Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test
Ultima Revisione:
Ultima Modifica:
18.01.2018.

Non esiste nessuno per il quale l’esecuzione di un prelievo di sangue o la raccolta di urine e/o feci, sia piacevole; tuttavia, gli esami di laboratorio eseguiti su questo tipo di campioni sono in grado di fornire informazioni importanti per aiutare a salvaguardare o migliorare la qualità della vita della persona che si sottopone al test. Il clinico può richiedere l’esecuzione di esami di laboratorio per molteplici scopi, incluso lo screening, la diagnosi, il monitoraggio o la prognosi di una patologia.

Molte persone possono provare imbarazzo, disagio o ansia al momento dell’esecuzione dei prelievi/raccolta dei campioni per i test. Se l’esecuzione di esami di laboratorio è fonte di ansia, imbarazzo odisagio,gli articoli seguenti possono essere un valido sostegno per affrontare il prelievo del campione senza stress:

 

L’articolo “Raccolta dei campioni per i test” fornisce una panoramica generale sul tipo di campioni biologici utilizzabili per l’esecuzione degli esami di laboratorio, incluso il sangue, i tessuti e i fluidi corporei.

Accordion Title
Suggerimenti Generali
  • Sapere cosa aspettarsi

    L’esecuzione di procedure mediche sconosciute può essere fonte di stress per il paziente. La spiegazione di ciò che viene eseguito e richiesto può essere di aiuto nel sottoporsi agli esami con un minore grado di ansia e preoccupazione.

    Il clinico dovrebbe spiegare per quale motivo alcuni esami vengono richiesti, così da migliorare la predisposizione del paziente ad eseguirli. La conoscenza aiuta il rilassamento e la sensazione di controllo su ciò che accade. Per questo motivo è importante che il clinico si prenda tutto il tempo necessario per spiegare al paziente il motivo alla base dell’esecuzione dei test, come questi verranno eseguiti e i risultati che si aspetta di ottenere. Di seguito sono riportati alcuni esempi di domande che il paziente può rivolgere al proprio medico:

    • Perché è importante eseguire questo esame? Come può cambiare l’approccio alla mia situazione clinica?
    • Cosa è necessario fare prima dell’esecuzione del test?
    • Cosa succederà durante il prelievo o l’esecuzione del test?
    • Potrebbe essere doloroso o fastidioso? Quali sono i rischi?
    • Quanto tempo è necessario per l’esecuzione del test? I risultati dopo quanto tempo saranno disponibili?
    • A quale struttura è necessario rivolgersi per eseguire l’esame? Esiste un momento preferenziale per programmare il test?
    • Quali sono i valori di riferimento e cosa significano i valori alterati?
    • Quali fattori potrebbero influenzare il risultato del test?
    • Dopo l’esecuzione del test, dovranno essere osservate delle precauzioni particolari?

     

    La persona migliore alla quale rivolgere queste domande è il proprio medico curante. Nel caso in cui per mancanza di tempo o semplicemente per una dimenticanza, vi fosse necessità di trovare le risposte a queste domande altrove, è possibile rivolgersi al personale di laboratorio e infermieristico. Queste figura professionali però potrebbero non avere le competenze necessarie a rispondere in maniera completa alle domande del paziente.Sul presente sito, sono disponibili altre fonti di informazioni.

  • Tecniche di rilassamento

    La conoscenza di poche e semplici tecniche di rilassamento può essere di grande aiuto nello scioglimento della tensione muscolare, spesso fonte di ulteriori difficoltà nell’esecuzione di molteplici procedure mediche. Sebbene il personale sanitario sia, di solito, molto bravo a creare un clima distensivo tramite colloqui e piccole distrazioni, il paziente stesso può diminuire il proprio stato d’ansia seguendo alcune semplici indicazioni:

    Respirare – inspirare lentamente e profondamente per tre volte, contando fino a tre e inspirando dal naso; espirare dalla bocca contando fino a sei. Diminuire la velocità in caso si avvertano capigiri.

    Rilassare i muscoli – rilassare i muscoli ricercando la sensazione di abbandono e pesantezza.

    Focalizzare – focalizzare l’attenzione su un’immagine o un’idea e sensazione piacevole.

    Contare–contare mentalmente fino a 10, lentamente.

    Parlare – parlare con qualcuno nella stanza in modo da creare una fonte di distrazione.

    Le persone particolarmente ansiose riguardo l’esecuzione di questi esami devono parlarne con il proprio medico, il quale, nei casi più gravi, potrebbe anche suggerire dei trattamenti farmacologici in grado di prevenire gli attacchi di ansia.

  • Comunicare le proprie necessità

    Molti esami di laboratorio e molte procedure per il prelievo e la raccolta di diversi campioni biologici, si sono evolute e sono cambiate per essere sempre più confortevoli per i pazienti.

    Per questo motivo è buona regola far presente le proprie necessità in modo che gli operatori sanitari possano di trovare l’approccio che meglio si adatta al paziente. Per esempio, coloro che tendono ad avere capogiri o a svenire durante e/o dopo un prelievo ematico, possono richiedere di eseguirlo in posizione supina.

    Comunicare le proprie necessità e formulare domande riguardo quanto avverrà durante il prelievo e/o esame, può essere una buona strategia per la preparazione all’esecuzione dei test di laboratorio.

Fonti

NOTA: Questa sezione è basata sulla ricerca che utilizza le fonti qui citate insieme all’esperienza collettiva della Revisione Editoriale di Lab Tests Online. Questa sezione  è periodicamente rivista dalla Revisione Editoriale e può essere aggiornata come risultato della revisione. Ogni nuova fonte citata sarà aggiunta alla lista e distinta dalle fonti originali.


Illustrated Guide to Diagnostic Tests, Student Version. Lewis JV, ed. Springhouse, PA: Springhouse Corp., 1994.

American Medical Association Complete Guide to Women's Health. Slupik RI, ed. New York: Random House, 1996:126.

Caregiving: A Step-By-Step Resource for Caring for the Person with Cancer at Home. Houts PS and Bucher JA, eds. American Cancer Society, 2000:233-240.

About Site on Mental Health Resources. Available online at http://mentalhealth.about.com/health/mentalhealth/library/weekly/aa072798.htm. Accessed May 2001.

Thompson, ED. Introduction to Maternity and Pediatric Nursing. 2nd ed. Philadelphia, Pa: W.B. Saunders Company, 1995:577.

Dr Koop.com. See the articles on test/procedure preparation for infants, toddlers, preschoolers, and adolescents. Available online through http://www.drkoop.com. Accessed June 2001.

American Medical Association Family Medical Guide. 3rd ed. Clayman CB, ed. New York: Random House, Inc., 1994:767.

Rob C, Reynolds J. The Caregiver's Guide: Helping Elderly Relatives Cope with Health and Safety Problems. Boston, MA: Houghton Mifflin Company, 1991.

Interviews (professional titles and positions are listed as they were at the time of the interviews)

Rebecca Elon, MD, MPH, Medical Director of North Arundel Senior Care, Severna Park, Maryland.

Joy Goldberger, MS, CCLS, Education Coordinator, Child Life Department, Johns Hopkins Children’s Center, Baltimore, Maryland.

Saralynn Pruett, MT (ASCP), Phlebotomy Supervisor, Department of Laboratory Medicine and Pathology, Mayo Foundation, Rochester, Minnesota.

Karen Szafran, CPNP, nurse practitioner, pediatric practice, Alexandria, Virginia.

Myra Daly, PT (ASCP), Phlebotomy Supervisor, Northwest Community Healthcare, Arlington Heights, Illinois.

Joan Kosiek, MT(ASCP)SH, point-of-care consultant, Northwest Community Healthcare, Arlington Heights, Illinois.

Richard Flaherty, Executive Vice-President, American Association for Clinical Chemistry, Washington, District of Columbia.