Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 20.05.2020.

Cos'è la leucemia?

La leucemia è un tumore che colpisce il sangue ed il midollo osseoIl midollo osseo, che occupa la parte centrale spugnosa delle ossa (principalmente di coste, vertebre, sterno e ossa del bacino), è il principale organo deputato alla sintesi dei precursori immaturi, cellule in fase di sviluppo che differenziano e maturano nei differenti tipi di globuli bianchi, globuli rossi e piastrine. Normalmente, solo le cellule mature sono rilasciate dal midollo nel circolo sanguigno.

Questa patologia origina dalla continua replicazione di cellule anomale prodotte dal midollo osseo. Generalmente la leucemia interessa i globuli bianchi, deputati alla difesa dell'organismo dalle infezioni, ma può verificarsi anche in altri tipi di cellule del sangue. I globuli bianchi anomali prodotti in corso di leucemia, definiti cellule leucemiche, hanno una vita media diversa dalle cellule circolanti normali. Il loro accumulo nel midollo osseo provoca l’inibizione della produzione delle cellule normali del sangue nel midollo, quali globuli rossi, globuli bianchi normali, piastrine ed i rispettivi precursori. Questo fenomeno può determinare la comparsa di anemia (ridotta capacità di trasportare ossigeno ai tessuti), emorragie ed ecchimosi, ed aumenta il rischio di sviluppare infezioni.

Nel corso del tempo le cellule leucemiche possono diffondersi attraverso il circolo sanguigno (in tal caso si parla di "tumori liquidi"), dove continuano a dividersi, e talvolta infiltrarsi in altri organi, danneggiandoli e dando origine a tumori solidi. Gli organi interessati dipendono dal tipo di leucemia; ad esempio la milza, il fegato e i linfonodi possono aumentare di volume a causa dell'accumulo delle cellule leucemiche. Talvolta le cellule leucemiche raggiungono il sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale) e si riversano nel liquido cefalorachidiano.  

Secondo l'AIL (Associazione italiana contro le leucemie-linfomi), in Italia si verificano circa 8000 nuovi casi di leucemia all'anno, con un rapporto maschio:femmina di circa 2:1. La leucemia linfoide acuta è a prevalente distribuzione pediatrica (rappresenta circa l’80% delle leucemie del bambino), mentre la leucemia linfoide cronica, la leucemia mieloide acuta e la leucemia mieloide cronica sono tipiche dell’età adulta, con massima incidenza al di sopra dei 60 anni.

La causa della maggior parte delle leucemie non è nota. L'esposizione alle radiazioni, alle sostanze chimiche cancerogene come il benzene e ad alcuni farmaci antitumorali aumenta il rischio di sviluppare tale patologia. Alcuni casi sono riconducibili a disturbi genetici o a rare infezioni virali.

 

Accordion Title
Approfondimenti
  • Tipi

    Esistono diversi tipi di leucemia, ognuna delle quali è classificata in base al tipo di globuli bianchi da cui si è originato il tumore e al tipo di crescita, repentina e rapidamente letale se non trattata (acuta), o lenta (cronica).

    Esistono due categorie di precursori immaturi che producono i globuli bianchi:

    • I precursori della linea mieloide producono globuli rossi, piastrine e diversi tipi di globuli bianchi, noti come granulociti. I granulociti circolano nel sangue e proteggono dalle infezioni distruggendo e digerendo i batteri
    • I precursori della linea linfoide danno origine ai linfociti, un altro tipo di globuli bianchi che si trova sia nel sangue che nel sistema linfatico. I linfociti coordinano la risposta immunitaria dell'organismo ed una quota di essi produce gli anticorpi

    Di conseguenza, la leucemia può essere classificata come mieloide o linfoide.

    Anche altri tipi di tumore, definiti linfomi, colpiscono i linfociti, ma si verificano nel sistema linfatico, non nel midollo osseo. Questi vengono diagnosticati e trattati in modo diverso rispetto alle leucemie. Per maggiori informazioni a riguardo, consultare l'articolo sul Linfoma.

    Ci sono quattro categorie principali di leucemia:

    • Leucemia linfoblastica acuta (LLA); si sviluppa dai linfociti immaturi. Le cellule leucemiche linfoidi tipiche della LLA sono definite linfoblasti leucemici. La LLA può crescere e diffondersi rapidamente e, se non trattata, rivelarsi fatale in pochi mesi. I blasti (cellule immature) leucemici si accumulano nel midollo osseo e nel sangue. Talvolta il tumore può diffondere ai linfonodi e al sistema nervoso centrale. Una forma di LLA è causata dalla traslocazione (rottura e scambio di due porzioni cromosomiche) di due porzioni cromosomiche, con conseguente formazione di un gene fuso (chiamato BCR/ABL1) sul cromosoma 22 (noto anche come cromosoma Philadelphia). Questo gene mutato produce a sua volta una proteina funzionalmente alterata, con conseguente iperproduzione di cellule linfoidi immature. Questa forma di leucemia viene definita Leucemia Linfoblastica Acuta Philadelphia positiva. Se non trattata, la LLA può causare anemia, immunodeficienza, sanguinamento frequente ed ecchimosi. Si verifica più comunemente nei bambini che negli adulti.
    • Leucemia linfocitica cronica (LLC); anche questo tipo origina dai linfociti immaturi. Le cellule leucemiche sono apparentemnente simili ai linfociti maturi. Questa forma progredisce più lentamente rispetto ad altri tipi di leucemia; può rimanere stabile per anni e non necessitare di alcun trattamento. Tuttavia, esiste una forma di LLC a  rapida crescita che interferisce con la normale produzione delle cellule del sangue e richiede il trattamento. Le persone affette da LLC possono presentare linfoadenopatie (linfonodi ingrossati), deficit di immunoglobuline con conseguente immunodepressione, autoimmunità (come l'emolisi autoimmune) e milza ingrossata. La LLC colpisce più frequentemente gli adulti rispetto agli anziani.
    • Leucemia mieloide acuta (LMA); si tratta di una forma a rapida crescita caratterizzata dalla presenza di blasti mieloidi che si dividono continuamente nel midollo osseo o in altri tessuti, sostituendo le cellule funzionali del midollo osseo con globuli bianchi immaturi e con funzionalità alterata. La LMA, se non trattata, può causare anemia, immunodeficienza ed infezioni, sanguinamento ed ecchimosi frequenti. Si verifica più comunemente negli adulti che negli anziani, ma può colpire anche bambini e adolescenti. Esistono diversi sottotipi di LMA. Ad esempio, la leucemia acuta promielocitica (LAP) è un sottotipo di LMA che viene trattato in modo diverso rispetto ad altri sottotipi e che tende ad avere una prognosi migliore.
    • Leucemia mieloide cronica (mielogena) (LMC); è una forma a crescita lenta. Nelle prime fasi della malattia i soggetti affetti risultano spesso asintomatici e la diagnosi viene stabilita in seguito ad esami del sangue eseguiti routinariamente o ad esami fisici. Quando i sintomi compaiono sono aspecifici, comuni ad altre patologie diffuse e meno gravi, ed includono debolezza, pallore, disturbi di stomaco causati dall'ingrossamento della milza e perdita di peso inspiegabile. Come la LLA con BCR/ABL1 citata in precedenza, la LMC può essere causata dalla formazione del gene alterato BCR/ABL sul cromosoma 22, o cromosoma Philadelphia. Se non trattata, la LMC può causare anemia, immunodeficienza, sanguinamento frequente ed ecchimosi, milza fortemente ingrossata. Questa patologia si verifica più comunemente negli adulti; i soggetti con età superiori ai 65 anni sono esposti ad un rischio maggiore. Colpisce raramente i bambini e può essere trattata efficacemente con particolari farmaci, chiamati inibitori della tirosin chinasi.
  • Segni e Sintomi

    I segni e i sintomi della leucemia variano a seconda del tipo di leucemia.

    La leucemia acuta può causare segni e sintomi associati all'insufficiente disponibilità di cellule del sangue normali, quali:

    • Debolezza, respiro affannoso e pallore dovuti ad anemia (mancanza di globuli rossi)
    • Emorragie ed ecchimosi dovuti a trombocitopenia (mancanza di piastrine)
    • Febbre ed infezioni dovuti a leucopenia (mancanza di globuli bianchi normali che proteggono l'organismo dalle infezioni)

    Altri segni e sintomi possono includere:

    • Dolori alle ossa e alle articolazioni 
    • Linfonodi, milza, fegato, reni e/o testicoli ingrossati
    • Mal di testa
    • Vomito
    • Confusione e convulsioni (quando l'eccesso di cellule si accumula nel cervello o nel sistema nervoso centrale)
    • Perdita di peso inspiegabile
    • Sudorazione notturna

    Le forme croniche di leucemia spesso progrediscono lentamente e, nella fase precoce, sono asintomatiche o manifestano forme più lievi dei rispettivi sintomi riscontrati in corso di leucemia acuta. La leucemia cronica può essere rilevata accidentalmente nella fase precoce asintomatica, durante un'indagine di routine. Alcuni casi possono essere monitorati per anni prima di richiedere un trattamento, mentre altri possono essere più aggressivi. Se le cellule leucemiche iniziano a dividersi più rapidamente possono causare una crisi blastica (progressione verso la leucemia acuta), con conseguente produzione di sole cellule immature e rapido peggioramento della malattia. I sintomi della leucemia cronica includono:

    • Sensazione di stanchezza o esaurimento
    • Perdita di peso e perdita di appetito inspiegabili
    • Respiro affannoso durante la normale attività fisica
    • Pallore
    • Dolore o malessere nella parte superiore sinistra dello stomaco (causati dall'ingrossamento della milza)
    • Sudorazione notturna
    • Sanguinamento ed ecchimosi frequenti 
    • Febbre
  • Esami

    Esami di laboratorio

    Vari esami di laboratorio possono essere eseguito per contribuire a diagnosticare la leucemia, determinarne il tipo e monitorare l'efficacia della terapia. Inoltre, questi esami possono essere eseguiti dopo la remissione della malattia (trattamento avvenuto con successo), per rilevare la presenza di eventuali recidive. 

    Test generici eseguiti su sangue includono:

    • Esame emocromocitometrico (CBC) e conta differenziale dei globuli bianchi (WBC); sono un gruppo di test richiesti in routine per valutare le cellule circolanti nel sangue. Questi test forniscono informazioni sul numero dei vari tipi di cellule e sulla loro maturità;  possono fornire la prima evidenza di leucemia. La rilevazione di risultati anomali, quali conta elevata dei globuli bianchi o conta ridotta dei globuli rossi, può essere riconducibile alla presenza di leucemia, ma anche ad altre patologie acute o croniche. Tuttavia, i blasti (precursori immaturi delle cellule del sangue) non sono normalmente presenti nel sangue e, pertanto, un'eventuale riscontro suggerisce la presenza di leucemia e deve essere seguito da un appropriato follow-up. Inoltre, questi esami possono essere eseguiti per monitorare l'efficacia del trattamento e per rilevare la ricomparsa della malattia.
    • Striscio di sangue, o striscio di sangue periferico; viene spesso prescritto a seguito di un emocromo che evidenzia la presenza di globuli bianchi, globuli rossi o piastrine anomali, o risultati non determinabili. Questo esame consiste nell'osservazione al microscopio di una goccia di sangue per rilevare la presenza di precursori immaturi e valutare l’aspetto e le caratteristiche fisiche delle cellule del sangue (come la grandezza, la forma e il colore) e rilevare eventuali anomalie presenti
    • Aspirato/biopsia del midollo osseo; questa procedura può essere richiesta se si sospetta la presenza di leucemia, per valutare le caratteristiche del midollo osseo. Uno specialista, esamina il campione di midollo (ottenuto tramite biopsia e/o agoaspirato midollare) al microscopio e valuta il numero, la grandezza e le caratteristiche fisiche dei vari tipi cellulari, così come la proporzione tra cellule mature ed immature presenti. Questo esame determina il tipo e la gravità della leucemia, se presente, e contribuisce a determinare lo stato basale delle cellule del midollo osseo, per verificarne la risposta al trattamento.

    Test specifici includono:

    • Puntura lombare ed analisi del liquido cefalorachidiano; se le cellule leucemiche hanno invaso il midollo spinale, la puntura lombare può essere eseguita per determinare l'eventuale diffusione del tumore al sistema nervoso centrale ed al liquido cefalorachidiano (LCR). La rilevazione di cellule leucemiche nell'LCR richiede ulteriori trattamenti (ad es., iniezione di farmaci direttamente nello spazio subaracnoideo)
    • Immunofenotipo o fenotipo mediante citometria a flusso e/o immunoistochimica; questo esame può essere utilizzato per stabilire la diagnosi e determinare il tipo di leucemia. Per maggiori informazioni a riguardo, consultare l'articolo sull'Immunofenotipo.
    • Analisi citogenetiche mediante FISH e cariotipo; questi esami valutano la struttura e la quantità dei cromosomi:
      • L'analisi dei cromosomi (cariotipo) è un esame citogenetico che permette di costruire una rappresentazione grafica del corredo cromosomico (46 cromosomi per cellula) di un individuo, al fine di individuare anormalità, sia nel numero che nella struttura cromosomica (incluse selezioni o traslocazioni), associate alla leucemia
      • L'ibridazione fluorescente in situ (FISH) è un'analisi citogenetica che studia le anomalie genetiche dei cromosomi; è generalmente più sensibile rispetto al cariotipo. La FISH permette di evidenziare la presenza di un segmento genico anomalo, tramite il legame con una speciale sonda fluorescente. Questo esame contribuisce a differenziare diversi tipi di leucemie, che possono sembrare simili ma che sono caratterizzati dalla presenza di anomalie genetiche diverse, e che pertanto richiedono approcci terapeutici diversi. Per maggiori informazioni a riguardo, consultare l'articolo L'Universo dei Test Genetici.
    • Analisi molecolare; rileva la presenza di anomalie del DNA dovute a mutazioni (varianti genetiche che causano malattie) che alterano il funzionamento delle proteine che controllano la crescita e lo sviluppo cellulare, con conseguente crescita incontrollata tipica delle cellule tumorali. I test di laboratorio rilevano le varie anomalie associate ad alcuni tipi di leucemia, contribuiscono a stabilire il trattamento appropriato e/o a determinare la prognosi di alcune leucemie e, talvolta, a monitorare l'efficacia del trattamento. Alcuni test comuni ed i tipi di leucemia ad essi associati includono:
      • Leucemia acuta promielocitica [PML-RARA]
      • Leucemia mieloide acuta [AML1-ETOCBFB-MYH11, mutazione NPM1, mutazione CEBPA, mutazione FLT3]
      • Leucemia linfoblastica acuta [TEL-AML1IL3-IGH, BCR-ABL]
      • Neoplasia mieloide o linfoide con eosinofilia [FlP1L1-PDGFRA]
      • Leucemia mielogena cronica [BCR-ABL]
    • Test per la malattia minima residua (MMR); si tratta di test relativamente nuovi, più sensibili, basati sulla citometria a flusso o sulla PCR per rilevare quantità ridotte di cellule leucemiche, note come malattia minima residua (MMR), che possono rimanere nell'organismo del paziente dopo il trattamento. Questo esame contribuisce a stabilire il trattamento e a prevenire la comparsa di ricadute dopo la remissione della patologia.
    • Sequenziamento del DNA; può essere utilizzato per rilevare potenziali mutazioni geniche contemporaneamente e per contribuire a stabilire il trattamento e la prognosi del paziente.

    Esami non di laboratorio

    Tomografia computerizzata (TC), risonanza magnetica (RMI) o tomografia ad emissione di positroni (PET) possono essere talvolta eseguiti per rilevare la presenza di segni associati alla malattia (tumori o masse cellulari) in determinate aree dell'organismo, come ad esempio il torace. Altri esami eseguiti tramite diagnostica per immagini, come l'ecografia, possono essere utilizzati per valutare la funzionalità di altri organi dell'organismo, quali milza, fegato e reni.

  • Trattamento

    I trattamenti ed i tassi di remissione della leucemia sono in continuo miglioramento, sia per i bambini che per gli adulti.
    Gli specifici trattamenti dipendono dal tipo di leucemia, dalla sua gravità e dai sintomi manifestati dal paziente. Ad esempio, soggetti affetti da LLC possono non aver bisogno di cure fino alla manifestazione di segni e sintomi, mentre i pazienti con LLA richiedono spesso un trattamento aggressivo.

    Gli obiettivi del trattamento sono di risolvere il deficit delle cellule che causano sintomi, indurre la remissione della malattia e, se possibile, distruggere tutte le cellule leucemiche anomale, permettendo alle cellule normali di riprodursi e ripristinare la normale funzionalità del midollo osseo. Poiché le opzioni di trattamento sono in continua evoluzione, è importante discutere con un oncologo le possibilità terapeutiche.

    Il trattamento della leucemia può includere una combinazione di quanto segue:

    • Farmaci chemioterapici, che bloccano la crescita delle cellule tumorali uccidendole o impedendone la replicazione 
    • Radiazioni ad alta energia con raggi X, che uccidono le cellule tumorali o ne bloccano la crescita
    • Trapianto di cellule staminali ematopoietiche, somministrate dopo la distruzione delle cellule tumorali con chemioterapia e radioterapia. Le cellule staminali sostituiscono le cellule del sangue sane che sono state distrutte insieme alle cellule leucemiche.
    • Terapia mirata, tramite l'impiego di farmaci che inibiscono o colpiscono specifiche proteine, associate ad alcuni tipi di cancro. Due esempi sono gli inibitori della tirosina chinasi e gli anticorpi anti-leucemia. I test genetici, che rilevano la presenza di mutazioni nel tessuto tumorale, sono informativi della probabilità del paziente di beneficiare di questa terapia specifica.

    Sono tuttora in studio nuovi tipi di terapie, mirata a raggiungere la remissione della malattia e a prolungare l'aspettativa di vita dei soggetti affetti. L'immunoterapia (ad esempio, le cellule T con recettore chimerico dell'antigene o cellule CAR-T) è un approccio in fase di ricerca per il trattamento di alcune leucemie; consiste nell'impiego di farmaci che stimolano il sistema immunitario del paziente ad attaccare le cellule tumorali. 

    Alcuni pazienti affetti da leucemia possono considerare l'inserimento in trial clinici che valutano nuovi trattamenti. Per maggiori informazioni in merito ai trattamenti, consultare i link riportati nella sezione "Pagine Correlate".

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

(October 17, 2018) American Cancer Society. Leukemia. Available online at http://www.cancer.org/cancer/leukemia.html. Accessed October 2019.

(Updated: July 23, 2019) National Cancer Institute. Leukemia. Available online at https://www.cancer.gov/types/leukemia. Accessed October 2019.

U.S. Cancer Statistics Working Group. U.S. Cancer Statistics Data Visualizations Tool, based on November 2018 submission data (1999-2016): U.S. Department of Health and Human Services, Centers for Disease Control and Prevention and National Cancer Institute. Available online at www.cdc.gov/cancer/dataviz. Accessed October 2019.

(June 2019) ARUP Consult. Acute Myeloid Leukemia-AML, Clinical Overview. Available online at https://arupconsult.com/content/acute-myeloid-leukemia. Accessed October 2019.

(July 2019) ARUP Consult. Chronic Myelogenous Leukemia - CML, Clinical Overview. Available online at https://arupconsult.com/content/chronic-myelogenous-leukemia. Accessed October 2019.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

 

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO.

What is Acute Leukemia? American Cancer Society [On-line information]. Available online at http://www.cancer.org/docroot/cri/content/cri_2_4_1x_what_is_adult_acute_leukemia_57.asp?sitearea=cri.

What is Adult Chronic Leukemia? American Cancer Society [On-line information]. Available online at http://www.cancer.org/docroot/cri/content/cri_2_4_1x_what_is_adult_chronic_leukemia_62.asp?sitearea=cri.

(2002 September 16, Updated). What You Need to Know About Leukemia. NCI cancer.gov [On-line information]. Available online at http://www.cancer.gov/cancer_information/doc_wyntk.aspx?viewid=57b3abc6-4b52-41b0-8762-9372062313de.

Abramson, N. and Melton, B. (2000 November 1). Leukocytosis: Basics of Clinical Assessment. American Family Physician [On-line journal]. Available online at http://www.aafp.org/afp/20001101/2053.html.

(2002). Leukemia. The Leukemia and Lymphoma Society [On-line information]. Available online at http://www.leukemia-lymphoma.org/all_page?item_id=9346.

Biology of Blood. The Merck Manual - Home Edition [On-line information]. Available online at http://www.merck.com/pubs/mmanual_home/sec14/152.htm.

(2001 December). What is hairy cell leukemia? Association of Cancer Online Resources [On-line information]. Available online at http://www.acor.org/types/info.html?pnum=01651.

Leukemias. The Merck Manual - Home Edition [On-line information]. Available online at http://www.merck.com/pubs/mmanual_home/sec14/157.htm.

Ren, R. (2005 March 09), Mechanisms of BCR-ABL in the Pathogenesis of Chronic Myelogenous Leukemia. Medscape from Nat Rev Cancer2005;5(3):172-183 [On-line journal article]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/500691.

Quantitative BCR/ABL. UW Medicine Department of Laboratory Medicine [On-line test information]. Available online through http://depts.washington.edu.

(© 2005). Bcr/abl, t(9;22) Translocation Assays. ARUP’s Guide to Clinical Laboratory Testing [On-line information]. Available online at http://www.aruplab.com/guides/clt/tests/clt_a110.jsp.

(2005 March). Chronic Myelogenous Leukemia. The Leukemia and Lymphoma Society [On-line information]. PDF available for download at http://www.leukemia-lymphoma.org/attachments/National/br_1114197910.pdf.

(2005) Acute Lymphocytic Leukemia. The Leukemia and Lymphoma Society [On-line information]. PDF available for download at http://www.leukemia-lymphoma.org/attachments/National/br_1118685580.pdf.

Mayo Clinic staff (2010 April 3). Leukemia. MayoClinic.com [On-line information]. Available online at http://www.mayoclinic.com/print/leukemia/DS00351/DSECTION=all&METHOD=print. Accessed April 2010.

Liu, D. et. al. (Updated 2009 December 17). Chronic Lymphocytic Leukemia. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/199313-overview. Accessed April 2010.

Seiter, K. (Updated 2009 November 10). Acute Myelogenous Leukemia. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/197802-overview. Accessed April 2010.

Mayo Clinic Staff (2010 April 3). Leukemia. MayoClinic.com [On-line information]. Available online at http://www.mayoclinic.com/health/leukemia/DS00351/METHOD=print. Accessed April 2010.

(2008 September). What You Need to Know About Leukemia. National Cancer Institute, NIH Publication No. 08-3775 [On-line information]. Available online at http://www.cancer.gov/cancertopics/wyntk/leukemia. Accessed April 2010.

Bahler, D. et. al. (Updated 2010 February). Chronic Lymphocytic Leukemia – CLL. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/CLL.html?client_ID=LTD. Accessed April 2010.

Mir, M. et. al. (Updated 2013 December 23). Chronic Lymphocytic Leukemia. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/199313-overview. Accessed January 2014.

Mayo Clinic staff (2013 October 3). Leukemia. MayoClinic.com [On-line information]. Available online at http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/leukemia/basics/definition/CON-20024914?p=1&METHOD=print. Accessed January 2014.

Seiter, K., et al.(Updated 2012 March 9). Acute Myelogenous Leukemia. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/197802-overview. Accessed January 2014.

Seiter, K., et al.(Updated 2014 Jan. 2). Acute Lymphoblastic Leukemia. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/207631-overview. Accessed January 2014.

(2013 December 23). What You Need to Know About Leukemia. National Cancer Institute, NIH Publication No. 08-3775 [On-line information]. Available online at http://www.cancer.gov/cancertopics/wyntk/leukemia. Accessed January 2014.

Mayo Clinic Staff (Updated 2012 September 15) Acute lymphocytic leukemia. Available online at http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/acute-lymphocytic-leukemia/basics/definition/CON-20042915. Accessed January 2014.

(Reviewed 2012 December 5). Targeted Cancer Therapies Fact Sheet. National Cancer Institute. Available online at http://www.cancer.gov/cancertopics/factsheet/Therapy/targeted. Accessed January 2014.

(Revised 2013 July 10). What's New in Acute Lymphomatic Leukemia Research and Treatment? American Cancer Society. Available online at http://www.cancer.org/cancer/leukemia-acutelymphocyticallinadults/detailedguide/leukemia-acute-lymphocytic-new-research. Accessed January 2014.

Bessa, Emmanuel C. (Updated 6 January 2013). Chronic Myelogenous Leukemia. Medscape. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/199425-overview. Accessed January 2014.

(Reviewed 24 July 2013). What's new in acute myeloid leukemia research and treatment? American Cancer Society. http://www.cancer.org/cancer/leukemia-acutemyeloidaml/detailedguide/leukemia-acute-myeloid-myelogenous-new-research. Accessed January 2014.

(Reviewed 9 September 2013). What's new in chronic myeloid leukemia research and treatment? American Cancer Society. http://www.cancer.org/cancer/leukemia-acutemyeloidaml/detailedguide/leukemia-chronic-myeloid-myelogenous-new-research. Accessed January 2014.

(Reviewed 31 July 2013). What's new in chronic lymphocytic leukemia research and treatment? American Cancer Society. Available online at http://www.cancer.org/cancer/leukemia-chroniclymphocyticcll/detailedguide/leukemia-chronic-lymphocytic-new-research. Accessed January 2014.

The Leukemia and Lymphoma Society. Available online at http://www.lls.org/#/diseaseinformation/getinformationsupport/factsstatistics/leukemia/. Accessed January 2014.

Leukemia/Lymphoma Immunophenotyping by Flow Cytometry. Mayo Medical Laboratories. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Overview/3287. Accessed January 2014.

Updated October 2011. Fluorescence In Situ Hybridization (FISH) Fact Sheet. National Human Genome Research Institute. Available online at http://www.genome.gov/10000206. Accessed January 2014.

PML-RARA Translocation. Arup Labs. Available online at http://ltd.aruplab.com/Tests/Pub/2002871. Accessed January 2014.

ETV6-RUNX1 (TEL-AML1) Translocation. Arup Labs. Available online at http://ltd.aruplab.com/Tests/Pub/0056008. Accessed January 2014.

Chen, Yi-Bon (Updated 4 March 2013) Bone Marrow Transplant. MedlinePlus. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003009.htm. Accessed January 2014.

(Reviewed 5 December 2012). Targeted Cancer Therapies. National Cancer Institute. Available online at http://www.cancer.gov/cancertopics/factsheet/Therapy/targeted. Accessed January 2014.