendere l'assunzione prima di sottoporsi al test.

L’Esame

É noto che i tumori rilasciano cellule e DNA o RNA nei liquidi corporei, compreso il sangue; di recente è stato possibile ottenere informazioni sui tumori analizzando questi elementi circolanti. Queste tecniche richiedono campioni di sangue, differentemente dalle biopsie tradizionali che necessitano di campioni di tessuto tumorale, e per questo sono spesso definite biopsie liquide.

La biopsia dei tessuti è il "gold standard" (l'esame diagnostico più accurato) per la diagnosi di tumore. Tuttavia, la rimozione del tessuto tumorale mediante chirurgia o, in alcuni casi, agobiopsia, è un processo invasivo. Inoltre, la difficoltà di raggiungere il tumore limita le capacità del clinico di prelevarne un campione. Le informazioni genetiche contenute nelle cellule tumorali e nel DNA o RNA delle stesse, presenti in circolo, possono fornire importanti indicazioni sul tumore, come la probabilità di risposta o di ricaduta dopo il trattamento o sulla risposta alla terapia. La biopsia liquida rappresenta quindi un esame promettente e non invasivo da eseguire in aggiunta alle biopsie dei tessuti.

La biopsia liquida è più tollerabile della biopsia tradizionale per il paziente, oltre ad essere più indicata per il campionamento frequente eseguito nel corso del monitoraggio dei tumori. Poiché le terapie sono sempre più mirate, bersagliando le cellule tumorali sulla base del loro corredo genetico, la biopsia liquida costituisce un esame minimamente invasivo per analizzare l'evoluzione di tale profilo genetico durante il trattamento.

Attualmente, esistono due approcci principali alla biopsia liquida:

  • Test delle cellule tumorali circolanti (CTC), che esamina le cellule tumorali intere nel sangue
  • Test del DNA tumorale circolante (ctDNA), che ricerca il DNA rilasciato dalle cellule tumorali nel sangue
  • Altre tecniche, come l'osservazione di frammenti cellulari chiamati vescicole extracellulari (esosomi) o di piccole molecole di RNA non codificante (microRNA), sono in fase di studio.

Oltre ad applicazioni nella rilevazione e nel trattamento del cancro, la biopsia liquida potrebbe essere utilizzata per la diagnosi, il monitoraggio e la diagnosi precoce dei tumori. Attualmente, l'applicazione medica della biopsia liquida si limita a definire la prognosi del cancro al seno, al colon e alla prostata, e a determinare il trattamento di questi tumori e del tumore polmonare non a piccole cellule.

Gli intervalli di riferimento dipendono da molteplici fattori, quali l’età e il sesso del paziente, la popolazione di riferimento e il metodo utilizzato per l’esecuzione dell’esame. Il risultato numerico di un test può pertanto avere significati diversi in laboratori differenti.

Per queste ragioni, nel presente sito web non vengono riportati gli intervalli di riferimento. Per la valutazione dei risultati dei test, Lab Tests Online raccomanda di riferirsi ai valori di riferimento forniti dal laboratorio nel quale questi sono stati eseguiti. Gli intervalli di riferimento di ciascun test sono riportati sul referto di laboratorio, accanto al nome ed al risultato dello stesso. Per alcuni esempi clicca qui.

Per maggiori informazioni si rimanda agli articoli: Gli Intervalli di Riferimento ed il loro Significato e Comprendere il Referto di Laboratorio.

Accordion Title
Come e Perché
  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    La biopsia liquida può essere utilizzata per contribuire a determinare il corretto trattamento, prevedere la risposta al trattamento stesso o la prognosi, monitorare la terapia e la progressione della malattia in alcuni tipi di tumore.

    Attualmente sono clinicamente disponibili due tipi principali di biopsie liquide:

    • La conta delle cellule tumorali circolanti (CTC): analizza le cellule tumorali intere nel sangue per contribuire a determinare la prognosi del tumore al seno, al colon o alla prostata che si è diffuso agli organi vicini o lontani (metastasi). Può anche essere utilizzata per valutare la risposta di questi tumori alla terapia.
    • DNA tumorale circolante (ctDNA): questo test ricerca il DNA tumorale rilasciato dalle cellule tumorali nel sangue. Un esempio è il test approvato dalla FDA che viene utilizzato per discriminare se i farmaci anti-EGFR (erlotinib o osimertinib) possono essere utilizzati per trattare il tumore polmonare non a piccole cellule.
  • Quando viene prescritto?

    Il test può essere prescritto nelle seguenti situazioni:

    • Quando è necessario stabilire più accuratamente la prognosi (decorso previsto della malattia) di un cancro metastatico al seno, al colon o alla prostata per definirne il trattamento
    • Quando si monitora la risposta al trattamento di un cancro metastatico al seno, al colon o alla prostata
    • Prima o dopo l'inizio di specifiche terapie mirate a colpire il tumore polmonare non a piccole cellule
  • Cosa significa il risultato del test?
    • Conta delle cellule tumorali circolanti (CTC): è misurata come il numero di CTC in un determinato volume di sangue. I risultati possono essere interpretati come favorevoli o sfavorevoli. I tumori al seno, al colon o alla prostata sono tutti caratterizzati da un valore soglia specifico, sopra il quale la conta delle CTC non è più favorevole per la prognosi. Gli studi dimostrano che conta o livelli di CTC più bassi sono associati ad una prognosi più favorevole, ed in particolare sono correlati al periodo di tempo in cui il paziente sopravvive dopo il trattamento (sopravvivenza globale) e al tempo che intercorre tra la diagnosi e la progressione della malattia ad uno stadio più alto o la formazione di recidive del tumore (sopravvivenza libera da progressione). Se la conta delle CTC è superiore allo specifico valore soglia durante il decorso del tumore, è associata ad una prognosi sfavorevole, oltre ad essere predittiva di una sopravvivenza libera da progressione ed una sopravvivenza globale più breve. Se la conta è al di sotto della soglia, è associata ad una prognosi più favorevole.

     

    • Test del DNA tumorale circolante (ctDNA): può rilevare la presenza di specifiche mutazioni nel tumore, informative della potenziale risposta o resistenza a determinate terapie. Per esempio:
      • In una persona affetta da tumore polmonare, un test ctDNA positivo per una mutazione sensibilizzante del gene EGFR (cioè una mutazione che rende il tumore sensibile alla terapia mirata) significa che è probabile che il tumore risponda alla terapia mirata, indicando che  l'individuo sottoposto al test può ricevere questi trattamenti. Tuttavia, il test ctDNA può talvolta dare risultati falsi negativi (cioè la mutazione è presente ma non viene rilevata dal test ctDNA). Per questo motivo, la FDA raccomanda di eseguire una biopsia dei tessuti se la biopsia liquida è negativa (non rileva la mutazione sensibilizzante).
      • Inoltre, quando un paziente è già stato trattato con un inibitore della tirosina chinasi che colpisce il gene EGFR, ma non sembra rispondere favorevolmente al trattamento, può essere eseguita una biopsia liquida per rilevare la mutazione EGFR T790M. Tale mutazione provoca resistenza alla terapia mirata, pertanto, se rilevata occorre somministrare un farmaco diverso, progettato appositamente per questa particolare mutazione. Tuttavia i dati su questo impiego della biopsia liquida sono attualmente limitati, pertanto viene utilizzata solo nell'impossibilità di eseguire una biopsia tissutale.
  • C’è altro da sapere?

    Il tempo di esecuzione di questo test varia a seconda dei laboratori e del tipo di tipo di biopsia liquida impiegata. Generalmente, i risultati del test possono richiedere più di una settimana per essere disponibili. 

    I campioni possono essere inviati a dei laboratori specializzati poiché non tutti i laboratori eseguono il test.

Accordion Title
Domande Frequenti
  • La biopsia liquida è disponibile ovunque?

    Le biopsie liquide sono attualmente disponibili solo per alcuni tipi di cancro, inclusi i tumori metastatici al seno, al colon e alla prostata e i tumori polmonari non a piccole cellule.

    Anche se la biopsia liquida continua ad essere disponibile in commercio e se in alcuni casi è approvata dalla FDA, sono necessari ulteriori studi per comprenderne i limiti e i benefici. Ad esempio, non è chiaro se l'utilizzo della biopsia liquida per determinare la scelta del trattamento migliori effettivamente l'esito dei pazienti malati di cancro.

    La biopsia liquida, attualmente, è maggiormente impiegata per individuare le mutazioni con valore predittivo della resistenza o meno al trattamento nel tumore polmonare, oltre che per stabilire la prognosi in alcuni tipi di cancro. In futuro, questo test potrebbe essere impiegato in una più ampia gamma di tumori. Inoltre, la biopsia liquida potrebbe rappresentare un promettente strumento per lo screening dei tumori in contesti di ricerca, anche se attualmente non è stata approvata dall'FDA in tal senso.

    Occorrono ulteriori studi prima che la biopsia liquida venga utilizzata nella pratica medica. Nel marzo 2018, una revisione pubblicata congiuntamente dall'American Society of Clinical Oncology e dal College of American Pathologists ha concluso che, attualmente, il test sul DNA delle cellule tumorali circolanti non ha impiego al di fuori degli studi clinici. I due gruppi affermano che, per valutare il grado di efficacia delle biopsie liquide nella diagnosi del cancro, sono necessari studi prospettici che finora non sono stati condotti. Tuttavia, gli esperti riconoscono che la ricerca su questi test sta progredendo rapidamente e che probabilmente l'uso della biopsia liquida si evolverà nel prossimo futuro.

  • E’ necessario fare la biopsia liquida se ci si è già sottoposti alla biopsia tissutale?

    Per diagnosticare i tumori è attualmente necessaria la biopsia tissutale tradizionale. Se la biopsia liquida è negativa per alcune mutazioni, è necessario eseguire il follow-up su un campione bioptico convenzionale, in quanto la biopsia liquida potrebbe non rilevare particolari importanti e non essere in grado di determinare la sede in cui si è verificata una mutazione.

    In alcune situazioni, la sola biopsia liquida può fornire sufficienti informazioni per prendere decisioni in merito al trattamento, ad esempio se il test è positivo ad una mutazione o se viene rilevata la mutazione T790M e non è possibile eseguire una biopsia tissutale. In futuro, nonostante la biopsia liquida sia uno strumento potenzialmente molto promettente, è probabile che essa integri senza necessariamente sostituire la biopsia tissutale.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

(2015 June). Circulating Tumor Cell Count. ARUP Laboratories. Available online at http://ltd.aruplab.com/Tests/Pdf/177. Accessed June 2019.

Ornes, S. (2016 March 26). A Blood Test for Cancer. Cancer Today. Available online at https://www.cancertodaymag.org/Pages/Spring2016/A-Blood-Test-for-Cancer-Liquid-Biopsies.aspx. Accessed June 2019.

(2016 July 12). Seeking Cancer Clues in Blood, Researchers Explore Exomes. National Cancer Institute. Available online at https://www.cancer.gov/about-cancer/diagnosis-staging/research/exosomes. Accessed June 2019.

Ilié, M. and Hoffman, P. (2016 August). Pros: Can tissue biopsy be replaced by liquid biopsy? Translational Lung Cancer Research. Available online at https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5009092/. Accessed June 2019.

(2016 December 24). Patient Report Example, EGFR T790M Mutation Detection in Circulating Tumor DNA by Digital Droplet PCR, Detected. ARUP Laboratories. Available online at http://ltd.aruplab.com/Tests/DownloadReport/2012868%2C%20Detected.pdf. Accessed June 2019.

Kwapisz, D. (2017 February). The first liquid biopsy test approved. Is it a new era of mutation testing for non-small cell lung cancer? Annals of Translational Medicine. Available online at https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5326656/. Accessed June 2019.

(2017 April 6). Perakis, S. and Specicher, M. R. Emerging Concepts in Liquid Biopsies. BMC Medicine. Available online at https://bmcmedicine.biomedcentral.com/articles/10.1186/s12916-017-0840-6. Accessed June 2019.

(2017 April 27). Patient Report Example, Circulating Tumor Cell Count, Breast Cancer. ARUP Laboratories. Available online at http://ltd.aruplab.com/Tests/DownloadReport/0093399%2C%20Abnormal%20Breast.pdf. Accessed June 2019.

NCI Staff. (2017 November 8). Liquid Biopsy: Using DNA in Blood to Detect, Track, and Treat Cancer. National Cancer Institute. Available online at https://www.cancer.gov/news-events/cancer-currents-blog/2017/liquid-biopsy-detects-treats-cancer. Accessed June 2019.

(© 2018). EGFR T790M Mutation in Circulating Tumor DNA by Digital Droplet PCR. ARUP Laboratories. Available online at https://www.aruplab.com/T790M. Accessed June 2019.

(© 2019). Circulating Tumor Cell Count. ARUP Laboratories. Available online at http://ltd.aruplab.com/tests/pub/0093399. Accessed June 2019.

(© 2019). What is Liquid Biopsy? Hoffman-La Roche Ltd. Available online at https://www.roche.com/research_and_development/what_we_are_working_on/oncology/liquid-biopsy.htm. Accessed June 2019.

Rifai, Nader. (© 2018). Tietz Textbook of Clinical Chemistry and Molecular Diagnostics, 6th Edition: Elsevier, St. Louis, MO. Pp 1111-1144.

(© 1995-2019). Test ID: CTCPC, Circulating Tumor Cells (CTC) for Prostate Cancer by CellSearch, Blood. Mayo Medical Laboratories. Available online at https://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Clinical+and+Interpretive/35325. Accessed June 2019.

Liquid Biopsy Test Shows Promise for Detecting Early-Stage Colorectal Cancer. American Society of Clinical Oncology. Available online at https://www.asco.org/about-asco/press-center/news-releases/liquid-biopsy-test-shows-promise-detecting-early-stage. Accessed June 2019.

Bronner, M. Revolutionizing Treatment for Cancer Care: New Circulating Cell-Free Tumor DNA (ctDNA)Technology. ARUP Laboratories. Available online at https://www.aruplab.com/files/resources/news/ExpertEdge_Bronner.pdf. Accessed June 2019.

Samowitz, W. Breakthrough Technology Spurs New Test for Non-Small Cell Lung Cancer Patients. ARUP Laboratories. Available online at https://www.aruplab.com/files/resources/news/ExpertEdge_Samowitz.pdf. Accessed June 2019.

(March 5, 2018) Pam Harrison, Liquid Biopsies Not Yet Ready for Prime Time, Says Expert Review. Medscape Medical News. Available at https://www.medscape.com/viewarticle/893402?nlid=121175_1021&src=WNL_mdplsfeat_180313_mscpedit_path&uac=20899EN&spon=43&impID=1580533&faf=1. Accessed June 2019.

Merker J, et al., Circulating Tumor DNA Analysis in Patients With Cancer: American Society of Clinical Oncology and College of American Pathologists Joint Review. DOI: 10.1200/JCO.2017.76.8671 Journal of Clinical Oncology 36, no. 16 (June 1 2018) 1631-1641. Published online March 05, 2018. Accessed June 2019.