Ultima Revisione:
Ultima Modifica:
26.09.2017.

Cos’è la menopausa?

La menopausa una fase normale della vita di ciascuna donna, durante la quale terminano i normali cicli mestruali così come la possibilità di avere delle gravidanze. Una donna può entrare in menopausa già dopo i 35 anni, anche se generalmente ciò avviene verso la fine dei 40 anni e l’inizio dei 50.
Durante l’età fertile, la produzione ciclica degli ormoni FSH (ormone follicolo stimolante), LH (ormone luteinizzante), estradiolo e progesterone, determina il rilascio degli ovuli dalle ovaie (ovulazione) e regola il ciclo mestruale o supporta l’inizio di una gravidanza. Nella fase iniziale della menopausa, la produzione ciclica di estradiolo e progesterone diminuisce fino a scomparire.
La fase iniziale del processo che porta alla menopausa viene chiamata premenopausa o perimenopausa. Può cominciare già intorno ai 40 anni o nella seconda metà dei 30. Si tratta di un processo graduale che, in genere, dura 2-5 anni.
Durante la premenopausa i livelli ormonali fluttuano da valori alti a valori bassi, in maniera tale da comportare irregolarità dei cicli mestruali. In alcune donne il cicli possono essere più frequenti e più intensi o anche scomparire per alcuni mesi per poi ricominciare normalmente. Sebbene le alterazioni del ciclo mestruale siano normali, è sempre necessario informare il proprio medico curante al fine di accertarsi del fatto che tali sintomi non siano dovuti a cause diverse dalle fluttuazioni ormonali. È importante che le donne che attraversano questa fase di transizione sappiano che, sebbene sia meno probabile, in questo periodo è comunque possibile andare incontro ad una gravidanza.
La donna viene considerata in post-menopausa dopo 12 mesi di assenza di ciclo mestruale, quando il processo di transizione è completato. In questa fase, le ovaie interrompono la produzione di estradiolo e progesterone, l’ovulazione cessa e non è più possibile avere una gravidanza. Sebbene tutto questo sia un processo fisiologico, esistono alcuni problemi di salute che possono essere associati con la menopausa:

  • La diminuzione dei livelli di estrogeni può aumentare il rischio di osteoporosi
  • L’alterazione dei livelli di estrogeni può anche contribuire allo sviluppo di malattie cardiache
  • I tessuti vaginali tendono ad atrofizzarsi, con conseguente irritazione cronica, secchezza vaginale e suscettibilità alle infezioni
  • La diminuzione dei livelli di estrogeni è accompagnata alla diminuzione della produzione di collagene ed elastina, due proteine responsabili del mantenimento dell’integrità della pelle. Pertanto la menopausa è accompagnata alla diminuzione dello spessore della pelle, alla sua maggiore secchezza e suscettibilità ai traumi.

La menopausa sopraggiunge naturalmente con l'età. Tuttavia, è possibile entrare in menopausa per molte altre ragioni come l'asportazione chirurgica delle ovaie per neoplasia o l’isterectomia. Poiché questi interventi determinano la cessazione della produzione degli ormoni sessuali, comportano la comparsa di sintomi analoghi a quelli della menopausa. La menopausa può insorgere anche in seguito all’eccessiva esposizione a radiazioni o chemioterapici, in seguito a malattie dell’ipofisi o nelle donne in grave stato di salute.
Le donne con sintomi menopausali e irregolarità ormonali prima dei 40 anni vengono classificate come in “menopausa prematura”, anche se attualmente si parla di Insufficienza Ovarica Prematura (POF). Alcune donne affette da questa patologia possono tuttavia avere una gravidanza.

Accordion Title
Approfondimenti
  • Segni e Sintomi

    Durante la menopausa il corpo della donna va incontro a molti cambiamenti. Alcuni dei sintomi più comuni della menopausa sono legati alla diminuzione della produzione di estrogeni:

    • Vampate di calore
    • Cambiamenti nella frequenza e nell'intensità del ciclo mestruale (alternanza di cicli più o meno abbondanti)
    • Sudorazioni notturne
    • Rapidi sbalzi d'umore, che possono variare dalla depressione all'euforia
    • Diminuzione del desiderio sessuale (libido)
    • Aumento della frequenza della minzione o stimolo improvviso
    • Secchezza vaginale tale da causare dolore durante un rapporto
    • Aumento della perdita della massa ossea che può portare all'osteoporosi
    • Aumento del rischio di malattie cardiache (dovuto all’aumento del colesterolo LDL - detto "cattivo" - nel sangue)
  • Esami

    Non tutte le donne che vanno incontro alla menopausa vengono sottoposte a test di laboratorio. Tuttavia nelle donne con sintomi menopausali o di Insufficienza Ovarica Prematura (POF), possono essere richiesti degli esami per la valutazione del rischio della comparsa di problemi come l’osteoporosi, quali:

    • FSH (ormone follicolo stimolante): per valutare se la donna sia in fase perimenopausale o già in post-menopausa; in linea generale, i livelli di FSH aumentano durante il periodo di transizione
    • Estradiolo: per misurare la produzione ovarica di estrogeni e per valutare se il ciclo mestruale sia normale
    • Test di funzionalità tiroidea (T4 libero e TSH): per testare la funzionalità della tiroide, la quale può diminuire con l’età o variare in base al ciclo mestruale causando sintomi analoghi alla menopausa
    • Ormone antimulleriano (AMH): per dare un’indicazione del momento in cui comparirà la menopausa e/o nel caso in cui vi siano problemi relativi alla fertilità

     

    Ulteriori test possono includere:

    • Profilo lipidico: per rilevare l’aumento dei trigliceridi e dell’LDL (detto colesterolo “cattivo”) o la diminuzione dell’HDL (detto colesterolo “buono”) per stimare il rischio cardiovascolare
    • Emocromo completo: per valutare il numero di globuli rossi e leucociti nel sangue
    • Pannello metabolico completo: per testare la funzionalità renale, in particolare in corso di terapia ormonale sostitutiva
    • Valutazione della pressione arteriosa: per rilevare l’eventuale ipertensione

     

    La diminuzione della quantità di estrogeni può comportare l’indebolimento osseo. Per maggiori informazioni riguardo l’osteoporosi visitare la pagina della “Fondazione per l’osteoporosi”.

  • Trattamento

    La necessità o meno di trattamenti in corso di menopausa fisiologica, è oggetto di dibattito. Sebbene i sintomi della menopausa diminuiscano spontaneamente nel tempo, esistono delle misure da adottare per limitare e gestire alcuni dei sintomi più comuni e più fastidiosi. Possono essere di aiuto variazioni dello stile di vita, inclusa l’abitudine ad una dieta sana ed all’esercizio, oltre all’astensione dal fumo. Le vampate di calore possono essere ridotte limitando il consumo di cibi piccanti, caffé o té.
    Sebbene la loro efficacia non sia stata dimostrata, alcune persone sostengono che alcuni prodotti “da banco” o fitoterapici possano essere d’aiuto, come ad esempio la Cimicifuga Racemosa, il DHEA (deidroepiandrosterone), il Dong Quai o angelica Sinensis, l’olio di enotera, il ginseng o l’erba di San Giovanni. L’uso di questi prodotti deve essere sempre comunicato e concordato con il clinico; questi prodotti infatti potrebbero interferire con altri farmaci e talvolta anche peggiorare i sintomi.
    Le donne con sintomi particolarmente gravi o che siano andate incontro a menopausa in seguito ad interventi chirurgici o ad altre cause non correlate con l’avanzamento dell’età, possono scegliere la terapia ormonale sostitutiva. Sulla base delle preferenze della donna e della sua storia clinica, la terapia ormonale può essere assunta per via orale, tramite cerotti imbevuti del farmaco o creme e, nelle donne che non siano state sottoposte ad isterectomia, può essere anche prescritta l’assunzione orale di progesterone.
    I rischi associati alla terapia ormonale sostitutiva includono: tendenza alla coagulazione, trombosi venosa profonda, carcinoma mammario, carcinoma dell’utero (endometrio), malattie cardiache. L’assunzione dei soli estrogeni aumenta solo lievemente il rischio di sviluppare neoplasie dell’endometrio. Spesso, per diminuire i rischi associati, vengono assunti in associazione ad un solo progestinico. Sulla base della propria condizione clinica e dei sintomi, si raccomanda di discutere con il proprio medico le eventuali terapie o i trattamenti da seguire.

Fonti

NOTA: Questa sezione è basata sulla ricerca che utilizza le fonti qui citate insieme all’esperienza collettiva della Revisione Editoriale di Lab Tests Online. Questa sezione è periodicamenterivista dalla Revisione Editoriale e può essere aggiornata come risultato della revisione. Ogni nuova fonte citata sarà aggiunta alla lista e distinta dalle fonti originali.


Fonti utilizzate nella revisione corrente

Cleveland Clinic. 2013. Menopause, Perimnopause, and Postmenopause. Available online at http://my.clevelandclinic.org/health/articles/what-is-perimenopause-menopause-postmenopause. Accessed Dec. 20, 2016.

Mayo Clinic. 2016. Perimenopause. Available online at http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/perimenopause/home/ovc-20253772. Accessed Dec. 20, 2016.

National Institute on Aging. 2016. Age Page: Menopause. Available online at https://www.nia.nih.gov/health/publication/menopause. Accessed Dec. 20, 2016.

Office on Women's Health, U.S. Deparment of Health and Human Services. 2010. Menopause. Available online at https://www.womenshealth.gov/menopause/?_ga=1.1758257.1477478714.1465910423. Accessed Dec. 20, 2016.

Fonti utilizzate nelle revisioni precedenti

A Manual of Laboratory & Diagnostic Tests (sixth edition), Frances Fischbach, editor. Philadelphia: Lippincott Williams & Wilkins, 2000; Pp. 235-238, 418-420.

Clinical Guide to Laboratory Tests (third edition), Norbert W. Tietz, editor. Philadelphia: W.B. Saunders & Co., 1995; Pp. 216-217, 248-249.

The Hormone Foundation. Menopause: What Every Woman Should Know. Brochure, 1999.

Okie, Susan. "Hormones Don't Protect Women From Heart Disease, Study Says." The Washington Post, July 24, 2001; Pp. A1, A6.

JoAnn V. Pinkerton, M.D., Department of Obstetrics and Gynecology, University of Virginia Health System, The Women's Place: Midlife Health Center.

Laurence M. Demers, PhD. Distinguished Professor of Pathology and Medicine, The Pennsylvania State University College of Medicine, The M. S. Hershey Medical Center, Hershey, PA.

(© 2007 December). The Menopause Years. The American College of Obstetricians and Gynecologists [On-line information]. Available online at http://www.acog.org/publications/patient_education/bp047.cfm. Accessed August 2009.

(© 2006 October). Menopause Guidebook. The North American Menopause Society [On-line information]. Available online at http://www.menopause.org/edumaterials/guidebook.aspx. Accessed August 2009.

(Updated 2009 February 19). Age Page: Menopause. National Institute on Aging [On-line information]. Available online at http://www.nia.nih.gov/HealthInformation/Publications/menopause.htm. Accessed August 2009.

(2008 January). Menopause, Time for a Change. National Institute on Aging [On-line information]. PDF available for download at http://www.nia.nih.gov/NR/rdonlyres/B69585FF-51B7-4FB6-AD11-6AEC846EB0D9/0/NIA_Menopause08_vWeb2.pdf. Accessed August 2009.

Curran, D. (Updated 2008 September 30). Menopause. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/264088-overview. Accessed August 2009.

Kasper DL, Braunwald E, Fauci AS, Hauser SL, Longo DL, Jameson JL eds (2005). Harrison's Principles of Internal Medicine, 16th Edition, McGraw Hill, Pp 2201, 2209-2213.

(Updated May 23, 2012) Coney P. Menopause. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/264088-overview. Accessed February 2013.

(September 29, 2010) US Department of Health and Human Services. Women's Health, Menopause. Available online at http://www.womenshealth.gov/menopause/. Accessed March 2013.

Freeman E, et. al. Anti-Mullerian Hormone as a Predictor of Time to Menopause in Late Reproductive Age Women. The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism May 1, 2012 vol. 97 no. 5 1673-1680. Available online at http://jcem.endojournals.org/content/97/5/1673.long. Accessed March 2013.

Freeman E, et. al. Contribution of the rate of change of antimüllerian hormone in estimating time to menopause for late reproductive-age women. Fertil Steril. 2012 Nov; 98(5):1254-9. Epub 2012 Aug 24.

©2013 Cleveland Clinic: Menopause. Available online at http://my.clevelandclinic.org/disorders/Menopause/hic_Menopause.aspx. Accessed March 2013.

Menopause: The Merck Manual Home Health Handbook Online. Merck Sharp & Dohme Corp. ("Merck"), 2012. Available online at http://www.merckmanuals.com/home/womens_health_issues/menopause/menopause.html#v802306. Accessed March 2013.