Noto anche come
Armi chimiche
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 10.01.2019.

Cosa sono gli agenti chimici del terrorismo?

Gli agenti chimici (o armi chimiche) possono essere vapori, aerosol, liquidi o solidi avvelenati e quindi caratterizzati da effetti tossici sugli esseri umani. Queste sostanze sono in genere di produzione umana ma possono anche essere disponibili naturalmente nell'ambiente. L'esposizione a sostanze chimiche tossiche può essere non intenzionale, come può accadere in seguito ad un incidente in un'industria chimica, o intenzionale, in seguito, ad esempio, di un attacco terroristico. La corretta e precoce identificazione dell'agente chimico responsabile degli effetti tossici è determinante per la somministrazione di una terapia efficace e anche per prevenire ulteriori esposizioni.

Gli agenti chimici possono essere mortali, di facile diffusione e relativamente economici. Per questo motivo i terroristi cercano attivamente questi agenti, anche per il tremendo impatto psicologico che il loro uso, reale o percepito, può avere sulla comunità.

Gli agenti tossici sono stati usati nel corso delle guerre fin dai tempi degli antichi Greci. Tuttavia hanno richiamato molta attenzione nel corso dei conflitti mondiali, durante i quali venivano usati gas chimici nelle guerre di trincea. Più recentemente sono stati usati in Siria e in Iraq; nel 2017 e nel 2018 i gas nervini sono stati impiegati anche nell'assassinio di alcuni esponenti politici.

Gli agenti chimici possono essere cosparsi sopra oggetti di uso quotidiano o dispersi nell'aria sotto forma di aerosol, come è avvenuto in Giappone. Nel 1995, il terrorista Aum Shinirikyo ha rilasciato nell'aria una forma grezza di gas nervino sarin in due città giapponesi, provocando 19 morti e oltre un migliaio di feriti. La maggior parte di questi fu dovuta al panico scatenatosi in seguito all'atto terroristico.

Gli agenti chimici causano di solito un ridotto numero di morti all'anno; non sono quindi sempre letali, ma possono causare danni temporanei o permanenti (Convenzione sulle Armi Chimiche,1993). Possono entrare nell'organismo tramite inalazione, ingestione, assorbimento dalla pelle o dalle mucose di occhi e naso.

Accordion Title
Approfondimenti
  • Tipi di Agenti Chimici

    Il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) statunitense ha classificato i potenziali agenti chimici usati nel terrorismo sulla base del tipo di sostanza chimica o dei suoi effetti. La tabella sottostante riporta i principali gruppi identificati e alcuni esempi per ciascun gruppo.

    Categoria Definizione Generale CDC Agente chimico
    Biotossine Veleni di derivazione vegetale o animale Nicotina, Digitalis, Ricina, Stricnina
    Agenti Vescicanti Agenti chimici in grado di causare la formazione di piaghe e vesciche negli occhi, nel tratto respiratorio e sulla pelle al contatto Lewisite, Mostarde
    Agenti Sistemici Veleni assorbiti nel circolo ematico e quindi in grado di agire sull'interno organismo. Monossido di Carbonio, Ciano
    Acidi Agenti chimici che al contatto bruciano o corrodono la pelle, gli occhi e le mucose (la parete del naso, della bocca, della gola e dei polmoni) Acido cloridrico, acido fluoridrico
     
    Agenti Asfissianti Sostanze chimiche in grado di causare una grave irritazione e gonfiore del tratto respiratorio, causando soffocamento Fosgene, Cloropicrina
    Aggressivi Incapacitanti Droghe in grado di far cadere le persone in uno stato confusionale con alterazione dello stato di coscienza Oppioidi come fentalin, LSD, BZ (3-Chinoclidinile Benzilato)
    Anticoagulanti a lunga azione Veleni in grado di bloccare la coagulazione del sangue portando ad emorragie incontrollate Superwarfarin - un agente presente nel veleno per i topi
    Metalli Pesanti Veleni metallici Arsenico, Mercurio, Tallio
    Agenti nervini Sostanze chimiche altamente velenose in grado di bloccare il sistema nervoso Novichok, Ciclosarin, Sarin, Soman, Tabun, VX, Insetticidi
    Lacrimogeni Agenti irritanti usati per diminuire le difese e il controllo delle persone colpite Gas lacrimogeno CS (Clorobenzilidenemalononitrile), cloropicrina
    Alcol tossici Veleni alcolici in grado di danneggiare cuore, reni e sistema nervoso Etilen glicole, Metanolo

    Per maggiori dettagli si rimanda alla pagina web del CDC statunitense.

    Oltre agli agenti chimici, esistono anche agenti biologici (bioterrorismo) e radioattivi. Nel 2001, delle spore di antrace altamente purificate furono poste all'interno di contenuti postali statunitensi e spedite ai mittenti, con conseguenti 5 morti e 17 infezioni non letali. Un esempio di agente radioattivo è il polonio 210, responsabile della morte del dissidente russo Alexander Litvinenko nel 2006.

  • Esami

    Allo stato attuale non esistono test ampiamente disponibili per lo screening delle persone esposte ad agenti chimici usati nel corso di attacchi terroristici, sebbene questi test siano disponibili a specifiche organizzazioni. Per esempio, in persone con segni e sintomi relativi ad un avvelenamento da agenti chimici, potrebbero essere usati dei Test Rapidi di Screening in grado di rilevare 150 agenti chimici nel sangue e nelle urine. Una volta che gli agenti chimici vengono rilevati con questi test, devono però essere correttamente identificati con l'uso di test più sofisticati in grado di identificare l'agente usato oltre che la quantità assorbita dall'organismo.

    Secondo il Piano Nazionale di Difesa da attacchi terroristici, gli attori coinvolti nella gestione di un eventuale attacco terroristico comprendono il Ministero dell'Interno, il Ministero della Salute, il Dipartimento di Protezione Civile e lo Stato Maggiore della Difesa.

    In caso di attacco con agenti chimici, viene attivata una rete di intervento che agisce sia in loco, provvedendo alla decontaminazione nei tempi minori possibili, che attivando una rete sanitaria locale e nazionale con il coinvolgimento di centri di riferimento per l'esecuzione delle analisi specifiche.

Fonti

Author: Peter L. Platteborze, PhD, DABCC, FACB, Laboratory Director

Kyle B. Olson, Aum Shinrikyo: Once and Future Threat? Volume 5, Number 4—August 1999. Available online at https://wwwnc.cdc.gov/eid/article/5/4/99-0409_article. Accessed July 2018.

Gregory JA, Platteborze PL. (2015) Chemical Warfare Agents: a Century of Terror: Part 1- the Vesicants. Therapeutics and Toxins News. Available online at https://www.aacc.org/-/media/Files/Divisions/TDM-TOX/TDM_Newsletter_Winter_2015.pdf?la=en&hash=4DE7084C2B0C6767CA4CD2FB8CBA88B87F3F8874. Accessed July 2018.

Studer L, Ennis BA, Platteborze PL. (2016) Chemical Warfare Agents: a Century of Terror: Part 2- the Nerve Agents. Therapeutics and Toxins News. Available online at https://www.aacc.org/-/media/Files/Divisions/TDM-TOX/TDM-Newsletter-1601.pdf?la=en&hash=4906C5D196E7538C5309CAAE233EEBF4531B73F3. Accessed July 2018.

Platteborze PL. (2017). International Intrigue: Alleged VX Nerve Agent assassination. Available online at https://www.aacc.org/-/media/Files/Divisions/TDM-TOX/TDM-Newsletter-1704.pdf?la=en&hash=80029C645B114EF59A18E98011F99FB37BA0E779. Accessed July 2018.

Laboratory Response Network. Available pdf at https://www.aphl.org/aboutAPHL/publications/Documents/PHPR_LRNBrochure_52015.pdf. Accessed July 2018.

Kubin G, Klein DM. Available online at https://www.aphl.org/conferences/proceedings/Documents/2017/Annual-Meeting/41Kubin.pdf. Accessed July 2018.

Chemical Threats. Ready.gov. Available online at https://www.ready.gov/chemical. Accessed July 2018.

(April 4, 2018) Centers for Disease Control and Prevention. Chemical Emergencies. Available online at https://emergency.cdc.gov/chemical/index.asp. Accessed August 2018.

Available online at https://en.wikipedia.org/wiki/Chemical_warfare. Accessed July 2018.