Noto anche come
Alfa1-antitripsina
A1AT
AAT
Nome ufficiale
Alpha-1 Antitripsina, α1-antitripsina
Ultima Revisione:
Ultima Modifica:
22.05.2018.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Per supportare la diagnosi precoce di enfisema e/o disfunzioni del fegato. Per stabilire il rischio di sviluppare un enfisema e/o malattie del fegato correlati alla carenza di alfa-1 antitripsina e per determinare la probabilità che i bambini possano ereditare tale rischio.

Quando Fare il Test?

Qualora compaiano segni di patologie al fegato in un neonato o in un bambino, quando si sviluppa un enfisema prima dei 40 anni, o quando si ha un parente stretto con carenza di alfa-1 antitripsina.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue prelevato da una vena del braccio

​​​​​​​Il Test Richiede una Preparazione?

No.

L'Esame

La alfa-1 antitripsina (AAT) è una proteina del sangue che protegge i polmoni dal danneggiamento causato dagli enzimi attivati. Questo esame misura la concentrazione di AAT nel sangue. Alcuni esami associati possono determinare quali forme anormali di AAT il soggetto ha ereditato.

La AAT facilita l'inattivazione di alcuni enzimi, il più importante dei quali è l’elastasi. L'elastasi è un enzima prodotto da alcuni tipi di globuli bianchi, i neutrofili e fa parte della normale risposta del corpo all'infiammazione e alle lesioni. L'elastasi rompe le proteine così che esse possano essere rimosse e riciclate dall'organismo ma, se la sua azione non viene regolata dall'AAT, l'elastasi può cominciare anche a danneggiare il tessuto polmonare e determinarne il collasso.

Ogni individuo eredita due copie del gene che codifica per AAT. Esso viene chiamato gene inibitore delle proteasi (SERPINA1). Questo gene è codominante, il che significa che ciascuna copia del gene SERPINA1 è responsabile nel produrre una metà della AAT presente nell’organismo. Se vi è un cambiamento o una mutazione in una o in entrambe le copie del gene, allora viene prodotta AAT in minor quantità e/o AAT con funzionalità ridotta. Se la produzione di AAT crolla al di sotto del 30% della sua normale quantità, allora il paziente portatore del difetto sarà affetto da una patologia chiamata deficienza da alfa-1 antitripsina. I pazienti con questo tipo di disfunzione hanno una elevata probabilità di sviluppare un enfisema, una malattia dei polmoni progressiva, nella prima età adulta. Se il paziente è un fumatore o se, per la professione che svolge, è esposto a fumi o polveri, il danno ai polmoni tenderà a manifestarsi prima e ad essere più grave.

Certi tipi di AAT non funzionanti, tendono ad accumularsi nelle cellule del fegato che le producono. Dal momento in cui inizia ad accumularsi in queste cellule, l'AAT forma delle catene proteiche anormali e comincia a distruggere le cellule e a danneggiare il fegato. Circa il 10% delle persone affette da deficienza di AAT sono itteriche fin da neonati. Nei casi più gravi questi neonati hanno bisogno di un trapianto di fegato per sopravvivere. La deficienza da AAT è la causa più comune di patologie del fegato nella popolazione pediatrica. Circa il 15% degli adulti con deficienza di AAT sviluppano cirrosi dovuta al tessuto cicatriziale sviluppatosi in seguito al danneggiamento epatico e hanno un rischio elevato di sviluppare cancro al fegato (carcinoma epatocellulare).

La quantità e la funzionalità dell'AAT che si forma, dipende dalla mutazione ereditata. Nonostante esistano più di 75 differenti alleli nel gene SERPINA1, solo pochi di questi sono normali. La maggior parte degli individui, circa il 90%, possiedono due copie del gene M normale (MM). Le forme anormali più comuni sono S e Z.

Tipi di test per AAT

Vari test possono essere usati per valutare un individuo: 

  • alfa-1 antitripsina: questo test serve per misurare la concentrazione di AAT presente
  • alfa-1 antitripsina fenotipo: determina la presenza di differenti tipi di proteina AAT prodotta.
  • alfa-1 antitripsina test del DNA: è un test genetico fatto per identificare quale variante genica (alleli del gene SERPINA1) è presente. Di norma vengono  valutati solo l’allele normale M e le più comuni varianti (S e Z) .
Accordion Title
Come e Perché
  • Come viene raccolto il campione per il test?

    Tramite un prelievo di sangue venoso dal braccio.

  • Esiste una preparazione al test che possa assicurare la buona qualità del campione?

    No, non è necessaria alcuna preparazione.

  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    L’esame dell’alfa-1 antitripsina (AAT) è usato come supporto nella diagnosi di carenza di alfa-1 antitripsina come causa di comparsa precoce di enfisema, specialmente quando una persona non è sottoposta a fattori di rischio quali il fumo o l'esposizione ad agenti irritanti dei polmoni quali polveri o fumi.

    Il test viene richiesto anche per aiutare a capire le cause dell'ittero o di altri sintomi di disfunzioni del fegato. Ciò viene effettuato per prima cosa in neonati e bambini ma può essere indagata anche in pazienti di tutte le età.

    I test disponibili per AAT sono tre. Uno o più possono essere utilizzati nella valutazione di un individuo:

    • Alfa-1 antitripsina misura la concentrazione della proteina AAT nel sangue. 
    • Il test del fenotipo di Alfa-1 antitripsina valuta la quantità e il tipo di AAT che vengono prodotti in relazione ad un profilo normale.
    • Il test di genotipizzazione dell’Alfa-1 antitripsina (test del DNA) può essere utilizzato per stabilire quale allele del gene SERPINA1 è presente, inclusi l’allele M normale o altre varianti alleliche. Questo test non si può utilizzare per ciascun tipo di variante, ma solo per i casi più comuni (S e Z) a seconda di quanto ciascuno di essi possa essere frequente in una particolare area geografica o famiglia. Una volta che sono stati identificati gli alleli del gene SERPINA1 della persona affetta, gli altri membri della famiglia possono sottoporsi al test per stabilire il loro rischio effettivo di sviluppare enfisema e/o implicazioni a livello del fegato così come la possibilità che i loro figli possano ereditare il difetto.
  • Quando viene prescritto?

    Il test dell’alfa-1 antitripsina viene richiesto quando:

    • Un bambino mostra itterizia che perdura per più di una o due settimane, milza ingrossata, accumulo di liquido nell’addome (ascite), prurito persistente e altri segni di danno epatico
    • Un individuo con età inferiore ai 40 anni sviluppa rantoli, bronchite o tosse croniche, ha il respiro corto dopo uno sforzo e/o altri segni di enfisema. Questo è vero specialmente quando una persona non è un fumatore e non è stato esposto ad agenti irritanti per i polmoni e quando il danno polmonare sembra essere localizzato in profondità nei polmoni.  
    • L’individuo ha parenti stretti con carenza di alfa-1 antitripsina.
    • L’individuo ha un parente affetto e vuole conoscere la probabilità di avere un figlio affetto.
       

    La società Americana The American Thoracic Society raccomanda che il test AAT venga eseguito sugli individui diagnosticati per alcune patologie, quali:

    • Enfisemi in giovane età (età inferiore ai 45 anni) in assenza di fattori di rischio importanti come il fumo
    • Bronchiectasia, una patologia in cui le vie aeree sono allungate e/o allargate
    • Asma difficile da trattare
    • Patologia epatica senza causa conosciuta
    • Una patologia della pelle chiamata panniculite, una non comune complicazione della carenza di AAT che è caratterizzata dalla presenza di noduli teneri e rossi sulla pelle.
  • Cosa significa il risultato del test?
    Concentrazione di AAT

    Una bassa concentrazione di AAT nel sangue indica che la persona può avere una carenza di alfa-1 antitripsina. Più bassa è la concentrazione di AAT e maggiore è il rischio di sviluppare enfisema.

    Test del fenotipo

    Nelle persone con anomalie di AAT il rischio di sviluppare una patologia dipende dal tipo di variante e dalla quantità prodotta. Una variante con attività molto scarsa può portare sia all’enfisema (perché i polmoni non sono protetti) che a patologie epatiche (per la sintesi di AAT anormali all’interno delle cellule epatiche).

    Test del genotipo

    La maggior parte delle persone hanno due copie normali del gene (MM, wild-type) e producono una sufficiente quantità di AAT.

    Quando il test del DNA indica la presenza di uno o due copie anormali del gene SERPINA1, significa che viene prodotta meno AAT e/o AAT anormale. Il grado di mancanza di AAT e il grado di danno polmonare e/o epatico può essere molto vario. Due persone con la stessa anomalia genetica possono avere diversi decorsi della patologia. E come in ogni test genetico, un consulente genetico può spiegare la probabilità che la patologia venga ereditata dai figli delle persone affette.

    Le persone con una copia di M e una di S o Z (MS o MZ) produrranno una quantità ridotta di AAT ma potrebbero averne abbastanza da proteggersi. Essi sono portatori dell’anomalia e possono trasmetterla ai propri figli.

    Gli individui con due copie di S (SS) possono essere asintomatici o moderatamente affetti (producono circa il 60% di AAT normale).

    Le persone con una copia S e una Z (SZ) sono ad alto rischio di sviluppare enfisema (essi producono circa il 40% di AAT normale). Gli individui che hanno due copie Z (ZZ) hanno la patologia più grave (producono circa il 10% della AAT necessaria) insieme a coloro che hanno una o due copie di una rara forma di gene SERPINA1 che è “nulla” (essi non producono nessuna AAT)

  • C’è altro da sapere?

    L'AAT è estremamente reattiva nelle fasi acute. Ciò significa che può essere elevata in condizioni di infiammazioni acute e croniche, infezioni ed in alcuni casi di tumore. Livelli aumentati di AAT si possono riscontrare in caso di infezioni, utilizzo di contraccettivi orali, gravidanza e stress. Questi aumenti temporanei o cronici di AAT possono causare concentrazioni normali della proteina in persone che hanno una carenza scarsa o moderata di AAT.

    Le concentrazioni di AAT possono diminuire con la sindrome da distress respiratorio neonatale, e in condizioni che fanno diminuire le proteine sieriche quali patologie renali (sindrome nefrosica), malnutrizione e alcune forme di tumore.

    L’elettroforesi delle sieroproteine è un test che valuta differenti tipi di proteine nel sangue. A volte il test può determinare una carenza inaspettata di AAT, quando è eseguito per scopi differenti. In questi casi test successivi possono confermare una carenza della proteina anche se non ci sono segni o sintomi di patologia. 

Accordion Title
Domande Frequenti
  • Cosa si può fare in caso di deficit di alfa-1 antitripsina?

    Non fumare. Prendersi cura dei propri polmoni può aumentare la durata della vita e ritardare la comparsa dell'enfisema. Evitare agenti irritanti dei polmoni quali polveri e fumi, farsi vaccinare regolarmente per proteggersi dalla polmonite pneumococcica e dall’infezione da Haemophilus influenzae di tipo b, ad esempio e dal tipo di influenza dell’anno, prendere accorgimenti medici immediati contro le infezioni dei polmoni  e fare esercizio per aiutare a mantenere la funzionalità dei polmoni. Consultare il medico per fare le scelte migliori nel prendersi cura di sé stessi.

  • Quant'è comune la carenza da alfa-1 antitripsina?

    Si pensa che sia una delle disfunzioni genetiche più frequenti nelle popolazioni caucasiche. In Europa circa 1 persona su 2.000-5.000 (più diffuso in nord Europa) presenta carenza più o meno marcata di AAT.

  • E’ necessario sottoporsi a tutti i tre tipi di test?

    Normalmente no. Il numero degli esami e l’ordine con cui vengono eseguiti dipende dal laboratorio che esegue il test. Nella maggior parte dei casi il test su sangue per l’AAT e altri test fenotipici o genotipici sono sufficienti. In casi particolarmente complicati o rari, possono essere eseguiti tutti i tre test.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO.

Barclay, L. and Lie, D. (2003 October 10). New Guidelines for Alpha-1 Antitrypsin Deficiency. Medscape Medical News [On-line News and CME]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/462776.

Huskey, R., Maintained (1998 November 10, Updated). Alpha-1 Antitrypsin Deficiency. From Principles of Medical Genetics by Gelehrter and Collins, 1990 (Williams & Wilkins). Available online at http://www.people.virginia.edu/~rjh9u/antitryp.html.

Maxton, D. (2000 August 21). Alpha-1 antitrypsin deficiency. Netdoctor.co.uk [On-line information]. Available online at http://www.netdoctor.co.uk/diseases/facts/alpha1def.htm.

Shaffer, E. Alpha1-Antitrypsin Deficiency. The Merck Manual – Second Home Edition [On-line information]. Available online at http://www.merck.com/pubs/mmanual_home2/sec10/ch136/ch136f.htm.

Alpha-1 Related Emphysema. American Lung Association [On-line information]. Available online at http://www.lungusa.org/diseases/luna1ad.html.

University of Utah (2003). Alpha-1-antitrypsin. Genetic Testing of Newborn Infants, Genetic Science Learning Center [On-line information]. Available online at http://gslc.genetics.utah.edu/units/newborn/infosheets/alpha.cfm.

Alpha-1 Antitrypsin Deficiency. Children’s Liver Disease Foundation [On-line information]. Available online at http://www.childliverdisease.org/aatd.html.

Alpha-1 Antitrypsin Deficiency (A-1ATD). MedicineNet.com [On-line information]. Available online at http://www.medicinenet.com/Alpha_1_Antitrypsin_Deficiency/article.htm.

Alpha-1-Antitrypsin and Alpha-1-Antitrypsin Phenotype. ARUP's Guide to Clinical Laboratory Testing [On-line information]. Available online at http://www.aruplab.com/guides/clt/tests/clt_al38.jsp#1141235.

Kaufman, D. (2003 May 7). Alpha-1 Antitrypsin Deficiency. MedlinePlus Health Information, Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000120.htm.

Martell, B. (2003 May 12). Alpha-1 antitrypsin. MedlinePlus Health Information, Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003715.htm.

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (© 2007). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 8th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 45-46.

Clarke, W. and Dufour, D. R., Editors (2006). Contemporary Practice in Clinical Chemistry, AACC Press, Washington, DC. Pp 198-199.

Wu, A. (2006). Tietz Clinical Guide to Laboratory Tests, Fourth Edition. Saunders Elsevier, St. Louis, Missouri. Pp 138-143.

Fairman P, and Malhotra R. (2008 October 29, Updated). Alpha1-Antitrypsin Deficiency. eMedicine [On-line information]. Available online at http://www.emedicine.com/med/TOPIC108.HTM. Accessed March 2009.

Ohar, J. (2008 January 15). New Data on Chronic Obstructive Pulmonary Disease CME/CE. Medscape from CHEST 2007: Pulmonary Disease [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/568542. Accessed March 2009.

(2007 November). What Is Alpha-1 Antitrypsin Deficiency? National Heart, Lung, and Blood Institute [On-line information]. Available online at http://www.nhlbi.nih.gov/health/dci/Diseases/aat/aat_whatis.html. Accessed March 2009.

(2007 September 28, Updated). Alpha-1 Antitrypsin Deficiency. American Liver Foundation [On-line information]. Available online at http://www.liverfoundation.org/education/info/alphaone/. Accessed March 2009.

(Updated 2012 September 17). Alpha1-Antitrypsin Deficiency. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/295686-overview. Accessed May 2013.

Dugdale, D. (Updated 2013 March 22). Alpha-1 antitrypsin test. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003715.htm. Accessed May 2013.

Grenache, D. et. al. (Updated 2013 March). Alpha-1-Antitrypsin Deficiency – AAT. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/AAT.html?client_ID=LTD. Accessed May 2013.

Pagana, K. D. & Pagana, T. J. (© 2011). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 10th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 40-41.

Clarke, W., Editor (© 2011). Contemporary Practice in Clinical Chemistry 2nd Edition: AACC Press, Washington, DC. Pp 234-235.

(February 2003) American Thoracic Society/European Respiratory Society Statement: Standards for the Diagnosis and Management of Individuals with Alpha-1 Antitrypsin Deficiency. PDF available for download at http://www.thoracic.org/statements/resources/respiratory-disease-adults/alpha1.pdf. Accessed May 2013.

(2006) American Thoracic Society. Patient Information series: What is alpha-1-antitrypsin deficiency? PDF available for download at http://patients.thoracic.org/information-series/en/resources/what-is-alpha-1-antitrypsin-deficiency.pdf. Accessed May 2013.

(February 2011) American Lung Association. Chronic Obstructive Pulmonary Disease Factsheet: Alpha1 antitrypsin deficiency-related (AAT) emphysema. Available online at http://www.lung.org/lung-disease/copd/resources/facts-figures/COPD-Fact-Sheet.html. Accessed May 2013.

(January 2013) Genetics Home Reference. Alpha-1 antitrypsin deficiency. Available online at http://ghr.nlm.nih.gov/condition/alpha-1-antitrypsin-deficiency. Accessed May 2013.