salute bambini
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 06.03.2022.

Il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ha recentemente abbassato la soglia dei livelli di sicurezza del piombo nel sangue nei bambini, una modifica che permetterà di identificare un maggior numero di casi di avvelenamento da piombo in età infantile. 

Negli ultimi anni, le organizzazioni sanitarie hanno esaminato i dati relativi ai livelli di piombo nei bambini, regolando di conseguenza i livelli di sicurezza per l'avvelenamento da piombo. Il limite soglia è stato modificato l'ultima volta più di 9 anni fa, quando il CDC ha ridotto i livelli di sicurezza da 10 microgrammi per decilitro (µg/dL) a 5 µg/dL. Il 28 ottobre 2021, la soglia è stata ulteriormente abbassata a 3,5 µg/dL.

Il CDC ha deciso di abbassare il valore soglia del piombo nel sangue (piombemia) in seguito alle raccomandazione del Lead Exposure and Prevention Advisory Committee (LEPAC). La nuova soglia si basa sul 97,5° percentile dei livelli di piombo nella popolazione di riferimento, rappresentata dai bambini americani di età compresa tra gli 1 e i 5 anni. Questo implica che i bambini con piombemia uguale o superiore a 3,5 µg/dL rientrano nel 2,5% di quelli con i più alti livelli di piombo nel sangue. Il percentile è stato calcolato sulla base dei dati raccolti dal 2015 al 2016 e dal 2017 al 2018 dal National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES).

Anche se non esiste un livello di piombo nel sangue considerato totalmente sicuro per i bambini, le organizzazioni sanitarie utilizzano il valore soglia per identificare i bambini che sono stati esposti al piombo. In seguito al riscontro nei bambini di livelli di piombemia superiori alla soglia, gli organi deputati si occupano di identificare la fonte di esposizione al piombo e di rimuoverla. I bambini con piombemia elevata devono essere sottoposti a stretto monitoraggio e, eventualmente, a trattamento.

I bambini possono essere esposti al piombo attraverso l'ambiente che li circonda. Infatti, il piombo può essere ancora presente nelle tubature o nelle vernici delle abitazioni costruite prima del 1978. I bambini possono ingerire con più facilità scaglie di vernici di piombo o inalare significative quantità di piombo sotto forma di aerosol, derivate da particelle scrostate o polverizzate. Anche l'acqua potabile contaminata è stata individuata come una potenziale fonte di avvelenamento da piombo. In un caso ampiamente riportato, i residenti della città di Flint (Michigan) sono stati esposti ad alti livelli di piombo a causa della contaminazione dell'acqua potabile.

Anche se l'esposizione al piombo può essere tossica per chiunque, risulta particolarmente dannosa per i bambini, a causa dell'incompleto sviluppo e della possibilità del metallo tossico di accumularsi nel corso del tempo. Anche l'esposizione a ridotte concentrazioni di piombo può causare ritardi cognitivi, danni al cuore, al fegato e ai reni. L'avvelenamento da piombo può causare problematiche di salute permanenti, inclusi ritardo nello sviluppo, disordini comportamentali e dell'apprendimento, iperattività, disturbi nel linguaggio e problemi di udito.

Poiché i bambini risultano maggiormente suscettibili agli effetti tossici del piombo, vengono valutati routinariamente per l'esposizione al metallo e, se considerati a rischio di esposizione, possono eseguire la misura della concentrazione di piombo nel sangue (piombemia). Solitamente, il campione di sangue viene prelevato mediante puntura del dito o del tallone (neonati). In seguito al riscontro di risultati anomali, è possibile eseguire un secondo test su sangue venoso per conferma. L'esecuzione di analisi affidabili per la determinazione della piombemia è fondamentale, in particolare in seguito alla riduzione della soglia di sicurezza, per rilevare quantità estremamente basse di piombo nel sangue. Il recente ritiro dal mercato negli Stati Uniti di alcuni test del piombo che sottostimavano i livelli di piombo nel sangue ha evidenziato l'importanza di sviluppare test di screening maggiormente accurati per i bambini.

Anche se l'accuratezza dei test, l'identificazione e la rimozione delle fonti di esposizione al piombo sono strategie importanti, prevenire l'esposizione al piombo è considerato il trattamento più efficace. Il CDC fornisce delle raccomandazioni per rendere le abitazioni e gli ambienti frequentati dai bambini il più possibile sicuri dall'esposizione al piombo. 

Fonti
Fonti utilizzate nella revisione corrente 

CDC Updates Blood Lead Reference Value for Children. Press release. (October 28, 2021). Accessed November 30, 2021 https://www.cdc.gov/media/releases/2021/p1028-blood-lead.html

Centers for Disease Control and Prevention. Blood Lead Reference Value. Reviewed October 27, 2021. Accessed November 30, 2021.
https://www.cdc.gov/nceh/lead/data/blood-lead-reference-value.htm

Centers for Disease Control and Prevention. Blood Lead Levels in Children. Reviewed October 27, 2021. Accessed November 30, 2021.
https://www.cdc.gov/nceh/lead/prevention/blood-lead-levels.htm

Centers for Disease Control and Prevention. Flint Water Crisis. Reviewed May 28, 2020. Accessed November 30, 2021.
https://www.cdc.gov/nceh/casper/pdf-html/flint_water_crisis_pdf.html

Centers for Disease Control and Prevention. Sources of Lead Exposure. Reviewed April 7, 2020. Accessed November 30, 2021.
https://www.cdc.gov/nceh/lead/prevention/sources.htm

Centers for Disease Control and Prevention. Health Effects of Lead Exposure. Reviewed October 26, 2021. Accessed November 30, 2021.
https://www.cdc.gov/nceh/lead/prevention/health-effects.htm