Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 20.05.2020.

Cos'è il midollo osseo?

Il midollo osseo è un tessuto di consistenza molle contenente lipidi che occupa la parte centrale spugnosa delle ossa. Rappresenta il principale organo deputato alla sintesi di globuli bianchi, globuli rossi e piastrine. 

Il midollo osseo contiene le cellule staminali ematopoietiche, ovvero cellule immature che, al  bisogno, differenziano e maturano nei differenti tipi di globuli bianchi, globuli rossi e piastrine.

Questo processo prevede varie fasi. Generalmente il midollo osseo contiene, oltre alle cellule completamente mature, delle cellule in ogni fase dello sviluppo, denominate precursori immaturi. Normalmente solo le cellule mature sono rilasciate dal midollo nel circolo sanguigno.

Cellule circolanti del sangue 

Globuli bianchi (WBC)
Esistono cinque tipi differenti di globuli bianchi:

Ciascuno di essi svolge un ruolo differente nella difesa dell'organismo dalle infezioni. Esistono due tipi principali di linfociti, i linfociti T ed i linfociti B. I linfociti T terminano la loro maturazione a livello del timo e contribuiscono ad identificare agenti esterni, come i batteri, distinguendoli dalle cellule proprie dell'organismo. I linfociti B circolano nel sangue e producono anticorpi, proteine del sistema immunitario il cui ruolo consiste nell'identificare e distruggere specifici antigeni

Neutrofili, basofili ed eosinofili distruggono e digeriscono i batteri; i monociti, la cui vita media è maggiore rispetto a quella dei neutrofili, fagocitano e digeriscono i batteri. 

Globuli rossi (RBC)

I globuli rossi sono deputati al trasporto dell'ossigeno nell’organismo, ed in particolare prelevano e rilasciano ossigeno ai tessuti. Essi contengono l'emoglobina, una proteina in grado di legare l’ossigeno e di permetterne il trasporto dai polmoni a tutti i tessuti dell'organismo. La molecola di emoglobina è formata da quattro catene proteiche e da quattro gruppi eme; questo è formato a sua volta da un anello porfirinico che lega al centro un atomo di ferro deputato poi a legare la molecola di ossigeno. La produzione corretta di emoglobina e RBC richiede la presenza di quantità sufficienti di ferro nel midollo osseo.

Piastrine (trombociti)

Le piastrine, anche chiamate trombociti, sono speciali frammenti cellulari che svolgono un ruolo importante nella coagulazione. Si formano a partire da cellule molto grandi, chiamate megacariociti, nel midollo osseo e sono rilasciate nel circolo sanguigno.

Quando il/i tessuto/i dell’organismo o le pareti dei vasi sanguigni vengono danneggiati, si verifica il sanguinamento, che le piastrine contribuiscono a fermare aderendo al sito della ferita, aggregandosi tra loro e rilasciando fattori chimici che stimolano ulteriormente l’aggregazione di altre piastrine. Questi passaggi hanno come risultato la formazione di un tappo piastrinico che sigilla la ferita. Contemporaneamente, inizia un processo chiamato cascata della coagulazione, nel corso della quale vengono attivati i fattori della coagulazione. Questo processo ha come effetto la formazione di un coagulo, che si avvolge intorno al sito del danno stabilizzandolo finché il danno non è risolto. 

Accordion Title
Approfondimenti
  • Alterazioni del midollo osseo

    Varie patologie o condizioni possono influire sulla struttura e la funzionalità del midollo osseo, con conseguente compromissione della produzione e/o della funzionalità delle cellule mature del sangue o dei loro precursori immaturi.

    I disturbi che colpiscono il midollo osseo e le cellule del sangue da esso prodotte sono estremamente variabili: in alcuni casi causano sintomi lievi o aspecifici per un lungo periodo di tempo, in altri casi risultano gravi e potenzialmente letali. Alcune patologie croniche possono essere rilevate solo tramite esami eseguiti routinariamente per il controllo generale dello stato di salute, come l'emocromo; al contrario, patologie acute possono causare gravi sintomi legati al deficit o all'eccesso delle cellule del sangue, suggerendo la presenza di una condizione grave.

    Alcuni esempi di condizioni che causano alterazioni nel midollo osseo includono:

    • Il midollo osseo non è in grado di produrre uno o più tipi di cellule (ad es., anemia aplastica)
    • La carenza di sostanze nutritive quali ferro, vitamina B12 o folato, compromette la capacità del midollo osseo di produrre globuli rossi normali, con conseguente produzione di RBC più piccoli del normale (microcitici), più grandi del normale (macrocitici), e / o contenenti quantità inferiori di emoglobina al loro interno (ipocromici)
    • Produzione eccessiva di globuli bianchi, quali linfociti o plasmacellule anomali (ad es., linfoma, mieloma multiplo)
    • L'infezione del midollo osseo può essere causata da virus, batteri o funghi, e può influenzare la produzione delle cellule del sangue
    • L'iperproduzione di uno o più tipi di cellule causa la diminuita produzione di altri tipi di cellule (ad es., policitemia vera, trombocitemia essenziale)
    • Il midollo osseo produce cellule anomale, che non maturano o non funzionano correttamente (ad es., leucemia, sindrome mielodisplastica)
    • Il tessuto fibroso del midollo osseo si accresce e sostituisce le cellule ematopoietiche, con conseguente formazione di cellule di forma anomala e ridotta produzione cellulare (ad es. mielofibrosi)
    • I tumori originati in determinate aree dell'organismo possono diffondere al midollo osseo (metastasi), influenzandone la produzione cellulare.
  • Disordini del Midollo Osseo

    Di seguito è riportato un elenco di alcune patologie e condizioni che possono alterare la struttura e la funzionalità del midollo osseo. Per ulteriori informazioni riguardo i sintomi, gli esami ed il trattamento, consultare i link riferiti alle varie condizioni.

    La leucemia è un tumore delle cellule del sangue che può colpire ognuno dei cinque tipi di globuli bianchi (WBC). La leucemia può manifestarsi improvvisamente (forma acuta) o protrarsi per un lungo periodo di tempo (forma cronica), e può coinvolgere le cellule della linea mieloide (neutrofili, eosinofili, basofili e i rispettivi precursori) o della linea linfoide. Questa patologia origina dalla continua replicazione di una cellula anomala (clone). Il clone di cellule leucemiche risultante non funziona normalmente: non è in grado di contrastare le infezioni e, crescendo, inibisce la produzione degli altri globuli bianchi, dei globuli rossi e delle piastrine. Pazienti affetti da leucemia sono caratterizzati da infezioni ricorrenti, affaticamento, emorragie, ecchimosi, anemia, sudorazioni notturne, dolori ossei ed articolari.
    La milza, organo deputato alla filtrazione del sangue e alla distruzione delle cellule invecchiate, può risultare ingrossata, così come il fegato e linfonodi.

    disordini mieloproliferativi sono un gruppo di patologie causate dall'iperproduzione di un tipo di precursore immaturo e delle relative cellule mature da parte del midollo osseo. L'eccessiva produzione di un tipo di precursori determina l'incremento di quel tipo di cellule nel midollo osseo e nel sangue, con conseguente aumento o diminuzione delle altre cellule circolanti, la cui crescita può risultare inibita. Questo fenomeno determina la presenza di sintomi associati alla sovrapproduzione, carenza o disfunzione delle cellule del sangue.

    I disordini mieloproliferativi sono classificati in base al tipo di cellule prodotte in eccesso dal midollo osseo; sottotipi comuni includono:

    • Leucemia mieloide cronica: crescita eccessiva dei granulociti (neutrofili, eosinofili, basofili e rispettivi precursori)
    • Policitemia vera: crescita eccessiva dei globuli rossi e dei relativi precursori
    • Trombocitemia essenziale: crescita eccessiva delle piastrine (trombociti) e dei relativi precursori

    Le sindromi mielodisplastiche (SMD) sono un gruppo di patologie caratterizzate dalla produzione di cellule anomale da parte del midollo osseo. Apparentemente il midollo osseo produce molte cellule del sangue, ma tali cellule non risultano funzionali e vengono distrutte prima di raggiungere il circolo sanguigno (produzione insufficiente ed inefficace). Questo fenomeno determina la presenza di sintomi di anemia, infezioni e/o sanguinamento eccessivo ed ecchimosi. Le sindromi mielodisplastiche, classificate in base all'osservazione al microscopio delle cellule del midollo osseo e del sangue, comprendono: 

    • Anemia, basso numero di neutrofili (neutropenia) e/o trombocitopenia che non rispondono al trattamento (refrattari), talvolta richiedono una trasfusione di sangue
    • Alterazione morfologica (displasia) di una o più linee cellulari
    • Aumento dei precursori immaturi (blasti) nel midollo, associato al rischio di sviluppare la leucemia mieloide acuta

    Anemia

    • Anemia aplastica, caratterizzata dall'alterazione delle cellule staminali o da una lesione del midollo osseo, con conseguente perdita dei precursori cellulari (solitamente il tipo che dà origine ai RBC). Alcuni casi di anemia aplastica sono causati dall'esposizione a radiazioni o a sostanze chimiche quali il benzene o alcuni farmaci; altri sono dovuti a rare anomalie genetiche, come l'anemia di Fanconi, o sono associati ad una malattia virale acuta come il parvovirus umano. Per circa la metà dei casi la causa non è nota.
    • Anemia causata da carenze delle sostanza nutritive, quali ferro, folato, vitamina B12, da infezioni o infiammazioni croniche e/o da varianti dell'emoglobina (emoglobinopatie), con conseguente produzione di globuli rossi caratterizzati da forme o dimensioni alterate
    • Alcuni tipi di anemia sono causati da carenza o disfunzione dell'eritropoietina, un ormone prodotto dai reni che stimola il midollo osseo a produrre RBC. La mancanza di eritropoietina determina una produzione ridotta dei globuli rossi da parte del midollo osseo
    • Infezioni, alcuni farmaci, tossine e tumori possono alterare il midollo osseo, con conseguente anemia

    Le discrasie plasmacellulari (come il mieloma multiplo) sono patologie associate all'iperproduzione di un clone di linfocita B maturo (terminalmente differenziati), definito plasmacellula. La principale funzione delle plasmacellule è quella di produrre anticorpi, immunoglobuline che partecipano alla difesa dell'organismo dalle infezioni. Normalmente le plasmacellule sono prodotte al bisogno; talvolta possono diventare maligne e replicarsi in maniera incontrollata, generando numerose copie di se stesse (cloni) che determinano la formazione di tumori nel midollo osseo. Inoltre, la presenza di tali cellule tumorali inibisce la produzione delle altre linee cellulari.

    I tumori che non hanno origine nel midollo osseo, quali tumore al polmone, alla mammellalinfoma, possono diffondersi (metastatizzare) al midollo osseo, o coinvolgerlo e influenzarne la produzione cellulare.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

(Updated: Nov 29, 2017) Panchbhavi V. Bone Marrow Anatomy. Medscape Reference. Available online at https://emedicine.medscape.com/article/1968326-overview. Accessed March 2019.

(Jan 9, 2019) Bone Marrow Diseases. MedlinePlus. Available online at https://medlineplus.gov/bonemarrowdiseases.html. Accessed March 2019.

(Apr 25, 2016) Nagalla S. Bone Marrow Failure. Medscape Reference. Available online at https://emedicine.medscape.com/article/199003-overview. Accessed March 2019.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

 

(Modified 2012 Aug 2). Myelodysplastic/ Myeloproliferative Neoplasms Treatment (PDQ®) National Cancer Institute [On-line information]. Available online at http://www.cancer.gov/cancertopics/pdq/treatment/mds-mpd/patient. Accessed September 2012.

Prchal, J. et. al. (Updated 2012 March) Myeloproliferative Neoplasms – MPN. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/MyeloproliferativeNeoplasms.html?client_ID=LTD. Accessed September 2012.

(© 2011). Myeloproliferative disorders. University of Maryland Medical Center [On-line information]. Available online at http://www.umm.edu/altmed/articles/myeloproliferative-disorders-000114.htm. Accessed September 2012.

Mayo Clinic Staff (2012 April 3). Leukemia. Mayo Clinic.com [On-line information]. Available online at http://www.mayoclinic.com/health/leukemia/DS00351. Accessed September 2012.

Bakhshi, S. (Updated 2011 Nov 1). Aplastic Anemia. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/198759-overview. Accessed September 2012.

Mayo Clinic Staff (2011 Nov 4) Myelodysplastic syndromes. Mayo Clinic.com [On-line information]. Available online at http://www.mayoclinic.com/health/myelodysplastic-syndromes/DS00596. Accessed September 2012.

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (© 2007). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 8th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 183-188.

(2006 December 7, Reviewed). Myelodysplastic Syndrome and Myeloproliferative Diseases. American Cancer Society [On-line information]. Available online through http://www.cancer.org. Accessed on 2/17/08.

(2008 February 12, Last Modified). Myelodysplastic/Myeloproliferative Diseases Treatment (PDQ®). National Cancer Institute [On-line information]. Available online through http://www.cancer.gov. Accessed on 2/17/08.

(2008 February 12, Last Modified). Chronic Myeloproliferative Disorders Treatment (PDQ®). National Cancer Institute [On-line information]. Available online through http://www.cancer.gov. Accessed on 2/24/08.

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO.

What is Acute Leukemia? American Cancer Society [On-line information]. Available online through http://www.cancer.org.

What is Adult Chronic Leukemia? American Cancer Society [On-line information]. Available online through http://www.cancer.org.

What You Need to Know About Leukemia. NCI cancer.gov [On-line information]. Available online through http://www.cancer.gov.

Abramson, N. and Melton, B. (2000 November 1). Leukocytosis: Basics of Clinical Assessment. American Family Physician [On-line journal]. Available online at http://www.aafp.org/afp/20001101/2053.html.

(2002). Leukemia. The Leukemia and Lymphoma Society [On-line information]. Available online through http://www.leukemia-lymphoma.org.

Myelodysplastic Syndromes. The Leukemia and Lymphoma Society [On-line information]. Available online through http://www.leukemia-lymphoma.org.

Biology of Blood. The Merck Manual - Home Edition [On-line information]. Available online through http://www.merck.com.

(2001 December). What is hairy cell leukemia? Association of Cancer Online Resources [On-line information]. Available online through http://www.acor.org.

Leukemias. The Merck Manual - Home Edition [On-line information]. Available online through http://www.merck.com.

(2002 August 27, Modified). Myelodysplastic Syndromes, Patient Version. NCI cancer.gov [On-line information]. Available online through http://www.cancer.gov.

(2002 August 19, Modified). Myelodysplastic Syndromes, Health Professional Version. NCI cancer.gov [On-line information]. Available online through http://www.cancer.gov.

(2002 August 27, Modified). Myeloproliferative Disorders, Patient Version. NCI cancer.gov [On-line information]. Available online through http://www.cancer.gov.

(2002 December 10, Modified). Myeloproliferative Disorders, Health Professional Version. NCI cancer.gov [On-line information]. Available online through http://www.cancer.gov.

Huffman, G. (2001 February 15). Polycythemia Vera and Essential Thrombocythemia. AFP, Tips from Other Journals [On-line journal]. Available online through http://www.aafp.org.

Myeloproliferative Disorders. The Merck Manual - Home Edition [On-line information]. Available online through http://www.merck.com.