Ultima Modifica: 14.02.2020.
Noto anche come
Villocentesi

Questo test non viene eseguito di routine, ma può essere proposto alle donne in gravidanza considerate ad alto rischio di partorire un bambino con disturbi cromosomici, come la sindrome di Down, o anomalie genetiche, come la fibrosi cistica. La villocentesi può essere eseguita tra la decima e la dodicesima settimana di gravidanza tramite il prelievo transaddominale o transcervicale di un campione di tessuto della placenta. Queste cellule hanno la stessa composizione genetica del feto e vengono analizzate per rilevare eventuali disturbi cromosomici e anomalie geniche.