Noto anche come
NTM
Micobatteri atipici
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 22.03.2021.

Cosa sono i micobatteri non tubercolari?

I micobatteri non tubercolari (NTM) rappresentano un gruppo eterogeneo di batteri composto da più di 150 specie differenti, alcune delle quali in grado di infettare e causare patologie nell'uomo. Il termine micobatteri non tubercolari si riferisce a tutte le specie appartenenti alla famiglia dei micobatteri in grado di determinare l'insorgenza di patologie nell'uomo, ma che non causano la tubercolosi.

Questi batteri sono diffusi in tutto il mondo e proliferano sia nel suolo che nell'acqua di ambienti rurali ed urbani, compresi fiumi, laghi, piscine, vasche idromassaggio, catene idriche pubbliche, umidificatori, acquari e giardini. In particolare, spesso gli NTM contaminano le forniture idriche degli ospedali e di altre strutture sanitarie. Poiché caratterizzati da una parete cellulare protettiva ricca di cere e lipidi, gli NTM risultano resistenti ai disinfettanti abituali, alle misure di trattamento dell'acqua e agli antibiotici.

Circa il 50% delle specie identificate degli NTM è associato all'insorgenza di infezioni opportunistiche negli animali e nell'uomo; molte di queste specie sono responsabili di epidemie periodiche. Le modalità di penetrazione dei micobatteri non tubercolari nell'organismo non sono state tuttora completamente identificate; tuttavia, la maggior parte delle infezioni sono dovute ad inalazione di aria o goccioline (droplet) contaminate, all'assunzione di acqua contaminata o al contatto diretto con NTM tramite ferite o l'utilizzo accidentale di attrezzature mediche contaminate (cateteri, endoscopi, broncoscopi). Differentemente da M. tuberculosis, l'organismo responsabile della tubercolosi, gli NTM non possono essere trasmessi da persona a persona (o da animale a uomo).

Gli NTM sono presenti nell'ambiente, pertanto chiunque è esposto al rischio di infezione. Tuttavia, la maggior parte dei soggetti non svilupperà i segni clinici dell'infezione. Anche se la causa non è completamente nota, i soggetti maggiormente esposti alle infezioni da NTM sono caratterizzati da un indebolimento del sistema immunitario, quali pazienti con AIDS o sottoposti a trapianti, con lesioni polmonari riconducibili al fumo o ad una precedente tubercolosi, oppure affetti da patologie polmonari come enfisema, BPCO o fibrosi cistica.

Solitamente, le infezioni da NTM si sviluppano nei polmoni e in alcuni soggetti possono determinare l'insorgenza di gravi patologie polmonari. Tali infezioni possono interessare anche i linfonodi, le ossa, la cute e i tessuti molli. Le infezioni da NTM possono rimanere localizzate in specifiche aree del corpo o diffondersi in tutto l'organismo (disseminate). Le infezioni da NTM possono risultare difficilmente trattabili e richiedere molto tempo per essere debellate, a causa della resistenza di questi organismi agli antibiotici comunemente prescritti.

Accordion Title
Approfondimenti
  • Patologie causate da NTM

    Attualmente, sono note più di 150 differenti specie di micobatteri non tubercolari (NTM), di cui solo alcune in grado di causare patologie nell'uomo. La tabella sottostante riporta sei condizioni cliniche causate da infezioni da NTM e le principali specie responsabili di tali patologie.

    PATOLOGIA CAUSA FREQUENTE
    Malattia polmonare, in particolare negli adulti M. avium complex (complesso MAC), M. kansasii, M. abscessus
    Linfoadenopatia cervicale (infezione dei linfonodi localizzati nel collo), in particolare nei bambini M. avium, M. intracellulare
    Patologie cutanee e dei tessuti molli M. fortuitum, M. chelonae, M. abscessus, M. marinum
    Patologie dell'apparto scheletrico (ossa, articolazioni, tendini) M. marinum, M. avium complex, M. kansasii, M. fortuitum group, M. abscessus, M. chelonae
    Infezioni disseminate, in particolare in pazienti HIV-positivi o con sistema immunitario compromesso

    Soggetti con HIV: M. avium, M. kansasii

    Soggetti non affetti da HIV: M. abscessus, M. chelonae

    Infezioni ematiche correlate all'utilizzo del catetere M. fortuitum, M. abscessus, M. chelonae

     

  • Segni e Sintomi

    I sintomi associati alle infezioni da micobatteri non tubercolari (NTM) dipendono dagli organi colpiti. Le infezioni polmonari possono causare sintomi simili alla tubercolosi, quali:

    • Tosse cronica, talvolta con tracce ematiche nell'espettorato (emoftoe)
    • Febbre
    • Brividi
    • Perdita di peso
    • Debolezza, affaticamento

    Le infezioni cutanee da NTM possono causare la formazione di piaghe persistenti, vescicole, ulcere e granulomi. Le infezioni che interessano i linfonodi possono causare la presenza di infiammazione a livello linfonodale. 

    Tuttavia, questi sintomi possono essere presenti in numerose altre patologie. L'identificazione dei micobatteri nei tessuti o nei liquidi biologici viene richiesta per stabilire la diagnosi di infezione da NTM. 

  • Esami

    Stabilire la diagnosi di infezione da micobatteri non tubercolari (NTM) può risultare difficoltoso. Poiché chiunque può risultare esposto a NTM, l'obiettivo del test è quello di discriminare tra indicazioni di una precedente esposizione a NTM ed evidenze di un'infezione in corso che necessita di un trattamento. In accordo con le dichiarazioni dell'American Thoracic Society e dall'Infectious Diseases Society of North America, i pazienti con sospetta malattia polmonare da NTM dovrebbero sottoporsi almeno ai seguenti esami:

    1. Radiografia toracica e/o TC ad alta risoluzione
    2. Raccolta di almeno tre campioni di espettorato per l'analisi dei batteri acido-resistenti (AFB)
    3. Esami e test per escludere la presenza di altre patologie, come la tubercolosi
    Esami di laboratorio

    Ricerca dei micobatteri; il metodo d'elezione per rilevare la presenza di infezioni da NTM ed escludere la tubercolosi come possibile causa dei sintomi del paziente (per maggiori informazioni a riguardo, consultare il test Bacilli acido-resistenti, AFB). Il/i campione/i richiesti per l'analisi dipendono dall'area dell'organismo che si sospetta essere interessata dall'infezione. Se si sospetta un'infezione polmonare, vengono richiesti almeno tre campioni di espettorato, raccolti al mattino o in giorni differenti. Nel caso in cui il paziente abbia difficoltà a produrre spontaneamente l'espettorato, è raccomandata l'esecuzione di una broncoscopia, una procedura che consente la raccolta del liquido tramite l'utilizzo di un broncoscopio. Se si sospetta la presenza di infezioni in altre aree dell'organismo, l'analisi può essere effettuata su lavaggi/aspirati, tamponi dell'area infetta, liquidi biologici e/o campioni di tessuto (biopsia). Gli esami possono includere:

    • Esame microscopico AFB; il campione viene strisciato su un vetrino e sottoposto a colorazione per rilevare la presenza di batteri acido-resistenti, quali gli organismi NTM. Questo metodo è piuttosto rapido, ma è in grado di fornire solo un risultato preliminare. Tuttavia, può essere utilizzato nelle scelte terapeutiche in attesa dell’esecuzione dell’esame colturale
    • Test molecolare per NTM (ad esempio, test di amplificazione degli acidi nucleici, NAAT); rileva il materiale genetico degli organismi NTM. Solitamente, viene eseguito in seguito ad uno striscio AFB positivo o nel caso in cui si sospetti fortemente un'infezione da NTM. Similmente all'esame microscopico, questo test è utile nella formulazione di una valutazione preliminare in merito all'inizio del trattamento terapeutico, nell'attesa dell’esecuzione dell’esame colturale. Solitamente, i risultati del test molecolare sono disponibili entro diverse ore dalla raccolta del campione
    • Esame colturale AFB; consente la crescita dei batteri e viene eseguito insieme allo striscio AFB. Sebbene questo test sia caratterizzato da una maggiore sensibilità rispetto all’esame microscopico, richiede tempistiche superiori per la formulazione di un risultato
    • Test di sensibilità ai farmaci comunemente utilizzati per trattare le infezioni da NTM; viene di solito richiesto contestualmente ad un esame colturale positivo dei batteri acido-resistenti, al fine di determinare quale sia il trattamento antibiotico maggiormente efficace per quella particolare infezione

    Dopo aver identificato la specie micobatterica responsabile dell'infezione ed aver iniziato la terapia, è possibile eseguire gli esami microscopici e colturali di AFB per monitorare l'efficacia del trattamento.

    Esami non di laboratorio

    Una valutazione radiografica può essere prescritta per rilevare eventuali variazioni associate ad un'infezione micobatterica. Le infezioni da NTM (e da Mycobacterium tuberculosis) possono determinare il riscontro di numerose strutture caratteristiche all'esame radiografico, quali cavitazioni e calcificazioni a livello di organi quali reni e polmoni. Inoltre, può essere prescritta una tomografia computerizzata ad alta risoluzione, caratterizzata da una maggiore sensibilità rispetto alla radiografia nel rilevare la presenza di bronchiectasie. Il riscontro di risultati positivi dovrebbe essere seguito da ulteriori valutazioni, quali l'esecuzione di broncoscopie e biopsie polmonari.

  • Trattamento

    Gli obiettivi del trattamento includono la risoluzione dell'infezione nei pazienti affetti e la prevenzione di ulteriori lesioni ad organi e tessuti. L'identificazione di una fonte d'esposizione pubblica, come ad esempio un sistema idrico ad uso pubblico o una struttura sanitaria, deve essere seguita da un'indagine epidemiologica del focolaio d'infezione, per eliminare la/e fonte/i dell'infezione.

    Solitamente, il trattamento delle infezioni da NTM comporta l'assunzione di vari antibiotici per un periodo di tempo prolungato. La durata del trattamento viene stabilita in relazione ai risultati dei test AFB, utilizzati per monitorare l'efficacia del trattamento. In alcuni casi le infezioni da NTM, come quelle causate da Mycobacteria ulcerans, vengono trattate preferenzialmente tramite rimozione chirurgica del tessuto necrotico (debridement), al fine di prevenire l'ulteriore diffusione dell'infezione. Nel caso in cui l'infezione sia localizzata, ad esempio a livello di un linfonodo, è possibile procedere con la rimozione chirurgica del tessuto infetto.

    Nonostante spesso si assista alla risoluzione dei sintomi dopo diverse settimane, è fondamentale che i pazienti affetti proseguano l'assunzione dei farmaci prescritti per il periodo di tempo raccomandato dal clinico. Infatti, spesso nell'organismo sono presenti numerosi micobatteri e possono essere richiesti alcuni mesi per assicurarne la completa rimozione. É importante che i pazienti con infezioni da NTM seguano le raccomandazioni fornite dal clinico, al fine di garantire una maggiore efficacia del trattamento ed evitare lo sviluppo di ceppi NTM resistenti ai farmaci, difficilmente trattabili.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Johnson MM, Odell JA. Nontuberculous Mycobacteria Pulmonary Infections. Journal of Thoracic Disease. 2014; 6(3):209-220.

Griffith DE, Askamit T, Brown-Elliot BA, et al. An Official ATS/IDSA Statement: Diagnosis, Treatment, and Prevention of Nontuberculous Mycobacterial Diseases. American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine. 2007;175:367-416.

University of California San Francisco Medical Center Website. Nontuberculous Mycobacteria. Available online at http://www.ucsfhealth.org/conditions/nontuberculous_mycobacteria/. Accessed on December 14, 2015.

National Jewish Health Website. Nontuberculous Mycobacteria Overview. Available online at http://www.nationaljewish.org/healthinfo/conditions/ntm. Accessed on December 14, 2015.

van Ingen J. Diagnosis of Nontuberculous Mycobacterial Infections. Seminars in Respiratory Critical Care Medicine. 2013;34(1):103-109. Article available online at http://www.medscape.com/viewarticle/781499. Accessed on December 14, 2015.

Ioachimescu OC, Tomford JW. (2010 published.) Nontuberculous Mycobacterial Disorders. Available online at http://www.clevelandclinicmeded.com/medicalpubs/diseasemanagement/infectious-disease/nontuberculous-mycobacterial-disorders/. Accessed on December 15, 2015.

(March 24, 2105) National Institute on Allergies and Infectious Diseases. Mycobacteria. Available online at http://www.niaid.nih.gov/topics/mycobacteria/Pages/Default.aspx. Accessed February 2016.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

 

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (© 2007). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 8th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 714-717.

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Bartlett, J. (2006 September 12). Mycobacteria: September 2006. Medscape Infectious Diseases [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/544346?rss. Accessed on 5/8/07.

Primm, T. et. al. (2004). Health Impacts of Environmental Mycobacteria. Clinical Microbiology Reviews, January 2004, Pp. 98-106, Vol. 17, No. 1 [On-line journal]. Available online at http://cmr.asm.org/cgi/content/full/17/1/98. Accessed on 5/8/07.

(1999 August). Mycobacteria: Health Advisory. Environmental Protection Agency [On-line information]. PDF available for download at http://www.epa.gov/waterscience/criteria/humanhealth/microbial/mycobacteriaha.pdf. Accessed on 5/8/07.

Vugia, D. et. al. (2005 April). Mycobacteria in Nail Salon Whirlpool Footbaths, California. Emerging Infectious Diseases [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/ncidod/eid/vol11no04/04-0936.htm. Accessed on 5/8/07.

McMurray, D. Mycobacteria and Nocardia. Medical Microbiology, 4th Edition, Chapter 33 Graduate School of Biomedical Sciences at UTMB [On-line information]. Available online at http://gsbs.utmb.edu/microbook/ch033.htm. Accessed on 5/8/07.

Smith, S. (2006 October 9, Updated). Atypical mycobacterial infection. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000640.htm. Accessed on 5/18/07.

(2007 February, Updated). The Mycobacteria. University of California, San Diego SOM 208 Microbiology Syllabus. Computer Assisted Instructional Resources For Medical Microbiology [On-line information]. Available online at http://www.ratsteachmicro.com/Mycobacteria_notes/HCOE_CAI_Review_Notes_Mycobacteria.htm. Accessed on 5/8/07.

(© 2007). About Nontuberculous Mycobacteria (NTM). National Jewish Medical and Research Center [On-line information]. Available online at http://www.njc.org/disease-info/diseases/nts-mycobac/about/index.aspx. Accessed on 5/19/07.

(© 2007). Treatments and Medications for Non-Tuberculous Mycobacteria (NTM). National Jewish Medical and Research Center [On-line information]. Available online at http://www.njc.org/disease-info/diseases/nts-mycobac/treatments/index.aspx. Accessed on 5/19/07.

Bartram, J. et. al., Edited. (© 2004). Pathogenic mycobacteria in water: A guide to public health consequences, monitoring and management. World Health Organization [On-line information]. Available online at http://www.who.int/water_sanitation_health/emerging/pathmycobact/en/. Accessed on 5/19/07.

Forbes, B. et. al. (© 2007). Bailey & Scott's Diagnostic Microbiology, 12th Edition: Mosby Elsevier Press, St. Louis, MO. Pp 478-509.

Scheinfeld, N. (Updated 2010 August 16). Atypical Mycobacterial Diseases. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/1105570-overview. Accessed December 2010.

Dieudonne, A. et. al. (Updated 2009 September 18). Atypical Mycobacterial Infection. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/972708-overview. Accessed December 2010.

Koirala, J. (Updated 2010 January 12). Mycobacterium Avium-Intracellulare. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/222664-overview. Accessed December 2010.

Nardell, E. (Revised 2009 September). Other Mycobacterial Infections Resembling Tuberculosis. Merck Manual for Healthcare Professionals [On-line information]. Available online at http://www.merckmanuals.com/professional/sec14/ch179/ch179c.html?qt=nontuberculous&alt=sh. Accessed December 2010.

Kim J, et.al. Differential Identification of Mycobacterium tuberculosis Complex and Nontuberculous Mycobacteria by Duplex PCR Assay Using the RNA Polymerase Gene (rpoB). J Clin Microbiol. 2004 March; 42(3): 1308–1312. Available online at http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC356837/. Accessed February 2011.

Soini H, Musser J. Molecular Diagnosis of Mycobacteria. Clinical Chemistry 47: 809-814, 2001. Available online at http://www.clinchem.org/cgi/content/full/47/5/809. Accessed February 2011.

MedlinePlus Medical Encyclopedia. Bronchiectasis. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000144.htm. Accessed June 2013.

NTM News. Bronchiectasis. Available online at http://ntmnews.com/index.php/about-ntm/bronchiectasis. Accessed June 2013.

Curtis H. Weiss, MD, MS; Jeffrey Glassroth, MD, MACP. Pulmonary Disease Caused by Nontuberculous Mycobacteria: Pathogenesis. Medscape Education. Available online at http://www.medscape.org/viewarticle/775750_3. Accessed June 2013.

Radiology Rounds, February 2006. A Newsletter for Referring Physicians. Massachusetts General Hospital Department of Radiology. Available online at http://www.mghradrounds.org/index.php?src=gendocs&link=2006_february. Accessed June 2013.