L'anziano
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 19.01.2018.

Ciò che per un adulto sano può sembrare un semplice test medico, può essere una vera e propria sfida per l'anziano. Esistono alcune ragioni per le quali si deve avere maggior cura nei confronti di un anziano che si sottopone ad un test medico:

  • L'anziano è molto più soggetto ad avere danni alla vista, all'udito o cognitivi, tali da rendere più difficoltosa la comprensione delle istruzioni fornite o di ciò che deve essere fatto per il prelievo del campione.
  • Gli anziani hanno più problemi legati all'equilibrio o la motilità è questo rende il prelievo del campione fisicamente difficoltoso o pericoloso.
  • A volte un prelievo ematico è reso difficile dal fatto che nell'anziano la pelle è più sottile, la cute è meno elastica e le vene sono più fragili ed inclini al sanguinamento.  Per questo motivo, alcune persone potrebbero richiedere di far eseguire il prelievo a persone che, per esperienza, conoscono come in grado di eseguire manovre di prelievo meno traumatiche.
  • Per le persone affette da demenza, un semplice prelievo può essere traumatico e portare a reazioni violente. In questi casi, la necessità del test deve essere attentamente valutata.
  • Oltre ogni problema di tipo fisico o emozionale, talvolta si pongono anche delle difficoltà di tipo economico che possono far desistere l'anziano dall'effettuare un test di laboratorio.
     

Se il sottoporsi ad un test può essere fonte di preoccupazione per una persona anziana, è sempre bene parlarne con il medico. Può essere utile discutere riguardo i motivi per i quali il test dovrebbe essere eseguito e come i risultati ottenuti potrebbero variare lo stato di salute o l'andamento della terapia. Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti pratici per poter far affrontare ad una persona anziana un esame medico in maniera ottimale.

Accordion Title
Possibili Problemi
  • Come arrivare

    Spesso le persone anziane hanno problemi nel raggiungere gli ambulatori ed i presidi ospedalieri; potrebbero non essere in grado di guidare e quindi aver bisogno di qualcuno che li accompagni.

    Pianificare il viaggio – nel caso in cui l’anziano debba essere accompagnato in una sede non familiare, è bene prepararsi in anticipo al fine di pianificare la strada migliore e più veloce per raggiungere la sede nella quale verrà eseguito l’esame. Potrebbe anche essere utile informarsi su quale sia l’ingresso più facile e agevole per il paziente o su quali siano gli orari di maggiore traffico così da evitarli.

    Rimanere a casa – in caso di persone con evidenti difficoltà a spostarsi o a reperire un passaggio, può essere valutata l’opportunità di richiedere un servizio domiciliare.

  • Problemi di sicurezza

    Nelle persone di età superiore ai 65 anni, le cadute sono comuni e particolarmente gravi; i bagni possono essere particolarmente pericolosi. È necessario fare particolarmente attenzione ed aiutare gli anziani, in modo particolare se con problemi di vista o mobilità ridotta, a raccogliere campioni di urine e feci. L’attenzione al processo di raccolta potrebbe infatti far diminuire l’attenzione nei confronti di alcuni pericoli, che quindi andrebbero rimossi.

    Rischio di inciampare - Prima di iniziare, rimuovere i tappeti sparsi e le stuoie.

    Rischio di scivolamento - Fare attenzione al pavimento scivoloso o bagnato.

    Rischio di cadute - Incoraggiare l'uso di maniglioni o altri supporti vicino all'area del water volti a diminuire il rischio di cadute

  • Necessità di aiuto durante l’esecuzione del test medico

    Non è infrequente che le persone anziane abbiano bisogno di aiuto e supporto durante l’esecuzione di un test medico e/o la raccolta di un campione. Una persona affetta da artrite, dolori articolari o problemi di mobilità potrebbe avere difficoltà nella raccolta di un campione di urina o feci. Una donna affetta da demenza potrebbe non essere in grado di seguire le istruzioni fornite per la raccolta di campioni di urine sterili e potrebbe anche agitarsi ed entrare in stato confusionale nel caso in cui qualcuno provi a farlo per lei. Una persona con manualità ridotta potrebbe avere difficoltà nell’utilizzare dei dispositivi medici come il glucometro per il monitoraggio del diabete.

    Di seguito sono elencati alcuni suggerimenti volti a rendere più facile la raccolta di alcuni campioni.

    Istruzioni – una persona anziana potrebbe avere difficoltà nell’ascoltare delle indicazioni verbali ma anche nel leggere delle istruzioni o nel ricordare il motivo per il quale viene eseguito un test. Per migliorare la comunicazione con persone ipo-udenti, può essere utilizzato un amplificatore vocale. Nel caso d’istruzioni scritte, è preferibile stamparle utilizzando caratteri grandi e chiari. Nel caso in cui vengano fornite istruzioni orali, è necessario affrontare ciascuna fase per volta descrivendola in maniera calma e con voce rassicurante; prima di cominciare è bene diminuire il rumore e le distrazioni, possibilmente anche utilizzando una musica di sottofondo in grado di conferire tranquillità.

    Dispositivi speciali – per semplificare la raccolta di alcuni campioni, possono essere utilizzati dei dispositivi speciali. Ad esempio un campione di urine può essere raccolto in un recipiente collocato nella toilette piuttosto che in una provetta o recipiente da tenere in mano.Un paziente diabetico ipovedente può trovare giovamento nell’utilizzo del glucometro dotato di una lente di ingrandimento associata ad una luce. Allo stesso modo, un diverso tipo di lancetta o di ago può risultare più facile o meno doloroso o intimidatorio da utilizzare.

    Privacy - Aiutare una persona nella raccolta di un campione di urina o di feci può non essere un compito particolarmente piacevole. La persona che necessita di aiuto può provare imbarazzo e la persona che fornisce l'aiuto può trovare difficoltà nel sopportare gli odori e le attività di pulizia. È pertanto consigliabile fornire la massima privacy possibile al fine di aumentare il livello di comfort per tutti.

    Atteggiamento compassionevole – colui che fornisce il proprio sostegno può essere aiutato dal fatto di essere consapevole di farlo come atto di amore e dolcezza. Nel caso in cui si assista ad atteggiamenti poco compassionevoli nei confronti del paziente, è bene assicurarsi che lo stesso possa ricevere una cura adeguata.