Noto anche come
Alfa1-antitripsina
A1AT
AAT
Nome ufficiale
Alpha-1 Antitripsina, α1-antitripsina
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 06.03.2022.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Principalmente, per rilevare la presenza di un deficit di alfa-1 antitripsina; come ausilio diagnostico, per lo screening e per stabilire il trattamento adeguato delle patologie associate.

  • Diagnosi; come supporto alla diagnosi precoce di enfisema e/o patologie epatiche in pazienti con sintomi correlati
  • Screening; per stabilire il rischio di sviluppare enfisema e/o malattie del fegato correlate alla carenza di alfa-1 antitripsina. Poiché la carenza è ereditaria, il test può essere eseguito anche per determinare la probabilità di trasmettere l'alterazione al figlio 
  • Piano terapeutico; l’esame dell’alfa-1 antitripsina contribuisce a stabilire la terapia adeguata per i pazienti con malattie polmonari.
Quando Fare il Test?

In bambini o neonati che presentano segni e sintomi di malattie epatiche; in pazienti che sviluppano enfisema prima dei 40 anni; in individui con parenti stretti che presentano carenza di alfa-1 antitripsina.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue venoso prelevato da un braccio.

​​​​​​​Il Test Richiede una Preparazione?

No, nessuna.

L'Esame

L'alfa-1 antitripsina (AAT) è una proteina deputata alla protezione dei polmoni e del fegato dal danneggiamento causato dagli enzimi attivati. Questo esame misura la concentrazione di AAT nel sangue. Alcuni esami specifici sono in grado di identificare la forma anomala di AAT ereditata dal paziente.

L'AAT favorisce l'inibizione di alcuni enzimi, di cui il più importante è rappresentato dall’elastasi. L'elastasi è un enzima rilasciato dai neutrofili, una tipologia di globuli bianchi, durante la normale risposta infiammatoria. L'elastasi degrada le proteine per favorirne la rimozione e l'eliminazione dall'organismo ma, se la sua azione non viene regolata dall'AAT, può determinare il danneggiamento del tessuto polmonare e causarne il collasso.

Ogni individuo eredita due copie del gene SERPINA1 (inibitore delle serin proteasi) che codifica per la proteina alfa-1 antitripsina. Questo gene è codominante, ovvero ciascuna copia del gene SERPINA1 è responsabile della produzione di metà dell'AAT presente nell’organismo. La presenza di una mutazione in una o in entrambe le copie del gene determina la produzione di AAT in minor quantità e/o disfunzionale. La presenza di AAT ridotta del 30% rispetto alla norma determina carenza della proteina stessa, con conseguente aumento del rischio di sviluppare l'enfisema, una malattia polmonare progressiva che insorge in età adulta. Se il paziente è un fumatore o se, per la professione che svolge, è esposto a fumi o polveri, il danno ai polmoni tenderà a manifestarsi prima e ad essere più grave.

Alcune tipologie di AAT disfunzionale tendono ad accumularsi nelle cellule del fegato (epatociti) che le producono, determinando la formazione di catena proteiche anomale e danno d'organo. Circa il 10% dei neonati affetti da carenza di AAT sviluppano l'ittero. Nei casi più gravi, è necessario ricorrere al trapianto di fegato per sopravvivere. La carenza di AAT è attualmente la causa genetica più comune delle patologie epatiche nei bambini. Circa il 15% degli adulti con deficit di AAT sviluppa cirrosi, che si verifica quando il tessuto epatico sano viene sostituito da tessuto cicatriziale che compromette la funzionalità epatica, ed è esposto ad un rischio aumentato di tumore al fegato (carcinoma epatocellulare).

La quantità e la funzionalità dell'AAT prodotto dipende dal tipo di mutazione ereditata. Sono state identificate più di 75 varianti del gene SERPINA1 e, di queste, le più frequentemente associate al deficit sono denominate Z e S. La maggior parte degli individui, circa il 90%, possiede due copie dell'allele normale M (MM). 

I test comunemente utilizzati per la valutazione dei pazienti includono la misura della concentrazione di AAT presente, la determinazione del tipo di proteina AAT che viene prodotta (test del fenotipo) e l'identificazione della variante allelica presente (test del genotipo). Solitamente, vengono valutati soltanto l’allele normale M e le più comuni varianti (S e Z).

Carenza di alfa-1 antitripsina

La carenza di alfa-1 antitripsina è una patologia ereditaria associata al rischio di sviluppare malattie polmonari, epatiche e, più raramente, cutanee. La prevalenza nella popolazione dell'Europa Occidentale è circa 1 su 2500 persone.

L'AAT è una proteina deputata alla protezione di vari tessuti dal danneggiamento; pertanto, la sua carenza è associata al rischio di sviluppare condizioni cliniche potenzialmente gravi, inclusi: 

  • Disturbi respiratori; quali enfisema polmonare, asma e broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO). La BPCO è una condizione clinica che colpisce i polmoni e causa difficoltà respiratorie. L'enfisema è un tipo di BPCO causato dal danneggiamento dei polmoni. La BPCO rappresenta la complicanza più comunemente associata alla carenza di AAT, che si stima essere responsabile dell'1-2% di tutti i casi di BPCO. I soggetti fumatori o esposti a sostanze irritanti, quali polveri o sostanze chimiche che irritano i polmoni, hanno maggiori probabilità di sviluppare l'enfisema
  • Patologie epatiche; la carenza di AAT causa la comparsa di danni al fegato. Alcuni esempi di malattie del fegato associate includono l'epatite (infiammazione del fegato) e la cirrosi (cicatrizzazione del fegato). Inoltre, la carenza di AAT può aumentare il rischio di tumore al fegato
  • Panniculite: anche se più raramente, la carenza di AAT può causare l'insorgenza di panniculite, un'infiammazione del tessuto adiposo sottocutaneo che causa la comparsa di noduli sottocutanei dolenti e arrossati, solitamente localizzati sull'addome, sulle cosce o sui glutei.

Gli intervalli di riferimento dipendono da molteplici fattori, quali l’età e il sesso del paziente, la popolazione di riferimento e il metodo utilizzato per l’esecuzione dell’esame. Il risultato numerico di un test può pertanto avere significati diversi in laboratori differenti.

Per queste ragioni, nel presente sito web non vengono riportati gli intervalli di riferimento. Per la valutazione dei risultati dei test, Lab Tests Online raccomanda di riferirsi ai valori di riferimento forniti dal laboratorio nel quale questi sono stati eseguiti. Gli intervalli di riferimento di ciascun test sono riportati sul referto di laboratorio, accanto al nome ed al risultato dello stesso. Per alcuni esempi clicca qui.

Per maggiori informazioni si rimanda agli articoli: Gli Intervalli di Riferimento ed il loro Significato e Comprendere il Referto di Laboratorio.

Se il sottoporsi alle analisi mediche provoca stati d'ansia o di disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli:

Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un altro articolo, Il prelievo ematico: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico.

Accordion Title
Come e Perché
  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    L’esame dell’alfa-1 antitripsina (AAT) viene utilizzato come supporto alla diagnosi di carenza di alfa-1 antitripsina come causa della comparsa precoce di enfisema, in particolare in soggetti che non risultano esposti a fattori di rischio quali fumo o agenti irritanti dei polmoni, come polveri o fumi.

    Il test viene richiesto anche per contribuire a stabilire le cause di ittero o di altri sintomi di disfunzione epatica, principalmente in neonati e bambini, ma anche in pazienti di ogni età.

    Sono disponibili quattro diversi test dell'AAT per la valutazione del paziente:

    • Alfa-1 antitripsina; misura la concentrazione della proteina AAT nel sangue, per determinare se i livelli rientrano nella norma
    • Test del fenotipo di alfa-1 antitripsina; valuta la quantità ed il tipo di AAT che vengono prodotti in relazione ad un profilo normale
    • Test di genotipizzazione dell’alfa-1 antitripsina; può essere utilizzato per stabilire quale allele del gene SERPINA1 è presente, inclusi l’allele M normale o altre varianti alleliche. Questo test non può essere utilizzato per ogni tipo di variante, ma solo per i casi più comuni (S e Z), a seconda di quanto ciascuno di essi risulti rappresentato in una particolare area geografica o cluster familiare. Questo test può essere eseguito su un campione di sangue o di cellule raccolte all'interno della bocca (tampone buccale)
    • Sequenziamento del DNA; fornisce una panoramica completa del tratto di DNA che codifica per la proteina AAT. Consente di identificare anche le varianti genetiche meno comuni, che potrebbero non essere individuate nel test di genotipizzazione di AAT.

    In seguito all'identificazione degli alleli del gene SERPINA1 nel paziente affetto, gli altri membri della famiglia possono sottoporsi al test per stabilire il rischio di sviluppare enfisema e/o malattie epatiche, così come per determinare la probabilità che i figli possano ereditare tale difetto.

  • Quando viene prescritto?

    Il test dell’alfa-1 antitripsina può essere richiesto in diverse circostanze, quali: 

    • In bambini con itterizia che persiste per più di una o due settimane, ingrossamento della milza, accumulo di liquido a livello addominale (ascite), prurito persistente ed altri segni di danno epatico
    • In soggetti di età inferiore ai 40 anni che presentano rantoli, bronchite o tosse croniche, dispnea da sforzo e/o altri segni di enfisema. In particolare, è importante indagare le cause dell'enfisema in pazienti non fumatori o che non risultano esposti ad altri agenti irritanti per i polmoni, o quando il danno polmonare risulta essere localizzato in profondità nei polmoni 
    • In individui con parenti stretti che presentano carenza di alfa-1 antitripsina
    • In pazienti con storia familiare di enfisema o patologie epatiche
    • In individui con parenti affetti e che vogliano determinare la probabilità di avere un figlio affetto.

    L'American Thoracic Society raccomanda di eseguire il test dell'AAT in individui che hanno ricevuto la diagnosi di una delle seguenti patologie:

    • Enfisema in giovane età (età inferiore ai 45 anni) in assenza di fattori di rischio come il fumo
    • Bronchiectasia, che consiste nella dilatazione e distruzione dei bronchi, una porzione delle vie aeree 
    • Asma difficile da trattare e con insorgenza in età adulta
    • Patologie epatiche con causa sconosciuta
    • Panniculite, una patologia cutanea caratterizzata dalla presenza di noduli sottocutanei arrossati e dolenti.
  • Cosa significa il risultato del test?
    Concentrazione di AAT

    La presenza di basse concentrazioni di AAT nel sangue indica che il paziente può avere una carenza di alfa-1 antitripsina. Minore è la concentrazione di AAT, maggiore il rischio di sviluppare l'enfisema. Il riscontro di concentrazioni ridotte di AAT deve essere seguito dalla valutazione del fenotipo e del genotipo dell'AAT. 

    Test del fenotipo

    Nei pazienti con anomalie dell'AAT, il rischio di sviluppare una patologia dipende dal tipo di variante allelica e dalla quantità di proteina prodotta. Una variante con attività molto scarsa può causare sia enfisema (per mancanza di protezione a livello polmonare) che patologie epatiche (per l'accumulo di AAT disfunzionale all’interno degli epatociti). 

    Test del genotipo

    La maggior parte degli individui presenta due copie normali del gene (MM, wild-type) e produce quantità sufficienti di AAT.

    Quando il test del DNA indica la presenza di una o due copie anomale del gene SERPINA1, significa che viene prodotta meno AAT e/o AAT disfunzionale. Il grado di carenza di AAT ed il grado di danno polmonare e/o epatico può essere molto vario. Due persone con la stessa anomalia genetica possono avere decorsi diversi della patologia. Può essere consigliato di eseguire una consulenza genetica per determinare la probabilità delle persone affette di trasmettere l'alterazione ai figli.

    I soggetti con una copia di M ed una di S o Z (MS o MZ) producono quantità ridotte di AAT, ma che possono essere sufficienti per garantire la protezione dei tessuti. Essi risultano portatori dell’anomalia e possono trasmetterla ai figli.

    Gli individui con due copie di S (SS) possono essere asintomatici o moderatamente affetti (producono circa il 60% di AAT normale).

    Le persone con una copia S ed una Z (SZ) sono esposti ad alto rischio di sviluppare enfisema (essi producono circa il 40% di AAT normale). Gli individui che presentano due copie Z (ZZ) sviluppano la patologia più grave (producono circa il 10% della AAT necessaria) insieme a coloro che risultano portatori di una rara alterazione genica che inibisce totalmente la produzione di AAT.

  • C’è altro da sapere?

    L'AAT è estremamente reattiva nelle fasi acute. Ciò significa che può essere elevata in corso di patologie infiammatorie acute e croniche, infezioni ed in alcuni casi di tumore. Livelli aumentati di AAT possono essere riscontrati in caso di infezioni, assunzione di contraccettivi orali, gravidanza e stress. Questi aumenti temporanei o cronici di AAT possono determinare il riscontro di concentrazioni normali della proteina in soggetti con carenza scarsa o moderata di AAT.

    Le concentrazioni di AAT possono diminuire con la sindrome da distress respiratorio neonatale ed in condizioni che fanno diminuire le proteine sieriche, quali patologie renali (sindrome nefrosica), malnutrizione ed alcune forme di tumore.

    L’elettroforesi delle proteine sieriche è un test che valuta differenti tipi di proteine nel sangue. Talvolta, il test può incidentalmente individuare una carenza inaspettata di AAT. In questi casi, test successivi possono confermare la carenza della proteina anche in assenza di segni o sintomi di patologia. 

Modalità del Test
Prima del test

Non sono previste particolari preparazioni prima dell'esecuzione del test.

Nel caso in cui venga richiesto un tampone buccale, può essere consigliato di sciacquare la bocca con acqua prima di raccogliere il campione.

Durante il test

La maggior parte dei test dell'AAT vengono eseguiti su un campione di sangue prelevato da una vena del braccio. Durante il prelievo ematico, viene posizionato il laccio emostatico nella parte superiore del braccio, per favorire il reperimento della vena. Per prevenire eventuali infezioni, viene eseguita la disinfezione della zona del prelievo e successivamente inserito l'ago. Il prelievo può richiedere qualche minuto e causare un lieve fastidio legato alla puntura.

Talvolta, può essere richiesto un campione di cellule raccolte all'interno della bocca (tampone buccale).

Dopo il test

Al termine della raccolta del campione di sangue, viene applicata una garza sterile sul sito della puntura ed esercitata una leggera pressione per prevenire eventuali emorragie e consentire una rapida guarigione.

Non sono previste restrizioni circa le attività che possono essere svolte dopo la raccolta dei campioni.

Accordion Title
Domande Frequenti
  • Cosa si può fare in caso di deficit di alfa-1 antitripsina?

    Astenersi dal fumo consente di preservare lo stato dei polmoni e di ritardare la comparsa di enfisema. Altre accortezze includono evitare l'esposizione ad agenti irritanti per i polmoni, quali polveri e fumi, condurre attività fisica per mantenere la funzionalità polmonare, sottoporsi regolarmente ai vaccini per proteggersi dalle infezioni causate dai virus influenzali, dalle polmoniti pneumococciche e dalle infezioni da Haemophilus influenzae di tipo b.

  • É necessario sottoporsi a tutti i tre tipi di test?

    Normalmente no. Il numero degli esami e l’ordine in cui vengono eseguiti dipende dal laboratorio che effettua il test. Nella maggior parte dei casi il test su sangue per l’AAT ed altri test fenotipici o genotipici sono sufficienti. In casi particolarmente complicati o rari, possono essere eseguiti tutti e tre i test.

  • Quanto tempo è necessario per l'esecuzione del test?

    Il risultato del test viene reso disponibile in tempi che dipendono dal laboratorio che esegue il test. Solitamente, i risultati vengono forniti entro pochi giorni.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

A.D.A.M. Medical Encyclopedia. Buccal smear. Updated April 24, 2019. Accessed September 29, 2021. https://medlineplus.gov/ency/article/003414.htm

A.D.A.M. Medical Encyclopedia. Chronic obstructive pulmonary disease (COPD). Updated April 5, 2020. Accessed September 29, 2021. https://medlineplus.gov/ency/article/000091.htm

A.D.A.M. Medical Encyclopedia. Alpha-1 antitrypsin blood test. Updated August 3, 2020. Accessed September 29, 2021. https://medlineplus.gov/ency/article/003715.htm

A.D.A.M. Medical Encyclopedia. Alpha-1 antitrypsin deficiency. Updated August 3, 2020. Accessed September 29, 2021. https://medlineplus.gov/ency/article/000120.htm

Agarwal AK, Raja A, Brown BD. Chronic obstructive pulmonary disease. In: StatPearls. Updated August 11, 2021. Accessed September 29, 2021. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK559281/

Alpha-1 Foundation. Alpha-1 coded testing study. Date unknown. Accessed September 28, 2021. https://www.alpha1.org/healthcare-providers/testing-and-treatment/alpha-1-coded-testing-study/

Alpha-1 Foundation. Diagnosing alpha-1. Date unknown. Accessed September 28, 2021. https://www.alpha1.org/healthcare-providers/testing-and-treatment/diagnosing-alpha-1/

Alpha-1 Foundation. Testing for alpha-1. Date unknown. Accessed September 28, 2021.
https://www.alpha1.org/newly-diagnosed/learning-about-alpha-1/testing-for-alpha-1/

Belmonte I, Barrecheguren M, Esquinas C, Rodríguez E, Miravitlles M, Rodríguez-Frías F. Genetic diagnosis of α1-antitrypsin deficiency using DNA from buccal swab and serum samples. Clin Chem Lab Med. 2017;55(9):1276-1283. doi:10.1515/cclm-2016-0842

Genetic and Rare Diseases Information Center. Alpha-1 antitrypsin deficiency. Updated September 26, 2018. Accessed September 28, 2021. https://rarediseases.info.nih.gov/diseases/5784/alpha-1-antitrypsin-deficiency

Han MK, Dransfield MT, Martinez FJ. Chronic obstructive pulmonary disease: Definition, clinical manifestations, diagnosis, and staging. In: Stoller JK, ed. UpToDate. Updated March 25, 2020. Accessed September 29, 2021. https://www.uptodate.com/contents/chronic-obstructive-pulmonary-disease-definition-clinical-manifestations-diagnosis-and-staging

Han MK. Patient education: Chronic obstructive pulmonary disease (COPD) (beyond the basics). In: Stoller JK, ed. UpToDate. Updated June 9, 2021. Accessed September 29, 2021. https://www.uptodate.com/contents/chronic-obstructive-pulmonary-disease-copd-beyond-the-basics

MedlinePlus: National Library of Medicine. Alpha-1 antitrypsin deficiency. Updated September 15, 2021. Accessed September 28, 2021. https://medlineplus.gov/genetics/condition/alpha-1-antitrypsin-deficiency

National Heart, Lung, and Blood Institute. Bronchiectasis. Date unknown. Accessed September 27, 2021. https://www.nhlbi.nih.gov/health-topics/bronchiectasis

Sandhaus RA, Turino G, Brantly ML, et al. The Diagnosis and management of alpha-1 antitrypsin deficiency in the adult. Chronic Obstr Pulm Dis. 2016;3(3):668-682. Published 2016 Jun 6. doi:10.15326/jcopdf.3.3.2015.0182

Stoller JK. Extrapulmonary manifestations of alpha-1 antitrypsin deficiency. In: Barnes PJ, ed. UpToDate. Updated May 7, 2020. Accessed September 28, 2021. https://www.uptodate.com/contents/extrapulmonary-manifestations-of-alpha-1-antitrypsin-deficiency

Stoller JK, Hupertz V, Aboussouan LS. Alpha-1 antitrypsin deficiency. In: Adam MP, Ardinger HH, Pagon RA, et. al., eds. GeneReviews. Updated May 21, 2020. Accessed September 28, 2021. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK1519/

Stoller JK. Clinical manifestations, diagnosis, and natural history of alpha-1 antitrypsin deficiency. In: Barnes PJ, ed. UpToDate. Updated July 7, 2021. Accessed September 27, 2021. https://www.uptodate.com/contents/clinical-manifestations-diagnosis-and-natural-history-of-alpha-1-antitrypsin-deficiency

Strange C, Dickson R, Carter C, et al. Genetic testing for alpha1-antitrypsin deficiency. Genet Med. 2004;6(4):204-210. doi:10.1097/01.gim.0000132669.09819.79

Wise RA. Chronic obstructive pulmonary disease (COPD). Merck Manual Consumer Edition. Updated May 2020. Accessed September 29, 2021. https://www.merckmanuals.com/home/lung-and-airway-disorders/chronic-obstructive-pulmonary-disease-copd/chronic-obstructive-pulmonary-disease-copd

Wise RA. Alpha-1 antitrypsin deficiency. Merck Manuals Professional Edition. Updated June 2020. Accessed September 26, 2021. https://www.merckmanuals.com/professional/pulmonary-disorders/chronic-obstructive-pulmonary-disease-and-related-disorders/alpha-1-antitrypsin-deficiency

Wise RA. Chronic obstructive pulmonary disease (COPD). Merck Manuals Professional Edition. Updated June 2020. Accessed September 29, 2021. https://www.merckmanuals.com/professional/pulmonary-disorders/chronic-obstructive-pulmonary-disease-and-related-disorders/chronic-obstructive-pulmonary-disease-copd

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO.

Barclay, L. and Lie, D. (2003 October 10). New Guidelines for Alpha-1 Antitrypsin Deficiency. Medscape Medical News [On-line News and CME]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/462776.

Huskey, R., Maintained (1998 November 10, Updated). Alpha-1 Antitrypsin Deficiency. From Principles of Medical Genetics by Gelehrter and Collins, 1990 (Williams & Wilkins). Available online at http://www.people.virginia.edu/~rjh9u/antitryp.html.

Maxton, D. (2000 August 21). Alpha-1 antitrypsin deficiency. Netdoctor.co.uk [On-line information]. Available online at http://www.netdoctor.co.uk/diseases/facts/alpha1def.htm.

Shaffer, E. Alpha1-Antitrypsin Deficiency. The Merck Manual – Second Home Edition [On-line information]. Available online at http://www.merck.com/pubs/mmanual_home2/sec10/ch136/ch136f.htm.

Alpha-1 Related Emphysema. American Lung Association [On-line information]. Available online at http://www.lungusa.org/diseases/luna1ad.html.

University of Utah (2003). Alpha-1-antitrypsin. Genetic Testing of Newborn Infants, Genetic Science Learning Center [On-line information]. Available online at http://gslc.genetics.utah.edu/units/newborn/infosheets/alpha.cfm.

Alpha-1 Antitrypsin Deficiency. Children’s Liver Disease Foundation [On-line information]. Available online at http://www.childliverdisease.org/aatd.html.

Alpha-1 Antitrypsin Deficiency (A-1ATD). MedicineNet.com [On-line information]. Available online at http://www.medicinenet.com/Alpha_1_Antitrypsin_Deficiency/article.htm.

Alpha-1-Antitrypsin and Alpha-1-Antitrypsin Phenotype. ARUP's Guide to Clinical Laboratory Testing [On-line information]. Available online at http://www.aruplab.com/guides/clt/tests/clt_al38.jsp#1141235.

Kaufman, D. (2003 May 7). Alpha-1 Antitrypsin Deficiency. MedlinePlus Health Information, Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000120.htm.

Martell, B. (2003 May 12). Alpha-1 antitrypsin. MedlinePlus Health Information, Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003715.htm.

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (© 2007). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 8th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 45-46.

Clarke, W. and Dufour, D. R., Editors (2006). Contemporary Practice in Clinical Chemistry, AACC Press, Washington, DC. Pp 198-199.

Wu, A. (2006). Tietz Clinical Guide to Laboratory Tests, Fourth Edition. Saunders Elsevier, St. Louis, Missouri. Pp 138-143.

Fairman P, and Malhotra R. (2008 October 29, Updated). Alpha1-Antitrypsin Deficiency. eMedicine [On-line information]. Available online at http://www.emedicine.com/med/TOPIC108.HTM. Accessed March 2009.

Ohar, J. (2008 January 15). New Data on Chronic Obstructive Pulmonary Disease CME/CE. Medscape from CHEST 2007: Pulmonary Disease [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/568542. Accessed March 2009.

(2007 November). What Is Alpha-1 Antitrypsin Deficiency? National Heart, Lung, and Blood Institute [On-line information]. Available online at http://www.nhlbi.nih.gov/health/dci/Diseases/aat/aat_whatis.html. Accessed March 2009.

(2007 September 28, Updated). Alpha-1 Antitrypsin Deficiency. American Liver Foundation [On-line information]. Available online at http://www.liverfoundation.org/education/info/alphaone/. Accessed March 2009.

(Updated 2012 September 17). Alpha1-Antitrypsin Deficiency. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/295686-overview. Accessed May 2013.

Dugdale, D. (Updated 2013 March 22). Alpha-1 antitrypsin test. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003715.htm. Accessed May 2013.

Grenache, D. et. al. (Updated 2013 March). Alpha-1-Antitrypsin Deficiency – AAT. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/AAT.html?client_ID=LTD. Accessed May 2013.

Pagana, K. D. & Pagana, T. J. (© 2011). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 10th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 40-41.

Clarke, W., Editor (© 2011). Contemporary Practice in Clinical Chemistry 2nd Edition: AACC Press, Washington, DC. Pp 234-235.

(February 2003) American Thoracic Society/European Respiratory Society Statement: Standards for the Diagnosis and Management of Individuals with Alpha-1 Antitrypsin Deficiency. PDF available for download at http://www.thoracic.org/statements/resources/respiratory-disease-adults/alpha1.pdf. Accessed May 2013.

(2006) American Thoracic Society. Patient Information series: What is alpha-1-antitrypsin deficiency? PDF available for download at http://patients.thoracic.org/information-series/en/resources/what-is-alpha-1-antitrypsin-deficiency.pdf. Accessed May 2013.

(February 2011) American Lung Association. Chronic Obstructive Pulmonary Disease Factsheet: Alpha1 antitrypsin deficiency-related (AAT) emphysema. Available online at http://www.lung.org/lung-disease/copd/resources/facts-figures/COPD-Fact-Sheet.html. Accessed May 2013.

(January 2013) Genetics Home Reference. Alpha-1 antitrypsin deficiency. Available online at http://ghr.nlm.nih.gov/condition/alpha-1-antitrypsin-deficiency. Accessed May 2013.