Noto anche come
ADN-B
ADB
ADNasi-B
Nome ufficiale
Anticorpi anti-desossiribonucleasi B
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 21.02.2020.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Per determinare se un paziente abbia recentemente contratto un’infezione da Streptococco del gruppo A; come supporto alla diagnosi di patologie causate da una pregressa infezione streptococcica, quali la febbre reumatica o la glomerulonefrite, una forma di malattia renale.

Quando Fare il Test?

In presenza di sintomi, quali febbre, dolore al petto, affaticamento e difficoltà respiratoria, associati alla febbre reumatica; in presenza di edema e urine scure, associati alla glomerulonefrite. In particolar modo, in persone recentemente affette da faringotonsillite non diagnosticata o trattata in maniera inadeguata.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue venoso.

Il Test Richiede una Preparazione?

No, nessuna.

L'Esame

L'esame misura la quantità di anticorpi diretti contro la desossiribonucleasi B (DNasi B) nel sangue. L’anti-DNasi B è uno tra i più comuni anticorpi prodotti dal sistema immunitario in risposta all’infezione streptococcica di gruppo A. Questo esame viene spesso eseguito insieme, o in seguito, al titolo Antistreptolisinico (ASO), un esame che misura la quantità di anticorpi reattivo contro la streptolisina O, una tossina prodotta dallo streptococco β-emolitico di gruppo A (SBEA). 

Lo streptococco di gruppo A (Streptococcus pyogenes) è il batterio responsabile della faringotonsillite e di una varietà di altre infezioni, incluse alcune infezioni della pelle (pioderma, impetigine, cellulite). Nella maggior parte dei casi, le infezioni da streptococco vengono identificate e quindi trattate con terapia antibiotica fino alla risoluzione dell’infezione.

Tuttavia, se un’infezione da streptococco non presenta una sintomatologia chiara, non viene trattata o la terapia risulta inefficace, possono svilupparsi delle complicanze post-streptococciche (sequelae), come la febbre reumatica o la glomerulonefrite, in particolare nei bambini piccoli. L’introduzione dei test rapidi per la diagnosi di queste infezioni ha diminuito la frequenza di queste complicanze, che sono tuttavia ancora presenti.

  • La febbre reumatica consiste in una risposta immunitaria ritardata in cui l'organismo produce anticorpi autoimmuni (che reagiscono cioè contro i tessuti e gli organi dell'organismo che li ha prodotti). Questo può causare gravi danni alle valvole cardiache e indurre sintomi come gonfiore, dolore alle articolazioni, infiammazione cardiaca (cardite), noduli cutanei, movimenti rapidi e a scatti (corea di Sydenham) ed eruzioni cutanee.
  • La glomerulonefrite post-streptococcica è una patologia che colpisce i reni e che può svilupparsi una o due settimane dopo l'infezione da streptococco. L'organismo produce vari anticorpi per combattere l'infezione da streptococco, i quali possono depositarsi nei glomeruli (una matassa di vasi sanguigni all'interno dei reni che filtra continuamente il sangue) causando infiammazione e danno ai reni, con conseguente compromissione della funzionalità renale.

Gli intervalli di riferimento dipendono da molteplici fattori, quali l’età e il sesso del paziente, la popolazione di riferimento e il metodo utilizzato per l’esecuzione dell’esame. Il risultato numerico di un test può pertanto avere significati diversi in laboratori differenti.

Per queste ragioni, nel presente sito web non vengono riportati gli intervalli di riferimento. Per la valutazione dei risultati dei test, Lab Tests Online raccomanda di riferirsi ai valori di riferimento forniti dal laboratorio nel quale questi sono stati eseguiti. Gli intervalli di riferimento di ciascun test sono riportati sul referto di laboratorio, accanto al nome ed al risultato dello stesso. Per alcuni esempi clicca qui.

Per maggiori informazioni si rimanda agli articoli: Gli Intervalli di Riferimento ed il loro Significato e Comprendere il Referto di Laboratorio.

Se il sottoporsi alle analisi mediche provoca stati d'ansia o di disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli:

Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un altro articolo, Il prelievo ematico: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico.

Accordion Title
Come e Perché
  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    L’esame per l’anti-DNasi B viene eseguito principalmente per confermare se una recente infezione streptococcica sia la causa di una glomerulonefrite (una forma di malattia renale) o di una febbre reumatica. L'esame può essere richiesto in associazione al test ASO, un altro test utilizzato per valutare la presenza di una recente infezione streptococcica.

    L’impiego del test ASO e dell'anti-DNasi B hanno permesso di diminuire l’incidenza delle complicanze post-streptococciche.

  • Quando viene prescritto?

    Il test dell'anti-DNasi B e il test ASO vengono richiesti in pazienti con segni e sintomi associati alle malattie conseguenti ad una recente infezione streptococcica, incluse la febbre reumatica e la glomerulonefrite.

    Alcuni sintomi di febbre reumatica sono:

    • Febbre
    • Gonfiore o dolore alle articolazioni, specialmente alle caviglie, ginocchia, gomiti e polsi, talvolta spostandosi da un distretto all’altro
    • Noduli sottocutanei piccoli e indolori
    • Movimenti rapidi e convulsi (corea di Sydenham)
    • Eruzione cutanea
    • Talvolta può essere presente un’infiammazione cardiaca (cardite) che può essere asintomatica o manifestarsi con difficoltà respiratoria, dolore toracico o palpitazioni
       

    Alcuni sintomi di glomerulonefrite includono:

    Tuttavia, questi sintomi possono presentarsi anche in altre patologie.

    L’esame può essere eseguito due volte, con campioni raccolti a circa due settimane di distanza, allo scopo di ottenere i titoli di anti-DNasi noti con il nome di acuto e convalescente. La doppia misura consente di stabilire se il livello di anticorpi è incrementato, diminuito o rimasto stabile nel tempo.

  • Cosa significa il risultato del test?

    I risultati dei test anti-DNasi B e ASO possono essere interpretati insieme. Gli anticorpi ASO e anti-DNasi B sono prodotti da una settimana ad un mese dopo l’infezione streptococcica iniziale. Il picco dei livelli (titolo) di anti-DNasi B viene raggiunto circa 4-6 settimane dopo la comparsa della malattia, e può rimanere elevato per alcuni mesi (solitamente più a lungo dei livelli di ASO).

    L’esito negativo dei due esami, o la presenza di anticorpi in concentrazioni molto basse, indica che probabilmente il paziente non è stato recente infettato da streptococco. Ciò è particolarmente vero se un campione prelevato dopo 10–14 giorni risulta ancora negativo. In tal caso, è probabile che i segni e i sintomi siano riconducibili ad altre cause.

    Solo una piccola percentuale (10-15%) di pazienti con complicanze post-streptococciche non ha livelli elevati di ASO. Questo è particolarmente vero per i pazienti che sviluppano una glomerulonefrite in seguito ad un’infezione streptococcica della pelle. Tuttavia, questi pazienti possono avere livelli elevati di anti-Dnasi B e/o di altri anticorpi prodotti in risposta all'infezione da streptococco, come l'anticorpo anti-ialuronidasi.

    Se il titolo di ASO o di anti-DNasi B è elevato o in aumento, allora è probabile che il paziente abbia avuto una recente infezione da streptococco.

    Se sono presenti i sintomi di febbre reumatica o glomerulonefrite, un livello elevato di anti-DNasi B e/o di ASO è un dato utile a conferma della diagnosi.

  • C’è altro da sapere?

    L’esame dell’anti-DNasi B può essere prescritto da solo o insieme al titolo di altri anticorpi prodotti in risposta all'infezione da streptococco, come l'anti-ialuronidasi, specialmente se il test ASO risulta negativo. Una piccola percentuale (10-15%) di pazienti con complicanze post-streptococciche non ha livelli elevati di ASO, ma può avere livelli elevati di anti-Dnasi B e anti-ialuronidasi. Questo è particolarmente vero per i pazienti che sviluppano una glomerulonefrite in seguito ad un’infezione streptococcica della pelle.

Accordion Title
Domande Frequenti
Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

 

(March 8, 2018) Mayo Clinic. Glomerulonephritis. Available online at https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/glomerulonephritis/symptoms-causes/syc-20355705. Accessed May 2019.

(November 17, 2017) Mayo Clinic. Rheumatic Fever. Available online at https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/rheumatic-fever/symptoms-causes/syc-20354588. Accessed May 2019.

© 2015 National Kidney Foundation. What is Glomerulonephritis? Available online at https://www.kidney.org/atoz/content/glomerul. Accessed May 2019.

Group A Streptococcal Disease. ARUP Consult©. Available online at https://arupconsult.com/content/streptococcal-disease-group. Accessed May 2019.

© 1995–2019 Mayo Foundation for Medical Education and Research. Anti-DNase B Titer, Serum. Available online at https://www.mayocliniclabs.com/test-catalog/Clinical+and+Interpretive/80204. Accessed May 2019.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

 

(© 1995–2014). Anti-DNase B Titer, Serum. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories [On-line information]. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Overview/80204. Accessed January 2014.

Delgado, J. and Fisher, M. (Updated 2013 September). Streptococcal Disease, Group A - Group A, Strep. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/StrepA.html?client_ID=LTD. Accessed January 2014.

Robert J Meador, R. and Russell, I. J. (Updated 2013 December 13). Acute Rheumatic Fever. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/333103-overview. Accessed January 2014.

Parmar, M. (Updated 2013 April 3). Acute Glomerulonephritis. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/239278-overview. Accessed January 2014.

Khan, Z. and Salvaggio, M. (Updated 2013 September 30). Group A Streptococcal Infections. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/228936-overview. Accessed January 2014.

Lewis, L. and Friedman, A. (Updated 2014 January 30). Impetigo. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/965254-overview. Accessed January 2014.

Geetha, D. (Updated 2012 July 2). Poststreptococcal Glomerulonephritis. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/240337-overview. Accessed February 2014.

Chin, T. et. al. (Updated 2012 May 30). Pediatric Rheumatic Heart Disease. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/891897-overview. Accessed February 2014.

Salifu, M. and Delano, B. (Updated 2012 January 12). Diffuse Proliferative Glomerulonephritis. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/239646-overview. Accessed February 2014.

Dugdale, D. (Updated 2011 June 9). Anti-DNase B. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003537.htm. Accessed January 2014.

Dugdale, D. (2011 September 20). Post-streptococcal glomerulonephritis (GN). MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000503.htm. Accessed February 2014.

Chin, T. and Li, D. (Updated 2012 May 30). Pediatric Rheumatic Fever. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://reference.medscape.com/article/1007946-overview. Accessed February 2014.

Pessler, F and Sherry, D. (Modified 2012 February). Rheumatic Fever. Merck Manual for Healthcare Professionals [On-line information]. Available online through http://www.merckmanuals.com. Accessed January 2014.

Pagana, K. D. & Pagana, T. J. (© 2011). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 10th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 916-918.

Wu, A. (© 2006). Tietz Clinical Guide to Laboratory Tests, 4th Edition: Saunders Elsevier, St. Louis, MO. Pp 1527.