Noto anche come
Ulcera gastrica
Ulcera duodenale
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 30.04.2020.

Cos'è l'ulcera peptica?

Le ulcere peptiche sono delle erosioni nel rivestimento dell'esofago, dello stomaco e del duodeno (la parte iniziale dell'intestino tenue). Lo stomaco è un organo dotato di uno strato di muscoli che permettono di scomporre e rimescolare il cibo congiuntamente all'azione dei succhi gastrici, quali acido cloridrico e acidi biliari, e degli enzimi, tra cui la pepsina. Uno strato di muco ricopre il rivestimento dello stomaco e lo protegge dall'azione dei succhi digestivi. Anche le prostaglandine, molecole con azione ormone-simile coinvolte nella contrazione muscolare, contribuiscono a proteggere il rivestimento. Qualsiasi alterazione nella produzione dei succhi gastrici può causare il danneggiamento del rivestimento dello stomaco, formando delle aree di erosione chiamate ulcere.

Esistono due tipi principali di ulcere peptiche: le ulcere gastriche (erosione del rivestimento interno dello stomaco) e le ulcere duodenali (erosione della mucosa che riveste il primo segmento dell'intestino tenue). Raramente, le ulcere peptiche possono formarsi nell'esofago, localizzato sopra lo stomaco.

 

Accordion Title
Approfondimenti
  • Cause

    Le ulcere peptiche sono solitamente causate da un'infezione da parte del batterio Helicobacter pylori o dall'uso prolungato di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), quali aspirina, naproxene e ibuprofene.

    •  Circa il 50% della popolazione mondiale presenta H. pylori nel proprio apparato digerente. Pare che H. pylori si diffonda tramite cibo o acqua contaminati o attraverso il contatto con i fluidi corporei (ad es, la saliva) di una persona infetta, ma la fonte dell'infezione non è nota. Per ragioni ignote l'H. pylori può non provocare la formazione di ulcere nella maggior parte degli individui, rimanendo latente all'interno del loro apparato digerente senza causare alcuna manifestazione di segni o sintomi per molti anni. Tuttavia, più del 50% dei soggetti con ulcera peptica hanno un'infezione da H. pylori.
    • Un'altra causa comune di ulcere peptiche è l'assunzione a lungo termine di FANS come aspirina, naproxene e ibuprofene. Gli individui che assumono FANS ogni giorno o più volte alla settimana, soprattutto se di età superiore ai 70 anni o con una storia di ulcere, hanno maggiori probabilità di sviluppare ulcere peptiche. Le donne risultano più esposte rispetto agli uomini al rischio di sviluppare un'ulcera in seguito all'assunzione di FANS; così anche i soggetti affetti da due o più patologie concomitanti o che assumono altri farmaci
    • Raramente, l'ulcera peptica può essere causata della Sindrome di Zollinger-Ellison, nel corso della quale aumenta la produzione dell'ormone gastrina da parte di uno o più tumori pancreatici o dell'intestino tenue

    Altri fattori coinvolti nello sviluppo o nell'aggravamento delle ulcere peptiche includono:

    • Assunzione eccessiva di alcol
    • Fumo
    • Cibo piccante
    • Stress
  • Segni e Sintomi

    Molti soggetti con ulcere peptiche non manifestano sintomi. Il sintomo più comune dell'ulcera peptica è il dolore addominale acuto, il quale:

    • Si verifica nel tratto addominale compreso tra lo sterno e l'ombelico
    • Compare e scompare ripetutamente 
    • Può comparire poche ore dopo il pasto o durante la notte, ma soprattutto a stomaco vuoto
    • Può essere temporaneamente attenuato dal cibo e/o dagli antiacidi

    Altri segni e sintomi possono includere:

    • Perdita di appetito
    • Perdita di peso involontaria
    • Gonfiore
    • Nausea, vomito
    • Anemia

    I sintomi che richiedono attenzione medica immediata includono dolore acuto e persistente allo stomaco, feci nere o ematiche, vomito ematico o che somiglia a fondi di caffè.

  • Esami

    Vari esami possono essere eseguiti come supporto nel diagnosticare l'ulcera peptica, identificarne la causa, individuare eventuali complicazioni e determinare il trattamento appropriato.

    Test di laboratorio

    Uno o più test su Helicobacter pylori possono essere eseguiti per individuare la presenza di infezione:

    La ricerca dell'antigene nel campione di feci e il breath test (test del respiro) all'urea sono raccomandati per diagnosticare l'infezione da H. pylori e per valutare l'efficacia del trattamento. Questi test sono eseguiti frequentemente perché rapidi e non invasivi. Tuttavia, il test del respiro   non è consigliabile nei bambini piccoli, per i quali è preferibile eseguire l'esame dell'antigene nelle feci.

    Altre indagini meno frequenti poiché invasive comprendono l'endoscopia, nella quale una piccola telecamera posta alla fine di un tubo sottile viene introdotta attraverso la bocca e l'esofago fino al duodeno. Durante l'endoscopia è possibile prelevare un campione di tessuto (biopsia) dal tratto gastrointestinale.

    Le seguenti tabelle riassumono questi test:

    Senza Endoscopia  
    Esame dell'antigene nelle feci Rileva la presenza dell'antigene dell'Helicobacter pylori in un campione di feci
    Breath test all'urea 
    • Viene prelevato un primo campione di aria espirata (basale) respirando all'interno di un apposito flaconcino
    • Viene somministrata una soluzione liquida contenente urea marcata e si attendono 15 minuti, durante i quali se H. pylori è presente nel tratto digerente scinderà l'urea in anidride carbonica marcata, la quale sarà successivamente eliminata tramite espirazione. (L'anidride carbonica è un gas normalmente presente nell'aria espirata)
    • Viene nuovamente prelevato un campione d'aria
    • Entrambi i campioni sono inviati al laboratorio per essere analizzati. Se il secondo campione contiene livelli più alti di anidride carbonica, allora H. pylori è presente nel tratto digerente

     

    Con Endoscopia e Biopsia  
    Istologia L’anatomo-patologo esamina un campione di tessuto al microscopio per rilevare la presenza del batterio H. pylori e qualsiasi altro segno associato alla malattia che possa spiegare i sintomi
    Test rapido dell'ureasi H. pylori produce ureasi, un enzima che gli consente di sopravvivere nell'ambiente acido presente a livello dello stomaco. Questo esame di laboratorio rileva la presenza di ureasi nel campione di tessuto
    Coltura batterica I batteri crescono su/in un terreno ricco di sostanze nutritive; i risultati possono richiedere diverse settimane. Questo test è necessario per determinare l’antibiotico più efficace per curare l’infezione.
    (Per maggiori informazioni, consultare l'articolo sul Test di sensibilità).
    PCR (reazione a catena della polimerasi) Rileva il DNA di H. pylori, utilizzato principalmente in studi di ricerca

    Ricerca degli anticorpi anti-Helicobacter pylori: l'American Gastroenterology Association, l'American College of Gastroenterologists, l'American College of Gastroenterologists, l'Infectious Diseases Society of America e l'American Society for Microbiology non raccomandano la ricerca in routine degli anticorpi anti-Helicobacter pylori nel sangue per la diagnosi dell'infezione da H. pylori o per la valutazione del trattamento, poiché il test non è in grado di distinguere tra infezione presente e preesistente. Alcuni clinici prescrivono tuttora questo test, ma molti laboratori hanno smesso di offrirlo. Se il risultato del test è negativo, è improbabile che ci sia stata un'infezione da H. pylori. Se il test è positivo, dovrebbe essere eseguito l'esame dell'antigene nelle feci o il test del respiro per confermare la presenza di un'infezione da H. pylori.

    Altri test generici di laboratorio includono:

    • Emoglobina, può essere eseguita per controllare l'anemia
    • Esame del sangue occulto nelle feci, per rilevare la presenza di sangue in un campione di feci
    • Gastrina, può essere eseguita in presenza di ulcere ricorrenti, per contribuire a determinarne la causa

    Test non di laboratorio

    Per la diagnosi di ulcera peptica sono disponibili anche delle indagini invasive, quali:

    • EsofagoGastroDuodenoscopia (EGD)/endoscopia superiore: nella quale una piccola telecamera posta alla fine di un tubo sottile viene introdotta attraverso la bocca e l'esofago fino al duodeno. Se necessario, durante questa procedure può essere effettuato un prelievo bioptico. É l'indagine più comune per diagnosticare un'ulcera peptica
    • Tomografia computerizzata (TC): utilizza i raggi X e un computer per generare immagini
  • Trattamento

    Il trattamento dipende dalla causa alla base della patologia.

    Le ulcere causate da H. pylori richiedono un trattamento con antibiotici per eliminare l'infezione.

    La maggior parte delle ulcere sono trattate con Inibitori di pompa protonica (PPI), al fine di ridurre la produzione di acidi da parte del rivestimento dello stomaco. Talvolta, le ulcere duodenali vengono trattate con Antagonisti dei recettori H2, che a loro volta riducono la produzione di acidi gastrici.

    Evitare l'assunzione di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), di caffeina, di alcol e il fumo di sigaretta contribuisce alla guarigione dell'ulcera.

    Il trattamento può richiedere diverse settimane. Se non trattate, le ulcere peptiche tendono a recidivare e, in rari casi, possono causare tumore allo stomaco. Raramente le ulcere peptiche sono fatali ma, se penetrano nella parete dello stomaco o del duodeno (perforazione), rompono un vaso sanguigno (emorragia) o bloccano la fuoriuscita del cibo dallo stomaco (ostruzione), possono dare conseguenze molto serie e richiedere un intervento chirurgico.

    Per maggiori dettagli sul trattamento, consultare i link riportati nella sezione Pagine Correlate.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Peptic Ulcer Disease Overview. American Gastroenterological Association. Available online at https://www.gastro.org/practice-guidance/gi-patient-center/topic/peptic-ulcer-disease. Accessed September 2019.

Peptic Ulcer Disease-an Overview. American College of Gastroenterology. Available online at https://gi.org/topics/peptic-ulcer-disease/. Accessed September 2019.

[November 2014] Definition & Facts for Peptic Ulcers (Stomach Ulcers). National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases. Available online at https://www.niddk.nih.gov/health-information/digestive-diseases/peptic-ulcers-stomach-ulcers/definition-facts. Accessed September 2019.

[December 2018] Peptic Ulcer. Harvard Medical School. Available online at https://www.health.harvard.edu/a_to_z/peptic-ulcer-a-to-z. Accessed September 2019.

[August 8, 2018] Helicobacter Pylori Infection. Medscape. Available online at https://emedicine.medscape.com/article/176938-overview. Accessed September 2019.

[November 2019] What is H. pylori? WebMD. Available online at https://www.webmd.com/digestive-disorders/h-pylori-helicobacter-pylori#1. Accessed September 2019.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

 

National Digestive Diseases Information Clearinghouse. H. pylori and Peptic Ulcer. Available online at http://digestive.niddk.nih.gov/ddiseases/pubs/hpylori/. Accessed August 2008.

American Academy of Family Physicians. Ulcers and H. pylori Infection. (Updated December 2006). Available online at http://familydoctor.org/online/famdocen/home/common/digestive/disorders/271.html. Accessed August 2008.

American Gastroenterological Association. Peptic Ulcer Disease, Ulcer Fact Sheet. Available online at http://www.gastro.org/wmspage.cfm?parm1=857. Accessed August 2008.

Henry's Clinical Diagnosis and Management by Laboratory Methods. 21st ed. McPherson R, Pincus M, eds. Philadelphia, PA: Saunders Elsevier: 2007 pp279-280.

Abdul Nadir, MD. Chief, Gastroenterology. Maricopa Medical Center, Phoenix, AZ.

MedlinePlus Medical Encylopedia. Peptic ulcer. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000206.htm#Signs%20and%20tests. Accessed June 2011.

National Digestive Diseases Information Clearinghouse. H. pylori and Peptic Ulcers. Available online at http://digestive.niddk.nih.gov/ddiseases/pubs/hpylori/. Accessed June 2011.

MayoClinic.com. Peptic ulcer. Available online at http://www.mayoclinic.com/health/peptic-ulcer/DS00242. Accessed June 2011.

American Gastroenterological Association. Understanding Peptic Ulcer Disease. Available online at http://www.gastro.org/patient-center/digestive-conditions/peptic-ulcer-disease. Accessed June 2011.

Mayo Clinic. May 2013. Diseases and Conditions. Peptic Ulcer. Available online at http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/peptic-ulcer/basics/definition/con-20028643. Accessed October 13, 2014.

National Digestive Diseases Information Clearinghouse (NDDIC). Sept 2014. What I need to know about Peptic Ulcer Disease. Available online at http://digestive.niddk.nih.gov/ddiseases/pubs/pepticulcers_ez/. Accessed October 19, 2014.

MedlinePlus. Peptic Ulcer. July 2013. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000206.htm. Accessed October 19, 2014.

American Gastroenterological Association. Understanding Peptic Ulcer Disease. 2014. Available online at http://www.gastro.org/patient-center/digestive-conditions/peptic-ulcer-disease. Accessed October 19, 2014.

Santacroce, L. and Bhutani, M. (Updated 2014 September 11). Helicobacter Pylori Infection. Medscape Drugs & Diseases [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/176938-overview. Accessed October 2014.

Pagana, K., and Pagana T. Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference, 11th edition. 2012. Edinburgh: Mosby.